ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Spazi Indipendenti

Meme is my culture

arte contempranea

Spazio Y dal 22 febbraio

Con il progetto "Meme is my culture" l'artista coreana Wednesday C Kim presenta per la prima volta in Italia il suo lavoro. Caratterizzata da un approccio transdisciplinare, la sua ricerca spazia dall'utilizzo del video, dell'installazione e la modellazione digitale 3D per la creazione di realtà parallele dalla forte componente straniante. Interessata alle dinamiche sociali e psicologiche inconsce e all'impatto che internet e le nuove tecnologie stanno avendo sull’immaginario e l'identità contemporanea, le sue opere svelano i meccanismi che sottendono all’utilizzo dei social e alla navigazione web, mostrandoci tutta la fragilità che contraddistingue l'individuo oggi. La giustapposizione di elementi dissonanti tra loro e la costruzione di un paesaggio emotivo disorientante evidenzia la matrice surrealista che informa i suoi lavori, attingendo in modo diretto ai processi che governano il sogno e alle logiche ribaltate che lo caratterizzano, ma anche ai propri ricordi e traumi personali. In contemporanea all’inaugurazione della mostra e in collaborazione con 22022020 No-me, associazione culturale che promuove una riflessione critica sulla cultura digitale attraverso operazioni artistiche e didattiche, verranno presentate presso Off1c1na le installazioni multimediali e i giochi finora realizzati.   Dettagli     Autore     Mostra

Mostre d'arte contemporanea in spazi indipendenti

mostra libreriamarini fresco

dal 20/02/2020Arte contemporanea width=

Fresco. La Nuova Illustrazione

La prima rassegna di illustrazione pensata dalla Libreria Marini per dare spazio e voce ai nuovi linguaggi dell’illustrazione, nell’incontro fra artisti affermati e artisti emergenti.
Questo per noi è FRESCO: miscellanea, incontro, scambio.

La libreria Marini sarà lo spazio dove vedere e conoscere il lavoro dei 12 illustratori, scelti da noi per lo stile, la capacità di innovare e di raccontare attraverso il disegno.
Attingendo a un panorama nazionale vivacissimo e colorato, abbiamo scelto illustratori e illustratrici che amiamo e che vi proporremo nell’arco di tutto il 2020, con opere originali, schizzi, quaderni, libri in mostra nella nostra sede romana e online sul nostro sito (www.libreriamarini.it).
  dettagli

mostra spaziocima lievementegrave

19/02/2020 - 26/02/2020Arte contemporanea width=

Lievemente Grave - Mauro De Luca

Oggetto della personale di Mauro De Luca è il difficile equilibrio tra la verticalità dell'esistenza e l’uomo intermedio tra i piani orizzontali del Cielo e della Terra. Forte, in queste opere, l'attenzione verso le tematiche più introspettive, laddove essenza e esistenza vengono avvolte dal mistero dell'imponderabile, tra ironia e malinconia.
In un'epoca come la nostra, in cui la forma sovrasta impetuosamente il contenuto e in cui non ci sono né ieri né domani, ma solo un eterno presente, spesso senza obiettivi, c'è ancora tempo (e spazio) per credere negli angeli? Sembrerebbe questo il quesito da cui è partito l'illustratore, pittore e scenografo romano Mauro De Luca, che immagina una nuova versione di creature alate, più social, più tecnologiche ma, al contempo, anche più deboli. Tra sguardi indagatori e animali intesi come, a loro volta, spiriti guida, tra smartphone e sconfitte eteree, i soggetti dell'artista romano rappresentano, talvolta anche in chiave ironica, la disfatta della speranza e la tangibilità dell'anima stessa.
Apertura: lunedì - gioveddì 15:00 - 19:00.
  dettagli Spazio Cima Spazio Cima

mostra fondazionevolume percezioni6

18/02/2020 - 20/03/2020Arte contemporanea width=

Percezioni #6 - Polisonum - My persistent quest for Bolero

Percezioni, il ciclo dedicato alla ricerca e all’analisi della relazione tra arte e neuroscienza. Con questo nuovo appuntamento la Fondazione VOLUME! prosegue la ricerca sull’esperienza percettiva di un’opera d’arte con un’installazione dei Polisonum, collettivo che utilizza il suono come metodo e dispositivo di indagine sulle trasformazioni dei paesaggi, dei territori e delle geografie fisiche e culturali del mondo contemporaneo. Puntando l’attenzione sull’interazione tra suono, spazio e visione, l’indagine verrà portata avanti sia tramite la compilazione di un questionario che attraverso l'uso di apposite apparecchiature clinico strumentali. La partecipazione a questa seconda tipologia di test è su base volontaria e i dati raccolti saranno in forma anonima, per un numero limitato di 20 partecipanti.
Apertura: martedì - venerdì 17:00 - 19:00 (Prenotazione Obbligatoria)
  dettagli Fondazione Volume Fondazione Volume Percezioni #6 Percezioni #6

mostra transfusioni costantinodardi

20/02/2020 - 12/03/2020Arte contemporanea width=

Omaggio a Costantino Dardi

protagonista Costantino Dardi (1936 Cervignano del Friuli, 1991 Tivoli), architetto noto in ambito internazionale per l’intreccio strettissimo sperimentato tra arte e architettura e per la totale revisione critica cui ha sottoposto la disciplina architettonica. L’omaggio a Dardi è legato all’antico sodalizio dell’architetto con Filiberto e Bianca Menna che gli affidarono nel 1974 l’arredamento dello spazio al cui interno, oltre alla seduta da lui progettata, campeggia la scultura (parete di separazione) che, con la sua forma semicilindrica e il suo candore introduce nello spazio evocazioni di un mondo primigenio. In mostra saranno esposti alcuni disegni del 1982 in cui Dardi rivela la sua attrazione per le forme pure: cubo, cilindro e sfera da cui nascono solidi architettonici dialoganti con la primarietà degli elementi naturali. A dialogare con la parete/scultura di Dardi con la versione site specific della sua performance "Toni di pelle 2.0" sarà Francesca Fini, filmaker e performer romana che con un microscopio digitale collegato ad un computer scansionerà le cicatrici della sua pelle e quelle del muro per scrutare ciò che è invisibile agli occhi e tradurlo in echi sonori, creando una sinfonia immersiva di immagini e suoni generativi.
  dettagli

mostra spazioinsitu quandocadelamagia

15/02/2020 - 07/03/2020Arte contemporanea width=

Quando cade la magia, rimane la disinvoltura

Non si capisce sempre quanto la nostra società? sia finta, e soprattutto con che stratagemma questa finzione si nasconda. A primo impatto, tutto, ad incastro, va nel migliore dei modi. Ma andando a scavare un po’, emergono delle incongruenze, piccoli dettagli che ne fanno svanire la magia. E? solo quando si comincia a guardare con un occhio disinvolto che la realtà? si spoglia di tutto quello che ha di superficiale. Denudata da quello che serve al suo abbellimento, rimane solo il “Perché?”. A questo punto tutto vacilla. Questa precarietà? e? il punto di partenza per un viaggio nel nostro tempo, e nel lavoro di queste quattro artiste.
Il pubblico e? immerso in un mondo che lo coinvolge ma gli impone il ruolo di semplice spettatore, una stranezza familiare che gli impedisce di interagire lasciandolo fuori da ogni dispositivo.
Le opere sono attivate da loro stesse, si muovono, lampeggiano, parlano, in una ripetizione meccanica, non per forza lineare. Non e? il pubblico che agisce su di esse, ma forse esse stesse che trasportano il pubblico da un'altra parte, un mondo delle meraviglie privo di ogni incantesimo.
  dettagli Spazio In Situ Spazio In Situ

mostra Sala Da Feltre La Dinamica Del Segno

dal 07/02/2020Arte contemporanea width=

La Dinamica del Segno - Emanuele Parmegiani

Mostra personale di Emanuele Parmegiani a cura di Alberto Dambruoso, dal titolo “La dinamica del segno”. In mostra una decina di opere che documentano la ricerca artistica degli ultimi due anni di Parmegiani. Una serie di opere di ascendenza graffitista caratterizzate da un segno deciso che diventa protagonista assoluto nelle sue tele. La dinamica del segno, titolo della mostra, pone l’accento proprio sulla natura fortemente segnica dei suoi dipinti. Come scrive il curatore nella presentazione “il segno di Parmegiani è scattante e fluido; struttura e imprime forza alle figure rappresentate. Un segno che a volte diventa autosufficiente slegandosi da qualsiasi preoccupazione figurale per diventare puro segno autonomo”. Nelle sue tele prendono vita personaggi stralunati o esseri mostruosi, probabili riflessi di un’umanità allucinata, disperata e impaurita.
  dettagli

mostra adaproject collagen

01/02/2020 - 14/03/2020Arte contemporanea width=

Collagen Shadows

Pietro Agostoni, Monia Ben Hamouda, Martin Llavaneras, Thea Yabut
A cura di Zoë De Luca. Collagen Shadows prende il suo titolo dalla miodesopsia, fenomeno entoptico generato dalla non totale trasparenza dell’umor vitreo nel bulbo oculare; questo addensamento produce microscopici coaguli di collagene, le cui ombre vengono percepite nel campo visivo, sotto forma di cerchi, macchie o filamenti. Alla pari di altre patologie entoptiche, i suoi sintomi si manifestano in maniera soggettiva e sono impossibili da documentare in presa diretta. Per quanto diffuso, questo fenomeno è stato quindi avvolto nel mistero per secoli, portando talvolta a crederlo come sintomatico di stati allucinatori; ad oggi le sue cause restano ignote, e la maggior parte delle persone che ne è affetto non ne conosce la natura, o non è in grado di descriverne gli effetti.
Apertura: martedì - sabato 13:00 - 19:00.
  dettagli evento FB evento FB

mostra dmake sacroeprofano

23/01/2020 - 21/02/2020Arte contemporanea width=

Sacro e Profano

SACRO e PROFANO personale dell'artista Bruno Melappioni
con la partecipazione straordinaria di Federico Ielapi (Pinocchio) e Marcello Fonte (palma d'oro per Dogman) entrambi protagonisti degli ultimi due film di Matteo Garrone. Il ferro nella mani di Bruno viene plasmato per raccontare storie di uomini, allegorie, simboli e, in questa occasione, per esporre temi legati al Sacro e al Profano.
Più che il ferro sembra quasi che l'artista disegni il vuoto per poi contenerlo all'interno di una gabbia metallica che ne delinea i profili essenziali. I busti degli apostoli e le riproduzioni a due dimensioni degli Arcani Maggiori rappresentano due mondi che l'artista mette a confronto con l'abilità di chi modella il ferro come se disegnasse uno schizzo con la matita su un foglio bianco.
Apertura: lunedì - venerdì 10:00 - 19:00.
  dettagli

mostra spacetorpignattare muralesherbarium

dal 12/06/2019Arte contemporanea width=

Murales Herbarium

SPACE Tor Pignattara è un progetto realizzato da Wunderkammern, Melting Pro ed Ecomuseo Casilino vincitori del bando “Prendi Parte! Agire e pensare creativo” ideato dalla DGAAP del Ministero dei Beni Culturali per promuovere l’inclusione culturale dei giovani delle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale.
Murales realizzato nell'ambito del progetto Space Tor Pignattara da un team di giovani creativi guidati dallo street artist TELLAS.
  dettagli

Casa Vuota 22/02/2020 - 05/04/2020

mostra casavuota casaspina

Casa Spina - Francesca Romana Pinzari

Casa Vuota è lieta di ospitare "Casa Spina", una mostra persona di Francesca Romana Pinzari, a cura di Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo  dettagli

Una Vetrina 18/02/2020 - 25/02/2020

mostra unavetrina rruna

COMMERCIAL RRUNA Trecce in Fabula

Invito allo spreco, all'esibizione commerciale, a immettere merce nuova sul mercato RRUNA Trecce in Fabula
COMMERCIAL RRUNA Trecce in Fabula  dettagli

Contemporary Cluster 15/02/2020 - 28/02/2020

mostra contemporarycluster surface

Marcello Maugeri pres. Surface

Le opere di arte visuale realizzate con naturale ed istintiva intelligenza estetica, costituiscono per Marcello Maugeri lo strumento ideale per fondere il campo energetico individuale a quello collettivo. Il progetto espositivo diventa l'itinerario personale per condividere in modo più profondo e polisemantico valori, convinzioni, passioni, desideri, ideali, frustrazioni e sentimenti vissuti spontaneamente. Sperimentare il propriolinguaggio visivo come medium operativo nel concepimento delle idee, rappresenta l’atto dimostrativo libero del momento creativo che sta vivendo l’artista. “SURFACE” perimetro espressivo caotico, primordiale e vitale. The works of visual art created with natural and instinctive aesthetic intelligence, are for Marcello Maugeri the ideal tool to fuse the individual energy field to the collective one.
Apertura: lunedì - mecoledì 10:00 - 20:00 / giovedì - sabato 10:00 - 00:00.  dettagli Contemporary Cluster Contemporary Cluster

Sala 1 31/01/2020 - 15/03/2020

mostra sala1 tito

TITO L’eredità di un artista

L’iniziativa vuole ricordare, attraverso i luoghi e le persone, il pensiero artistico di Tito e far conoscere al pubblico lo smisurato corpo di opere prodotte nel corso della sua lunga carriera. L’evento sarà articolato in modo itinerante e dinamico. Presso TRAleVOLTE verrà allestita la mostra “Tito nel tavolo di relazioni” con alcune tra le più influenti testimonianze di critici, artisti e letterati che hanno conosciuto Tito e ne hanno tratto ispirazione. Negli spazi di Sala 1 - Centro Internazionale di Arte Contemporanea sarà possibile, invece, visitare “Senza Titolo”, una selezione di opere, realizzate dall’artista dal 1971 al 2011, che raccontano la sua ricerca attraverso la forma che si fa spazio al di là di un significato prestabilito  dettagli

Libreria Ponte Ponentnte 01/02/2020 - 21/02/2020

mostra libreriaponteponente ilfavolosogianni

IL Favoloso Gianni inaugurazione mostra

“IL FAVOLOSO GIANNI - ANTOLOGIA MURALE IN 21 PANNELLI"
collezione di pannelli contenenti scritti illustrati di Gianni Rodari
Filmati, letture ed oggetti rodariani ci accompagneranno in questo pomeriggio  dettagli

EXTRA 24/01/2020 - 

mostra extra dinnerrr

DinneRRR

PiùPop presenta la seconda personale di Lorenzorrr.
Collage, video e piatti di un artista romano. "L’idea è partita quando ho fatto il video di nascosto a mamma mentre ballava l’ho ripresa di fretta dal riflesso del vetro di una cornice con dentro la riproduzione di un dipinto di Van Gogh stava ballando su un pezzo dei Clash pensava di essere da sola ma invece non era da sola così ho invitato tutti a cena praticamente i mie parenti che poi non ho mai fatto troppe cene tutti insieme così li ho messi tutti vicini che ridono e sono felici in una cena dove i piatti parlano che poi mettere mia madre in mostra e un po’ un modo per scusarmi con lei per tutto e ringraziarla come ho fatto con gli altri parenti a cui non ho chiesto il permesso nel collage c’è anche chi ora non c’è più come mia nonna Anna nel collage ci sono foto di famiglia e una foto fatta da un autovelox in svizzera è pur sempre una foto di famiglia quando entreranno le persone gli verrà tagliato un pezzo di pane fatto in casa quello di mia mamma che mangio ogni giorno così che mangino un pezzo della mostra sarà una mostra generosa raccontando qualcosa ti intimo a tutti"  dettagli

Galleria Doozo 13/11/2019 - 24/02/2020

mostra galleriadoozo fiumerosso

Fiume rosso Fotografie di Maria Grazia Mormando

DOOZO - Art Book & Sushi è lieta presentare la mostra Fiume rosso. Fotografie di Maria Grazia Mormando, a cura di Manuela De Leonardis, con una selezione di immagini realizzate tra il 2013 e il 2019 - in cui l’autrice trova la sua chiave personale per esplorare un mondo tutto al femminile in cui ritrova tracce di sé. Immagini frammentarie estrapolate da sequenze più strutturate in cui è sempre presente un andamento poetico. Non solo nella morbidezza del fluttuare tra le pieghe di una visione (in parte) volutamente sfocata e sospesa, che per la disinvoltura della fotografa nel passare dal mondo dell’apparenza (moda) alla dimensione della ricerca introspettiva (psicoanalisi).
Non ultima per l’evidente qualità letteraria del suo sguardo, che sembra intercettare le parole sussurrate dei bellissimi versi di Emily Dickinson in Ho preso un sorso di vita (1862).
Con la macchina fotografica “rubata” a suo padre, Maria Grazia Mormando comincia a fotografare nel 2009-2010, attratta da quel linguaggio di cui intuisce le potenzialità di strumento di conoscenza e sperimentazione indispensabile per riflettere, metabolizzare e cicatrizzare certe fragilità del proprio vissuto.
Apertura: martedì - sabato 11:0 - 22:00.  dettagli