ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Spazi Indipendenti

Allegorie - Emiliano Alfonsi

arte contempranea

Spazio Faro dal 22 novembre al 7 dicembre

Lo Spazio Faro è lieto di ospitare la mostra personale di Emiliano Alfonsi a cura di Annalisa Rinaldi. “Allegorie” è una tappa fondamentale nel percorso artistico di Emiliano Alfonsi, che qui si concentra, come suggerisce il titolo, su un tema a lui caro e presente in gran parte della sua produzione. Protagonista assoluta della mostra è l’opera inedita Amor Contro Invidia esposta allo Spazio Faro insieme ad una selezione accurata di dipinti e opere a grafite. In questo anno che segna il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, l’operaprincipale propone due allegorie tratte dagli scritti del maestro toscano. Con la mostra “Allegorie” l’artista sancisce in assoluto “il cammino in quella meravigliosa esperienza chiamata pittura alla ricerca dell’Archetipo e della Bellezza Universale”
Dettagli

Mostre d'arte contemporanea in spazi indipendenti

mostra millepianicoworking aboutfuture

06/12/2019 - 06/01/2020Arte contemporanea width=

About Future

"About Future" è il titolo della mostra curata da LoosenArt e allestita presso lo spazio Millepiani di Roma. “Futuro”come concetto legato al mondo delle idee, le stesse che prospettano gli eventi, le stesse che inventano nuove realtà - fantastiche o fantascientifiche, o quelle che se adattabili al mondo reale, attraverso i mezzi e la volontà di attuazione, finiscono per plasmare l'ambiente in cui l'essere vivente è immerso.
E' soprattutto in questo senso che le pratiche artistiche ( o le attività che danno origine all'esperienze sensoriali attraverso prodotti estetici ) hanno da sempre avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo e nel progresso della civiltà.
In questa mostra sono raccolti lavori capaci di offrire nuove visioni sul futuro, attraverso modalità espressive che coinvolgono il mezzo fotografico e la grafica digitale.
  dettagli

mostra studiosotterraneo alvarez

30/11/2019 - 18/12/2019Arte contemporanea width=

Alvarez - Simultaneità Spaziale

Simultaneità Spaziale è un viaggio nel tempo attraverso le opere che rivelano i momenti più significativi della vita dell’artista durante il suo periodo in Italia. Una sintesi di 17 anni di lavoro, narrata da oltre 50 opere fra dipinti ad olio, incisioni e una installazione inter-dimensionale. Passato, presente e futuro coesistono in questo percorso espositivo su due piani, dove le sale dialogano in un circuito di frequenze, luci, ombre, figurazioni e astrazioni. La selezione delle opere testimonia una trasfigurazione di significati che si identificano nel fenomeno della simultaneità: figurativo e astratto trascendono ed eludono la loro originaria separazione per reintegrarsi in un linguaggio univoco.
Partner del progetto espositivo è TriviHo Events, che ospiterà la mostra nelle sue sale di Via Barberini a Roma. Apertura: su appuntamento.
  dettagli

mostra spaziourano limen

23/11/2019 - 11/01/2020Spazi Indipendenti width=

Limen - Federica Poletti

Per la prima volta una mostra personale di Federica Poletti a Roma.
Spazio Urano è la sede di un approfondimento: il progetto espositivo dell’artista modenese che presenta sette opere inedite su tela.
LIMEN presenta il confine sul quale le figure, create dalla Poletti, si affacciano. In quel momento precipuo si identifica la linea che le obbliga alla riflessione. Lì, in un luogo indefinito, si percepisce la scelta da cui si vogliono nascondere e dalle quali sono sottomesse.
La mostra personale, a cura di Rossana Calbi, è il punto di ricerca di un’artista che sa superare l’educazione della mano evitando le forme descrittive e pedanti per una descrizione ripulita, che cerca nella semplicità un dialogo privo di ogni affettazione.
I sette lavori su tela di Federica Poletti si sviluppano in un iter in cui la mano ha atteso la sensibilità e l’ha usata negando lo sguardo, lasciandolo al pubblico della sua prima personale capitolina.
Apertura: su appuntamento.
  dettagli

mostra curvapura ennoir

dal 14/11/2019Arte contemporanea width=

B?etislav Malý En Noir

Curva Pura è lieta di inaugurare "En Noir" , la personale dell'artista ceco B?etislav Malý, organizzata grazie al contributo del Centro Ceco di Roma , con una selezione site specific dei suoi ultimi lavori.
La mostra "En Noir" ruota attorno la contemplazione dell'autore del legame intrinseco che si instaura tra i colori.
B?etislav Malý medita sui momenti in cui i colori si immergono nell'oscurità o ne emergono, esaminando i limiti della nostra visione e la natura esistenziale di questi frammenti di vita.
La mostra esplora questo tema attraverso una serie di dipinti, opere su carta e oggetti. Il colore è presentato in varie situazioni
e spazialità. Può essere percepito come un materiale o come un'impressione effimera e mutevole. Gli spettatori sono costretti a porsi domande sulla nascita e la scomparsa dei colori, sul loro carattere materiale e sulla loro relazione con la pittura e sui ruoli unici del momento e dell'esperienza emotiva.
Apertura: Su appuntamento.
  dettagli

mostra albumarte whatishappening

07/11/2019 - 07/12/2019Arte contemporanea width=

What is happening with sleep today?

Mostra collettiva degli artisti Julia Grybo? / Barbora Zentková (Polonia, 1988 / Slovacchia, 1986), Martin Kohout (Repubblica Ceca, 1984) e Ben Landau (Australia, 1985) dal titolo What is happening with sleep today?, a cura di Lýdia Pribišová, recentemente co-curatrice della 12a Biennale di Kaunas in Lituania.
La mostra pone al centro delle sue riflessioni il dormire e il suo possibile, ma al tempo stesso impossibile utilizzo commerciale nella società odierna, prendendo spunto dal testo dello storico dell’arte e saggista Jonathan Crary 24/7: Il capitalismo all’assalto del sonno, in aperta polemica con le disumanizzanti condizioni dettate dal neoliberismo e da una produttività no-stop, che spinge a una vita senza pause e a una sorta di ‘dormiveglia globale’. Una condizione che sta ridisegnando la nozione di temporalità, delineando nuove e pericolosissime strategie di sorveglianza delle singole soggettività, che minano la possibilità di espressioni politiche e di dissenso individuali.
  dettagli

mostra casavuota ovni

26/10/2019 - 08/12/2019Arte contemporanea width=

Ovni

La casa come microcosmo in cui misurare la pervasività dei meccanismi di consumo in cui ciascuno è immerso e la loro influenza sulle abitudini quotidiane, sulla gestione dei corpi e sulla costruzione dell’identità.
Una ricerca sulle abitudini sociali, culturali e antropologiche è la traccia che orienta i punti cardinali della mostra “OVNI” di Nordine Sajot a Casa Vuota, a cura di Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo.
La personale dell’artista parigina, che da tempo vive e lavora a Roma, si inaugura sabato 26 ottobre 2019 alle ore 18:30 nell’ambito delle iniziative di Rome Art Week e si può visitare su appuntamento fino all’8 dicembre negli spazi espositivi di via Maia 12.
“OVNI – scrivono Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo – è un brand fittizio inventato da Nordine Sajot: un marchio pubblicitario che si appropria del lettering di una nota marca produttrice di cioccolata per dare vita a un altro prodotto, inesistente eppure assolutamente credibile. Non è un semplice gioco di inversione di elementi grafici quello che l’artista propone, ma un ragionamento visivo sulle regole grammaticali e sintattiche del processo consumistico, che innesca una riflessione sulla mescolanza di desiderio, appagamento del piacere, aspettativa sociale ed esperienza del corpo tra materiale e immateriale”.
Apertura: su appuntamento.
  dettagli

mostra spacetorpignattare muralesherbarium

dal 12/06/2019Arte contemporanea width=

Murales Herbarium

SPACE Tor Pignattara è un progetto realizzato da Wunderkammern, Melting Pro ed Ecomuseo Casilino vincitori del bando “Prendi Parte! Agire e pensare creativo” ideato dalla DGAAP del Ministero dei Beni Culturali per promuovere l’inclusione culturale dei giovani delle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale.
Murales realizzato nell'ambito del progetto Space Tor Pignattara da un team di giovani creativi guidati dallo street artist TELLAS.
  dettagli

mostra spazioinsitu fromtorbellawithlove

dal 09/11/2019Spazi Indipendenti width=

From Torbella With Love

In prima linea, troviamo Christophe Constantin, Marco De Rosa e Daniele Sciacca che ci offrono con “From Tor Bella with Love” una gita turistica nella periferia capitolina, un viaggio fuori dal centro e dalle sue cartoline, un viaggio nella diversità e nell’incognita, che merita di essere rivalutata. Un atteggiamento “petit-bourgeois” che viene distrutto dal momento in cui si prende coscienza della specularità con altre zone popolari, anzi per un occhio vergine di speculazione e pettegolezzi, si riconoscono tanti elementi comuni. Queste ripetizioni entrano a far parte della banalità urbana universale.
“From Tor Bella with Love” si impone come un nuovo approccio percettivo del reale attraverso le familiarità che legano una città ad un'altra, sottolineando l’omogeneità rappresentativa della società odierna. Lo spazio espositivo è usato come contenitore di segni sottratti alla realtà e integrati al sistema Arte, rivelandone le analogie. La strada è senza dubbio il punto focale di questa mostra, diventa il paesaggio nel quale si sposta il pubblico e con il quale interagisce quotidianamente, ribaltando il soggetto a semplice oggetto trasmittente di numerosi messaggi dal quale gli artisti ne estrapolano un discorso epocale che rimette in questione la visione ormai imposta e imprescindibile del sistema capitalistico contemporaneo.
Tor Bella Monaca si trasforma in una tela nella quale Constantin, De Rosa e Sciacca traggono frammenti universali rendendola non una semplice periferia ma una rappresentazione tangibile della società di cui le similitudini con altre aree metropolitane offrono una lettura su un villaggio globale privo d’identità. In un periodo storico in cui i discorsi sul territorio e sulle appartenenze di qualsiasi tipo sono diventati primordiali, Spazio In Situ si permette di porne l’accento sui suoi elementi paradossali, tentando di mostrarne l’assurda incoerenza.
Apertura: su appuntamento.
  dettagli

Spazio Cima 04/12/2019 - 20/12/2019

mostra spaziocima christmasart

Christmas Art

L BRINDISI SI VESTE DI "GIALLO"...STAY TUNED!
Faranno da cornice le opere di Chiara Montenero con la sua personale "OCEANO MARE" omaggio ad Alessandro Baricco, a cura di Irene Niosi
Giusy Lauriola Yuriko Damiani Ottavio Marino Cristiano De Matteis #RAFFAELECANEPA Fabio Turri Susy Manzo Massimo Perna Gabriele Buratti Tiziana Vanetti Nino Attinà Valerio Prugnola Carlo Grechi Marco Giacobbe Marjan Fahimi Sam Gimbel Annaluce Aglietto
Apertura: lunedì - venerdì 15:00 - 19:00.  dettagli

Sala 1 02/12/2019 - 15/02/2020

mostra sala1 truffa3d

Truffa 3d

Con un invito ad esplorare le ultime sperimentazioni artistiche, Sala 1 insieme alla Galleria La Nica aprirà al pubblico una mostra inedita sui nuovi protagonisti dell’epoca contemporanea: i social network, i mass media, la fotografia digitale e la stampante 3D.
La mostra presenterà un nucleo di opere realizzate dall’artista romano Jacopo Truffa dopo la call to action del progetto #Truffa3D, ideato dall’artista insieme a Sara Esposito, e una selezione di sculture scelte dalla curatrice M. Vittoria Marchetta (Galleria La Nica) dalla serie Hate in the Nation.
I cosiddetti souvenir, sculture in PLA (ovvero plastica biodegradabile) realizzate con le foto ricordo inviate dal pubblico dei social network, rappresentano l’ultima fase progettuale di #Truffa3D. L’artista, Jacopo Truffa, ha rielaborato una selezione di immagini digitali ricevute via social media e le ha restituite in versione 3D con l’utilizzo della stampante.
Al contrario dei ninnoli “made in China”, standardizzati e diffusi nelle stesse forme in tutte le mete turistiche europee, qui i souvenirs (ricordi) nasceranno dalla partecipazione interattiva e creativa delle persone, in un’ottica di eco-sostenibilità.
Hate in the Nation, il secondo nucleo di opere in mostra, si concentra principalmente su due elementi chiave: la critica al mondo della comunicazione mediatica e il contrastante accostamento di immagini facilmente riconoscibili ad esso legate. L’intento di Jacopo Truffa è quello di svelare con tagliente ironia quello che si cela dietro al mondo dei mass e dei social media, realtà fatte di dipendenza da approvazione, in cui la guerra si fa online attaccando verbalmente le persone da dietro uno schermo. Tutto questo si traduce principalmente in opere dai toni volutamente accesi, che possono sembrare a primo impatto legate al mondo ludico, ma che in realtà fanno riferimento ad un immaginario tutt’altro che giocoso.
Apertura: martedì - sabato 16:30 - 19:30.  dettagli

Una Vetrina 28/11/2019 - 07/12/2019

mostra unavetrina nonpitturare

NON PITTURARE INVANO Max Renkel

NON PITTURARE INVANO Max Renkel Tre colpi e via
Stangate in colpi; il trionfo dei colori di O.; la scrittura perduta di M.O.; Naxi a Nagä Rock; G.H. -D.; l'uomo che attraversava il colore - è questo il luogo adatto?
  dettagli

Spazio Espositivo Via Del Corso 30/11/2019 - 08/12/2019

mostra spazioespositivoviadelcorso mosaicasa

MOSAICASA - Caterina Vitellozzi

l mosaico e la casa nelle opere musive di Caterina Vitellozzi.
Quadri, oggetti e complementi d’arredo creati con tessere di pasta vitrea policroma e dorata, di marmo e di pietra, animano la casa con energia e vibrazioni di luce.
La casa diventa la metafora del mosaico della nostra vita: ogni oggetto è come una tessera che prendiamo, usiamo e spostiamo ricomponendo ogni volta l’ambiente in cui viviamo.
“Senza rendercene conto siamo tutti autori di un mosaico vivente che modifichiamo ogni giorno! Perché siamo sempre pronti a rendere la casa il nostro luogo di comfort preferito. Proprio partendo da questa idea, ho creato e trasformato una serie di oggetti per la casa in mosaici da vivere.” – dichiara Caterina Vitellozzi, l’artista del mosaico.  dettagli

Spazio Y 02/11/2019 - 07/12/2019

mostra spazioy ppp

Non so perché, ma non ero mai stato nel posto dove è stato ammazzato Pasolini

Bisogna cercare di inventare nuove tecniche che siano irriconoscibili, che non assomiglino a nessuna operazione precedente, per evitare la puerilità, il ridicolo. Costruirsi un mondo proprio, con cui non siano possibili confronti, per cui non esistono precedenti misure di giudizio, che devono essere nuove come la tecnica. P.P.P.
L’intervento pensato dal collettivo Milotta/Donchev per Spazio Y, nel giorno in cui ricorre il quarantaquattresimo anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini, segue ad un’azione del 2018, quando gli artisti, con un atto abusivo, installano una targa sul pavimento del parco letterario di Ostia a lui dedicato.
L’operazione oggi “rivendicata” con una mostra, e con l’installazione di una nuova targa proprio nel quadrante di Roma così caro a Pasolini, nasceva allora con l’intento di valorizzare l’identità di quel parco, in ripetute occasioni vandalizzato e deturpato da attivisti di estrema destra. L’analoga operazione diventa ora il secondo tassello verso la costruzione di una sorta di monumento diffuso. Perché dietro la figura di Pier Paolo Pasolini non c’è un singolo individuo ma un complesso mosaico di significati e valori che hanno contraddistinto il suo pensiero critico e l’anticonformismo in cui molte persone si riconoscono, non solo fra gli intellettuali.
Il titolo della mostra è una citazione del film “Caro Diario” di Nanni Moretti. Ad allargare ulteriormente il senso e gli orizzonti della mostra, è l’intervento sonoro – linguaggio centrale nella ricerca artistica del duo Milotta/Donchev – questa volta utilizzato non solo per citare, ma per mutuare un’attualissima riflessione di Pasolini, estendendola al mezzo stesso e al senso dell’innovazione all’interno della stessa operazione artistica.  dettagli

Galleria Doozo 13/11/2019 - 24/02/2020

mostra galleriadoozo fiumerosso

Fiume rosso Fotografie di Maria Grazia Mormando

DOOZO - Art Book & Sushi è lieta presentare la mostra Fiume rosso. Fotografie di Maria Grazia Mormando, a cura di Manuela De Leonardis, con una selezione di immagini realizzate tra il 2013 e il 2019 - in cui l’autrice trova la sua chiave personale per esplorare un mondo tutto al femminile in cui ritrova tracce di sé. Immagini frammentarie estrapolate da sequenze più strutturate in cui è sempre presente un andamento poetico. Non solo nella morbidezza del fluttuare tra le pieghe di una visione (in parte) volutamente sfocata e sospesa, che per la disinvoltura della fotografa nel passare dal mondo dell’apparenza (moda) alla dimensione della ricerca introspettiva (psicoanalisi).
Non ultima per l’evidente qualità letteraria del suo sguardo, che sembra intercettare le parole sussurrate dei bellissimi versi di Emily Dickinson in Ho preso un sorso di vita (1862).
Con la macchina fotografica “rubata” a suo padre, Maria Grazia Mormando comincia a fotografare nel 2009-2010, attratta da quel linguaggio di cui intuisce le potenzialità di strumento di conoscenza e sperimentazione indispensabile per riflettere, metabolizzare e cicatrizzare certe fragilità del proprio vissuto.
Apertura: martedì - sabato 11:0 - 22:00.  dettagli

Sant’Andrea Al Celio 26/10/2019 - 

mostra santandreaalcelio ombrediluce

Ombre di Luce - Danilo Mauro Malatesta

Presso la chiesa rettoria di Sant’Andrea al Celio,
all’interno dell’Oratorio di Santa Silvia a Roma, l’esposizione permanente OMBRE DI LUCE di Danilo Mauro Malatesta, a cura di Tommaso Zijno.
Immersa in un mondo altro, ricolmo di arte e spiritualità, la mostra intende porre l'attenzione sulla capacità dell’artista di dare corpo all’intangibile, a ciò che è costituito di pura luce, imprimendo sulla superficie vetrata delle sue fotografie i sentimenti più intimi,
ancestrali e profondi dell’animo umano.
Le lastre fotografiche presenti in mostra, sono realizzate attraverso l’antico procedimento del Wet Plate Collodion (Ambrotipia), una tecnica fotografica che mescola scultura, pittura e fotografia. La macchina con cui Danilo Mauro Malatesta lavora è una Tailboard,
Camera risalente al 1890 con lente Voiglander Helleliar 600 mm f45, gemella della macchina con la quale Secondo Pia fotografò per la prima volta la Sacra Sindone e che è tuttora costudita presso il Museo della Sindone di Torino.
Apertura: solo su appuntamento.  dettagli

Atelier Montez 26/06/2019 - 31/07/2019

mostra ateliermontez tancredifornasetti

ArtSTREET presenta Tancredi Fornasetti

Fornasetti ha lavorato in passato al tema dell’impatto ambientale positivo, utilizzando vernici AirLite, una vernice in polvere che, attivandosi a contatto con la luce (sia naturale che artificiale), trasforma agenti inquinanti in molecole di sale. Una vernice in grado di “mangiare” lo sporco che c’è nell’aria, depurandola dell’inquinamento presente.
La sua produzione attraversa l’universo dell’astrazione geometrica, dando forma ad architetture e poligoni che ricordano il razionalismo degli anni ’30, animato da una carica pop tutta contemporanea.
Apertura: martedì - domenica 18:00 - 22:00.  dettagli Tancredi Fornasetti Tancredi Fornasetti