ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Archeologia e Documentarie

Romaison 2020 - Roma, una maison straordinaria: archivi e produzioni dei laboratori di Costume


documentaria

Museo dell'Ara Pacis dal 23 ottobre al 29 novembre

Mostra dedicata alle più prestigiose sartorie di Costume romane, tra tradizione e sperimentazione, dove l’ispirazione stabilisce una reinvenzione continua del concetto di abito. Roma entra nel racconto contemporaneo della Moda, mostrandosi come laboratorio progettuale straordinario dove l’alto artigianato convive con l’archivio. Due mondi unici che esprimono la profonda cultura del Made in Italy: la conoscenza e lo studio dell’archivio, insieme all’espressione creativa del nostro comparto artigiano, attraverso arti visive, fotografia, costume e cinema. Una nuova possibilità per la città, che apre i suoi luoghi storici a progetti e iniziative dedicate alla ricerca e alla cultura di moda, fuori dalle sovrastrutture dell’industria, partendo dalle radici artigianali del proprio territorio, per tradurle nel flusso di una contemporaneità digitale e tecnologica. Una grande mostra dedicata alle più prestigiose sartorie di Costume romane curata dalla storica e critica della moda Clara Tosi Pamphili, rievoca la dimensione dei laboratori atelier in cui si può conoscere da vicino l’aspetto creativo e di ricerca, le tecniche uniche e il savoir faire italiano ed entrare in contatto con gli archivi privati e le collezioni delle sartorie.   dettagli

Documentaria

mostra istitutoamedeomodigliani nelsegnodimodigliani

29/10/2020 - 28/11/2020

Nel Segno Di Modigliani - Virtual Exhibition

DocumentariaL'Istituto Amedeo Modigliani è fiero di presentare al pubblico il primo progetto espositivo virtuale gratuito dedicato a Modigliani, in occasione delle celebrazioni del Centenario della scomparsa dell'artista, e che verrà progressivamente arricchito di opere e approfondimenti.  dettagli

mostra galleriaromacapitale spaziarteroma

28/11/2019 - 31/01/2021

Spazi d'Arte a Roma. Documenti dal Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (1940-1990)

DocumentariaLa mostra "Spazi d’Arte a Roma. Documenti dal Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive (1940-1990)" è considerare come iniziale riflessione sugli spazi romani dedicati all’arte e, soprattutto, come ricostruzione di una storia illustrata. Ricostruzione che parte dal secondo dopoguerra agli anni Novanta del Novecento, grazie le collezioni archivistiche e documentarie del CRDAV Centro Ricerca e Documentazione Arti Visive della Sovraintendenza Capitolina, di cui quest’anno ricorre l’anniversario dei 40 anni della sua istituzione.La mostra è da intendere quindi come un’occasione per approfondire scientificamente temi e problematiche dell’arte nazionale e internazionale a Roma, dalla ricostruzione post-bellica fino agli ultimi decenni del XX secolo, passando per il rinnovamento intellettuale e stilistico degli anni Sessanta e Settanta, quello pittorico e teoretico degli anni Ottanta, fino ai nuovi centri espositivi degli anni Novanta, indissolubile palestra artistica e creativa anche per molta critica d’arte contemporanea.  dettagli

mostra palazzobraschi comenio

02/10/2020 - 15/11/2020

Comenio - Un pensatore nei labirinti dell’Europa del XVII secolo

DocumentariaL’esposizione illustra la figura di Comenio nel suo contesto storico attraverso una selezione di circa 60 opere, tra cui scritti, stampe, opere editoriali, mappe e proiezioni audiovisive, contenenti le sue tesi più rilevanti sull´umanità e sul sapere. L’esperienza personale di persecuzione, esilio e guerra indusse Comenio a riflettere sulla futilità dell'azione umana, che lo portò a paragonare il mondo ad un grande e caotico labirinto, in cui l’uomo cerca la luce. Comenio sosteneva che il miglioramento dell’umanità e la rinascita di una società fondata sulla pace, si poteva raggiungere attraverso la diffusione universale del sapere. Nel campo educativo introdusse la pratica di un’educazione naturale con un percorso educativo graduale: nella sua visione “tutta la vita è scuola“ e il bambino impara meglio divertendosi. I principi pedagogici di Comenio restano ancora molto attuali e nel contesto europeo può essere considerato il primo pedagogista della storia dell’educazione moderna.  dettagli


mostra palazzo braschi per gioco

25/07/2020 - 10/01/2021

Per Gioco. La collezione di giocattoli di Roma Capitale

DocumentariaLa mostra è incentrata sulla pregevole collezione di giocattoli antichi acquisita di recente dalla Sovrintendenza Capitolina. Il percorso espositivo intende favorire una esposizione che sottolinei il rapporto tra giocattoli e oggetti di uso comune, tra il gioco e la vita reale. Gli ampi spazi espositivi di Palazzo si prestano a illustrare l’evoluzione della collezione nel corso del secolo, seguendo quindi un percorso cronologica, con focus tematici che evochino momenti della vita quotidiana: la città e la campagna (castelli con soldatini, fattorie e arche con animali, stampe sul gioco, vedute e quadri, lanterne magiche), strada e cielo (i giochi all’aperto, gli sport – il croquet, velocipedi e bici, monopattini e slittini, aerei e alianti, biglie, trottole, cerchi, corde da salto, cavalli a bastone, aquiloni e mongolfiere) la famiglia (gli interni domestici con bambole, case di bambola, cavalli a dondolo, teatrini, vestitini, stoviglie in miniatura, servizi di porcellana e mobili vari, sempre di piccole dimensioni, giochi da tavolo, puzzle e libri), il lavoro (i giochi ispirati alle varie attività di una economia pre-industriale o agli albori della civiltà industriale e che sviluppavano nei bambini competenze artigianali, artistiche e domestiche: filande, telai, motori elettrici, cucine, giochi di costruzioni e meccani); il viaggio (circo itinerante con automi e treni - in quanto alla dimensione dei vagoni dovettero a un certo punto uniformarsi i cariaggi circensi - corse automobilistiche, carrozze, luna park e navi).  dettagli

mostra fondazionemuseoalbertosordi mostraalbertosordi

16/09/2020 - 31/01/2021

Mostra Alberto Sordi

DocumentariaAlberto Sordi si sentiva “del” suo pubblico. E la scelta di far diventare un museo la sua casa, la quale in questo modo diventa un luogo aperto “al” suo pubblico, è stata presa come naturale prosecuzione dell’amore e della generosità che questo artista ha sempre provato nei confronti della “sua” gente.
La famosa villa di Alberto Sordi, alla passeggiata archeologica, e tutti gli oggetti di valore artistico in essa contenuti, sono stati dichiarati beni di interesse culturale e sottoposti al vincolo del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali. Nella villa era altresì custodito l’archivio personale di Alberto Sordi, raccolto nel corso di tutta la sua vita e sottoposto anch’esso al vincolo del Ministero dei Beni Culturali e dichiarato “di interesse storico particolarmente importante”. L’archivio è stato temporaneamente trasferito in deposito a Cinecittà presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, dove è stato catalogato e sottoposto anche a restauro.  dettagli

mostra museodellemura narrazionidiargilla

18/09/2020 - 15/11/2020

Narrazioni d'Argilla. Gli archetipi nelle fiabe e nei miti

DocumentariaRassegna d’arte ceramica in cui l’argilla viene lavorata in tutte le declinazioni possibili, con particolare attenzione alle sperimentazioni e contaminazioni dell’avanguardia artistica contemporanea. La mostra si snoda attraverso le sale circolari raccontandoci di Alice, crogiuolo psicologico di L. Carroll, per passare poi allo specchio dei desideri simbolo per antonomasia della ricerca del se, e ancora nella sala rettangolare sopra il portale troviamo la giocosa e libera interpretazione delle artiste che spaziano, tra citazioni delle favole di Basile alle fiabe italiane di Calvino, senza porsi limiti, proiettando lo spettatore-fruitore nei più intimi ricordi di fanciullo. Unite dall’amore per un mezzo espressivo così versatile, sedici ceramiste artiste provenienti da percorsi molto diversi si sono unite in questo progetto espositivo per raccontare le loro emozioni, intessute di ricordi di infanzia, e rappresentare gli archetipi femminili, ma non solo, che si incontrano nelle favole, nei miti, e nei racconti epici.  dettagli

mostra museivaticani materamazonia

dal 28/10/2019

Mater Amazonia - The deep breath of the world

DocumentariaL’esposizione è la prima ad essere allestita nei rinnovati spazi del Museo Etnologico Vaticano Anima Mundi che la scorsa settimana ha avuto l’onore di essere inaugurato nella sua nuova veste proprio da Papa Francesco. “Mi piace pensare – ha dichiarato il Santo Padre per l’occasione – che quello che oggi inauguriamo non sia semplicemente un Museo, nella sua concezione tradizionale. Infatti ho trovato opportuno il nome che è stato scelto per questa raccolta, così evocativo: Anima Mundi. L’anima del mondo. Penso che i Musei Vaticani siano chiamati a diventare sempre più una “casa” viva, abitata e aperta a tutti, con le porte spalancate ai popoli del mondo intero”. Non è un caso quindi che Mater Amazonia apra i battenti proprio nei giorni dello svolgimento del Sinodo dedicato a questa complessa regione, così come non è casuale che essa sia stata ospitata in un museo la cui missione è da sempre quella di accogliere le testimonianze artistiche e culturali dei popoli non europei.  dettagli

mostra fondazionefendi pasolini

Ti impediranno di splendere. E tu splendi invece - Pier Paolo Pasolini

DocumentariaDal martedì alla domenica dalle ore 11.00 alle ore 23.00 (22.40 ultimo ingresso). Si prega di prenotare. Apertura straordinaria lunedì 29 giugno, dalle 11:00 alle 23:00. (22:40 ultimo ingresso). Per informazioni telefonare
al numero +39 340 6430435 oppure inviare email a info@fondazionealdafendi-esperimenti.it  dettagli

mostra arnp viteimi

Vite IMI - Percorsi Dal Fronte di Guerra ai Lager Tedeschi - Mostra Permanente

DocumentariaIl percorso storico didattico del Museo è dedicato alla “resistenza senza armi” dei 650mila militari italiani che, catturati dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943, essendosi rifiutati di collaborare con il nazi-fascismo, vennero inviati nei lager del Terzo Reich. Sfruttati come lavoratori coatti, vissero in condizioni disumane. Circa 50mila persero la vita per malattie, fame, bombardamenti. Coloro che riuscirono a sopravvivere furono segnati per sempre.
Il freddo di mille fili di ferro puntuti circondava noi tutti rinchiusi e strapazzati dal vento. Poche assi di legno riunite in baracca … Dietro freddo di morte o mortìo di freddo. È lo stesso. (Franco Mazzanti)  dettagli

mostra bibliotecanazionalecentrale graziadeledda

data da definire

Sotto il cedro del Libano. Grazia Deledda a Roma - Mostra Permanente

DocumentariaLa mostra intende celebrare in particolare il periodo romano di Grazia Deledda. La scrittrice, si trasferisce a Roma nel 1900 e proprio nella capitale si svolge la grande stagione letteraria: da Elias Portolu del 1903 a Canne al vento del 1913 e La madre del 1920, dalle novelle al teatro. Frequenta così il mondo culturale romano di primo Novecento: Angelo De Gubernatis, Giovanni Cena e l’ambiente della rivista «Nuova Antologia», dove escono a puntate molti dei suoi romanzi, gli artisti esordienti. Stringe rapporti con Sibilla Aleramo, Marino Moretti, Federigo Tozzi. La stessa Roma, i luoghi a lei più cari, trapelano tra le pagine come nelle novelle La Roma nostra e Viali di Roma. Inoltre nella capitale muore ottanta anni fa.
Quale massimo riconoscimento del suo percorso letterario, l’Accademia svedese le assegna il premio Nobel per la Letteratura dell’anno 1926 «per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale, e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano».  dettagli

Archeologia

Anfiteatro Flavio - Colosseo

mostra colosseo pompeiunastoriaromana

06/11/2020 - 30/01/2021

Pompei 79 d.C. Una storia romana

Musei Capitolini

mostra museicapitolini thetorloniamarbles

14/10/2020 - 27/06/2021

THE TORLONIA MARBLES COLLECTING MASTERPIECES

Evento Evento

Domus Aurea

mostra domusaurea raffaelloegrottesche

28/05/2020 - 10/01/2021

Raffaello e la Domus Aurea - L'Invenzione delle Grottesche

Raffaello e La Domus Aurea Raffaello e La Domus Aurea