Solo una domanda


Che visitatore sei ?







ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Archeologia e Documentarie

Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app


Documentaria

Istituto Nazionale per la Grafica   dal 8 maggio al 30 giugno

L’esposizione è dedicata al libro animato, dal Medioevo all’età contemporanea, a cura di Gianfranco Crupi e di Pompeo Vagliani. Il percorso espositivo è articolato in due sezioni, dedicate rispettivamente al libro animato moderno e al libro animato antico, le cui radici affondano nel tardo Medioevo e nei primi prodotti a stampa. La prima sezione, dedicata alle tipologie e ai modelli del libro animato moderno, ne racconta la storia lungo un arco cronologico che va dai dai primi dell’Ottocento fino alla metà del Novecento. I libri, destinati all’infanzia e tutti provenienti dalla preziosa collezione della Fondazione Tancredi di Barolo, mettono in mostra i dispositivi meccanici e gli espedienti cartotecnici creati a scopo ludico e educativo. La seconda sezione illustra, invece, la storia antica del libro animato, che affonda le sue radici in alcune precoci testimonianze manoscritte del tardo Medioevo e nei primi prodotti della stampa a caratteri mobili. Di questa sezione fanno parte preziosi prestiti provenienti dalle più importanti biblioteche statali italiane (Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze).   dettagliMostra

Documentaria

mostra casagoethe poesiadestino

24/05/2019 - 20/09/2019

Poesia e destino. La fortuna italiana del Werther

DocumentariaMostra dedicata al successo italiano del celebre romanzo epistolare I dolori del giovane Werther di Johann Wolfgang Goethe.
Ispirato dall’infelice amore di Goethe per Charlotte Buff , Goethe scrive il Werther in quattro settimane con uno stile e una sicurezza infallibile. Uscito nel 1774 a Lipsia il libro – che si può definire la prima opera generazionale nella letteratura - ha un successo clamoroso e supera subito ogni frontiera. I giovani dell’epoca iniziano a vestirsi alla Werther, frac azzurro e panciotto giallo canarino.
Una sezione della mostra, racconta la storia editoriale del romanzo tedesco attraverso edizioni e illustrazioni provenienti da musei e biblioteche tedeschi ma ne mostra anche il successo da bestseller grazie a oggetti cult d’epoca quali una preziosa tazza con i ritratti di Lotte e Werther attorno al 1775 proveniente dal Goethehaus di Francoforte.  dettagli

mostra istitutografica popapp

08/05/2019 - 30/06/2019

Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app

DocumentariaL’esposizione è dedicata al libro animato, dal Medioevo all’età contemporanea, a cura di Gianfranco Crupi e di Pompeo Vagliani. Il percorso espositivo è articolato in due sezioni, dedicate rispettivamente al libro animato moderno e al libro animato antico, le cui radici affondano nel tardo Medioevo e nei primi prodotti a stampa. La prima sezione, dedicata alle tipologie e ai modelli del libro animato moderno, ne racconta la storia lungo un arco cronologico che va dai dai primi dell’Ottocento fino alla metà del Novecento. I libri, destinati all’infanzia e tutti provenienti dalla preziosa collezione della Fondazione Tancredi di Barolo, mettono in mostra i dispositivi meccanici e gli espedienti cartotecnici creati a scopo ludico e educativo.
La seconda sezione illustra, invece, la storia antica del libro animato, che affonda le sue radici in alcune precoci testimonianze manoscritte del tardo Medioevo e nei primi prodotti della stampa a caratteri mobili. Di questa sezione fanno parte preziosi prestiti provenienti dalle più importanti biblioteche statali italiane (Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze).  dettagli

Mostra Mostra

mostra palazzoquirinale salvarearte

05/05/2019 - 14/07/2019

L’arte di salvare l’arte. Frammenti di storia d’Italia

DocumentariaL’esposizione è realizzata in occasione del 50° anniversario dell’istituzione del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, un reparto specializzato dell’Arma dei Carabinieri istituito il 3 maggio del 1969 per contrastare i crimini a danno al nostro patrimonio storico artistico.
Saranno esposti alcuni dei più significativi beni culturali recuperati in mezzo secolo di intensa e proficua attività investigativa, unitamente a opere restituite al patrimonio artistico nazionale grazie all’azione di diplomazia culturale messa in atto di concerto con il Ministero per i beni e le attività culturali.
I visitatori potranno ammirare oggetti che sono stati trafugati da chiese, musei, aree archeologiche, biblioteche e archivi, e conoscere nel contempo la storia del loro recupero.
Tra i capolavori presenti in mostra la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca, il Cratere di Euphronios, il Trapezophoros, la Triade Capitolina, Il giardiniere di Vincent Van Gogh, Le Cabanon de Jourdan di Paul Cézanne, le oreficerie Castellani, la Sacra Famiglia con una Santa di Andrea Mantegna.  dettagli

mostra bibliotecanazionalecentrale pirandellomaivisto

16/04/2019 - 28/06/2019

Pirandello mai visto

DocumentariaIl percorso della mostra, documentario e iconografico, propone un’esposizione utile tanto alla ricostruzione biografica di Luigi Pirandello, quanto al ragionamento e allo studio della sua poetica.
L’esposizione, formata da cinque sezioni, offre al pubblico manoscritti di opere che attestano le modalità di composizione e chiariscono il sistema creativo di laboratorio, tra le quali La patente e ?A Giarra. Rilevanti sono i documenti utili alla biografia come le lettere inedite di Gabriele d’Annunzio, di Benito Mussolini e dello stesso Pirandello ai figli.
Un’intera sezione, la terza, è dedicata a Marta Abba, musa amatissima di Pirandello, interprete ideale del suo teatro d’avanguardia: da un recente lascito degli eredi Abba riemergono documenti sconosciuti che fanno luce sulla vicenda amorosa insieme con una straordinaria quantità di fotografie che l’attrice ha raccolto.
Dopo una sezione dove sono esposti alcuni quadri, concludono il percorso le carte pirandelliane “mai viste” presenti nelle collezioni letterarie della Biblioteca nazionale centrale di Roma.
La mostra, arricchita da rari video e dai costumi di Nanà Cecchi, realizzati dalla sartoria D’Inzillo, per il recente spettacolo Enrico IV, rende così omaggio a quel continuo impegno nella scrittura che ha portato Pirandello a ricevere il premio Nobel per la Letteratura nel 1934.  dettagli

Mostra Mostra

Mostra Museo Civilta Malattia Vergogna

19/04/2019 - 30/06/2019

La malattia della vergogna

Alla fine del '400 entra a pieno titolo nella storia dell'uomo una sconvolgente malattia, la sifilide. Essa segna lo spartiacque che chiude, col Tardo Medioevo e il Rinascimento, il mondo antico, per affacciarsi alla età moderna, ma si colora subito di elementi collegati alla condanna morale, rivolta preminentemente alla componente femminile.
Il messaggio che si prefigge questa iniziativa è duplice. Il primo è quello di evidenziare all'interno del Museo delle Civiltà un raccordo di contesti e atteggiamenti culturali tra il vecchio mondo e il nuovo mondo, il secondo quello di far notare che la sifilide, malattia a contagio sessuale (tutt'ora presente, ma curabile), è stata sostituita oggi nelle paure e nell’immaginario collettivo con processi analoghi dalla sindrome di immunodeficienza acquisita.  dettagli

mostra museopigorini storievita

31/01/2019 - 30/06/2019

Storie di Vita. Gli antichi romani raccontati dalla scienza

DocumentariaLa mostra si propone di illustrare le condizioni di vita, di salute e di lavoro a Roma in età imperiale e tardo antica. I dati forniti dalla ricerca storica, antropologica, archeologica si integrano con quelli della più rigorosa ricerca scientifica, ricostruendo storie di vita, lavoro, alimentazione, provenienza, usi e costumi, rapporti parentali, traumi e malattie di donne maltrattate, madri e figli, anziani e lavoratori.
Istituzioni partecipanti: Università di Roma Sapienza, Polo Museale Sapienza, Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma, Università di Roma Tre, Università “Tor Vergata” di Roma, Università di Pisa.  dettagli

mostra anrp territori

dal 12/10/2017

Territori

DocumentariaLa mostra Territori come testimonianza di artisti impegnati da diversi anni nei confronti di tali tematiche.
L’emergenza migranti, come sappiamo, è destinata ad aumentare ed è per tale motivo che si rendono sempre più urgenti interventi complessi e condivisi.
Affrontare la riflessione sul tema di territorio come appartenenza culturale, religiosa e giuridica, come ideale e come utopia, rappresenta sempre un contributo prezioso per migliorare, comprendere e includere.
Apertura: martedì, mercoledì e giovedì, ore 10:00 - 13:00; mercoledì pomeriggio ore 15:00 - 17:00.  dettagli

mostra bibliotecanazionalecentrale graziadeledda

dal 13/02/2017

Sotto il cedro del Libano. Grazia Deledda a Roma

DocumentariaLa mostra intende celebrare in particolare il periodo romano di Grazia Deledda. La scrittrice, si trasferisce a Roma nel 1900 e proprio nella capitale si svolge la grande stagione letteraria: da Elias Portolu del 1903 a Canne al vento del 1913 e La madre del 1920, dalle novelle al teatro. Frequenta così il mondo culturale romano di primo Novecento: Angelo De Gubernatis, Giovanni Cena e l’ambiente della rivista «Nuova Antologia», dove escono a puntate molti dei suoi romanzi, gli artisti esordienti. Stringe rapporti con Sibilla Aleramo, Marino Moretti, Federigo Tozzi. La stessa Roma, i luoghi a lei più cari, trapelano tra le pagine come nelle novelle La Roma nostra e Viali di Roma. Inoltre nella capitale muore ottanta anni fa.
Quale massimo riconoscimento del suo percorso letterario, l’Accademia svedese le assegna il premio Nobel per la Letteratura dell’anno 1926 «per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale, e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano».  dettagli

mostra museobarracco pollak

05/12/2018 - 15/09/2019

Ludwig Pollak. Archeologo e mercante d'arte (Praga 1868 - Auschwitz 1943). Da Giovanni Barracco a Sigmund Freud

DocumentariaLe opere in mostra ripercorrono la storia professionale e personale del grande collezionista: dalle sue origini nel ghetto di Praga, agli anni d'oro del collezionismo internazionale, alla tragica fine nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.
Mostra dedicata alla vita e all’attività scientifica dell’archeologo Ludwig Pollak in occasione dei 150 anni dalla nascita e a 80 anni dalla promulgazione delle Leggi razziali in Italia. Archeologo, grande connoisseur, tra i più importanti mercanti d'arte dell'epoca, Ludwig Pollak è ricordato anche per importanti scoperte, tra cui il ritrovamento del braccio originale del Laocoonte e dell'Atena di Mirone. La sua appartenenza al mondo culturale e religioso ebraico ha inoltre favorito i suoi legami di amicizia e collaborazione con eminenti personalità della cultura viennese di fine secolo, in particolare con Sigmund Freud. Purtroppo l’origine ebraica ha anche comportato il tragico epilogo della sua vita ad Auschwitz, dove è stato deportato con la moglie e due figli nel 1943.  dettagli

Visite guidate Visite guidate

mostra maxxi stradanovissima

07/12/2018 - 28/09/2019

Dentro la Strada Nuovissima

DocumentariaUn approfondimento sulla mostra del 1980 che ha dato il via alla discussione internazionale sul postmoderno.
Tra documenti d’archivio, fotografie, disegni di progetto e testimonianze dirette, un percorso fisico oltre che storico, che consente di ritrovarsi dentro la Strada Novissima: una esperienza collettiva orchestrata da Paolo Portoghesi in occasione della Prima mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia, che apriva al pubblico il 27 luglio 1980 con il titolo La Presenza del Passato.
In occasione della grande mostra La Strada, si propone un approfondimento su questo momento cruciale della storia dell’architettura del Novecento, quando la strada è diventata immagine concreta di un diverso modo di pensare l’architettura superando definitivamente i dogmi del Movimento Moderno.  dettagli

mostra scuderiequirinale leonardodavinci

13/03/2019 - 30/06/2019

Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza

DocumentariaL’esposizione vuole presentare la figura di Leonardo da Vinci all’interno della fitta trama di relazioni culturali che pervade l’ingegneria, la tecnica, l’arte e il pensiero tra Quattro e Cinquecento.
Dalla formazione toscana, al soggiorno milanese, fino al tardo periodo romano, la mostra ripercorre l’opera di Leonardo sul fronte tecnologico e scientifico e traccerà le connessioni culturali con i suoi contemporanei, per offrire una visione finalmente ampia di questa grande figura, spesso presentata come genio isolato.
Le varie sezioni esploreranno i grandi temi affrontati da Leonardo sul versante del pensiero tecnico e umanistico, al centro del dibattito degli artisti e tecnologi rinascimentali: lo sviluppo di macchine per i grandi cantieri di costruzione, l’utilizzo del disegno e della prospettiva come strumenti di conoscenza e rappresentazione, l’arte della guerra tra tradizione e innovazione, il vagheggiamento di macchine fantastiche come quelle per il volo, la passione per la rappresentazione dell’elemento macchina in quanto tale, l’ideazione di soluzioni negli ambiti del lavoro e della produzione, la riflessione sulla città ideale e lo studio delle vie d’acqua, la riscoperta del mondo classico e una riflessione su come, nel tempo, sia nato e si sia sviluppato il mito di Leonardo.
  dettagli

Archeologia

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

mostra museovillagiulia ciclovita

13/06/2019 - 06/10/2019

Il Ciclo della Vita. Nascere e Rinascere in Etruria

Musei Capitolini

mostra museicapitolini arteritrovata

07/06/2019 - 26/01/2020

L’Arte Ritrovata

Mostra Mostra

Stadio di Domiziano

mostra stadiodomiziano arteamorenonviolento

06/05/2019 - 06/11/2019

L'arte dell'amore non violento nell'antica Roma

Centrale Montemartini

mostra centralemontemartini eurisace

01/03/2019 - 30/06/2019

Capolavori da scoprire. Il rilievo funerario di Marco Virgilio Eurisace

Musei Vaticani

mostra museivaticani collezioniindialogo

04/12/2018 - 30/06/2019

Collezioni in dialogo

mostra teatrodioscuri troisi

17/04/2019 - 30/06/2019

Troisi poeta Massimo

FotograficaLe modalità di fruizione dei due spettacoli sono differenti. Per il “Foro di Augusto” sono previste tre repliche ogni sera (durata 40 minuti) mentre per il “Foro di Cesare” è possibile accedervi ogni 20 minuti secondo il calendario pubblicato (percorso itinerante in quattro tappe, per la durata complessiva di circa 50 minuti, inclusi i tempi di spostamento).  dettagli