ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Arte Antica e Moderna

La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquemart-André di Parigi


Arte Moderna

Galleria Nazionale d'Arte Antica in Palazzo Barberini
dal 27 settembre al 27 gennaio

La mostra, frutto di uno scambio con il Museo Jacquemart-André di Parigi, è incentrata su un ristretto numero di opere di notevole qualità e di grande importanza sia dal punto di vista della storia dell’arte che da quello della storia del collezionismo e del gusto, fra cui due capolavori di Andrea Mantegna. In città non si conservano opere autografe di Mantegna perciò la mostra è un’occasione unica per ammirare alcune opere di questo straordinario Maestro. Sei le opere in mostra, raccolte dal celebre collezionista Edouard André e da sua moglie Nélie Jacquemart, che lasciarono in eredità la loro prestigiosa collezione allo Stato francese. La selezione è incentrata sul capolavoro di Andrea Mantegna, Ecce Homo, chiara sintesi di inizio Cinquecento tra le esigenze della pittura devozionale e una costruzione scientifica delle forme anatomiche e dello spazio. Il quadro di Mantegna riveste un ulteriore, eccezionale interesse anche per il suo stato di conservazione, che documenta la tecnica esecutiva originale del pittore e gli effetti estetico-visivi da lui perseguiti.   dettagli

Arte Moderna

mostra accademiasanluca romalondra

06/12/2018 - 16/02/2019

ROMA LONDRA. Scambi, modelli e temi tra l’Accademia di San Luca e la cultura artistica britannica tra XVIII e XIX secolo

L’esposizione, nel quadro delle celebrazioni europee per il 250° anniversario della fondazione della Royal Academy di Londra nel 1768, intende offrire una piccola panoramica delle attività svolte dagli artisti e architetti inglesi a Roma all'interno dell'Accademia di San Luca e più in generale nel contesto capitolino.
Si è pensato pertanto di presentare al pubblico romano un nucleo di disegni di figura e di architettura svolti in occasione dei concorsi accademici, di dipinti e sculture realizzati dai giovani e dei doni offerti dagli artisti per la nomina ad accademico in un insieme finora poco noto, ma significativo.
Apertura: dal lunedì al sabato: 10.00- 19.00. Ingresso gratuito.
  dettagli

mostra museivaticani russianart

fino al 16/02/2019

Pilgrimage of Russian Art

Una mostra evento che, a due anni di distanza, vede nuovamente insieme due importanti istituzioni museali, la Galleria Nazionale Tretyakov di Mosca e i Musei Vaticani.
Aperta al pubblico da martedì 20 novembre, e allestita nel berniniano Braccio di Carlo Magno in Piazza San Pietro, “Pilgrimage of Russian Art. From Dionysius to Malevich” chiude il ciclo aperto dall’esposizione “Roma Aeterna” che, tra il 2016 e il 2017, ospitò nella Galleria russa ben 42 capolavori della collezione permanente della Pinacoteca Vaticana. Se allora fu un prestito eccezionale senza precedenti, oggi, in linea e a prosecuzione di quel dialogo proficuamente avviato, la pinacoteca moscovita risponde con altrettanta generosità inviando in Vaticano 54 capolavori – molti dei quali mai usciti prima dalle loro abituali sedi – provenienti dalla stessa celebre Galleria e da altri musei russi.  dettagli

mostra galleriacorsini guidoreni

16/11/2018 - 17/02/2019

Guido Reni, i Barberini e i Corsini. Storia e fortuna di un capolavoro

L’esposizione ruota intorno a uno dei quadri più emblematici della storia della collezione delle Gallerie Nazionali: la Visione di sant’Andrea Corsini di Guido Reni, commissionata dai Corsini per la canonizzazione del santo vissuto nel Trecento, avvenuta nel 1629 durante il pontificato di Urbano VIII Barberini.
Il capolavoro di Reni, oggi agli Uffizi, era ospitato nelle sale di Palazzo Barberini fino al 1936, quando passò ai Corsini di Firenze. In mostra viene messo a confronto, per la prima volta, sia con la replica eseguita nel 1732 da Agostino Masucci, rimasta in via della Lungara e realizzata per la versione musiva voluta da Papa Clemente XII, al secolo Lorenzo Corsini, per l’altare della cappella di famiglia in San Giovanni in Laterano (1730), sia con il dipinto conservato alla Pinacoteca Nazionale di Bologna, opera di Reni stesso, che ritrae il Santo in altre movenze. Quest’ultima opera arriverà in mostra dopo un accurato restauro finanziato dalla Gallerie Nazionali Barberini Corsini.  dettagli

mostra palazzobarberini goticoamericano

27/09/2018 - 27/01/2019

Gotico americano. I Maestri della Madonna Straus

La mostra si inserisce nella politica di scambi incrociati con musei italiani e stranieri, promossa dalle Gallerie, che coinvolge in questa occasione il Museum of Fine Arts di Houston.
Il museo americano presta a Palazzo Barberini due tavole, rare quanto pregiate, del Trecento italiano, tra i pezzi più importanti della sua collezione, mentre le Gallerie Nazionali invieranno in Texas il Ritratto di Enrico VIII di Hans Holbein per una mostra sui Tudors.
I due dipinti sono tra di loro complementari: la Madonna con il Bambino del Maestro Senese della Madonna Straus e la Madonna con il Bambino del Maestro della Madonna Straus.
Per l’occasione, i due dipinti, che condividono anche alcuni interessanti motivi iconografici, verranno accostati alla cosiddetta Madonna di Palazzo Venezia, oggi appartenente alle collezioni delle Gallerie Nazionali, in passato posta in connessione con la sfuggente identità del maestro della Madonna Straus senese e che, dunque, costituisce un significativo termine di confronto visivo.
  dettagli


mostra palazzobarberini mantegna

27/09/2018 - 27/01/2019

La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquemart-André di Parigi

La mostra, frutto di uno scambio con il Museo Jacquemart-André di Parigi, è incentrata su un ristretto numero di opere di notevole qualità e di grande importanza sia dal punto di vista della storia dell’arte che da quello della storia del collezionismo e del gusto, fra cui due capolavori di Andrea Mantegna.
In città non si conservano opere autografe di Mantegna perciò la mostra è un’occasione unica per ammirare alcune opere di questo straordinario Maestro.
Sei le opere in mostra, raccolte dal celebre collezionista Edouard André e da sua moglie Nélie Jacquemart, che lasciarono in eredità la loro prestigiosa collezione allo Stato francese.
La selezione è incentrata sul capolavoro di Andrea Mantegna, Ecce Homo, chiara sintesi di inizio Cinquecento tra le esigenze della pittura devozionale e una costruzione scientifica delle forme anatomiche e dello spazio. Il quadro di Mantegna riveste un ulteriore, eccezionale interesse anche per il suo stato di conservazione, che documenta la tecnica esecutiva originale del pittore e gli effetti estetico-visivi da lui perseguiti.  dettagli

mostra palazzocancelleria leonardodavinci

dal 01/04/2009

Leonardo da Vinci. Il genio e le invenzioni

La mostra “Leonardo da Vinci – Il genio e le invenzioni” presenta quasi cinquanta macchine inventate dal genio di Leonardo da Vinci: le macchine sono suddivise in 5 categorie. I 4 elementi essenziali della vita - acqua, aria, terra e fuoco - ai quali si aggiunge la categoria “Elementi macchinali” o Meccanismi, che comprende tutti quei meccanismi con diverse possibilità di applicazione, come la trasformazione del moto o la vite senza fine. Uno dei progetti più interessanti è il Carro Armato, per la prima volta a Roma nella sua grandezza originale: pesa due tonnellate, ha un diametro di circa sei metri ed è alto tre.
Tutte le macchine sono funzionanti e possono essere toccate e provate, per consentire un’intensa esperienza percettiva sensoriale attraverso cui attivare meccanismi emotivi e cognitivi in rapporto profondo con la materia “Leonardo”.
Il visitatore, ha la possibilita’ di “viaggiare” virtualmente all’interno della Mostra in 3D utilizzando un iPad, collegato ad uno schermo al plasma.  dettagli

mostra palazzovenezia armipotere

26/07/2018 - 27/01/2019

Armi e potere

Le armi, da sempre compagne di vita e di morte dell’Uomo, assunsero giusto nel Rinascimento una dimensione totalizzante, soprattutto in Italia. Il sistema di valori che le armi sottendevano, infatti, si spingeva allora ben oltre il loro uso concreto, ossia il ferire, l’uccidere il nemico o all’opposto il difendersi. In una società che avvertiva il combattimento o almeno la minaccia della lotta in termini ricorrenti o endemici, questo sistema coinvolgeva aspetti sociali e rituali, simbolici e iconografici.
La mostra affronta ogni aspetto di questo complesso intreccio fra armi e uomini, mitologia e rappresentazione del potere. Tiene conto fra l’altro della lunga tradizione dei manuali di arte militare, già in auge nell’età bizantina, come pure di alcune immagini-simbolo del tempo, che raffigurano gentiluomini e talora anche gentildonne corazzati di tutto punto. Castel Sant’Angelo e Palazzo Venezia ospitano due fra i più importanti nuclei al mondo di armi storiche.  dettagli

Arte Antica

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo

filippo rusuti madonna luca

fino al 27/01/2019

Filippo Rusuti e la Madonna di San Luca in Santa Maria del Popolo

Musei Capitolini

mostra museicapitolini restaurotestecolossali

06/12/2018 - 30/06/2019

Presentazione del restauro di due teste colossali dei Musei Capitolini

Musei Vaticani

mostra museivaticani winckelmann

fino al 09/03/2019

Winckelmann - Capolavori diffusi ai Musei Vaticani

Anfiteatro Flavio - Colosseo

mostra colosseo romauniversalis

16/11/2018 - 25/08/2019

Roma Universalis. L’impero e la dinastia venuta dall’Africa

Museo Nazionale di Palazzo Venezia

mostra palazzovenezia donatello

12/07/2018 - 28/04/2019

Donatello

KaleidoCom P.IVA 02063851006