ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra Smart Andrea Kvas
mostra Smart Andrea Kvas
mostra Smart Andrea Kvas

Blac Ilid - Andrea Kvas

arte contempranea

smART dal 15 ottobre al 26 febbraio

Blac Ilid, la prima personale a Roma dell’artista Andrea Kvas a cura di Davide Ferri. Blac Ilid, espressione arbitraria e incomprensibile scritta con le lettere di un font disegnato dall’artista che ricorre in molti dei suoi dipinti recenti, è anche titolo della sua personale presso smART. La mostra include un ciclo di lavori apparentemente irriducibili ad un unico autore, ma realizzati attraverso una processualità che caratterizza il lavoro dell’artista fin dagli esordi, e approda nel vasto territorio dell’astrazione – un’astrazione imprevedibile e involontaria, agile - ed esclusivamente dipinti su tela: un aspetto significativo, perché di rado l’artista utilizza la tela come unico supporto per un intero ciclo di lavori. Le opere in mostra alla Fondazione nascono all’insegna di un’altra forma di "variabilità" processuale: come sempre accade nella pratica di Kvas le tele sono dipinte in orizzontale, ma, una volta ultimate, vengono intelaiate e riportate su un piano verticale come se l’inquadratura finale dell’immagine, il suo contenimento nei limiti del telaio, la definizione dei suoi margini e della sua dimensione, riconfigurasse a posteriori tutto il processo.     dettagli

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra galleriarichterfineart duequadri

20/10/2020 - 01/12/2020Arte contemporanea

Due Quadri e un Tavolo

Due quadri e un tavolo è il titolo della mostra e la mostra stessa. Un titolo preciso che descrive per filo e per segno la successione delle opere nello spazio espositivo, fornendo la scaletta che cadenza un ritmo di visione: due dipinti di Mancini e Silva, rispettivamente Senza titolo (Febbraio) del 2019 e Cry del 2019, e il lavoro installativo di Grechi, Senza tavolo del 2020, pensato appositamente per lo spazio inferiore della galleria. Questo ci sembra sufficiente, due quadri e un tavolo e il gioco è fatto. Eppure il titolo rivela subito un anello mancante, una deviazione dalla strada maestra, i piani si ribaltano, tra il sotto e il sopra gli artisti giocano con questa ambiguità, superficie e tridimensionalità, esplicito e implicito. Il tavolo è un oggetto giocosamente simbolico che implica l’importanza di “cercare posizione”. Verrebbe quasi da pensare che la posizione abbia qualcosa a che fare con i quadri, o viceversa, e con il dubbio perpetuo che questi si trascinano dietro.
  dettagli

mostra galleriamedina bipolar

16/10/2020 - 22/10/2020Arte contemporanea

Bipolar di Mariangela Inglese /art a part

BIPOLAR/ art a part è la collezione di opere presentata da Mariangela Inglese per la sua personale presso la galleria Medina. Tutti i lavori dell’artista sono accomunati dalla divisione della tela in due blocchi di colore che contrastano e dialogano fra loro e con chi osserva. Il concept tematico della mostra vuole focalizzare la dualità che risiede in ognuno di noi, le contraddizioni dell’anima. Il lato più segreto e insondabile che a volte appare incomprensibile persino a noi stessi.
  dettagli

mostra galleriavittoria aniconismo

dal 14/10/2020Arte contemporanea

Aniconismo Iconico - Nino Perrone

“Il tema della mostra “Aniconismo Iconico” – chiarisce Nino Perrone - è un esplicito riferimento al testo dello storico dell’arte e critico Giorgio Di Genova, che inaugurerà la mostra, e alla sua interpretazione dello stretto legame fra la natura e la mia produzione artistica. Le opere che verranno esposte, infatti, sono tutte caratterizzate da un tratteggio cromatico che si manifesta come traduzione pittorica di alcuni aspetti della natura che, nel mio sentire, generano vibrazioni emotive, forze energetiche e visioni di luce e colore.” Un’esposizione di 12 tele ad olio e 10 serigrafie tutte ritoccate a mano dall’autore con colori e pastelli ad olio, e nuovi dipinti realizzati per l’occasione come, Lagotto e Organismo vivente, opera prediletta dall’artista perché: “esalta la natura in ogni sua caratteristica vivacità e forma un insieme di armonia pittorica che rende piacevole la vista di chi osserva.” La tela, preparata con stucco e colla, è stata dipinta con la spatola per fare in modo che ogni colore diventi gestuale e anche protagonista.
  dettagli

mostra galleriarusso margheritasarfatti

10/10/2020 - 31/10/2020Arte contemporanea

MARGHERITA SARFATTI E L'ARTE IN ITALIA TRA LE DUE GUERRE

''Margherita Grassini Sarfatti fu una donna di straordinaria forza, di sofisticata cultura e di autentica intelligenza. Questo potrebbe sembrare un incipit apodittico, persino banale, ma le circostanze e le scelte di vita che hanno determinato il suo profilo e la sua personalità rendono necessaria una premessa così decisa e netta, priva di ambiguità: poiché non sempre questo è stato un giudizio condiviso.'' ''Margherita Sarfatti e l'arte in Italia tra le due guerre'' a cura di Fabio Benzi
  dettagli

mostra operativa beabonafini

dal 09/10/2020Arte contemporanea

Bea Bonafini Twin Waves ? Onde Gemelle

Siamo entusiasti di annunciare l'imminente mostra Twin Waves Waves Onde Gemelle di Bea Bonafini, con un nuovo corpo di lavoro intrecciando sughero inciso, arazzi, disegno, ceramica e suono. Lo spettacolo presenta un frammentato cosmo di metamorfosi fluidi, dove confini umani e non umani si sciolgono, moltiplicano e si scontrano.
  dettagli

mosta macmaja miseroblu

01/10/2020 - 14/11/2020Arte contemporanea

Anna Di Paola Misero Blu

La galleria inaugura la stagione espositiva con la prima personale della giovane artista molisana Anna Di Paola, che debutta in galleria con un ensemble di ritratti dal titolo Misero Blu. Attraverso l'utilizzo della cianografia, Di Paola fa affiorare nel blu prussiano quindici immagini che rievocano altrettante opere del Periodo Blu di Picasso. "Per una giovane artista dialogare in modo esplicito con Pablo Picasso richiede un atto di coraggio e una dose di spregiudicatezza: il rischio è di essere travolta dal peso dell'artista più famoso del Novecento o di dare vita a opere che non escono dai limiti di quella convenzionalità che gran parte del 'picassismo' internazionale aveva già mostrato già negli anni Cinquanta del secolo passato. Eppure Anna Di Paola ha avuto questo coraggio e sembra aver decisamente vinto la sua sfida personale", osserva Lorenzo Canova nel testo critico in catalogo.
Apertura: martedì - venerdì 15:30 - 19:30 / sabato 11:00 - 13:00 / 15:00 -19:00.
  dettagli

mostra thegalleryapart corinnagosmaro

03/10/2020 - 04/12/2020Arte contemporanea

CHUTZPAH! - Corinna Gosmaro

La mostra si pone in continuità con il percorso seguito dall’artista fin dagli esordi, da quando cioè i suoi interventi pittorici su filtri industriali intendevano generare paesaggi come tentativo di fusione tra percezione, cognizione, memoria e risonanze emotive. Per Corinna Gosmaro, tempi e luoghi sono elementi privi di una necessaria linearità cronologica o geografica. Sono piuttosto tasselli di conoscenza che possono essere impiegati per indagare gli archetipi: immagini, forme e oggetti rappresentativi di momenti creativi fondamentali nella storia del genere umano. La ricerca dell’archetipo non è finalizzata soltanto alla creazione dell’opera d’arte, questa è semmai il risultato finale di un processo trasversale, volto all’individuazione di una possibile matrice comportamentale. Una metodologia di pensiero e di lavoro che trova ispirazione nell’ambito delle neuroscienze, dove si esplora la correlazione tra memoria e immaginazione in termini di chronesthesia o mental time travelling – ovvero la capacità di ricostruire mentalmente eventi personali dal passato insieme a quella di immaginare possibili scenari futuri.
  dettagli

mostra t293 lorenzovitturi

03/10/2020 - 13/11/2020Arte contemporanea

Lorenzo Vitturi Jugalbandi

T293 è lieta di presentare Jugalbandi, una mostra di nuovi lavori scultorei di Lorenzo Vitturi (Venezia, 1980), organizzata in collaborazione con la Fondazione Jaipur Rugs in India. Vitturi, noto principalmente come fotografo, presenta per la seconda personale in galleria un progetto unico all’interno della sua pratica artistica: arazzi fatti a mano realizzati con telai tradizionali da artigiani indiani. L’artista indaga per la prima volta in profondità il concetto di pratica collaborativa nella creazione di un’opera d’arte. Jugalbandi(“gemelli intrecciati” in indiano) è il nome attribuito nella tradizione indiana a una performance musicale di due solisti che suonano in contemporanea, alludendo al procedimento scelto per la realizzazione delle opere, frutto di un affascinante lavoro collaborativo tra Lorenzo Vitturi e gli artigiani indiani.
  dettagli


mostra t293 annapark

03/10/2020 - 13/11/2020Arte contemporanea

Anna Park – On Tilt

Per la sua prima mostra personale in Europa Anna Park (Corea del Sud, 1996) presenta una nuova serie di disegni a carboncino in cui il linguaggio figurativo si mescola con l’astratto. Anna Park – come lei stessa si descrive – è un’osservatrice naturale delle persone. Nella sua infanzia, spostandosi costantemente da una città all’altra, ha sviluppato un approccio voyeuristico alla vita che è in seguito divenuto evidente nella sua pratica artistica. L’attenta osservazione di ambienti ricchi di contrasti vissuti in prima persona diventa una vera e propria indagine sul comportamento umano che in un secondo momento l’artista traduce in maniera personale attraverso il suo caratteristico stile.
  dettagli

mostra spaziocima perimetroinfinito

30/09/2020 - 30/10/2020Arte contemporanea

PERIMETRO INFINITO - GIUSY LAURIOLA

In arte il pathos può palesarsi tramite un atto istintivo sfrontato e sicuro, connubio di velocità di pensiero e azione, quasi fosse un’istantanea emotiva, oppure in maniera diametralmente opposta attraverso un lento e meticoloso percorso di autoanalisi che si riflette in una tecnica più meditata; una sofferta conquista dei centimetri della tela soggetta sovente a dubbi e ripensamenti. Tra questi due poli estremi è possibile trovare una nutrita rappresentanza di soluzioni artistiche. Ed è proprio qui nella terra di mezzo, rigorosamente osservante della locuzione latina “in medio stat virtus”, che agisce la dimensione operativa di Lauriola. Fin dagli esordi l’artista romana ha fatto del concetto la propria bandiera senza per questo penalizzare assolutamente la pratica pittorica.
  dettagli

mostra kougallery alexcaminiti

27/09/2020 - 27/10/2020Arte contemporanea

Sogni Aperti Del Linguaggio - Alex Caminiti

Con il titolo di “sogni aperti del linguaggio” l’artista Alex Caminiti presenta una serie dei suoi ultimi lavori tutti eseguiti durante il particolare periodo che stiamo vivendo a causa della Pandemia. Da molti anni la ricerca artistica dell’artista rifiuta un modo classico di osservare il mondo che ci circonda ma ci propone un’immagine misteriosa e ambigua allo stesso tempo esprimendo chiaramente l’inquietudine dell’uomo moderno dinanzi ad una natura profondamente ostile. Le sue opere sembrano accompagnarci nel continuo fluire della vita e delle stagioni riflettendosi in immagini astratte e sfumate come vapori crepuscolari, un diffondersi di luci e colori gioiosi o solchi di colori più scuri ad evidenziare un lento ma inesorabile passare del tempo.
  dettagli evento evento

mostra monitor wedontlike

dal 25/09/2020Arte contemporanea

Tomaso De Luca - We Don’t Like Your House Either!

We Don't Like Your House Either! Questa esclamazione riapre la stagione espositiva della galleria Monitor a Roma, dando il titolo a un progetto inedito disegnato da Tomaso De Luca e a cura del duo Francesco Urbano Ragazzi. Partecipano Patrick Angus*, Gerry Bibby, Gina Folly, Henrik Olesen, Joanna Piotrowska, AL Steiner, Stan VanDerBeek.
La mostra inaugura il 25 Settembre 2020 presso gli spazi della galleria a Roma e introduce l'apertura della mostra personale di Tomaso De Luca il giorno successivo nella sede della galleria a Pereto, in attesa della partecipazione dell’artista al MAXXI BVLGARI Prize 2020. We Don't Like Your House Either è un percorso che, a partire dal dialogo dell'artista con i curatori, si sviluppa sotto il segno dell'alleanza e della collaborazione. Più che i singoli autori, in mostra si dipana un discorso che attraversa i generi e le generazioni, e che riguarda la risignificazione politica dello spazio abitativo. We Don't Like Your House Either sembra parlarci dell'esperienza di confinamento domestico che ci ha accomunati tutti durante la recente pandemia, ma dire questo sarebbe riduttivo. Il confinamento tocca da sempre, in maniera più ravvicinata e tragica, tutti coloro che non possono riconoscersi - per esclusione, per scelta, o per entrambe - dentro i paradigmi della vita agiata. Gli svantaggiati, gli esclusi, gli oppressi, i malati, i migranti, gli esuli, gli outsider, i poeti, gli artisti. We Don't Like Your House Either è il loro moto d'orgoglio.
Apertura: martedì - venerdì 13:00 - 19:00.
  dettagli

mostra pastificiocerere namsalsiedlecki

22/09/2020 - 30/11/2020Arte contemporanea

"Mva? Ch?" - Namsal Siedleck

L'evento presenta per la prima volta in Italia i risultati del progetto "Crisalidi", realizzato grazie al sostegno dell' #ItalianCouncil (6. Edizione, 2019), il programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT.
Il nucleo principale della mostra è costituito da cinque sculture in bronzo realizzate da Siedlecki nel 2019 durante diversi periodi di residenza a Kathmandu, dove ha avuto modo di sperimentare e approfondire la tecnica della fusione a cera persa nepalese in alcune delle più importanti fonderie locali. Come previsto dal bando – tra i cui obiettivi c'è quello di incrementare le collezioni pubbliche con nuove produzioni – il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato sarà il destinatario ultimo delle opere realizzate.
  dettagli Evento Evento

mostra galleriamarchetti multidimensionale

17/09/2020 - 09/11/2020Arte contemporanea

MULTIDIMENSIONALE. Artisti oltre lo spazio euclideo

La mostra MULTIDIMENSIONALE – Artisti oltre lo spazio euclideo, intende mantenere viva, attraverso la riflessione sulle opere degli artisti partecipanti (Asdrubali, Boille, Fiorelli, Lombardo, Magnoni, Notargiacomo, Pinelli, Radi) la riflessione stessa sulla stagione delle avanguardie e sulle alternative radicali che essa aveva inaugurato: da una parte, l’inabissamento del senso, dove domina l’idea di un tempo antropico, dove ogni cosa è destinata al consumo, poiché nulla ormai è più fondabile, certificabile; dall’altra parte, invece - ed è il caso dei nostri artisti - l’atto di interrogarsi su quanto sussiste perché non consumabile. E’ un programma ambizioso che mira a “salvare l’opera”, contro ogni riduzionismo, per cogliere una permanenza irriducibile che vive sotto ogni apparenza.
  dettagli

mostra francescaantonini verdetevere

17/09/2020 - 17/10/2020Arte contemporanea

Alessandra Giovannoni - Verde Tevere

Con un testo di With a text by Saverio Verini. La galleria resterà chiusa per la pausa estiva dal 28 luglio al 31 agosto. The gallery will be closed for the summer break from July 28th until August 31st.
  dettagli

mostra z2o sharingourdreamingroom

17/09/2020 - 31/10/2020Arte contemporanea

Sharing Our Dreaming Room

Sharing Our Dreaming Room intende proporre un dialogo generazionale a più voci, una riflessione corale sulle tematiche del tempo e sulla abilità di restituire una dimensione creativa a ciò che ci circonda. Alcune delle opere in mostra sono state realizzate dagli artisti durante i mesi di clausura forzata all’interno dello spazio domestico; altre ancora entrano a pieno nell’indagine estetica e concettuale che conducono da sempre. La mostra intende così porsi come una riflessione sul potere creativo e sul potenziale proattivo che gli eventi e l’attualità suscitano all’interno dell’arte contemporanea. Per prenotazioni e visita guidata rivolgersi all'indirizzo email info@z2ogalleria.it
Apertura: martedì - venerdì 13:00 - 19:00.

  dettagli z2o z2o

mostra gagosian stanleywhitney

10/09/2020 - 17/10/2020Arte contemporanea

STANLEY WHITNEY

La vivace astrazione di Whitney interrompe la struttura lineare della griglia, riempiendola di nuove e inaspettate cadenze di colore, ritmo e spazio. Traendo ispirazione da fonti diverse come le opere di Piet Mondrian, il free jazz, e le trapunte americane, Whitney compone le sue tele con blocchi e barre in un dinamico gioco cromatico di “botta e risposta”. Whitney ha trascorso molti anni sperimentando il potenziale apparentemente illimitato di una singola tecnica compositiva, dividendo liberamente tele quadrate in registri multipli. L’olio applicato sottilmente conserva il suo tocco vivace pur permettendo un certo grado di trasparenza e di tensione ai bordi di ognuno dei brillanti riquadri. Utilizzando tele di varie dimensioni, l’artista esplora gli effetti variabili delle sue geometrie disegnate a mano libera, sia in grande scala che in formato più intimo, mentre applica abilmente successivi blocchi di pittura rispondendo al richiamo di ogni colore.
  dettagli

mostra nerogallery morgarmeni

12/09/2020 - 20/11/2020Arte contemporanea

Atlas Obscura - Morg Armeni

Morg Armeni è una giovane artista italiana unica nel suo genere. Si differenzia dagli altri artisti ipercontemporanei per il dualismo del suo lavoro e della sua personalità e ciò la rende affascinante allo sguardo del pubblico. Morg Armeni è un’anima libera profondamente legata alla natura che la circonda e dalle cui energie trae ispirazione per dipingere ed allo stesso tempo è anche una tatuatrice di fama internazionale. I suoi dipinti si contraddistinguono per l’opposizione tra forza e delicatezza, calma e violenza. I colori sono caldi, scuri e le scene raffigurate sono caotiche ma allo stesso tempo dettagliatissime. Questa ricchezza degli elementi e dei soggetti disposti su diversi piani ci riporta alla mente pittori fiamminghi come Hieronymus Bosch o Bruegel il vecchio. Questa accumulazione riflette un’impulsività del gesto e del pensiero, una pittura viscerale e spontanea, un linguaggio simbolico e personale dell’artista, un mondo esoterico a cui lo spettatore può accedere solo interpretandone le chiavi di lettura. Ogni opera ci racconta di lei, di noi, della parte oscura presente nel nostro profondo, dove risiedono i nostri segreti e le nostre paure più nascoste. La donna è al centro dell’universo pittorico di Morg Armeni. La delicatezza delle figure femminili, delle sue madonnine ispirate a Jean Fouquet si oppongono alla raffigurazione di donne libertine e orgogliose del loro stato selvaggio, lontane dai dogmi cristiani e che si lasciano trasportare dai piaceri della carne ed esibiscono orgogliosamente la loro sensualità.
Apertura: mercoledì - venerdì 16:00 - 20:00.
  dettagli Morg Armeni Morg Armeni Nero Gallery Nero Gallery Evento Evento

thegalleryapart federicadipietrantonio

dal 09/06/2020Arte contemporanea

My Life As Yours - Federica Di Pietrantonio

La Galleria Apart non riparte da dove ci siamo fermati, ma cerca di rappresentare la natura straordinaria del momento nel segno del rinnovo.
Prima di tutto, un nuovo artista diventa parte della famiglia Apart. La giovane Federica Di Pietrantonio è affidato il compito di misurarsi con lo spazio della galleria e degli inevitabili nuovi modi di utilizzare l'arte.
La mostra "My life as your" sarà aperta da martedì 9 giugno durante gli orari di apertura della galleria. Non sarà possibile tenere l'apertura classica, ma l'appuntamento per tutti sarà il giorno precedente, lunedì 8 giugno 2020. A partire dalle ore 9, connettendosi su Youtube, sarà possibile godere un video attraverso il quale Federica presenterà idealmente e virtualmente la mostra. Dalle ore 6 un live streaming su Instagram permetterà a tutti di interagire con gli artisti e galleristi
  dettagli Federica Di Pietrantonio Federica Di Pietrantonio The Gallery Apert The Gallery Apert

Fondazione Pastificio Cerere 20/10/2020 - 30/11/2020

mostra pastificiocerere martaroberti

MARTA ROBERTI: THERE IS AN ELEPHANT IN THE ROOM

La Fondazione Pastificio Cerere presenta There Is an Elephant in the Room, personale di Marta Roberti, a cura di Manuela Pacella, accompagnata da un testo del filosofo Felice Cimatti. La mostra sarà allestita presso lo Spazio Molini, ricavato dal recupero dell’antico mulino del Pastificio Cerere, e resterà aperta al pubblico dal 20 ottobre al 30 novembre 2020. Marta Roberti – nata a Brescia nel 1977 – ha eletto Roma da diversi anni come sua base operativa da cui parte e alla quale torna dopo i suoi lunghi viaggi, prevalentemente in Asia sin dal 2014. Il disegno (per lo più su carta carbone) è il mezzo che Roberti predilige e declina in installazioni e video animazioni attraverso le quali indaga il rapporto tra Occidente e Oriente e in modo particolare su come l’identità occidentale si costituisca a partire da ciò che ritiene essere altro da sé: dagli animali alla natura, a tutto quello che è considerato diverso o “esotico”.
  dettagli Evento Evento

EX ELETTROFONICA 15/09/2020 - 28/11/2020

mostra exelettrofonica federicopietrella

FEDERICO PIETRELLA MY TIME IS YOUR TIME

My Time Is Your Time, evocazione immediata del rapporto di scambio tra artista e pubblico all’interno di una dinamica di Studio Visit, è anche il titolo di una canzone che nel 1929 Rudy Vallee cantava in un’America in ginocchio per il crollo della borsa di Wall Street. Allora come oggi, in un tempo di assoluta crisi internazionale che stravolse la vita di tante persone, la collaborazione con l’altro era percepita come antidoto per superare una condizione difficile. Se si legge il testo, cercando di scremarlo dalla consueta lirica anni ’20, One steps and two steps/ Old steps and new steps/ There’s no time like our time/ And no one like you! ci sembra interpreti lo spirito di Pietrella nell’intraprendere questa formula inclusiva, e allo stesso tempo esclusiva, dell’incontro col visitatore. Quest’azione, infatti, è volta ad istituire una relazione personale con l’artista senza alcuna mediazione, dove l’unica condizione è la spesa del proprio tempo in cambio del tempo dell’altro. L’importanza che Pietrella dà al Tempo è manifesta nei suoi lavori con il timbro datario, che aggiungono alla dimensione spaziale della figura quella temporale del processo di creazione, ma sembra emergere anche nei lavori pittorici degli ultimi anni dove non è presente l’impressione dei timbri. Come è possibile? Chiedetelo a lui!
  dettagli

smART 15/10/2020 - 26/02/2021

mostra smart andreakvas

Blac Ilid - Andrea Kvas

Blac Ilid, la prima personale a Roma dell’artista Andrea Kvas a cura di Davide Ferri. Blac Ilid, espressione arbitraria e incomprensibile scritta con le lettere di un font disegnato dall’artista che ricorre in molti dei suoi dipinti recenti, è anche titolo della sua personale presso smART. La mostra include un ciclo di lavori apparentemente irriducibili ad un unico autore, ma realizzati attraverso una processualità che caratterizza il lavoro dell’artista fin dagli esordi, e approda nel vasto territorio dell’astrazione – un’astrazione imprevedibile e involontaria, agile - ed esclusivamente dipinti su tela: un aspetto significativo, perché di rado l’artista utilizza la tela come unico supporto per un intero ciclo di lavori. Le opere in mostra alla Fondazione nascono all’insegna di un’altra forma di "variabilità" processuale: come sempre accade nella pratica di Kvas le tele sono dipinte in orizzontale, ma, una volta ultimate, vengono intelaiate e riportate su un piano verticale come se l’inquadratura finale dell’immagine, il suo contenimento nei limiti del telaio, la definizione dei suoi margini e della sua dimensione, riconfigurasse a posteriori tutto il processo.
  dettagli

Chiaroscuro Gallery 16/10/2020 - 31/10/2020

mostra chiaroscuro recommendedvitogara

RECOMMENDED - Vito Gara Io Perdo Colore

Il progetto RECOMMENDED, ideato e coordinato da Francesca Longo e Raffaele Gavarro, per lo spazio espositivo no profit Chiaroscuro Arte Contemporanea, sito in via Sant’Antonio all’Esquilino 3/E in Roma, è nato dalla semplice constatazione di quanto sia difficile per i neodiplomati e diplomandi delle accademie trovare una prima possibilità di esporre. Se questo era vero prima della pandemia di Covid-19, appare evidente che le difficoltà sono ancora maggiori in questo presente e che lo saranno ancora di più nel prossimo futuro. RECOMMENDED si oppone a questo stato di realtà, offrendo la possibilità di allestire una mostra personale a otto artisti, accompagnati da altrettanti curatori, dando così vita ad una situazione unica in Italia, ma che ci auguriamo possa divenire un modello da replicare. La nostra speranza e il nostro desiderio è che il lavoro di questi giovanissimi artisti e curatori possa ricevere attenzione da gallerie e collezionisti, divenendo concreto viatico al loro futuro. Per questa prima stagione di RECOMMENDED la selezione
  dettagli

MICRO Arti Visive 08/10/2020 - 24/10/2020

mostra micro secretum

Secretum - Alessandra Maxaculi

I monocromi di Alessanda Maxaculi compongono un mosaico suggestivo di disegni, schizzi e incisioni. È una ricca produzione di opere, che ricalcando lo stile dei bulini, delle chine e delle incisioni rinascimentali, pensiamo a Durer, in alcuni casi, si raccoglie in realtà intorno a due colori, il bianco e il nero. Attraverso la miscela resa in modo suggestivo, di queste due sfumature, l’artista traduce un mondo parallelo che ha saputo sapientemente costruire con forme sfuggenti e trame imprecise. Traspare così un senso di irrealtà da queste forme quasi astratte e evocative, che affascina e incanta. Lo sguardo di Alessandra Maxaculi si rivela quindi attraverso un stupore chiaroscurale quasi fiabesco.
  dettagli

Anna Marra Arte Contemporanea 06/10/2020 - 30/10/2020

mostra galleriaannamarra humannature

Viewing Room #1. Human/Nature

Galleria Anna Marra è lieta di riaprire le sue porte presentandovi Viewing Room #1. Human/Nature con opere di Faig Ahmed (Sumqayit, Azerbaijan 1982), Paula Cortazar (Monterrey, Messico 1991) e Maria Elisabetta Novello (Vicenza, Italia 1974); tre artisti internazionali che lavorano con elementi quotidiani, generando nuove visioni su culture secolari e sul legame tra Uomo e Natura. Faig Ahmed sperimenta con materiali e colori tradizionali, come i tessuti dei tappeti in Azerbaijan o il ricamo indiano. È noto per le sue opere concettuali che utilizzano l'artigianato decorativo tradizionale e il linguaggio visivo dei tappeti, per tradurlo in opere d'arte scultoree contemporanee. Il suo lavoro rielabora antichi mestieri e crea nuovi confini visivi decostruendo tradizioni e stereotipi. Ahmed fa parte di una nuova ondata di artisti che esplorano l'artigianato in modi innovativi per produrre opere che si allontanano dalle convenzioni associate all'artigianato portandolo in un contesto storico artistico. La storia del tappeto e del suo utilizzo nel commercio e nella rappresentazione è un affascinante racconto di cultura popolare. Ma forse è più di questo e dovrebbe essere visto come una chiave per comprendere il mondo di oggi.
  dettagli evento evento

Borghini Arte Contemporanea 08/10/2020 - 31/10/2020

mostra borghiniartecontemporanea lucean

LUCEAN - Marco Angelini Piotr Hanzelewicz

Gli astri, Sole e Luna, sono i protagonisti della doppia personale LUCEAN, che Borghini Arte Contemporanea inaugura giovedì’ 8 ottobre, degli artisti Marco Angelini e Piotr Hanzelewicz, a cura di Giusy Emiliano. La mostra ha come spunto di riflessione il ruolo dell’uomo nell’universo a partire dalla teoria eliocentrica. Il centro dell’universo è dunque il Sole, la stella madre, non solo fonte di luce, ma anche di energia che l’uomo cerca di raccogliere e sfruttare a suo vantaggio.
  dettagli

Galleria La Nica 01/10/2020 - 31/10/2020

mostra gallerialanica riservadicaccia

Riserva Di Caccia - Luisa Turuani

RISERVA DI CACCIA, che vedrà esposte 7 opere tra installazioni e video, vuole riflettere sul rapporto tra il fruitore e il quotidiano, “[…] dimensione caratterizzata da precarietà e leggerezza, ironia e dramma” (Luisa Turuani), suggerendo nuove modalità di lettura e interazione. Così come il quotidiano, le opere dell’artista sembrano continuamente sfuggire alla percezione dell’osservatore per subire una costante trasformazione, costringendo lo spettatore ad immedesimarsi con l’opera e ad infondergli sempre nuova vita e nuovi significati.
  dettagli

Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea 03/10/2020 - 

mostra edarcomeuropa marioferrante

MARIO FERRANTE - DIES IRAE

Questa mostra è per Mario Ferrante un ritorno alle origini della sua carriera. Prima tra tutte le gallerie che ne hanno successivamente seguito il lavoro in Italia e all’estero, la galleria Edarcom Europa ne comincia a trattare le opere a metà degli anni ‘90 del secolo scorso, curandone successivamente alcune tra le mostre più significative. Nel titolo Dies irae, carico di una forte valenza drammatica, c’è tutto il mondo pittorico di un artista italiano che affonda le sue radici in un’infanzia vissuta tra le contraddizioni e i ritmi del lontano Brasile. E così, in questo momento storico segnato dallo sconquasso delle relazioni sociali e affettive e dall’emersione di solitudini e egoismi, Mario Ferrante dipinge l’uomo contemporaneo in un incessante ricerca di stabili appigli. Alla materia cardine della sua ricerca pittorica come le notti dei giovani, i vicoli e le anime delle favelas brasiliane, le prove d’orchestra, gli interni dei caffè e gli altri “luoghi del tempo”, Ferrante aggiunge alcuni lavori frutto della recente riflessione globale sui temi dell’ambiente e dei diritti.
  dettagli

Galleria Edieuropa 30/09/2020 - 17/10/2020

mostra galleriaedieuropa corrispondenzeindia

CORRISPONDENZE DALL’INDIA - Emilio Leofreddi

“Corrispondenze dall’India” realizzato da Leofreddi e dal filmaker di lungo corso Paolo Brunatto, un reportage in forma di Video Arte, prodotto da Magazzini Einstein di Rai Educational, con musiche di Tonj Acquaviva, Andy Shakty ed altri. All’interno degli spazi espositivi della Galleria si potranno visionare le opere della mostra “Cambio di valuta”: miliardi di euro fatti a pezzi ogni anno e compattati in decine di migliaia di blocchetti, di cui il risultato sono le bricchette di banconote sminuzzate dalla Banca d’Italia, riassemblati dall’artista che li ricompone in un puzzle rivoluzionario e immaginifico che come in un sogno diventano uno strumento di viaggio, rivoluzionando uno schema antico quanto il mondo dettato dall’economia.
  dettagli

Fondazione Baruchello 01/10/2020 - 19/12/2020

mostra fondazionebaruchello provediriesistenza

Prove di R(i)esistenza

Le inquietudini pandemiche del 2020 hanno reso tangibile la necessita? di prendersi cura dell’imprescindibile rete di relazioni che vincola individui, societa?, ecologia. Prove di R(i)esistenza presenta pratiche artistiche che, attraverso una metodologia fondata su ricerca, processualita? e forme di partecipazione e collaborazione, coltivano una nuova consapevolezza etica sia individuale che condivisa. “Resistenza come ri-esistenza” e? la nozione articolata dal pensatore colombiano Adolfo Alba?n Achinte in quanto serie di “meccanismi che le comunita? creano per inventare la vita quotidiana e il potere, mentre si confrontano con il progetto egemonico”. Prove di R(i)esistenza risponde alla proposizione di Achinte attraverso progetti che non esercitano semplicemente una forza oppositiva di resistenza o denuncia dello status quo, ma operano una ri-esistenza attraverso la loro volonta? creativa e politica di immaginare nuovi modi quotidiani dell’essere e del relazionarsi.
  dettagli

Galleria Triphè 29/09/2020 - 30/12/2020

mostra galleriatriphe naturanature

Natura Nature - FEDERICA ZIANNI

Tutte le opere da lei realizzate contengono un messaggio significativo delle diverse sfaccettature che caratterizzano l'individuo nel suo continuo evolversi . L'uomo tende istintivamente a pensare all'idea di una esistenza fatta di abbondanza e positività, alla quale tutti aspirano, ma non sempre è così. La vita mette alla prova il proprio io, che dopo essere uscito dal suo bozzolo cerca di adattarsi agli imprevisti del mondo. Nell'uomo c'è sempre comunque anche un approccio salvifico; nell'opera realizzata con i lacci emostatici c'è la capacità dell'individuo di vedere oltre il visibile : si chiama salvezza.
  dettagli

Galleria Gilda Lavia 26/09/2020 - 

mostra gildalavia petraferiancova

Petra Feriancová Ego in habitat

All’interno di una struttura architettonica, studiata dall’artista per adattarsi ed interagire con lo spazio della galleria, si snoda un percorso che racchiude una serie di lavori di realizzati nell’arco temporale di diversi anni. Collage fotografici, stampe analogiche, installazioni video, opere che sintetizzano l’immaginario di vita vissuta in una retrospettiva che parte dall’analisi di alcune categorie come l’acqua, le mani, l’ago, per arrivare a riflettere sul senso intimo dell’esistenza. Lei mi stava raccontando di un sogno che somigliava molto ad uno studio di tassonomia. Uno dei suoi più grandi, devo dire. Era profondo. Lei se ne stava lì e mi ha raccontato di storie che avevano molte soluzioni possibili. “Non esiste qualcosa di correlato: non c’è una vicinanza narrativa”, mi ha detto. E nessuno sembra sapere cosa aspettarsi, ma una cosa che tutti sanno è il fatto che tutto era come l’acqua. I sogni, intendo. Si trattava di un altro modo di esistere. Di esistenza. Di essere. Non crediamo nell’eternità, ma crediamo che ci sia possibilità di vita nell’acqua.
  dettagli Evento Evento

Rosso 27 26/09/2020 - 14/11/2020

mosta rosso27 moneygoround

MONEY GO ROUND

Money go round, a cura di Edoardo Marcenaro con i testi di Edoardo Marcenaro, Emanuela Genovese e Giulio Fazio: in mostra 140 opere realizzate sulle banconote di tutto il mondo da 32 artisti internazionali, 7 cartine di continenti create da 7 street artist e un mappamondo ad opera dello street artist Emmeu. I protagonisti di Money go round: Solo, Diamond, Piotr Hanzelewicz, Consuelo Mura, Amalia Caratozzolo, Lucamaleonte, Daniele Tozzi, Emmeu, Diavù, Neve, Uno, Maupal, Chekos'Art, Veronica Montanino, Dina Saadi, Paola Beck, About Ponny, Andrea Ravo Mattoni, Fabio Mariani, Winston Smith VIII, Marco Rèa, Alessandra Carloni, Andrea Marcoccia, Stella Tasca, Stefano Tedeschi, Demetrio Di Grado, Julia Justo, Nina Kuo, Lorin Rose, Ovidiu Solcan, Paula Dusa, The Orion.
  dettagli evento evento

Tibaldi Arte Contemporanea 25/09/2020 - 

mostra tibaldiartecontemporanea emanueleparmigiani

La persistenza del segno in Emanuele Parmegiani

Astratta, figurativa, graffitista, pop, concettuale: tutte queste definizioni potrebbero andare bene per definire la multiforme ricerca di Emanuele Parmegiani, un artista autodidatta che da qualche anno sto seguendo da vicino. Il fatto che Parmegiani porti avanti la sua ricerca senza identificarsi in un unico genere dimostra la sua grande libertà espressiva che gli permette di cambiare registro a seconda delle sue personali esigenze. Ma un punto in comune lo hanno sicuramente tutte le opere da lui finora create e questo va individuato a mio giudizio nel tipo di segno con il quale egli dà vita all’opera d’arte, sia essa di marca astratta, figurativa, pop e via dicendo. Ed è proprio per questo motivo che forse la definizione più calzante per definire la sua ricerca potrebbe semplicemente essere quello di segnica anche se questo termine generalmente designa un determinato momento artistico nato nel secondo dopoguerra, ovvero l’Informale.
  dettagli Tibaldi Arte Contemporanea Tibaldi Arte Contemporanea

Nero Gallery 21/09/2020 - 25/10/2020

mostra nerogallery eterne

Eterne - Valenzia Lafratta

I disegni esposti presso la Nero Gallery in occasione del Pigneto Film Festival sono ispirati a film storici le cui scene sono state girate nei luoghi caratteristici del nostro quartiere. Sono fotogrammi, ritagli di storie, istanti scelti e rivisitati. Sono il riavvolgere e rivedere le scene, sovrapposizioni di attimi, movimenti di grafite. Esaltano le più celebri immagini di un cinema italiano, immortalandone l'intensità delle scene così da renderle ETERNE! Da una sinergia di idee di Giulia Capogna di Nero e Andrea Lanfredi di Pigneto Film Festival, nasce ETERNE, con l’intento di dar vita ed espressione all’imaginario cinematografico del Pigneto, neorealistico e “popolare” come il tratto di Valenzia Lafratta. Artista singolare, dal talento raffinato, da anni abitante entusiasta di questo irrefrenabile quartiere.
  dettagli

Galleria d’Arte Faber 19/09/2020 - 15/11/2020

mostra galleriafaber uno

Valerio Giacone - UNO

Giacone indaga il valore e la sacralità dell'uomo, rendendolo icona di se stesso in quanto portatore del divino. Il ritrovato approccio pittorico da parte dell'artista e la sua propensione per l'indagine interiore sono l'essenza di questo profondo e multiforme slancio poetico. L'esposizione è concepita come un viaggio visionario nell'io; l'alternarsi di tecniche e di diversi linguaggi scandisce il ritmo allestitivo di un percorso espositivo pensato come un corpo unico, in cui risultano, tuttavia, ben distinti i singoli momenti. La mostra UNO è la fase conclusiva di un progetto molto articolato da parte di Valerio Giacone, sviluppatosi nel corso delle esperienze residenziali vissute presso l'eremo di Santa Maria delle Grazie, sul monte Soratte, nell'ambito della rassegna Tracce e presso il Museo della Mole Vanvitelliana di Ancona.
Apertura: martedì - sabato 10:30 - 19:00 / domenica 10:00 - 13:00.
  dettagli Valerio Giacone Valerio Giacone Galleria d’Arte Faber Galleria d’Arte Faber

Galleria del Laocoonte 20/09/2020 - 20/10/2020

mostra gallerialaocoonte lozuavo

LO ZUAVO E I BERSAGLIERI

La memoria degli zuavi pontifici, corpi volontari giunti da tutti i paesi cattolici, ma in maggioranza francesi, olandesi e belgi, a difendere Pio IX contro gli italiani, è rappresentata dalla presenza di una scultura funebre in marmo a grandezza naturale del capitano Augustin Latimier Du Clésieux (Saint-Brieuc, Bretagna, 1844-1871), zuavo a Roma e poi volontario nella guerra franco-prussiana, ferito mortalmente nella battaglia dell’altipiano di Auvours l’11 gennaio 1871 e morto il 26 febbraio seguente a casa propria, in Bretagna, a soli 27 anni. L’opera si deve al virtuosistico scalpello dello scultore Victor Edmond Leharivel Durocher (Chanu, Orne, 1816-1878), scultore ufficiale che nel Secondo Impero collaborò con l’architetto Louis Visconti – figlio dell’archeologo romano Ennio Quirino – ad ornare l’ingrandimento del Louvre voluto da Napoleone III. Augustin Du Clésieux era l’unico figlio di una famiglia bretone molto ricca e da poco nobilitata. Da parte di padre discendeva da un Reggente della Banca di Francia, da parte di madre da una famiglia di importanti armatori locali.
  dettagli

InFunzione 06/09/2020 - 

mostra infunzione secretinstallation

Secret Installation - L'arte della Riqualificazione

Un'occasione per ammirare una scenografica installazione di luce progettata e realizzata per la nostra terrazza. Infunzione, il civico 157 di via Pietralata a Roma, è oggi sede di un riformato ed originale spazio industriale: l’ex Lanificio Luciani, fabbrica tessile nata negli anni dello scorso Cinquanta millennio, è stato interessato da un progetto di riconversione e riqualificazione degli ambienti. Infunzione è quindi da considerare un’eccellente esempio di riqualificazione e riuso degli spazi di un’ex cantiere tessile, uno straordinario complesso artistico dalle mille destinazioni d’uso, frutto dell’ingegno, della creatività e dell’innovazione.
Apertura: giovedì - domenica 19:00 - 02:00.
  dettagli

6° Senso Art Gallery 19/05/2020 - 

mostra 6senso tamburro1

Antonio Tamburro - Virtual Exhibition

Sesto Senso Art Gallery è lieta di presentare la mostra virtuale di Antonio Tamburro - Il linguaggio universale della pittura. In un momento storico come quello che stiamo vivendo oggi, siamo convinti più che mai del ruolo fondamentale dell'arte come veicolo e messaggio positivo di bellezza e di dialogo universale. L'arte e gli artisti con la loro fantasia e il loro carisma comunicativo rappresentano meglio di chiunque altro l'antidoto alla tristezza, allo sconforto e alla paura verso quello che ci attende, un domani incerto. L'intera umanità ha necessità di tornare ai valori fondamentali che ci accomunano e tra questi non bisogna dimenticare la creatività e la bellezza. Come diceva Dostoevskij “La bellezza salverà il mondo”.
L'arte fin dai tempi antichi ha sempre avuto un ruolo salvifico, non solo per curare le anime come asseriva la chiesa ma anche come forma di terapia, come esigenza dello spirito per allontanare lo stress della vita quotidiana da ogni forma di alienazione. L'arte mette in comunicazione popoli e culture diverse, crea ponti non mette muri e barriere tra gli esseri umani.
Oggi più che mai c'è bisogno di rivalutare il ruolo essenziale che ha l'arte nella vita delle persone, valorizzando in primis il lavoro degli artisti che con le loro creazioni lasciano un significativo patrimonio all'umanità e di tutti gli operatori del settore artistico che sostengono il loro lavoro e ne incentivano la fruizione. Apertura Su Appuntamento.
  dettagli 6° Senso Art Gallery 6° Senso Art Gallery