ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra sarazanin z2o ibrahim ahmed
mostra sarazanin z2o ibrahim ahmed
mostra sarazanin z2o ibrahim ahmed
mostra sarazanin z2o ibrahim ahmed
mostra sarazanin z2o ibrahim ahmed

Ibrahim Ahmed / Burn What Needs To Be Burned

arte contempranea

Z2O dal 1 dicembre al 20 gennaio

Burn What Needs To Be Burned (2017-2018) è un progetto in cui, attraverso l’impiego di media differenti – che spaziano dalla fotografia, al collage sino alla scultura – diviene fondamentale l’aspetto performativo legato all’archetipo maschile. L’estetica visiva impiegata in questo corpus di lavori fa riferimento all’architettura, alla religione, alla cultura machista delle automobili, alla storia, alla virilità come atto performativo. Il culto dell’automobile, da molti pensato come un passatempo per uomini, è stato portato all’attenzione dell’artista sin da bambino; Ahmed ha perciò deciso di approfondire questo topic correlandolo ai suoi coetanei di sesso maschile. Tutto ciò è divenuto lo spunto per una riflessione sulla mascolinità – un rito di passaggio. I lavori proposti intendono porre in luce le costrizioni collegate all’immagine archetipica del maschio, mettendo al contempo in discussione le origini dei ruoli maschili agiti nel quotidiano attraverso quello che l’artista definisce un percorso di decostruzione della mascolinità.
Apertura: martedì - sabato 13:00 - 19:00

    dettagli     Ibrahim Ahmed


Ibrahim Ahmed / Burn What Needs To Be Burned, installation view. Courtesy of Sara Zanin Z2o.

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra thegalleryapart florianneufeldt

05/12/2018 - 15/02/2019Arte contemporanea

Florian Neufeldt “Sealed Vessels”

The Gallery Apart è orgogliosa di presentare Sealed Vessels, la quarta personale in galleria di Florian Neufeldt (1976), artista tedesco di stanza a Berlino.
Impegnato a relazionare la propria pratica scultorea con gli spazi e le architetture atte a ricevere le sue opere, Neufeldt approfondisce ulteriormente il tema facendo dello spazio il contenuto della sua arte e assegnando il ruolo di contenitore non solo alla struttura della galleria in quanto tale ma anche agli oggetti trovati, che l’artista abitualmente seleziona e piega ai fini della sua ricerca formale.
La mostra Sealed Vessels fa riferimento ai contenitori in senso lato. Fin dagli albori dell’umanità e della sua evoluzione culturale i contenitori di qualunque forma, dimensione e destinazione funzionale hanno giocato un ruolo cruciale nella gestione della vita quotidiana e ai fini della sopravvivenza. Dalle caverne utilizzate come rifugi dagli uomini primitivi ai vasi per contenere derrate alimentari, acqua o altri liquidi, l’importanza dei contenitori non è mai venuta meno ed essi possono essere visti come una delle basi su cui si fonda la nostra civiltà.
L’uomo ha spesso tratto spunto dalla natura, tentando di copiarla nei suoi modelli apparentemente perfetti. Uno di questi prodotti naturali è l’uovo le cui straordinarie qualità hanno ispirato una moltitudine di oggetti, architetture e teorie più o meno scientifiche. Ancor più di queste teorie è la religione nelle sue varie manifestazioni ad avere introiettato l’uovo come forma simbolica assegnandogli un’aura ancora brillante.
Se l’uovo come contenitore evoca naturalmente un contenuto che attiene alla vita e dunque a categorie e principi alti e auratici, la realtà industriale e la produzione di massa riescono per lo più a sminuire quest’aura. La serie di sculture intitolate Sealed Vessels mette a confronto le uova con contenitori industriali metallici creati dall’uomo che assumono una forma abbastanza simile. Ridotti alle loro forme di base, con tutti gli accessori eliminati e le aperture sigillate mediante saldatura, questi contenitori standard per gas e liquidi fungono da piedistallo per il paradigma naturale (l’uovo) che, per quanto riguarda la sua posizione stranamente bilanciata sui contenitori metallici, potrebbe sembrare in qualche modo attaccato al suo epigono.
Apertura: martedì - venerdì 15.00 - 19.00 o su appuntamento.
  dettagli Mostra Mostra

mostra galerieemanuellayr tillmankaiser

05/12/2018 - 26/01/2019Arte contemporanea

Tillman Kaiser - Non è ancora illegale

I caleidoscopi sono giocattoli semplici, antiquati e tuttavia straordinariamente affascinanti: se guardiamo verso una fonte di luce attraverso un piccolo cilindro simile a un telescopio riempito con perline di vetro multicolore o simili, la riflessione e la rotazione del cilindro fanno emergere motivi geometrici dinamici, comporre immagini sfaccettate e misteriose (del mondo).
L'effetto è simile nei dipinti di Tillman Kaiser e negli oggetti scultorei, in cui gli schemi emergono da ripetute forme cristalline e geometriche. La complessità delle manifestazioni è rafforzata dal metodo di lavoro di Kaiser, che fonde media come la pittura e la fotografia (inclusi i fotogrammi oi cianotipi) e la serigrafia nei suoi dipinti. In questo modo combina tecniche basate sulla preparazione e pianificazione, e generalmente non associate all'espressione spontanea, con il mezzo pittorico che promette immediatezza, spontaneità ed espressione attraverso il gesto dell'artista e il trattamento immediato della tela.
Apertura. giovedì - sabato 12:00 - 19:00
  dettagli mostra mostra

mostra mucciacciacontemporary elementicontrapposti

05/12/2018 - 28/02/2019Arte contemporanea

Elementi contrapposti

Elementi Contrapposti è una mostra che unisce i lavori di Domenico Laterza, Robin Seir e Nicole Voltan con l’intento di proporre un dialogo condiviso tra giovani artisti, che contrapposti per ricerca artistica, risultano comunque accomunati da un linguaggio estetico che supera il tradizionale medium pittorico. L’accostamento espositivo negli spazi della Mucciaccia Contemporary si dispiegherà nelle relazioni silenziose e velate tra le diverse opere, appositamente realizzate dagli artisti per la mostra, in un percorso in cui saranno messe in rilievo le diversità, ma pur sempre sottilmente caratterizzate da echi e richiami.Gli artisti rielaborano i materiali secondo un processo fatto di aggiunte, prelievi e stratificazioni. Atti che esprimono una serena e laboriosa creatività al fine di far emergere un linguaggio segnico fatto di narrazioni visive.Comunicano in maniera indipendente e ricorrono a tematiche tratte da una comprensione profonda da ciò che li circonda: scandito dall'appropriazione di materiali di uso quotidiano per Domenico Laterza, l'immissione di elementi iconici, che operano in maniera cognitiva per Robin Seir, sino all'astrologia e la geografia che diventano punti di ancoraggio nelle opere di Nicole Voltan.Apertura: martedì - sabato 10:30 - 19:00
  dettagli Robin Seir Robin Seir

mostra rvbarts mythsandlegends

06/12/2018 - 26/01/2019Arte contemporanea

MYTHS AND LEGENDS

RvB Arts è lieta di presentare la sua mostra natalizia MYTHS AND LEGENDS: un viaggio artistico nell’avvincente mondo dei miti e delle leggende dove il visitatore è invitato a perdersi fra passioni, misteri, lotte e bellezze…Le civiltà antiche – ciascuna in un proprio modo – hanno osservato e interpretato la natura in tutte le sue forme e in tutte le sue manifestazioni cercando di dare una risposta alle domande fondamentali dell’uomo. I miti e le leggende che ne sono derivati hanno esercitato un enorme fascino sull’immaginazione di artisti di ogni epoca e tempo. A dimostrazione del fatto che l’uomo, da sempre, ha bisogno di rapportarsi al sacro, così come l’artista ha la necessità di plasmarlo e di dargli una forma.Con opere che vanno dalla pittura, alla scultura, al disegno, alla fotografia, ognuno dei 12 artisti coinvolti dà una visione del tutto personale del tema. Il pittore e scultore romano Bato ha scelto come soggetto la balena, una creatura che ha dato vita a un vero immaginario mitologico e leggendario. Invece, con una resa quasi iperrealista, l’artista inglese Justin Bradshaw si concentra su Lucrezia, figura mitica della storia di Roma, violentata da un figlio del re Tarquinio. Lorenzo Bruschini, già noto per opere che coniugano la dimensione del sogno e del mito, rivisita l’antica Grecia; mentre la pittrice Lucianella Cafagna, annoverata dall’Enciclopedia Treccani tra i venti artisti contemporanei più rilevanti del panorama italiano, pesca nelle tradizioni norrene per rappresentare divinità come Freya, la dea dell’amore e della bellezza. Lo scultore Alessio Deli, che ha opere collocate in numerosi spazi pubblici, afferma con le sue sculture e foto che il mondo fragile di oggi ha bisogno più che mai di divinità e eroi. Fantini offre invece una sua interpretazione ‘pop’ dell’iconografia greca attraverso ninfe contemporanee; e Gianlorenzo Gasperini, le cui opere sono state parte della collezione permanente dell’Opera Gallery di New York, presenta la sua già nota scultura David in bronzo. Octavia Monaco, che insegna Illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, esprime una visione influenzata dai miti e dalla simbologia orientale. Vera Rossi, selezionata quest’anno per una personale alla Mia Photo Fair di Milano con la galleria Antonia Jannone e adesso artista della Galleria Forni di Bologna, propone le sue finestre su plexiglass che aprono come dei varchi sulle ambientazioni naturali in cui sembrano accaduti avvenimenti mitici.La mostra comprende anche tre giovanissimi talenti: Mihail Dinisiuc, artista della Moldavia, che richiama all’arte classica con opere quasi tridimensionali, cariche di erotismo e eroismo; Giuliano Macca, artista siciliano, che con ritratti ‘splittati’ densi di colore indaga sulla solitudine delle figure divine; e Alessandro Sicioldr, che ha già attirato l’attenzione internazionale e partecipa con delle opere esposte alla Biennale Disegno Rimini 2018.
Apertura: martedì - sabato 11:00 - 13.00 16:00 - 19:00 o su appuntamento.
  dettagli Mostra Mostra

mostra majaarte zodiaco2018

04/12/2018 - 02/02/2019Arte contemporanea

ZODIACO. Dodici artisti per dodici Segni.

In occasione del compimento del quinto anno di attività, la MAC Maja Arte Contemporanea festeggia martedì 4 dicembre 2018 inaugurando la collettiva dal titolo Zodiaco.
In questa prima edizione di quello che sarà un appuntamento a cadenza annuale avente per tema le costellazioni zodiacali, la curatrice Daina Maja Titonel ha invitato dodici artisti, eterogenei per nazionalità, mezzi espressivi ed esperienze artistiche, ad esprimere con un'opera il proprio Segno componendo così uno Zodiaco completo.
Tra questi: Bruno Ceccobelli, Francesco Bancheri, Pierpaolo Lista, Ria Lussi, Carlo Alberto Rastelli e Karine Rougier, sono alla loro prima collaborazione con la MAC. Completano l'elenco Margareth Dorigatti, Lino Frongia, Angelo Titonel, Rodolfo Villaplana, Gaetano Zampogna e Tadija Janicic, già esposti in galleria in precedenti occasioni.
Apertura: martedì - venerdì 15,30 - 20,00; sabato h. 11,00 - 13,00 / 15,00 - 19,30 chiuso lunedì e festivi altri orari su appuntamento.
  dettagli Mostra Mostra

mostra gallerialombardi stradediroma

01/12/2018 - 22/12/2018Arte contemporanea

Passeggiando per le strade di Roma

Una passeggiata nel tempo attraverso Roma, dagli anni 40 ad oggi. Da via Cavor passando per Piazza del Popolo per arrivare a San Lorenzo. Un omaggio alla pittura e scultura che amiamo e che abbiamo fin da piccoli imparato ad ammirare. Iniziando con la scuola di Via Cavour: “Pericle Fazzini , Virgilio Guzzi, Antonietta Raphael Mafai, Roberto Melli, Luigi Montanarini, Fausto Pirandello, Giovanni Stradone e Alberto Ziveri”. Passando per la scuola di Piazza del Popolo: “Franco Angeli, Tano Festa, Mario Schifano, Pino Pascali”. Per arrivare ai giorni nostri con La Nuova Scuola Romana, Gianni Dessì , Giancarlo Limoni , Piero Pizzi Cannella, Marco Tirelli.
Apertura: martedì - sabato 11:00 - 19:00.
  dettagli

mostra valentinabonomo variationwithinrepetition

dal 30/11/2018Arte contemporanea

Variation within Repetition

Mostra personale di Mohamed Larbi Rahhali e M'Barek Bouhchichi, due artisti che partendo dal Marocco si sono affermati a livello internazionale, esponendo in città come Parigi, Marsiglia, New York, Amman, Barcellona.
Attraverso la sua visione sensibile e poetica, Mohamed Larbi Rahhali crea nuovi universi, dando l’opportunità di vedere il mondo come lui stesso lo percepisce. Simboli e segni giocano su diversi sistemi di valori mettendo in luce una memoria e testimoniando la storia coloniale condivisa tra il Marocco e la Spagna.
Mohamed Larbi dipinge, disegna, incolla e assembla oggetti comuni - il più ricorrente è la scatola di fiammiferi - lavorati o semplicemente uniti tra loro, per creare I suoi microcosmi, semi-sogni e semi-realtà.
Parole e poesia contraddistinguono le creazioni di Bouhchichi ispirate alle canzoni e ai movimenti ripetitivi dell’Imdyazen, una compagnia di poeti e attori itineranti originari delle zone rurali, che utilizzano lo Shilha, una delle tre lingue berbere parlate in Marocco.
Bouhchichi basa il suo lavoro sull’esplorazione dei limiti interiori e sulla capacità dell’essere umano di avventurarsi verso l’altrove, oltre se stesso.
Apertura: martedì - sabato 15:00 - 19:00
  dettagli

mostra monitor benedikthipp

22/11/2018 - 15/01/2019Arte contemporanea

BENEDIKT HIPP, Abisso Calipso

L’artista Benedikt Hipp presenta una serie di lavori pensati per gli spazi della galleria, sviluppando una inedita sinergia tra i suoi lavori pittorici e la componente installativa di un corpo di sculture realizzate in collaborazione con l’artista Lisa Reitmeier.
La ricerca pittorica di Hipp eludendo la distinzione tra astratto e figurativo, evocazione dei millenari ex voto che da sempre fanno parte della ricerca dell’artista e del suo storico personale, palesandosi nelle forme antropomorfe presenti in alcuni dipinti e negli oggetti che ricordano in alcuni casi altari sacrificali ed offerte votive.
Ciò che ne scaturisce è un’opera corale che vuole rappresentare l’origine della vita naturale; al centro di tutto, l’uomo (l’anthropos) fautore delle sue progressive sorti ma anche della sua ineluttabile rovina.
Apertura: martedì - domenica 13:00 - 19:00.
  dettagli Mostra Mostra Benedikt Hipp Benedikt Hipp

mostra galleriarusso disegnoitaliano900

22/11/2018 - 15/12/2018Arte contemporanea

Disegno Italiano del Novecento

Il disegno è il momento più alto dell’atto creativo di un artista: al di là della tecnica o del materiale usato, cristallizza per sempre lo spirito creatore immaginifico, l’istante in cui la vera anima di un’opera d’arte si svela attraverso un puro tratto lineare o, al contrario un abbozzo di rapida stesura.
Un’esposizione cronologica che affronta tutto il Novecento attraverso i tratti geniali dei più rappresentativi artisti italiani del XX secolo, dagli inizi fino alle esperienze più contemporanee..
Il disegno sarà una linea pura per Modigliani, incessante sperimentazione sul dinamismo per Balla, il “demone delle cose” per De Chirico, il momento creativo più autentico per Sironi.
Apertura: lunedì 16:30-19:30; martedì - sabato 10:00-19:30.
  dettagli

mostra microexpo veronicaferari

23/11/2018 - 25/11/2018Arte contemporanea

Un lungo weekend tra le stelle

Uno sguardo al cielo con Veronica Ferrari, artista tra le stelle, che indaga il tema dell'infinito tra "giochi di stelle", congiunzioni e pianeti. Un viaggio avvincente nel blu con un'opera per ogni segno zodiacale.
Il gioco è l'approccio all’arte di Veronica Ferrari dove tutto è gioia, ogni volta è una sfida, un andare oltre, fino a superare limiti tecnici.
Apertura: venerdi 15:00-18:00; sabato 11:00-20:00; domenica 10:00-12:00.
  dettagli Veronica Ferrari Veronica Ferrari

mostra magazzino yanxing

fino al 05/01/2019Arte contemporanea

YAN XING, Treatise on Ancient Design

Magazzino e? lieta di annunciare l’apertura della nuova stagione espositiva 2018/2019 con la prima mostra personale in Italia dell’artista cinese Yan Xing, intitolata Treatise on Ancient Design. .
La ricerca artistica di Yan Xing comprende l’uso di diversi media: performance, fotografia, video ed installazioni che, intrecciandosi, danno vita ad articolate storie dall’effetto sconcertante ed enigmatico. L’artista attinge a diverse fonti ed immaginari, unendo indistintamente la tradizione cinese alla storia occidentale. Ne risulta un apparato complesso e stratificato, governato da una logica apparentemente ingovernabile in cui si fa strada una riflessione critica sulle modalita? di trasmissione e rappresentazione della storia. Yan Xing ha condotto una lunga e approfondita indagine sulla commistione tra letteratura, storia e teoria dell’arte, dalla quale ha elaborato una sua personale narrativa. Nei suoi lavori ricorrono spesso temi legati al pessimismo, alla riluttanza, all’ordine, e all’intricato modo in cui si relazionano tra di loro.
Apertura: martedì - sabato 11.00 - 20.00
  dettagli Yan Xing Yan Xing  

mostra francescaantonini enricotealdi

15/11/2018 - 09/02/2019Arte contemporanea

Enrico Tealdi - CONCERTO PER CARILLON

Francesca Antonini Arte Contemporanea è lieta di presentare la seconda mostra personale in galleria di Enrico Tealdi (Cuneo, 1976).
L’artista ha concepito in questa occasione un progetto modulato appositamente per lo spazio espositivo, in cui alle carte leggere e intime che contraddistinguono la sua ricerca si affiancano opere di grande formato e installazioni ambientali. Una serie di lavori inediti, dedicati al paesaggio che si fa visione, ricordo e atmosfera sognante.
Il titolo della mostra Concerto per carillon, introduce la volontà alla base del progetto: un gioco di risonanze e cambi di scala, in cui al raccoglimento dei piccoli paesaggi fa da contrappunto una grande tela sospesa nello spazio — quasi una quinta di ispirazione teatrale — un fondale che amplifica la portata della visione dell’artista e spinge lo spettatore a entrare in un nuovo rapporto fisico con l’opera.
Apertura: martedì - venerdì 12.00 - 19.00
  dettagli Mostra Mostra Enrico Tealdi Enrico Tealdi

mostra galleriacembalo alainfleischer

27/10/2018 - 19/01/2019Arte contemporanea

Je ne suis qu'une image

La Galleria del Cembalo propone una mostra di ampio respiro dedicata all’opera dell’artista francese Alain Fleischer: Je ne suis qu’une image. Attraverso un’articolata ed esaustiva selezione di fotografie e video, l’esposizione ripercorre tutta la carriera dell’artista, dai primi lavori degli anni settanta fino ai più recenti.
Alain Fleischer è un artista multidisciplinare, la cui produzione è tanto eclettica quanto prolifica. Lontano da qualsiasi trasversalità disciplinare, Fleischer utilizza ogni mezzo di espressione nella sua specificità. Non può essere definito “uno scrittore che fa film” oppure “un cineasta che fa l’artista”, né “un fotografo che fa video” ma uno scrittore, un cineasta, un fotografo. La sua produzione annovera più di 50 libri, 350 film e innumerevoli video, fotografie e installazioni.
Apertura: dal mercoledì al venerdì: 15:30 - 19:00 /sabato: 11:00 - 19:00
  dettagli

mostra gallerialaoocoonte leoncillo

29/10/2018 - 31/12/2018Arte contemporanea

Leoncillo. Le Carte e le Ceramiche

Leoncillo Leonardi (1915-1968) è tra i massimi scultori italiani del ‘900 e certamente il principale innovatore nell’ambito della ceramica, avendola elevata a materiale esclusivo della sua arte, quindi estraendola dagli scaffali dei negozi dell’artigianato, per porla sui piedistalli e nelle vetrine dei più importanti musei d’arte contemporanea.
Le sculture in ceramica, appartenenti alla fase che si chiude con la fine della II guerra mondiale (1939-1945) e successivamente a quella neocubista (1946-1957), affiancate da un nucleo di disegni che illustrano tali fasi dell’attività di Leoncillo.
Disegni dell’ultimo decennio dell’artista, morto nel 1968 a 53 anni, in cui egli abbandonò ogni motivo iconico per dar forma a corpi di materia - sempre terracotta - dall’aspetto minerale, in cui il taglio, la frattura, l’apparenza della combustione, la suggestione di sangue o di lava restituita dagli smalti, danno ad essi una vitalità drammatica.
  dettagli Mostra Mostra

mostra galleriaedieuropa pinopascali

20/10/2018 - 19/01/2019Arte contemporanea

Pino Pascali. Geniale fluidità

Con più di quaranta opere tra pittura (collages, smalti, pastelli, bitume, encausto) e scultura (stoffa, cartone, metallo, masonite), la mostra vuole rendere omaggio al geniale e poliedrico artista pugliese, uno dei più importanti esponenti dell’arte povera italiana. Scultore, scenografo, grafico pubblicitario e performer, Pino Pascali è noto al pubblico e alla critica internazionale per aver saputo coniugare, in modo geniale e creativo, forme primarie e mitiche della cultura e della natura mediterranee, con le forme infantili del gioco e dell'avventura.
La mostra intende dunque porre l’accento sulla poliedricità tematica e creativa dell’artista, capace -come pochi- di esprimersi attraverso linee espressive così diverse fra loro.
Il materiale raccolto è la testimonianza di un percorso graduale, costante e determinato alla ricerca di un sintetismo giocato sul rigore della forma e sulla fantasia infantile che in Pino coabitano insieme.
Apertura: dal lunedì al venerdì, ore 11:30 – 19:00.
  dettagli Mostra Mostra Pino Pascali Pino Pascali

mostra ericafiorentini ginomarotta

16/10/2018 - 10/02/2019Arte contemporanea

Il favoloso mondo di Gino Marotta

Gino Marotta debutta nel 1957 con una mostra personale presentata da Emilio Villa alla Galleria Montenapoleone di Milano, dove espone una serie di soggetti, stili e tecniche diversi (arazzi, encausti, velatini e amalgami di sabbia).
Dalla metà degli anni '60 Gino Marotta mostra un'attenzione sempre più marcata verso nuovi materiali chimici / industriali, in particolare per il metacrilato, comunemente noto come perspex.
L'artista utilizza poeticamente questo materiale ipertecnologico acquisendo universi lirici popolati da alberi, animali, fulmini e cieli stellati.
Apertura: dal lunedì al venerdì, ore 10:30 -19:30 / sabato, ore 10:30-13:30.
  dettagli Gino Marotta Gino Marotta

mostra galleriacasolideluca marcelduchamp

13/10/2018 - 22/12/2018Arte contemporanea

BY OR OF MARCEL DUCHAMP OR RROSE SÉLAVY

Marcel Duchamp è stato uno degli artisti più influenti del Novecento, e data l’unicità del suo pensiero, può essere considerato il grande innovatore dell’arte.
La mostra presenta oltre 100 pezzi, tra opere, brochure, inviti, manifesti, libri, e il solo readymade a non aver avuto edizioni successive, restando dunque un pezzo unico, Porta: 11, rue Larrey (1927), esposto a Roma per la prima volta in questa occasione.
Uno dei maggiori apporti di Duchamp all’arte contemporanea è l’inserimento e l’utilizzo del fattore caso nel processo artistico. Questo è evidente se si analizza un’opera straordinaria come La Mariée mise à nu par ses célibataires, même, anche detta Grande Vetro.
La mostra raccoglie anche uno straordinario insieme di fotografie realizzate da Duchamp, da Man Ray e da Ugo Mulas, e la collezione completa delle acqueforti create dall’artista per illustrare la realizzazione delle singole parti del Grande Vetro e il tema degli amanti, come continuazione del tema, appunto, del Grande Vetro.
Apertura: dal martedì al sabato, ore 10:00 – 19:00.
  dettagli

mostra emmeotto renzobellanca

18/09/2018 - 04/02/2019Arte contemporanea

THE JOURNEY

In mostra opere realizzate da Renzo Bellanca negli ultimi anni, di nuova produzione e interventi site specific dove si trovano e si riscoprono tematiche che caratterizzano la produzione dell’artista: l’interpretazione della materia, l’idea di stratigrafia, il sovrapporsi di elementi fisici, emozionali e mentali, la contaminazione tra vissuto, presente e memoria che danno vita alla Storia e alla linea del Tempo, la mitologia, il viaggio.
Il concetto del viaggio è qui inteso come passaggio da una destinazione all’altra, ininterrotto percorso attraverso le esperienze dell’esistenza in una mutazione sempre nuova, Le opere di Renzo Bellanca affiorano da una dimensione tra realtà e inconscio, immaginazione e narrazione, migrazione fisica e intellettuale, un’esplorazione di mondi “altri” al di fuori del “sé” e del “qui e ora”.  dettagli

mostra artforumcapena aeiou

11/02/2017 - 26/01/2019Arte contemporanea

“A.E.I.O.U.: da Klimt a Wurm - L’arte austriaca nella Collezione Würth”

In esposizione un’ampia scelta tra dipinti, opere grafiche e sculture di più di trenta artisti, iniziando da Gustav Klimt, Oskar Kokoschka, Rudolf Ribarz, Carl Fahringer, passando per la vasta produzione artistica austriaca del XX secolo, con figure quali Friedensreich Hundertwasser, Rudolf Hausner, Hermann Nitsch, Arnulf Rainer, Alfred Haberpointner, Alfred Hridlicka, Peter Pongratz, fino ad arrivare agli esponenti più giovani come Erwin Wurm, Markus Redl e Markus Hofer.
Il titolo della mostra strizza l’occhio al motto mistico, che l’imperatore Federico III nel XV secolo fece inserire nel suo stemma, nelle iscrizioni, negli inventari ed edifici da lui commissionati. Un motto misterioso e mai chiarito del tutto, che punta l’attenzione su un Paese che ha avuto spesso un ruolo centrale nella storia europea, come confermato dalle recenti elezioni presidenziali.
Apertura: dal lunedì al sabato, ore 10:00 - 17:00; domenica e festivi chiuso.  dettagli

mostra gagosian sarahsze

13/10/2018 - 12/01/2019Arte contemporanea

SARAH SZE

In mostra i lavori dell’artista americana Sarah Sze; nel suo lavoro multimediale, spazio, oggetti e immagine sono scomposti in frammenti che orbitano attraverso molteplici dimensioni. Le sue installazioni scultoree rivelano la coesistenza di percezione e conoscenza: una vorticosa varietà di materiali, sia inerti che organici, dà vita ad intricati sistemi che implodono e si espandono – come diorama atomici o l’apocalisse del regno digitale. Con la video-installazione Half Moon (2018), l’artista trasforma l’ovale della galleria in una grande lanterna magica sospesa tra i mondi della scultura e del ?lm.
Nella nuova serie di dipinti, complessi quanto le installazioni per cui l’artista è famosa, Sze traduce il sottile linguaggio della scultura in un’immagine bidimensionale. Qui, staticità e vortici cosmici emergono dal materiale d’archivio e dal lavoro quotidiano dell’artista nel suo studio.
Apertura: da lunedì a venerdì, ore 10:30 – 19:00.
  dettagli Mostra Mostra Sarah Sze Sarah Sze

Galleria della Tartaruga 01/12/2018 - 11/12/2018

mostra galleriatartaruga paololattanzi

Paolo Lattanzi “Un viaggio nel colore”

La Galleria della Tartaruga, a due anni dalla sua prematura scomparsa, ospita una mostra personale di acquarelli di Paolo Lattanzi, grazie al prezioso contributo della moglie Laura e del fratello Bruno.
Come descrivere la pittura di Paolo Lattanzi se non confermando parole scritte già anni addietro: “…Acquarelli sempre brillanti, mai colori stonati, una pittura che si può definire sicuramente solare, acquarelli sempre supportati da solide basi di disegno, disciplina nella quale, a mio giudizio, Paolo giganteggia. Panorami di Roma, scorci di paesi nostrani o molto lontani dalle nostre visioni, paesaggi marini, ci parlano della sua sensibilità e del suo carattere. Ogni volta rimango ammirato dalla sua straordinaria abilità e rapidità di esecuzione, caratteristiche queste che, riportate nell’acquarello ne fanno uno dei nostri migliori interpreti di questa difficilissima e raffinatissima tecnica.”
O anche come abilmente scrive Nicolina Bianchi: “Dimensioni e distanze raccolte in un riflesso o in un raggio di luce. Realtà fissata nell’incanto di un sogno in annotazioni d’effetto di sottile poesia.. Un artista che sa cogliere, con una intensa complicità emotiva, l’inafferrabile significato del colore, nelle indimenticabili vedute d’ambiente dei numerosi viaggi.”
Apertura: martedì - sabato 10.00 - 13.00 / 16,30 - 19,30 chiusura lunedì mattina, domenica e giorni festivi.
  dettagli Mostra Mostra

Dorothy Circus Gallery 07/12/2018 - 

mostra dorothycircus travislouie

“The Miniature Show”

Il celebre artista americano Travis Louie curerà e parteciperà a The Miniature Show, una collettiva di originali dipinti in miniatura creati da diversi artisti internazionali, tra cui Amy Sol, David Welker, Lola, Keith Weesner, Eric Joyner, Camilla D’Errico, Luke Chueh, Brandi Milne, Tristan Elwell e molti altri.
L’immaginario vintage e polveroso e l’umore drammatico provengono dall’uso degli acrilici in bianco e nero su disegni di spessa grafite e basi levigate; questi materiali danno vita a scenari sognanti fatti di magia e polverose e buie favole da leggere nel silenzio di una stanza poco illuminata.
Apertura:martedì - venerdì 10,30 - 18,30; sabato 11,30 - 20,00
  dettagli

Edarcom Europa 01/12/2018 - 12/01/2019

mostra edarcom collettivafineanno2018

Collettiva di fine anno

Come ogni anno, tutta la superficie espositiva sarà allestita al fine di poter dare la più ampia visibilità a dipinti, opere grafiche e sculture di ciascuno degli oltre quaranta artisti presenti in catalogo. Oltre 400 le opere in mostra di molti tra i più significativi artisti attivi dalla seconda metà del '900 ai nostri giorni.
Un’occasione unica per chi voglia avvicinarsi all'arte contemporanea nelle sue molteplici forme e tecniche, resa ancora più preziosa dalla decisione presa da Gianfranco e Francesco Ciaffi che, per tutta la durata del weekend inaugurale, proporranno, a coloro che interverranno, condizioni di acquisto particolarmente vantaggiose.
Apertura: lunedì - domenica 10,30 - 13,00 e 15,30 - 19,30 (fino al 23 dicembre)
  dettagli

Galleria della Tartaruga 01/12/2018 - 11/12/2018

mostra galleriatartaruga paololattanzi

Paolo Lattanzi “Un viaggio nel colore”

La Galleria della Tartaruga, a due anni dalla sua prematura scomparsa, ospita una mostra personale di acquarelli di Paolo Lattanzi, grazie al prezioso contributo della moglie Laura e del fratello Bruno.
Come descrivere la pittura di Paolo Lattanzi se non confermando parole scritte già anni addietro: “…Acquarelli sempre brillanti, mai colori stonati, una pittura che si può definire sicuramente solare, acquarelli sempre supportati da solide basi di disegno, disciplina nella quale, a mio giudizio, Paolo giganteggia. Panorami di Roma, scorci di paesi nostrani o molto lontani dalle nostre visioni, paesaggi marini, ci parlano della sua sensibilità e del suo carattere. Ogni volta rimango ammirato dalla sua straordinaria abilità e rapidità di esecuzione, caratteristiche queste che, riportate nell’acquarello ne fanno uno dei nostri migliori interpreti di questa difficilissima e raffinatissima tecnica.”
O anche come abilmente scrive Nicolina Bianchi: “Dimensioni e distanze raccolte in un riflesso o in un raggio di luce. Realtà fissata nell’incanto di un sogno in annotazioni d’effetto di sottile poesia.. Un artista che sa cogliere, con una intensa complicità emotiva, l’inafferrabile significato del colore, nelle indimenticabili vedute d’ambiente dei numerosi viaggi.”
Apertura: martedì - sabato 10.00 - 13.00 / 16,30 - 19,30 chiusura lunedì mattina, domenica e giorni festivi.
  dettagli Mostra Mostra

Matèria Gallery 29/11/2018 - 26/01/2019

mostra materiagallery grassisgreener

Grass is greener

La galleria Matèria presenta Grass is greener, un progetto espositivo internazionale con due artisti che lavorano attraverso due forme fondamentali dell’ arte visiva: Giulia Marchi con la fotografia e Magnus Frederik Clausen con la pittura.
La prima fase del progetto consisteva in uno scambio di materiali visivi, testi, citazioni e riferimenti che si svolgevano online e che consentiva ai due artisti, che non avevano mai collaborato prima, di trovare una linea di lavoro comune. Da questo dialogo, che si è svolto nell'arco di un anno e mezzo, la centralità del binomio "presentazione vs. rappresentazione" è emerso come i due poli della sfera d'azione in cui l'artista visivo si muove nella sua traduzione della realtà. In altre parole, assumendo il mondo esterno come "livello zero" nella creazione dell'immagine, l'artista visivo può operare fondamentalmente in due modi: interpretandolo linguisticamente o presentandolo così com'è.
Apertura: martedì - sabato 11:00 - 20.00
  dettagli Mostra Mostra Giulia Marchi Giulia Marchi Magnus Frederik Clausen Magnus Frederik Clausen

Galleria d’arte Marchetti 20/11/2018 - 28/02/2019

mostra galleriamarchetti francoangeli

Franco Angeli - Il velo di Maya

L’esposizione presenterà un percorso antologico dell’opera del grande pittore romano Franco Angeli, nato a Roma nel 1935 e ivi scomparso nel 1988, sviluppato attraverso una selezione di significativi lavori divisi tra tele e opere su carta, incluse quelle realizzate sui fogli di giornale applicati su tela dall’artista.
Il percorso conoscitivo della storia e della poetica di Franco Angeli si aprirà con una piccola e preziosa opera, datata 1960, dal ‘carattere’ Informale: Senza titolo, tecnica mista e garza su masonite; per proseguire con la tela Trasparenza sempre dell’anno 1960, eseguita in tecnica mista su tela con garza, che introdurrà ai lavori con il velatino. Oltre alle tele degli Anni ’60, ‘70 e ’80, la mostra accoglierà una considerevole raccolta di opere su carta datate tra 1959 e il 1980. Ogni opera in mostra racconta l’impegno politico e ideologico di Franco Angeli manifestato da una ripetizione iconografica, ordinata e ossessiva, di frammentati simboli di potere (aquile, stelle, svastiche, croci, falci e martelli…).
Apertura: lunedì 16.30 -19.30, martedì - sabato 10.30 - 13.00 e 16.30 - 19.30.
  dettagli

Nero Gallery 24/11/2018 - 12/01/2019

mostra nerogallery identity

IDENTITY

Nero Gallery è lieta di presentare “Identity”, mostra collettiva che raccoglie 14 artisti, italiani e internazionali, ognuno dei quali è chiamato ad esplorare il concetto di identità.
In un clima sociale attualmente teso, Nero Gallery invita gli artisti ad esprimere la propria visione su un tema paradossale e difficile da decifrare. In effetti l’identità non può essere definita in modo univoco, è una realtà individuale o collettiva. Può essere intesa come il frutto del proprio bagaglio di esperienze, che siano corporee, emotive, interpersonali, oppure come sentimento collettivo, come senso di appartenenza ad un gruppo, idea che si realizza inevitabilmente attraverso la creazione di confini e frontiere nei confronti degli “altri”. L’identità si costruisce confrontando le similitudini e accentuando le differenze, definendo il Sé e l’Altro, l’appartenenza e l’estraneità.
Apertura: martedi - domenica 16:00 - 20:00.
  dettagli

Galleria Varsi 01/12/2018 - 12/01/2019

mostra galleriavarsi waone

Waone / This art is too smart

Vladimir Manzhos, aka Waone, nato nel 1981 in Ucraina, vive e lavora a Kiev. La sua passione per l’arte simbolica proviene dalla sua famiglia, e in particolare dalla collezione paterna di arte locale e di icone ortodosse il cui simbolismo millenario dal tratto netto e deciso ne influenzano lo sviluppo artistico.
Nel 1999 inizia a dipingere graffiti e dal 2005 al 2016 crea con Aec Interesni Kazki il duo di muralisti Interesni Kazki (“Fiabe interessanti”), per poi continuare la sua attività da solo. Come dichiara Waone, “… posso dire che nei nostri pezzi usiamo argomenti mistici, religiosi, mitologici, storici. Mi piace il simbolismo in generale e mi piace creare i miei simboli”.
Ed è proprio l’uso dei simboli che lo spinge a elaborare un suo linguaggio personale, il cui stile lineare particolarmente elegante alterna tratti bianchi e neri a tecniche dai colori nitidi e puliti, manifestando il suo stile inconfondibile.
Apertura: martedì - sabato 12:00 - 20:00 e domenica 15:00 - 20:00
  dettagli Waone Waone

Rossoventisette 24/11/2018 - 22/12/2018

mostra rossoventisette obey

Shepard Fairey aka Obey-Make art not war

Rosso20sette arte contemporanea presenta Shepard Fairey aka OBEY, considerato uno dei più noti e influenti street artist contemporanei, con la mostra Make art not war che prende il titolo da una sua famosa opera. La fama di OBEY raggiunge l’apice nel 2008, quando realizza il poster HOPE con il volto di Barack Obama per le elezioni presidenziali negli Stati Uniti (poi acquistato dalla U.S. National Portrait Gallery).La mostra sarà composta da 55 opere serigrafiche numerate e firmate dall'artista, in vendita, provenienti da una collezione privata che che va dal 1998 ad oggi, un percorso di 20 anni dove saranno presenti in mostra opere storiche come Mail man, Giant Air Worldwide, Big Brother, Obey Air, Love unites, Angela Rought la famosa opera che da il titolo alla mostra Peace girl.
Apertura: martedì - sabato 11:00 - 19:30, domenica 11:00 - 14:00.
  dettagli Obey Obey

Dorothy Circus Gallery 24/11/2018 - 23/12/2018

mostra dorotycircusgallery

“Range Ta Chambre” By Seth

Con questa nuova esposizione dal carattere unico, curata per noi da Stefano Antonelli, celebriamo insieme al nostro pubblico internazionale l’esperienza del surreale e la ritrovata libertà d'immaginazione, codici visivi e concettuali che da sempre distinguono la linea curatoriale della DCG. Rafforzando nuovamente il legame tra le due sedi della DCG, invitiamo i nostri spettatori in un viaggio da Roma a Londra e viceversa, alla scoperta del dinamico diario d’Artista di S.E.T.H. e del poetico dialogo che si legge tra le righe dei suoi racconti su tela. Ed in questa occasione inaugureremo inoltre la grande apertura della sede permanente Londinese in Marble Arch.
Julien Malland, alias S.E.T.H., è uno dei più amati e rinomati street artist della nostra epoca contemporanea. Nato a Parigi, Julien Malland ha studiato presso l'Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi (ENSAD) e, nel 1972, ha iniziato a dipingere murales nel 20esimo arrondissement di Parigi sotto il nome di Seth. Si è fatto conoscere tra gli artisti di graffiti parigini creando personaggi che si distaccavano dall’iconografia classica della Urban Art francese.
Apertura:martedì - venerdì 10,30 - 18,30; sabato 11,30 - 20,00
  dettagli

The Orange Garden 15/11/2018 - 15/12/2018

mostra theorangegarden harifguzman

No Experience Necessary by Harif Guzman

The Orange Garden è lieto di presentare No Experience Necessary, la prima mostra personale in Italia dell'artista Venezeulano Harif Guzman (b. 1975). La mostra presenterà una nuova serie di disegni e opere in grande scala concepiti durante la permanenza dell'artista a Roma. Mentre gli artisti che lavoravano negli anni '60 cercavano di attribuire un significato agli oggetti quotidiani, Guzman punta a dare un significato alle esperienze di vita reale, qualcosa che oggi, nell'era dello smartphone, diventa sempre più difficile.
Apertura: martedì - sabato 14:00 - 19:00
  dettagli Harif Guzman Harif Guzman

Galleria Berardi 15/11/2018 - 05/01/2019

mostra galleriaberardi veduteroma

Vedute di Roma e la sua campagna

La mostra Vedute di Roma e della sua campagna. Da Hackert a Trombadori intende ripercorrere l'attività dei maestri impegnati a raffigurare la città eterna dalla fine del Settecento alla prima metà del Novecento. Maestri quali Hackert o Labruzzi riprendono la tipica impostazione del vedutismo di matrice illuminista, mentre altri pittori come Martin Verstappen introducono all'inizio dell'Ottocento il metodo di studio compiuto all'aria aperta; lungo il corso del XIX secolo altri pittori, spesso stranieri quali Strutt o Knebel, elaborano un modello di veduta per la ricca clientela borghese di passaggio nella città eterna.
Apertura: lunedì - venerdì 10:00-13:00 e 16:00-19:00.
  dettagli Mostra Mostra

Medina Roma Arte 16/11/2018 - 22/11/2018

mostra studiomedina vincintoriarte

I vincitori del Premio Art-e 2017

L’esposizione rappresenta un sicuro punto di arrivo della promozione professionale degli artisti, in una galleria affermata nel campo delle esposizioni di Arte contemporanea e facente parte della rete promozionale/commerciale del SEAC.
Nella mostra saranno presenti anche le opere che hanno ricevuto la MENZIONE SPECIALE PREMIO ART-E 2017, degli Artisti: Maurizio IAZEOLLA, Daniela FOSCHI e Francesco DI MEOLA.
Apertura: lunedì - venerdì, ore 10:00-13:00 e 15:00-19:00.
  dettagli Mostra Mostra

Corso440 09/11/2018 - 08/01/2019

mostra corso440 juanniwang

Tian Kong - Sul cielo. Opere di Juanni Wang

Juanni Wang è considerata tra le pittrici più interessanti del panorama sempre più numeroso e attivo di artisti che dopo aver studiato in Cina si specializzano in Italia presso le nostre Accademie di Belle Arti. Una generazione vivace ed estremamente interessante che si sta affermando anche in Italia.
La mostra presenta 10 opere a olio realizzate negli ultimi due anni dall’artista. Tian Kong è il cielo nella sua accezione puramente naturale, fisica, assolutamente non trascendente. Ciò che interessa Wang è infatti l’aspetto estetico , formale con la sua magica, inquieta mutevolezza.
Apertura: su appuntamento.
  dettagli Juanni Wang Juanni Wang

Visionarea Art Space 06/11/2018 - 11/01/2019

mostra visionareaartspace pierpaolocalzolari

Pier Paolo Calzolari - Il sogno e il segno

Dai primi lavori attorno al 1965 fino ad oggi Calzolari ha seguito un processo di ricerca complesso sotto il segno del pluralismo, evitando ogni forma di ripetizione che non fosse legata alle esigenze del reale. Per la continua capacità di rigenerarsi negli oltre quarant’anni della sua carriera è oggi considerato uno degli artisti più inventivi e vivaci della sua generazione. È qui presentato allo spazio Visionarea Art Space da Luigi De Ambrogi, curatore dell’esposizione e gallerista che a cavallo tra gli anni ’70/’80, ha esposto il lavoro di Calzolari in quattro importanti mostre con un importante lavoro del 1972 insieme ad alcuni rari disegni.Apertura: lunedì - domenica 10:00 - 21:30.
  dettagli

Futurism & Co 11/10/2018 - 11/01/2019

mostra futurism brajofuso

EPIFENOMENI CROMOMATERICI - Brajo Fuso

Brajo Fuso (1899 - 1980), artista eclettico e sperimentatore
originalissimo della materia, e del riuso degli oggetti nella stagione dell’Informale italiano e del New Dada, stimato da critici e poeti come Giulio Carlo Argan e Andrè Verdet, è qui riproposto all’attenzione del mondo artistico con una quarantina di opere storiche affiancate da opere di Alberto Burri, Lucio Fontana, Enrico Prampolini, Andrè Masson e Salvatore Scarpitta.
Apertura: lunedì, ore 14:00-19:30; da martedì a sabato, ore 11:30-19:30.
  dettagli

Z2O 01/12/2018 - 20/01/2019

mostra z2o ibrahimahmed

Ibrahim Ahmed / Burn What Needs To Be Burned

Burn What Needs To Be Burned (2017-2018) è un progetto in cui, attraverso l’impiego di media differenti – che spaziano dalla fotografia, al collage sino alla scultura – diviene fondamentale l’aspetto performativo legato all’archetipo maschile.
L’estetica visiva impiegata in questo corpus di lavori fa riferimento all’architettura, alla religione, alla cultura machista delle automobili, alla storia, alla virilità come atto performativo.
Il culto dell’automobile, da molti pensato come un passatempo per uomini, è stato portato all’attenzione dell’artista sin da bambino; Ahmed ha perciò deciso di approfondire questo topic correlandolo ai suoi coetanei di sesso maschile. Tutto ciò è divenuto lo spunto per una riflessione sulla mascolinità – un rito di passaggio.
I lavori proposti intendono porre in luce le costrizioni collegate all’immagine archetipica del maschio, mettendo al contempo in discussione le origini dei ruoli maschili agiti nel quotidiano attraverso quello che l’artista definisce un percorso di decostruzione della mascolinità.
Apertura: martedì - sabato 13:00 - 19:00
  dettagli IbrahimAhmed IbrahimAhmed

KaleidoCom P.IVA 02063851006