ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Arte Contemporanea

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra tevereterno triumphslaments

Triumphs and Laments

L'esposizione sarà un’opera su larga scala: un fregio lungo 500 metri realizzato rimuovendo la patina biologica dai muraglioni di travertino che costeggiano la banchina del fiume a Roma. L’ambizioso ...   dettagli
mostra maxxi bulgariprize

MAXXI BVLGARI Prize

l MAXXI e Bulgari insieme per la giovane arte contemporanea.
Sono Talia Chetrit, Invernomuto (Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi) e Diego Marcon i 3 finalisti del MAXXI BVLGARI Prize, il progetto ...   dettagli
mostra maxxi artapesjonathasdeandrade

Artapes. Jonathas de Andrade

L’artista Jonathas de Andrade raccoglie e cataloga immagini, testi, storie di vita e materiale sull’architettura e, attraverso la memoria, mette insieme una narrativa personale del passato.
La ...   dettagli
mostra maxxi theindipendent nesxt

THE INDEPENDENT. NESXT

Una mappatura simbolica delle pratiche che orbitano nella galassia della scena nazionale indipendente.
Sul wall dedicato a The independent NESXT propone una selezione di otto progetti di gruppi/spazi ...   dettagli

ROMA CITTÀ MODERNA. Da Nathan al Sessantotto


dal 29 marzo al 28 ottobre
Musei di Villa Torlonia Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

Una rassegna che ripercorre le correnti artistiche protagoniste del ‘900 con in primo piano la città di Roma, da sempre polo d’attrazione di culture e linguaggi diversi.
L’esposizione sarà formata da circa 150 opere, tra dipinti, sculture e grafica, di cui alcune mai esposte prima e/o non esposte da lungo tempo, provenienti dalle collezioni d’arte contemporanea capitoline, in una rilettura ideale della cultura artistica di Roma, una città ipercentrica, seppur multiculturale, nella quale, nei decenni, si sono andate sedimentando diversità e univocità non sempre o non solo in conflitto fra di loro.  dettagli

Arte Contemporanea

mostra gnam bricabrac

16/07/2018 - 14/10/2018

BRIC-à-brac / The Jumble of Growth

Un titolo multilingue e tripartito che analizza e prova a tradurre il contesto contradditorio in cui viviamo. L’esposizione presso il Salone centrale, è a cura di Gerardo Mosquera e Huang Du.
Giocando sull’espressione francese “bric-à-brac”, una giustapposizione eterogenea e disordinata, il progetto espositivo si concentra sulla crescita caotica e conflittuale - "The Jumble of Growth" - dei Paesi in via di sviluppo, in particolare quella dei Paesi BRIC (Brasile, Russia, India, Cina), ed esplora l’espressione artistica di diversi modelli di sviluppo attraverso opere che riflettono le conseguenze sociali e individuali del progresso.
L’esposizione giunge oggi in Italia grazie ad una collaborazione inedita tra il Today Art Museum di Pechino e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.  dettagli

Mostra Mostra

mostra istitutografica graficacinesecontemporanea

12/07/2018 - 30/09/2018

Uno sguardo sulla grafica cinese

In mostra sono esposte le opere dei maggiori incisori cinesi contemporanei, insieme a una selezione di giovani artisti.
Nelle sale del Museo dell’Istituto sono presentate sessantasette opere grafiche, come testimonianza di un grande fermento culturale che si sviluppa intorno all’incisione, linguaggio privilegiato nel dialogo interculturale. L’altissima qualità dei lavori proposti, è affiancata a un grande rigore tecnico, sia nelle scelte più tradizionali, sia nelle sperimentazioni, rivelando in entrambi i casi autonomia estetica e grande capacità espressiva e poetica.
La mostra è a cura di Wang Huaxiang, Direttore della facoltà di grafica dell’Accademia centrale di Pechino, e di Wang Shengwen, Presidente dell’Associazione degli artisti cinesi in Italia.  dettagli

mostra ostiaantica caringrudda

fino al 30/10/2018

Carin Grudda. Fantasie contemporanee ad Ostia Antica

L’area archeologica di Ostia viene disseminata di sculture contemporanee, dell’artista Carin Grudda, che ha interagito col sito, per scegliere dove esporre i sedici bronzi della mostra: Blau-Miau”, “Buffone”, "Fontana Bambina - Qui Altrove", “Fenice”, “Il grande salto”, "Pegaso", “Cerbero”, “Grande Re”, “Le tre Grazie”, “Paul-Orsacchiotto seduto”, “Elfo delle fragole” (che è stata protagonista della mostra tenutasi nel Teatro greco-romano di Taormina), “Galline in corsa” e “Mr. Dog”.
Carin Grudda, una delle più visionarie artiste concettuali contemporanee, realizza le sue sculture come “visioni oniriche, in cui la chiave giocosa alla maniera dadaista si è decantata della componente dissacrante, tipica del movimento artistico”.
L’artista porta negli scavi in maniera ironica, la favola antica, dove ci sono animali e piante, e dove lo scenario della classicità e la realtà sono unite in un patto non infranto tra di loro, in una connessione vera; è come se lCarin Grudda riscoprisse e ci proponesse un Eden, un paradiso perduto, dove tutte le creature, lo scenario dell’arte e dell’antichità sono uniti sullo stesso territorio scenico. Quello che l’artista vuole fermare nelle sue opere di bronzo è una condizione di indeterminatezza, in cui si rispecchia l’insicurezza dell’umanità. Per questo, dietro la prima apparenza di giocosità visionaria, la sua arte è interprete profonda della crisi esistenziale contemporanea.  dettagli

Carin Grudda Carin Grudda

mostra museobilotti joaquinrocarey

05/07/2018 - 04/11/2018

Joaquín Roca Rey. Le forme del mito

Le opere di Roca Rey si liberano dell’involucro preincaico di magia e ritualità (assemblage di ferro, forgiato con evidente realismo e poi alluminio, ottone, acciaio, onice, bronzo, marmo, travertino) senza abbandonare il mito ritrovato nelle forme più avanzate della contemporaneità, come a dire la scultura di Chadwick e di Moore, di Hare e di David Smith, la pittura di Magritte e di Lam, rivisitati nell’architettura di Roma, nel suo rigore e nella sua enfasi, con una visionarietà carica di turbamenti, memorie e sogni.
In esposizione 25 sculture datate 1956–2001 che, evidenziando l’indagine formale, tra mito e ritualità, sono riuscite a cogliere il meglio del linguaggio moderno.  dettagli

Joaquín Roca Rey Joaquín Roca Rey

mostra bibliotecanazionalecentrale pratopagano

07/06/2018 - 13/10/2018

“Prato pagano” e gli anni Ottanta in poesia

Protagonista di questa prima mostra è la poesia degli anni Ottanta, raccontata attraverso l’esperienza della rivista romana “Prato pagano”, ideata e diretta da Gabriella Sica. Dopo i saluti del Direttore Andrea De Pasquale e gli interventi di Eleonora Cardinale e Gabriella Sica, ci saranno le letture degli autori che hanno collaborato alla rivista.
Il percorso espositivo si articola in cinque sezioni illustrative di un’originale esperienza letteraria al centro di un vivace clima di rinnovamento della poesia a Roma negli anni Ottanta, cui ha contribuito in diverso modo una nuova generazione di poeti e artisti al loro esordio, in una pluralità e unità di intenti.
Vengono esposti per la prima volta documenti inediti, oltre a tutti i volumi della collana “Il Melograno”, di «Prato pagano» e dei suoi “Quaderni”, gli autografi di Beppe Salvia, un suo autoritratto e le bozze di stampa della prima opera Estate, gli autografi di Gabriella Sica e la sua macchina da scrivere Olivetti35, testi e foto dei protagonisti di «Prato pagano», le prove di copertina di Giuliano Vittori e Felice Levini, un disegno dell’artista Loretta Surico e infine gli scatti del fotografo dei poeti, Dino Ignani, che ha immortalato la leggendaria festa all’Orto Botanico, il 20 giugno 1985, per la presentazione del primo numero del nuovo «Prato pagano».  dettagli

Mostra Mostra

mostra museobilotti peterkim

22/06/2018 - 04/11/2018

Peter Kim. Sull’orlo della forma

Esposizione dedicata all’artista coreano Peter Kim, che si è formato in Asia e in Europa. Kim sceglie la linea come codice di accesso alle pieghe più profonde del reale. Nel suo lavoro la linea ripetuta è usata come un mantra visivo, un’ossessione gestuale che incide nello spazio e costruisce una ragnatela a cui annettere il reale. Come la goccia che scava la pietra, o come un suono che si espande in gorghi, le linee s’infittiscono fino a coprire il vuoto, recingendolo e dandogli il contorno da cui la figura emerge.
Per questa mostra sono state scelte opere dedicate al tema “del vaso”, insieme a una serie di disegni e ad alcune opere più materiche (matasse informi di fili colorati), poste in una cornice tematica che esalti, al tempo stesso, il carattere del luogo espositivo e la peculiarità di un artista ancora poco conosciuto in Italia.
La ricerca dell’artista è caratterizzata da un costante richiamo ai temi archetipici della memoria, alle fratture del tempo e alle sollecitazioni del presente, con particolare riferimento al rapporto fra natura e cultura.  dettagli

Mostra Mostra Peter Kim Peter Kim

mostra maxxi africanmetropolis

22/06/2018 - 04/11/2018

African Metropolis. Una città immaginaria

In occasione della Seconda Conferenza Italia Africa prevista per il 2018, il MAXXI dedica una grande mostra al continente africano: il progetto, realizzato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, presenta i lavori di circa 40 artisti tra cui Akinbode Akinbiyi, Abdulrazaq Awofeso, Godfried Donkor, Nicholas Hlobo, Adboulaye Konate?, Pascale Marthine Tayou e Amina Zoubir, che riflettono sulle grandi trasformazioni sociali e culturali in atto.
La mostra prevede anche un progetto di committenza con la produzione di nuove opere e progetti site specific. Tra gli artisti coinvolti: Bili Bidjocka, Meschac Gaba, Hassan Hajjaj, Youssef Limoud e James Webb.  dettagli

mostra maxxi roadtojustice

22/06/2018 - 14/10/2018

Road to justice

Nel mondo attuale c’è sempre maggiore disparità nella distribuzione delle risorse e sempre più persone sono soggette a privazioni politico-economiche. In occasione della seconda Conferenza Italia-Africa il MAXXI porta avanti due progetti paralleli: la grande mostra African Métropolis e “Road to Justice”, un progetto sperimentale che integra opere della collezione del museo con altre scelte per questa specifica occasione.
Nei secoli la presunta superiorità dei Bianchi sulle popolazioni autoctone ha giustificato l’oppressione, lo sfruttamento e il depauperamento del territorio. Gli artisti contemporanei sono i depositari di questi avvenimenti e la mostra racconta questo squilibrio, questo trauma e se sia possibile immaginare una sua ricomposizione.  dettagli

mostra bibliotecanazionalecentrale pratopagano

07/06/2018 - 13/10/2018

“Prato pagano” e gli anni Ottanta in poesia

Protagonista di questa prima mostra è la poesia degli anni Ottanta, raccontata attraverso l’esperienza della rivista romana “Prato pagano”, ideata e diretta da Gabriella Sica. Dopo i saluti del Direttore Andrea De Pasquale e gli interventi di Eleonora Cardinale e Gabriella Sica, ci saranno le letture degli autori che hanno collaborato alla rivista.
Il percorso espositivo si articola in cinque sezioni illustrative di un’originale esperienza letteraria al centro di un vivace clima di rinnovamento della poesia a Roma negli anni Ottanta, cui ha contribuito in diverso modo una nuova generazione di poeti e artisti al loro esordio, in una pluralità e unità di intenti.
Vengono esposti per la prima volta documenti inediti, oltre a tutti i volumi della collana “Il Melograno”, di «Prato pagano» e dei suoi “Quaderni”, gli autografi di Beppe Salvia, un suo autoritratto e le bozze di stampa della prima opera Estate, gli autografi di Gabriella Sica e la sua macchina da scrivere Olivetti35, testi e foto dei protagonisti di «Prato pagano», le prove di copertina di Giuliano Vittori e Felice Levini, un disegno dell’artista Loretta Surico e infine gli scatti del fotografo dei poeti, Dino Ignani, che ha immortalato la leggendaria festa all’Orto Botanico, il 20 giugno 1985, per la presentazione del primo numero del nuovo «Prato pagano».  dettagli

Mostra Mostra

mostra gnam realtaequilibrio

18/06/2018 - 03/09/2018

Carlo Lorenzetti / Bruno Conte – Realtà in equilibrio

Carlo Lorenzetti, nella Sala Via Gramsci, presenta 80 tra sculture, disegni e libri d’artistadatati 1956-2014; Bruno Conte, nella Sala Aldrovandi riunisce 80 tra dipinti, sculture, disegni e librid’artista datati 1955-2018.
Le opere di Bruno Conte sono concettuali, ma nella loro forma, ancora meditata, tra equilibrio e squilibrio. Metafisici eventi e oggetti alieni. I "Libri lignei", i "Paginari", contengono dei messaggi. Sensazioni di messaggi, che non essendo espliciti agiscono sottili nelle pieghe del pensiero”.
Negli organismi di Conte e nelle strutture di Lorenzetti, affidati a segni e costruzioni che coniugano perfettamente pittura e scultura, architettura, letteratura e scienza, quindiregistri molteplici e diversi che si sollecitano l’un l’altro, l’immagine si fa anche scrittura, il rilievovolto, l’angolo precipizio, la struttura volta, la piega fauce, la nuvola pensiero oscillante, nella certezza che l’originale armonia plastica sia sempre sostenuta dal dono della poesia.  dettagli

Mostra Mostra Carlo Lorenzetti Carlo Lorenzetti Bruno Conte Bruno Conte

mostra maxxi nicovascellari

09/06/2018 - 02/09/2018

Nico Vascellari. Revenge and descent

Il MAXXI ripropone il riallestimento di Revenge l’opera con cui Nico Vascellari, uno dei protagonisti delle ultime generazioni dell’arte in Italia, ha vinto l’edizione 2007 del Premio per la Giovane Arte Italiana.
Il lavoro, presentato alla Biennale di Venezia dello stesso anno, è un’opera che contiene tutti gli elementi tipici della ricerca dell’artista, come il carattere relazionale, ambientale e performativo e l’uso di mezzi espressivi che vanno dalla tecnologia più avanzata ai materiali più poveri.  dettagli

Nico Vascellari Nico Vascellari


mostra maxxi whensoundbecome

16/03/2018 - 28/10/2018

When sound becomes form

Come il suono progressivamente si è liberato da regole e codici per essere indagato come pura vibrazione? Come le nuove tecnologie elettroniche hanno dato impulso alla nascita di linguaggi artistici innovativi che comprendevano la manipolazione sonora?
Dalle opere dei grandi padri della sperimentazione sonora degli anni Sessanta, Luciano Berio e Bruno Maderna, agli happening ispirati da Fluxus, John Cage e il Gruppo Gitai; dalle poesie sonore di Maurizio Nannucci agli ambienti audiovisivi di Ugo la Pietra e del Gruppo T; e ancora le sperimentazioni e i primi festival degli anni Settanta, il Punk e Carmelo Bene, la diffusione dei computer e le prime opere d’arte interattiva degli anni Ottanta fino ad arrivare ai giorni nostri con collaborazioni eccellenti come quella tra Mimmo Paladino e Brian Eno..  dettagli

mostra casinacivette paolomartellotti

09/06/2018 - 30/09/2018

Bosco magico. Gli alberi sciamanici di Paolo Martellotti

L’esposizione “Bosco magico. Gli alberi sciamanici di Paolo Martellotti” rappresenta bene l’universo artistico del Maestro. Martellotti ha arricchito il Giardino della Casina con sculture di legno di tiglio, abete rosso, quercia, castagno, biancospino. Un intervento che salda cultura e natura.
Scultura che cerca e trova le forme negli alberi prescelti. L’albero come parola a cui dare voce e non l’albero come legno da trasformare in altro da sé. La scultura come strumento per portare in superficie la personalità individuale di ogni albero. Anche la pittura di Martellotti entra in questo gioco di riflessi e specchi. I dipinti su tela (tempere, acrilici, collage, tecniche miste) sono esposti nella Dipendenza della Casina delle Civette che diventa la galleria di ritratti delle sculture. Quadri astratti e figurativi allo stesso tempo. Martellotti, in un gesto, questo sì, sciamanico, ha osato cogliere le espressioni della natura, indovinando i sentimenti nascosti degli alberi e svelandoli con le sue sculture.  dettagli

mostra palazzoaltemps fornasetti

fino al 09/09/2018

Citazioni pratiche. Fornasetti a Palazzo Altemps

La collezione di sculture e gli spazi di Palazzo Altemps, si confrontano con le ventisette incursioni artistiche realizzate da oltre ottocento pezzi di Fornasetti.
La mostra, attraverso i tratti fantastici, giocosi, onirici delle creazioni di Fornasetti, porta in primo piano la duplice anima di Palazzo Altemps. Nato come casa aristocratica, nel 1997 diventa la sede del Museo Nazionale Romano dedicata alla storia del collezionismo antiquario.
Il genio di Piero Fornasetti (1913-1988) e suo figlio Barnaba (1950), fa uso del passato architettonico, archeologico e storico artistico per creare un mondo che non è mai stato.
Disegni, mobili, accessori ripercorrono la produzione dell’Atelier Fornasetti, dagli anni Trenta a oggi, rivelandosi come qualcosa di più di semplici oggetti decorati: “un invito alla fantasia, a pensare”, come raccontava lo stesso Piero, fondatore dell’azienda.  dettagli

Mostra Mostra

mostra tradiziionipopolari impressioniafrica

dal 03/02/2018

Impressioni d'Africa

Questa esposizione vuole raccontare, attraverso dipinti, sculture e oggetti d'artigianato, le peculiarità di una collezione ricca e particolarissima, sulla quale le vicende storiche e culturali seguite alla seconda guerra mondiale e alla fine del colonialismo, hanno calato un progressivo e prudente sipario.
Le collezioni di quello che fu il Museo Italo-africano di Roma consistevano in un numero assai elevato di oggetti, tra cui diverse migliaia di carattere etnografico e centinaia di carattere militare ed economico, testimonianze della storia italiana in Africa.
Ogni opera esposta costituisce una documentazione insostituibile di un’epoca e di un pensiero sull’Africa che, nonostante il tempo trascorso, riesce a restituire il fascino di un’esperienza condivisa da moltissimi artisti tra ’800 e ’900, dagli ottocentisti orientalisti come Pompeo Mariani, Augusto Valli, Giorgio Oprandi, Giuseppe Valeri ai più realistici pittori di Colonia, animati dal desiderio di raccontare il quotidiano di quelle terre e di quei popoli senza il velo poetico dei primi, come Eduardo Ximenes, Teodoro Wolf Ferrari, Mario Ridola, Giuseppe Rondini, Milo Corso Malverna.  dettagli

mostra macro ruichafes

dal 13/12/2017

Rui Chafes – Rumor

Esposta la nuova installazione site-specific “Rumor” realizzata dall’artista portoghese Rui Chafes (Lisbona, 1966). La grande scultura in ferro, donata dall’artista al MACRO su iniziativa della società di arte contemporanea Studio Arte 15, entra così a far parte della collezione museale, impreziosendo la chiostrina dell’ascensore e mostrandosi ai visitatori già dallo spazio esterno della galleria vetrata.
L’opera, realizzata in ferro e sigillata con vernice nera, s’impone con la semplicità della sua forma come presenza attiva, dotata di una spiritualità munita da una forza superiore.  dettagli

Rui Chafes Rui Chafes

mostra casinonobile duiliocambellotti

06/06/2018 - 11/11/2018

Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà

Un percorso monografico che consente di ricollocare ed apprezzare appieno il lavoro multidisciplinare di un artista spesso presente nei più grandi eventi espositivi nazionali e internazionali.
L’esposizione è articolata in due sedi distinte: la parte più cospicua è ospitata nelle otto sale del Casino dei Principi dove una sequenza di sale tematiche impagina un serrato racconto costituito da circa 230 opere, all’interno del quale si ricomprendono sei decenni d’intenso lavoro mentre una sezione dedicata alla scenografia e una “galleria” di sculture” concludono la mostra nella sede del Casino Nobile.  dettagli

Arte Contemporanea

Macro Future

mostra macrofuture amingulgee

26/07/2018 - 26/08/2018

AMIN GULGEE “7.7”

Amin Gulgee Amin Gulgee

Castello di Santa Severa

mostra castellosantasevera luciaspaccarelli

20/07/2018 - 20/08/2018

La Grande Madre

Lucia Spaccarelli Lucia Spaccarelli

Museo del Vittoriano

mostra vittoriano risonanzacinese

19/07/2018 - 10/09/2018

Risonanze Cinesi

Museo dell'Arte Classica

mostra museoarteclassica brunomelappioni

fino al 06/10/2018

Bruno Melappioni. Icone 2.0

Bruno Melappioni Bruno Melappioni Vimeo Vimeo

Casina delle Civette - Musei di Villa Torlonia

mostra casinacivette vittoriofava

21/06/2018 - 30/09/2018

La Biblioteca del Principe

Vittorio Fava Vittorio Fava

Terme di Caracalla

mostra termecaracalla maurostaccioli

13/06/2018 - 30/09/2018

MAURO STACCIOLI

Mauro Staccioli Mauro Staccioli

Macro Future

mostra macrofuture lucediversa

07/06/2018 - 16/09/2018

LA LUCE DIVERSA - CATANIA, PALMIERI, SANNA


mostra macrofuture costadavorio

07/06/2018 - 16/09/2018

COSTA D'AVORIO: IDENTITÀ E VITALITÀ DELL'ARTE CONTEMPORANEA

La Casa di Goethe

mostra casagoethe robertgschwantner

30/05/2018 - 23/10/2018

La cascata e il lago. Un Grand Tour in oggetti e immagini

Mostra Mostra Robert Gschwantner Robert Gschwantner

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

mostra galleriacomunaleartemoderna amingulgee

31/05/2018 - 23/09/2018

AMIN GULGEE – "7"

Amin Gulgee Amin Gulgee

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

mostra galleriaartemodernacapitale romacittamoderna

29/03/2018 - 28/10/2018

ROMA CITTÀ MODERNA. Da Nathan al Sessantotto

Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali

mostra mercatitraiano luminitataranu

29/11/2017 - 16/09/2018

Columna mutãtio – LA SPIRALE

Lumini?a ??ranu Lumini?a ??ranu

KaleidoCom P.IVA 02063851006