ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Arte Contemporanea

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

tevereterno attivita

Arte Spazio Società

Grazie all’esperienza pluriennale, alle relazioni stabilite negli anni con amministrazioni, istituzioni, Fondazioni, associazioni e artisti di fama internazionale, Tevereterno fa parte di una ...   dettagli
mostra maxxi athome

AT HOME. Progetti per l’abitare contemporaneo

Tema centrale del nuovo allestimento delle collezioni di architettura è l’evoluzione del concetto di abitare dal dopoguerra a oggi, analizzato attraverso le opere dei grandi maestri del novecento ...   dettagli
mostra auditorium walleyes

WALL EYES. LOOKING AT ITALY AND AFRICA

Dopo le prime 2 tappe espositive in Sudafrica, a Johannesburg e a Cape Town, giunge a Roma la mostra Wall Eyes. Looking at Italy and Africa.  dettagli

Fumetti nei musei

dal 12 dicembre al 16 febbraio
Istituto Nazionale per la Grafica

Inaugura giovedì 12 dicembre alle 15.00 la nuova mostra di “Fumetti nei Musei” all’Istituto Centrale per la Grafica di Roma. Tavole, vignette e balloon tratti da 29 nuovi albi, realizzati dai più importanti autori di graphic novel italiani che raccontano, in modo inedito, i musei statali: luoghi dove accadono storie incredibili e dove l’immaginazione viene spinta tra suggestioni del passato e scenari fantascientifici, personaggi realmente esistiti, mostri e supereroi. Fumetti nei musei è un progetto ideato e curato dall’Ufficio Stampa e Comunicazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, realizzato in collaborazione con Coconino Press – Fandango e con il supporto di Ales Spa, del Centro per i Servizi educativi (MiBACT) e della Direzione Generale Musei (MiBACT).  dettagli    

Arte Contemporanea

mostra mlac antonioballista

21/01/2020 - 01/02/2020

Antonio Ballista Atmosfere sospese. Opere grafiche 1976-2020

Dalla metà degli anni Settanta Antonio Ballista, pianista e direttore d’orchestra, affianca all’attività musicale quella di artista visivo. La mostra al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Sapienza comprende una sessantina di lavori tra incisioni e disegni stampati digitalmente su carta Hahnemühle. I temi dei lavori sono soggetti legati all’esperienza di ogni giorno: paesaggi, interni, scale, ritratti... Eppure lo sguardo dell’artista dà a questi motivi un brivido d’inquietudine che turba l’apparenza tranquilla delle cose. Due gli aspetti messi in gioco dall’autore per provocare in chi osserva un siffatto perturbamento e per farci percepire lo scarto fra le sue immagini e la realtà abituale. Anzitutto il taglio: i paesaggi, gli interni e i ritratti non sembrano mai visti alla distanza “giusta”, siamo spesso troppo vicini per avere una visione informativa di quel che ci sta davanti. Nei lavori di Ballista le inquadrature sono frutto di scelte di carattere emozionale, come se l’artista volesse restituirci il momento in cui il suo contatto con la realtà si trasforma, nell’occhio e nel mondo interiore, nell’immagine che porta dentro, discosta ormai da quella osservata. Il secondo aspetto che induce l’«atmosfera sospesa» di queste opere è la propensione per un segno non gestuale: in certi casi Ballista sceglie contorni continui e decisi, in altri opta per un pulviscolo più o meno fitto che filtra attentamente la quantità della luce.  dettagli

mostrra maxxi alessandrovaleri

16/01/2020 - 26/01/2020

Alessandro Valeri. An Iron Ring

L’isola di tolleranza dell’orfanotrofio di Zippori, Nazareth, in un racconto di video, immagine e interventi site specific. An Iron Ring chiude il cerchio di un percorso di ricerca artistica e personale iniziato nel 2011, quando l’artista visita per la prima volta l’orfanotrofio di Zippori, vicino a Nazareth. L’istituto, con le suore cattoliche e i volontari ebrei musulmani e cristiani, appare a Valeri un’isola di tolleranza e collaborazione inter-religiosa, in un territorio che è teatro da sempre di incroci e scontri tra culture, religioni ed etnie diverse. Il percorso di mostra si articola in quattro momenti, tra video, immagini foto-pittoriche, un intervento site specific e interattivo, dedicato a un pubblico di tutte le età; sono infatti previsti laboratori didattici per le scuole primarie e secondarie. An Iron Ring rappresenta la più matura espressione della coerenza intellettuale e stilistica del lavoro di Valeri, fondato sulla capacità di cogliere, con uno sguardo nomade e immune da pregiudizi, i segni attraverso cui il mondo stesso si presenta, invitando ad assumersi la responsabilità del proprio sguardo, delle proprie emozioni, e in questo modo, del proprio essere nel mondo. L’evento è promosso dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata d’Israele in Italia e dalla Fondazione Italia-Israele per la Cultura e le Arti.  dettagli


mostra maxxi altanprorogata

23/10/2020 - 14/04/2020

Altan. Pimpa, Cipputi e altri pensatori

Tutto il mondo di Altan raccontato attraverso disegni originali, poster, illustrazioni, quadri, schizzi, tavole, libri e filmati. Altan è protagonista di una grande mostra al MAXXI, realizzata in coproduzione con Fondazione Solares e Franco Cosimo Panini Editore, a cura di Anne Palopoli e Luca Raffaelli. Una ricognizione completa per raccontare, in un percorso articolato, tutto il suo lavoro tra disegni originali, poster, illustrazioni, quadri, schizzi, tavole, libri e filmati. Quello di Altan è un mondo in cui il dubbio si rivela come l’unica grande certezza possibile, in cui i grandi miti della storia vengono ribaltati e l’umanità cerca di galleggiare nel disordinato mare della vita. Ci salva una cagnolina che, forte della propria voglia di conoscenza, sorride di fronte alle meraviglie dell’universo. I personaggi di Altan sono tutti liberi pensatori, così liberi da poter confessare a sé stessi e al mondo anche il proprio desiderio di autodistruzione. Ma il loro pensiero è sempre una rivelazione, è quello che stavamo per dire, che avevamo sulla punta della lingua. Altan ce lo rivela con sorprendente lucidità. Come se fosse sempre un passo avanti a noi.  dettagli

Video Youtube Video Youtube


mostra maxxi gioponti

27/11/2019 - 13/04/2020

Gio Ponti. Amare l’architettura

Architetto, designer, art director, scrittore, poeta, critico, artista integrale a 360 gradi, Gio Ponti è stato oggetto di una letteratura storico-critica e di una produzione espositiva difficili da eguagliare.
A quarant’anni dalla sua scomparsa, il MAXXI gli dedica una grande retrospettiva che ne studia e comunica la poliedrica attività, a partire proprio dal racconto della sua architettura.
Dal disegno di oggetti d’uso quotidiano all’invenzione di soluzioni spaziali per la casa moderna, alla realizzazione di progetti complessi calati nel contesto urbano, come i grattacielo Pirelli a Milano o la cattedrale di Taranto, la progettualità di Ponti si caratterizza proprio per il passaggio disinvolto di scala in scala.
Realizzata in collaborazione con il CSAC di Parma e Gio Ponti Archives, la mostra presenta materiali archivistici, modelli, fotografie, libri, riviste, e oggetti che permettono di scoprire un protagonista eccellente della produzione italiana di architettura, il cui lavoro ha lasciato tracce importanti in diversi continenti.  dettagli


mostra maxxi dellamateriaspiritualedellarte

17/10/2019 - 08/03/2020

Della materia spirituale dell’arte

Della materia spirituale dell’arte a cura di Bartolomeo Pietromarchi
Che cosa significa, oggi, parlare di spirituale? della materia spirituale dell’arte è un progetto che indaga il tema dello spirituale attraverso lo sguardo dell’arte contemporanea e, al contempo, della storia arcaica di Roma. In un allestimento che offre possibilità multiple di percorso sono esposti i lavori di diciannove artisti, nomi di spicco del panorama internazionale, provenienti da culture e con background differenti.
In una visione rigorosamente non confessionale, la mostra riunisce opere d’arte contemporanea con una selezione di reperti archeologici provenienti dai principali musei della capitale: i Musei Vaticani, il Museo Nazionale Romano, i Musei Capitolini e il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.  dettagli


mostra maxxi collezionemaxxi

dal 21/11/2018

Collezione MAXXI. Lo Spazio dell’Immagine

Il cuore del museo si rinnova con il nuovo allestimento della Collezione permanente.
Il nuovo allestimento in Galleria 1 si apre con un’intera area riservata alla presentazione delle nuove acquisizioni, tra le quali quelle di Monica Bonvicini, Katharina Grosse, Hassan Hajjaj e dei Labics. Dopo The Place to Be e l’approfondimento sullo spazio, sul luogo e sulla relazione, il nuovo percorso espositivo viene dedicato a una diversa idea di immagine a cavallo del Duemila. La diffusione capillare dei mass media e l’era della comunicazione globale hanno portato gli artisti a esplorare nuove visioni e a sperimentare nuovi linguaggi espressivi. Tra strumenti analogici e tecnologie, in mostra le opere, tra gli altri, di Pablo Echaurren, Stefano Arienti, Tony Oursler, Bill Viola, Giulio Turcato.  dettagli

mostra museocarlobilotti paoloaita

20/12/2019 - 23/02/2020

Ponte di conversazione con Paolo Aita

La mostra è una collettiva di 54 opere create da artisti vari in omaggio al calabrese Paolo Aita, poeta, scrittore e critico d’arte e musicale. Le opere sono ispirate ad altrettante liriche cinesi del periodo T’Ang, tradotte da Aita e tratte dal suo libro Dove l’acqua riposa. L’esposizione si muove in uno spazio di ricerca interdisciplinare tra il limite e il confine: il confine disegna una linea immaginaria tra situazioni diverse, tende alla staticità pur restando temporaneo, mentre il limite è mutevole in quanto tensione continua verso l’oltre/altro. I due termini caratterizzano lo spirito di ricerca e condivisione di questi incontri, che vogliono unire i confini delle specificità culturali con la vitalità prodotta dalla condivisione nei diversi campi del sapere.
Lo spazio di confine diventa così occasione di dialogo, un filo conduttore di ricerca e confronto con Uomo-Ponte che ha consegnato, attraverso il suo lavoro, un invito, una direzione culturale e spirituale.
Tra gli artisti in mostra, Claudio Adami, Salvatore Anelli, Bruno Ceccobelli, Gregorio Botta, Stefania Fabrizi, Felice Levini, Ghislain Mayaud, Luca Maria Patella, Alfredo Pirri, Fiorella Rizzo, Giuseppe Salvatori, Primarosa Cesarini Sforza.  dettagli


mostra museocarlobilotti unforgettable

13/12/2019 - 16/02/2020

Unforgettable Childhood

L’Ufficio cultura dell’Ambasciata di Israele con l’Associazione cultura Acribia presenta la mostra Unforgettable Childhood a cura di Ermanno Tedeschi.
La mostra raccoglie una selezione di opere (dipinti, disegni, fotografie, video, sculture, installazioni) di artisti israeliani e italiani, accomunate dal tema dell’infanzia, ricche di sollecitazioni e spunti emozionali che mirano a tratteggiare l’essenza di ogni bambino e gli aspetti legati alla tenerezza e alla fragilità del suo essere, quasi uno studio antropologico e sociologico dell’essere bambini e adolescenti, oltre che un excursus interessante sullo scenario contemporaneo dell’arte israeliana e italiana.
Un progetto itinerante (Museo Nazionale di Ravenna, Meb di Bologna, Ex-Ospedale San Rocco di Matera, casa degli artisti di Tel Aviv, Polo museale del ‘900 di Torino).
  dettagli

mostra palazzoesposizioni antonellaabbatiello

30/11/2019 - 16/02/2020

ANTONELLA ABBATIELLO CASE NEI LIBRI, CASE FRA I LIBRI

Una sequenza ritmica di case ironiche, buffe, strane, paradossali, divertenti, sorprendenti esce dalle pagine di un libro, Case così, e diventa una mostra. Antonella Abbatiello, una delle più note autrici italiane per l’infanzia, accompagna grandi e piccoli in un viaggio tra case vere e immaginarie sul filo delle emozioni e della fantasia.
Case fra i libri, Case nei libri è il titolo della mostra che prende vita tra gli scaffali della libreria. Insieme alle tavole originali create per il suo album Case così, Antonella Abbatiello espone in questa mostra una istallazione appositamente realizzata e propone ai visitatori una personale selezione di libri che raccontano di case.  dettagli


mostra palazzoesposizioni dizionariofolledelcorpo

21/10/2019 - 16/02/2020

KATY COUPRIE. DIZIONARIO FOLLE DEL CORPO

Il Laboratorio d’arte del Palazzo delle Esposizioni presenta la mostra - laboratorio Katy Couprie. Dizionario folle del corpo ispirata al libro dell’artista francese (Editions Thierry Magnier, 2012). Un vocabolario visivo che racconta il corpo umano in tutti i suoi aspetti mescolando l’anatomia con la poesia, le azioni con le emozioni, i modi di dire con le citazioni letterarie.
Premiato al Salon du livre jeunesse di Montreuil e alla Bologna Children’s Book Fair, il progetto di Katy Couprie nasce da una passione innata per il corpo e dall’incontro con le collezioni dell’Istituto di Anatomia umana dell’Università di Bologna. Una sintesi sorprendente di parole e immagini che unisce l’arte e la scienza con uno sguardo inedito.
Il cuore? È il muscolo situato tra i polmoni che dirige la circolazione del sangue, ma è anche un organo nobile capace di amore e di coraggio. Può spezzarsi per una storia infelice o battere all’impazzata per una grande emozione. Le mani? Sono il primo strumento a disposizione dell’uomo, parlano più lingue tra cui l’italiano e la lingua dei segni, sanno leggere, scrivere e far di conto. Nude sono senza armi, vuote senza regali.
  dettagli

mostra casinoprincipi carlolevi

29/11/2019 - 22/03/2020

Carlo Levi e L’Arte della Politica

La mostra a cura del Centro Carlo Levi di Matera e della Fondazione Carlo Levi, nell’ambito della poliedrica personalità di Levi, dalla letteratura alla poesia, dalla pittura al disegno.
Riflessione anche sulla produzione legata alla 'grafica politica', che si è per gran parte realizzata a cavallo degli anni 1947-1948, sulle pagine del quotidiano "L’Italia Socialista" diretto da Aldo Garosci.
Le circa 30 opere pittoriche esposte, riferibili all’ambito cronologico 1945-1950, integrano lo scorrere delle vicende storiche toccate dal giornale e dalle vignette, segnalando di volta in volta affinità stilistiche, riprese tematiche, sottolineando anche l’assoluta originalità e autonomia del Levi illustratore satirico rispetto all’artista o all’autore di Cristo si è fermato a Eboli o del romanzo L’orologio, uscito nel 1950, che rappresenta la controparte letteraria delle stesse vicende illustrate dalle tavole grafiche.
  dettagli

mostra museoandersen wanghongliang

20/10/2019 - 19/12/2020

Wang Hongliang. Cercando l'eternità

Wang Hongliang è uno scultore cinese di grande notorietà oltre ad essere un insigne professore di Scultura nell’Academy of Arts & Design, Tsinghua University. Lontani nel tempo e nello spazio, due scultori come Hendrik Christian Andersen e Wang Hongliang in realtà sono accomunati da una ricerca figurativa sulla centralità del corpo umano, dal culto del pacifismo e dalla tutela di valori morali e affettivi, oltre che da un’indiscutibile sapienza tecnica.
Il dialogo ideale fra questi due artisti sembra inserirsi pienamente nella vocazione internazionalista e pacifista di Andersen che ha aperto la strada all’idea di una comunicazione allargata, transculturale e transnazionale, soprattutto con la progettazione di una “Città mondiale” (“The World Communication Centre”), come grande laboratorio internazionale di idee nel campo delle arti, delle scienze, della filosofia e della cultura fisica. Con le opere esposte al Museo Andersen Wang Hongliang fa compiere al visitatore un viaggio al centro dell’uomo e della storia culturale oltre che spirituale del suo paese dando vita anche ad una riflessione sulla profondità immemorabile eppur attualissima della scultura e con essa della tradizione.
A cura di Maria Giuseppina Di Monte e Gabriele Simongini.
  dettagli

mostra casinacivette ilgiardinodellemeraviglie

12/10/2019 - 22/03/2020

Il Giardino delle meraviglie

Il giardino delle meraviglie. Opere dell'artista Garth Speight
Lo spirito del Giardino della Casina delle Civette si materializza in 50 dipinti in acrilico nei quali campeggia la Natura tra uccelli acquatici, ninfee, iris bianchi e blu, fiori di campo, boschi di betulle e crisantemi.
Garth Speight è nato e cresciuto a Toronto (Canada) dove si è laureato in Belle Arti presso la York University. Da oltre 40 anni vive e lavora tra il Canada e l’Italia, ma ha anche viaggiato estesamente in vari paesi Europei. Nei primi tempi in Italia si è dedicato allo studio delle tecniche della pittura medioevale, realizzando una serie di opere dedicate alle storie della Bibbia. A questa serie appartiene il quadro “Il sacrificio di Isacco”, che è entrato a far parte della collezione d’Arte Moderna dei Musei Vaticani. Successivamente, l’artista ha lavorato a nuove esperienze: dai boschi russi e canadesi ai piccoli paesi in Italia e nel sud della Francia, dai canali e ponti di Venezia alle rovine di Roma antica, dagli edifici di una Toronto ormai sparita ai tetti e scorci di Parigi e infine alle nature morte. L’artista, inoltre, lavora personalmente alle cornici in modo che ciascuna sia parte integrante del quadro. Garth Speight ha fatto numerose mostre sia personali sia di gruppo in varie città in Italia e in America: Roma, Assisi, Salerno, Toronto, New York, Miami, Los Angeles, Montreal. I suoi quadri sono in collezioni private e pubbliche in Canada, Australia, Africa, Cina, USA e in Europa.  dettagli

mostra chiostrobramante beconfreudlascuoladilondra

26/09/2019 - 23/02/2020

BACON, FREUD, LA SCUOLA DI LONDRA

Francis Bacon e Lucian Freud, due giganti della pittura, per la prima volta insieme in una mostra in Italia.
Bacon, Freud, l’arte britannica in oltre sette decenni, lo spirito di una città in mostra al Chiostro del Bramante di Roma dall’autunno 2019 fino a febbraio 2020, a cura di Elena Crippa, Curator of Modern and Contemporary British Art, Tate e organizzata in collaborazione con Tate, Londra.
Grazie a uno straordinario prestito di Tate, la pittura di sei artisti con opere dal 1945 al 2004 rivela, in maniera diretta e sconvolgente, la natura umana fatta di fragilità, energia, opposti, eccessi, evasioni, nessun filtro, verità. Infatti insieme a Francis Bacon e Lucian Freud, saranno in mostra Michael Andrews, Frank Auerbach, Leon Kossoff e Paula Rego, artisti che hanno segnato un’epoca, ispirato generazioni, utilizzato la pittura per raccontare la vita.
Tanti i temi affrontati: gli anni della guerra e del dopoguerra, storie di immigrazione, tensioni, miserie e insieme, desiderio di cambiamento, ricerca e introspezione, ruolo della donna, dibattito culturale e riscatto sociale. Al centro di tutto questo la realtà: ispirazione, soggetto, strumento, fino a essere ossessione.
In mostra oltre quarantacinque dipinti, disegni e incisioni di artisti raggruppati nella “School of London”. Artisti eterogenei, nati tra l’inizio del Novecento e gli anni Trenta, immigrati in Inghilterra per motivi differenti che hanno trovato in Londra la loro città, il luogo dove studiare, lavorare, vivere.  dettagli

Arte Contemporanea

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

mostra museoetruscovillagiulia geoarcheografie

18/01/2020 - 23/02/2020

Geoarcheografie # Narrazioni - Angela Palmarelli

Sito Web Sito Web

Fondazione Memmo

mostra fondazionememmo conversationpiece

15/01/2020 - 22/03/2020

CONVERSATION PIECE PART VI La realtà è ciò che non scompare quando smetti di crederci

Palazzo Bonaparte

mostra palazzobonaparte ilovelego

24/12/2019 - 19/04/2020

I Love Lego


mostra palazzobonaparte impressionistisegreti

06/10/2019 - 08/03/2020

IMPRESSIONISTI SEGRETI

Casa Del Cinema

mostra casadelcinema furioscarpelli

09/12/2019 - 21/01/2020

FURIO SCARPELLI: PENNELLO, CHINA E MACCHINA DA SCRIVERE

Palazzo Merulana - Fondazione Elena e Claudio Cerasi

mostra palazzomerulana slidedoor

19/12/2019 - 09/02/2020

SlideDoor. Una porta, due musei e l’esposizione permanente più misteriosa: l’umanità


mostra palazzomerulana janfabre

11/10/2019 - 23/02/2020

Jan Fabre The Rhythm of the Brain

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

mostra galleriaromacapitale ologrammigotici

28/11/2019 - 15/03/2020

Ologrammi gotici - Installazione di Sàndor Vály


Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

mostra galleriaartemodernacapitale ologrammigotici

28/11/2019 - 15/03/2020

Installazione di Sàndor Vàly

Keats - Shelley House

mostra keats shelley john keats virginia woolf

08/10/2019 - 08/02/2020

JOHN KEATS E VIRGINIA WOOLF: DA HAMPSTEAD A ROMA

Palazzo Massimo Alle Terme

mostra palazzomassimo giovanicreativi

19/11/2019 - 31/01/2020

Giovani Creativi - Le Origini del Genio

Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali

mostra mercatitraiano giancarlosciannella

16/11/2019 - 16/02/2020

Giancarlo Sciannella - Scultore d’Archetipi

Galleria dell'Accademia Nazionale di San Luca

mostra accademiasanluca giovannianselmo

12/11/2019 - 31/01/2020

Giovanni Anselmo - Entrare nell’Opera

MLAC - Museo Laboratorio di Arte Contemporanea

mostra mlac luigibattisti

dal 06/11/2019

Luigi Battisti 1992 - 2019

Casina delle Civette - Musei di Villa Torlonia

mostra casinacivette gioiellointimocolloquio

26/10/2019 - 29/03/2020

Gioiello. Intimo colloquio

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea - GNAM

mostra gnam monumentumrobertmorris

15/10/2019 - 26/01/2020

Monumentum. Robert Morris 2015 - 2018

Palazzo Altemps - Museo Nazionale Romano

mostra palazzoaltemps medardorosso

10/10/2019 - 02/02/2020

Medardo Rosso

Musei di San Salvatore in Lauro

mostra museidisansalvatoreinlauro il realismovisionariodiandreyesionov

26/09/2019 - 25/01/2020

Realismo visionario. Gli acquarelli di Andrey Esionov