ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Spazi Indipendenti

mostra Spazio In Situ Sonneck
mostra Spazio In Situ Sonneck
mostra Spazio In Situ Sonneck
mostra Spazio In Situ Sonneck

Sonneck - congruenze spaziali / scrollpainting105

arte contempranea

Spazio In Situ dal 23/04/22 al 30/05/22

Le installazioni temporanee e site specific di Elisabeth Sonneck rispettano lo spazio esistente così come gli oggetti ritrovati coinvolti come una controparte intatta, come attori indipendenti, al pari delle proprie opere. Di conseguenza, lei non realizza modifiche architettoniche né eliminazioni di difetti della situazione esistente. Le sue formazioni flessibili di carta di grande formato vengono solitamente fissate senza chiodi, viti o altri interventi nella sostanza architettonica. L’artista utilizza invece marginalia come tubi esistenti, crepe, sporgenze. Il processo di installazione diventa parte integrativa dell’opera e fonde la pittura su carta prodotta in studio con le particolarità dello spazio per creare una situazione d’insieme temporanea e delicatamente equilibrata. Anche la sua pittura è concepita in modo processuale: la portata fisica definisce la lunghezza e il raggio delle sue lente pennellate a mano libera, le molteplici sovrapposizioni di sfumature di colore differenziate, le variazioni nella ripetizione e le interruzioni sfalsate delle pennellate simili a staccato, che – come un indice – rendono visibile la creazione della tonalità di colore. Dal 2006, Elisabeth Sonneck lavora nello spazio espositivo con la tensione materiale inerente nei lunghi rotoli di carta. Sono possibili innumerevoli ibridi e formazioni tra lo stato completamente arrotolato, cilindrico e il nastro completamente srotolato con contorni curvi. Le installazioni dell’artista nascono attraverso un continuo riciclo e metamorfosi.   Dettagli

Mostre d'arte contemporanea in spazi indipendenti

mostra tralevolte ilsussurrodellatartaruga

21/05/2022 - 30/06/2022Arte contemporanea

Marjo Postma - Il sussurro della tartaruga

Ideale prosecuzione del progetto editoriale Notes on Nature + how to conceal a giant turtle (2021), la mostra personale Il sussurro della tartaruga dell’artista olandese Marjo Postma include disegni, ceramiche e opere di fiber art (Tuftie), realizzate a partire dall’inizio del 2021 sperimentando la «taftatura». Detta anche «tafti» o «taftique», questa tecnica vede l’utilizzo del dispositivo meccanico della pistola elettrica permette ai fili di lana di essere inseriti dal retro della tela per spuntare sul lato anteriore. Postma, che ha studiato tessuto e disegno al Gelderse Leergangen di Nijmegen prima di frequentare la Rijksacademie van Beeldende Kunsten ad Amsterdam e vincere, nel 1984, il Prix de Rome (da quel primo soggiorno nella Città Eterna ne seguiranno innumerevoli altri), crea opere tessili con la stessa gestualità con cui disegna. Anche il ritmo è analogo: la pistola, come la matita o il pennello, offre una grande libertà d’azione nella trascrizione della concretezza oggettuale che è sempre incentrata sul tema della tartaruga in relazione all’architettura e allo spazio.
  dettagli

mostra albumarte guendalinasalini

18/05/2022 - 24/06/2022Arte contemporanea

Guendalina Salini Pachamama Concrete

Il titolo Pachamama Concrete, è un gioco di parole, metafora di un luogo. La parola Pachamama, che nella cultura arcaica Inca significa Terra Madre, intende sottolineare il legame con il principio originale della creazione, generosa Dea della fertilità e dell’agricoltura, madre nutriente che dà la vita. L’antica dea, Cerere, cara agli antichi romani, simbolo della fertilità e della rigenerazione è l’elemento cardine di questo progetto, che ha visto la sua origine al Corviale, quartiere periferico della città di Roma, non molto lontano dal tempio a lei dedicato dai frati Arvali. Concrete vuole invece alludere al complesso residenziale lungo quasi un chilometro, costruito sul finire degli anni Settanta dall’architetto Mario Fiorentino, diventato negli anni simbolo del fallimento delle politiche abitative. Concrete è quindi il cemento con il quale è stato costruito l’edificio, ma allude anche alla concretezza e alla resilienza delle donne che lo abitano.
  dettagli

mostra fondazionesmart invenzionedellagiovinezza

13/05/2022 - 03/06/2022Arte contemporanea

L’invenzione della giovinezza

L’invenzione della giovinezza si interroga su: Cosa si intende oggi per “ricerca artistica”? Come viene promossa? Quali sono i suoi criteri? Attualmente, quelli derivati dai canoni standardizzati non sono più validi, né esteticamente né socialmente. Il sogno avanguardistico di creare un mondo nuovo è passato da tempo e la ricerca di un qualsiasi linguaggio visivo rivoluzionario ha lasciato il posto a pratiche che si articolano in dispositivi post-concettuali ed esperienze ibride. Se deve esistere una forma di "radical pedagogy" nell'educazione e nella ricerca artistica, allora, occorre iniziare invertendo il modello di educazione artistica dall'alto verso il basso. Occorre non basarlo su una cognizione normativa o sull'acquisizione di abilità tecniche o su quadri concettuali da emulare. Tuttavia, una "radical pedagogy”, per quanto socialmente innovativa, non può avere come obiettivo finale la produzione di artisti che si limitano a rendere visibili dei "contenuti" radicali. Se deve esserci un cambiamento attraverso la pratica, la ricerca artistica deve ancorarsi nella radicalità delle azioni cognitive e fisiche poste in essere, non nel riflettere programmaticamente su una funzione sociale. La didattica radicale deve invece “indicare” modi per reinventare perennemente atti di creazione, sfidando i presupposti delle condizioni stesse della creatività e, in definitiva, spiazzare lo spettatore
  dettagli

mostra spaziofield 0505

05/05/2022 - 05/06/2022Arte contemporanea

SPAZIO FIELD_Opening 05/05

Sonia ANDRESANO, Verdiana BOVE, Iginio DE LUCA, Ilaria DE SANCTIS, Myriam LAPLANTE, Felice LEVINI, H.H. LIM, Riccardo MONACHESI, Elena NONNIS, Matteo PATREVITA, Alessandro SARRA, Gabriele SINISCALCO, Donatella SPAZIANI, Gloria ZEPPILLI. SPAZIO FIELD apre ulteriori spazi al dialogo con l’arte contemporanea. Nel corridoio storico e in altre due sale della galleria, sono ospitate le opere di quattordici artisti che si integrano con l’eccellenza degli spazi, ognuno caratterizzato da decorazioni singolari. Tutte le opere sono state scelte per la capacità di relazione con il luogo che le accoglie. Iginio De Luca presenta Solarium, un imponente lavoro fotografico inedito.
  dettagli

mostra curvapura robertacavalieri

28/04/2022 - 28/05/2022Arte contemporanea

Roberta Cavallari - Sipario

Curva Pura inaugura Sipario, la prima mostra personale a Roma dell’artista ferrarese Roberta Cavallari, a cura di Vittorio Beltrami e Andrea Romagnoli. “Sipario” presenta, in un allestimento vivido e corposo, le nuove grandi tele dell’artista unitamente ad alcuni lavori di dimensioni più piccole che indagano il rapporto tra lo spazio, il vuoto, l’abitare e la metafisica dilatata di luoghi e non-luoghi. La ricerca di Roberta Cavallari si evolve dal tema autobiografico, che ha caratterizzato gli anni accademici, per poi estendersi alla rappresentazione di spazi interni, stanze, arredi stantii. Il cono visivo della Cavallari si restringe su angoli interni, focalizzandosi sugli oggetti, quasi mai sul corpo, salvo laddove se ne scorgano tracce. Dell’essere umano restano citazioni, busti romani, suppellettili che, come metafisici feticci, si stagliano dentro cornici circoscritte. A volte si scorgono riferimenti ai mezzi di comunicazione, reperti obsoleti o scollegati, quasi ad auspicare una comunicazione che viene però interrotta. L’assenza e il vuoto che si respirano nelle immagini creano una dimensione surreale, dove il colore saturo si fa velluto, legno e mattone. Il linguaggio, solo in apparenza figurativo, si struttura attraverso solide campiture, raffigurazioni di arredi e oggetti che divengono totem silenti. I piani delineano polverose e crostose mani di colore, come pareti domestiche di fine novecento, o moquette variopinte, dipinte con attitudine certosina.
  dettagli

mostra albumarte monicademiranda

19/04/2022 - 29/05/2022Fotografica

Mónica de Miranda “no longer with memory but with its future”

Sarà presentato un gruppo di lavori inediti dell’artista interdisciplinare la cui pratica, basata sulla ricerca sul campo, indaga convergenze tra politica, identità, gender, memorie, e luogo, così come gli intrecci della costruzione di identità entro le sue proprie geografie affettive. Il titolo della mostra riflette la relazione dialettica tra passato, presente, e futuro attraverso l’impegno creativo con tracce storiche, per proiettare e immaginare nuovi futuri. Interpreta una cosmovisione verso nuovi modi di intendere la soggettività umana, portando avanti la necessaria discussione sulle relazioni tra le dimensioni umane, come la lingua, la politica, e l’ambiente in cui abitiamo. Al centro del progetto espositivo il video Path to the Stars, (2022) girato sulle rive del fiume Kwanza, il più lungo dell’Angola é ispirato al poema omonimo di Agostinho Neto. La vitalità e la forza dell’ecosistema del fiume, legato alla storia dell’Atlantico, funziona come un’analogia tra il corpo, l’acqua e il suo rapporto con la storia. Il film segue il viaggio di un’eroina dall’alba al tramonto, confrontata con la propria ombra e con temporalità e micro-narrazioni diverse, proponendo una contro-narrativa composta dalle complesse biografie che si sovrappongono e interagiscono: il passato e la libertà anticoloniale combattenti, l’incertezza del presente e il desiderio di appartenenza, la proiezione del futuro e il desiderio di raggiungere una simbiosi con la natura, dispiegando la crisi ecologica che distrugge la nostra stessa natura. La parte centrale funziona strutturalmente e concettualmente come un fiume da cui si dispiegano rami e strati di storie e metafore.
  dettagli

mostra casavuota domovoi

08/04/2022 - 31/05/2022Arte contemporanea

Mozzarella Light. DOMOVOI

Una mostra a cura di Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo Roma, Casa Vuota (via Maia 12, int. 4A) 8 aprile - 31 maggio 2022 Personale del duo artistico Mozzarella Light Dopo l’inaugurazione, l’esposizione è visitabile sempre su appuntamento
  dettagli

mural tufello gigilucamaleonte

Arte contemporanea

“D’après Gigi” Lucamaleonte

"D’après Gigi" è il titolo dell’opera che Lucamaleonte ha realizzato per omaggiare il grande #GigiProietti sulla facciata di una palazzina dell’ATER, nel cuore del Tufello a Roma, abitazione in cui l'attore ha trascorso la sua infanzia.
  dettagli Articolo Articolo

mostra spacetorpignattare muralesherbarium

12/06/2019 - 30/11/2022Arte contemporanea

Murales Herbarium

SPACE Tor Pignattara è un progetto realizzato da Wunderkammern, Melting Pro ed Ecomuseo Casilino vincitori del bando “Prendi Parte! Agire e pensare creativo” ideato dalla DGAAP del Ministero dei Beni Culturali per promuovere l’inclusione culturale dei giovani delle aree caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale.
Murales realizzato nell'ambito del progetto Space Tor Pignattara da un team di giovani creativi guidati dallo street artist TELLAS.
  dettagli

Radio Trastevere Gallery 20/05/2022 - 26/05/2022

mostra radiotrasteveregallery impronte

Radio Trastevere Gallery apre al pubblico con un ciclo di quattro mostre pop up: Fuori Catalogo

Radio Trastevere Gallery, il nuovo spazio a Roma dedicato all’arte contemporanea, inaugura con un ciclo di quattro mostre pop up intitolato “Fuori Catalogo. Wandering Pop Up Art Exhibition”. Protagonisti del ciclo espositivo saranno gli artisti Maria Donata Papadia, Manuele Geromini, Sabrina Poli e Sant’Era che, attraverso diversi linguaggi artistici, porranno al centro dell’attenzione il ritorno ai valori del dialogo e del confronto tra esseri umani, elementi che da sempre nutrono anima e corpo. Il progetto, nato dalla mente creativa di Barbara Braghittoni, ha come obiettivo una ricerca e una riflessione su se stessi, senza limitarsi a un’immersione nella materia artistica. Ognuno degli artisti declinerà questo tema secondo un linguaggio nuovo, fatto di segni e immagini, per ricordare all’osservatore di vivere amore, bellezza e amicizia con sempre rinnovata energia.  dettagli

HyunnArt Studio 21/05/2022 - 09/07/2022

mostra hyunnartstudio falsariga

ROBERTO PILONI FALSARIGA

In mostra una selezione di lavori che testimoniano i tratti salienti della sua ricerca, da una parte l’interesse per la forma essenziale e rigorosa della composizione, dall’altra l’utilizzo di materiali eterogenei e spesso dissonanti che sembrano riecheggiare le neoavanguardie del Minimalismo e dell’Arte povera, ma che invece tendono quasi sempre a destabilizzare una visione e una impostazione troppo convenzionale. Come scrive Paola Bonani nel testo in catalogo, “il rigore dell’azione compositiva che convive con gli andamenti caotici dell’esistenza, è un chiaro esempio della natura dicotomica che da sempre caratterizza la ricerca di Roberto Piloni e che, ancora oggi, costituisce l’aspetto più vitale e stimolante del suo lavoro. Un lavoro che sembra trovare un equilibrio tra le due tendenze che Rudolph Arnheim, nel suo famoso libro Entropia e arte, riconosceva come caratteristiche dell’arte a lui contemporanea, quella dell’arte ‘minima’, con il suo estremo rigore compositivo, e l’arte capace di accogliere in sé i ‘piaceri del caos’. Da sempre, infatti, nelle opere di Piloni convivono l’esattezza di un’impostazione geometrica e le difformità del caso, il minimalismo delle forme e la varietà dell’oggetto trovato, uno spazio ordinatamente scandito e improvvisi ‘inciampi che qua e là affiorano’”.  dettagli

Spazio Taverna 17/05/2022 - 26/05/2022

mostra spaziotaverna artecircolare

Arte Circolare - Lulù Nuti Guglielmo Maggini

Dieci giovani artisti, selezionati da Ludovico Pratesi e Marco Bassan, espongono nei locali di Spazio Taverna una serie di progetti incentrati proprio sui temi al centro del summit: innovazione e sostenibilità ambientale, temi che hanno reinterpretato attraverso personali linguaggi e materiali. Oltre alla mostra, il sostegno agli artisti emergenti da parte di Conai prende forma con il Premio CONAI, alla sua prima edizione, che riguarda l’acquisto per il valore di 5mila euro da parte del consorzio di una delle opere esposte.  dettagli

UP Urban Factory Roma 13/05/2022 - 28/05/2022

mostra urbanfactory artisticalmass

Artisticalmass

Artisticalmass nasce come un progetto partecipato che mette insieme una prima massa di venticinque artisti con la passione per le due ruote, impegnati ognuno con la propria cifra stilistica a raccontare il personale rapporto con la bicicletta. Il progetto vuole essere la prima tappa di un ideale Giro d’Italia che ogni artista potrà intraprendere e continuare a promuovere in maniera autonoma, coinvolgendo nuovi ciclo-artisti da tutto il mondo, con formule e soluzioni sempre diverse.  dettagli

Spazio Arti Floreali 12/05/2022 - 28/05/2022

mostra spazioartifloreali floralia

FLORALIA - Fausta D’Ubaldo

FLORALIA, acquarelli di Fausta D'Ubaldo, ispirata ai Ludi Florales, la festa in onore della dea Flora, dea dei fiori e simbolo di fecondazione e rinascita, che si svolgevano a Roma tra fine aprile ed i primi di maggio, al Circo Massimo. La mostra, che rimarrà aperta fino al 28 maggio, è quasi un inno alla fine della pausa invernale; l'esposizione vuole infatti evocare attraverso le opere in mostra il rapido sbocciare floreale, simbolo dello scorrere del tempo e della rinascita, rappresentata dai frutti. La forza vitale della natura, in tutta la sua bellezza e potenza, si esprime proprio nei fiori e dipingerli significa immergersi in questo mistero, partecipando alla loro festa. I fiori di Fausta D’Ubaldo, come tutte le tavole a cui lavora, sono immancabilmente dipinti dal vero. All’artista non interessa la riproduzione esatta, vuole raccontare le sue emozioni, ciò che la colpisce in quel momento: un rapporto di luci ed ombre, una sfumatura di colori, il labirinto dei petali… ricreando con modalità artistiche il soggetto che ha davanti a sé. In tanti anni di lavoro, l'artista è arrivata alla conclusione che la prima cosa per imparare a dipingere sia imparare a vedere e ha messo a punto una serie di tecniche per insegnare una visione di sintesi indispensabile per dipingere dal vero.  dettagli

smART 02/05/2022 - 17/06/2022

mostra fondazionesmart robertofassone

Roberto Fassone - Graziosi abissi - Quarto movimento: Scende una pioggia colorata, si torna a terra

Graziosi abissi è una mostra in continua metamorfosi, articolata in cinque movimenti. Come in una coreografia, ogni movimento prevede un cambiamento nella presentazione delle opere in linea con alcuni aspetti ricorrenti della ricerca di Fassone: l'idea di trasformazione, l'interesse per la dimensione onirica, l'attitudine performativa, il potenziale immaginativo dell'osservatore. Il terzo movimento prevede un nuovo, inaspettato assetto. Dopo che per quaranta giorni – in uno dei periodi più freddi dell’anno – le opere hanno trovato riparo sotto delle coperte di lana, alle porte della primavera una strana gioia di vivere si impossessa di loro. Alleggeriti dal peso delle coperte, i lavori si produrranno in un salto verso l’alto: un gesto vitale, un’esultanza che le mostrerà in uno stato di “levitazione” per circa un mese e mezzo.  dettagli

Struttura 05/05/2022 - 06/06/2022

mostra struttura cristallo

Cristallo - Alessandro Giannì e Davide Silvioli

OPENING THURSDAY 5th MAY AT STRUTTURA // H 16 > 21 PIAZZA SANTI APOSTOLI, 81 - ROME  dettagli

ATELIER MONTEZ 13/10/2021 - 31/12/2022

mostra ateliermontez bepart

be**pART - la mostra collettiva d’arte più grande di sempre!

La campagna coinvolge trans-nazionalmente tutti gli artisti che stanno affrontando l’emergenza di una forte emarginazione sociale e di una dura crisi economica causate dalla pandemia Covid-19. L’arte e la cultura non sono semplici beni di consumo, esse rappresentano il nostro stile di vita. Diventare un Produttore Indipendente be**pART significa aderire a questa missione: insieme tutti Noi vogliamo dimostrare al mondo che l’arte e la cultura non si possono fermare mai! Organizziamo una mostra in un periodo in cui le mostre sono interdette; anzi, faremo proprio la mostra collettiva d’arte più grande di sempre! La nostra testimonianza racconta questo difficile periodo storico come un momento costruttivo, in cui immaginazione e creatività mettono in luce gli aspetti positivi della solidarietà e della coesione sociale, trasformando le esigenze di adesso in una virtù e in un esempio da ricordare anche per le generazioni future. Raccogliamo i contributi di tutti i Produttori indipendenti, che raccontano questo indimenticabile periodo storico dipingendo da casa.
Atelier Montez organizza la mostra collettiva d’arte più grande di sempre esponendo 45.000 opere d’arte inedite prodotte da 1500 Produttori Indipendenti durante il lockdown.  dettagli

Spazio Y  - 

mostra spazioy primanecessita

PRIMA NECESSITÀ / BASIC NECESSITIES

Nuovo progetto collaborativo che intende riflettere sul concetto di prima necessità e di utilità, rivendicando l’esigenza di espressione personale e l’atto artistico come condizione umana imprescindibile. Alla luce del recente stravolgimento del concetto di libertà individuale, che ha modificato i modelli di gestione della socialità e del consumo, vogliamo interrogarci su cosa voglia dire prima necessità e su come questa prospettiva influenzi la ricerca degli artisti in questo momento. L’intento è quello di esplorare nuove modalità espressive in risposta a questo periodo, intraprendendo delle azioni nelle quali l’autonomia delle opere e degli artisti non forniscano soluzioni univoche, ma mostrino nuove angolazioni, differenti possibilità e derive inaspettate.  dettagli