ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Archeologia e Documentarie

Scrittura, arte e ricerca - Friedrich Noack (1858-1930) in Italia


documentaria

La Casa di Goethe dal 09/10/21 al 14/04/22

Sulle orme di un uomo che amava a sua volta esplorare e ricercare: Friedrich Noack, uno dei primi corrispondenti dall’Italia e studioso degli artisti tedeschi a Roma. Anche se il suo volume fondamentale “Das Deutschtum in Rom seit Ausgang des Mittelalters” (1927) ha conquistato da tempo il suo posto nelle biblioteche, poco si conosceva dell’autore fino a questo momento. Grazie al lascito privato recentemente scoperto, possiamo per la prima volta far luce sulla vita sorprendentemente creativa del giornalista della Kölnische Zeitung che soggiornò a Roma dal 1891 al 1915. Acquerelli, fotografie di grande formato, manoscritti e oggetti personali ci portano in un viaggio a ritroso a cavallo del 1900, un’epoca di grandi sconvolgimenti. Il trentatrenne Noack arriva in treno e non più in carrozza; non viene accolto dalla Roma dei Nazareni, invece dalla nuova capitale del Regno d’Italia che si sta trasformando in una moderna città residenziale e la venerata Associazione degli artisti tedeschi, orgoglio della nazione, ha perso molto della sua forza vitale.   dettagli

Documentaria

mostra cappellaorsini icantidieurasia

03/11/2021 - 31/03/2022

I Canti Di Eurasia

DocumentariaI CANTI DI EURASIA: espressioni del sentimento sonoro dal Mediterraneo al mar della Cina meridionale 250 opere tra sculture, bassorilievi, strumenti musicali, costumi, maschere, manoscritti disposti secondo un criterio di viaggio che, partendo dall’Oceano Pacifico, riportano il visitatore fino al mediterraneo facendoci capire quanto la musica sia il denominatore comune che riunisce i Papua della Nuova Guinea con i pastori dell’Etna. Sono presenti oggetti provenienti da: Bulgaria, Cina, India, Indonesia, Iran e Afghanistan, Giappone, Papua Nuova Guinea, Sud Italia, Tibet e Tibet Bon.  dettagli

mostra museoebraico ebreidiroma

10/11/2021 - 27/05/2022

1849 – 1871 EBREI DI ROMA TRA SEGREGAZIONE ED EMANCIPAZIONE

DocumentariaIn occasione dei 150 anni dalla proclamazione di Roma Capitale del Regno d’Italia, la Comunità Ebraica di Roma e la Fondazione per il Museo Ebraico di Roma inaugurano la mostra “1849-1871. Ebrei di Roma tra segregazione ed emancipazione”, aperta al pubblico dal 10 novembre 2021 al 27 maggio 2022. L’esposizione si avvale dei prestiti dei più importanti musei italiani del Risorgimento e di prestigiose collezioni private, con lo scopo di far conoscere e raccontare l’impegno e il coinvolgimento degli ebrei italiani nel periodo del Risorgimento. Il percorso espositivo, composto da 70 opere, tra dipinti, sculture, disegni, incisioni, manoscritti e fotografie, sarà accompagnato da un’installazione sonora con musiche realizzate in epoca risorgimentale. Sono gli Inni musicali in omaggio a Vittorio Emanuele, composti dal noto musicista ebreo romano Amadio Di Segni su parole di Crescenzo Alatri, e Annoten Teshuà (benedizione al sovrano), canto tradizionale di Roma armonizzato dal Maestro Amadio Di Segni.  dettagli

mostra ortobotanico imperodeidinosauri

30/10/2021 - 03/04/2022

L’Impero dei Dinosauri

DocumentariaIl percorso si sviluppa nell’Orto Botanico, tra conifere e felci antichissime, e permette alla fantasia di viaggiare, immaginando che i modelli, riprodotti a grandezza naturale, possano muoversi da un momento all’altro. Oltre ai grandi dinosauri, di cui il Tirannosauro è forse il più conosciuto, anche altri animali completano l’esperienza, i grandi mammiferi dei periodi glaciali come il mammuth ed il cervo gigante, con gli enormi palchi che potevano superare i 3 metri. Il progetto condurrà il pubblico verso la conoscenza del mondo preistorico anche attraverso eventi e incontri con i paleoartisti, con i quali si potrà capire come si ricostruiscono gli antichi abitanti della terra. Sarà possibile interagire anche con esperti paleontologi, per scambiare idee ed essere aggiornati sulle più recenti scoperte del loro settore, lì dove la conoscenza viene migliorata costantemente: all’interno della città universitaria della Sapienza, nei luoghi in cui gli esperti lavorano quotidianamente.  dettagli

mostra museivaticani umanitaincammino

05/11/2021 - 25/02/2022

La Biblioteca Apostolica Vaticana incontra Pietro Ruffo

DocumentariaLa Biblioteca Apostolica Vaticana è lieta di invitare alla visita della mostra «Tutti. Umanità in cammino. Dalla cartografia di viaggio alle mappe utopiche e allegoriche: la Biblioteca Apostolica Vaticana incontra Pietro Ruffo». Nata dall’incontro tra l’artista romano Pietro Ruffo e la Biblioteca Vaticana, l’esposizione si snoda in quattro sezioni. Nella prima vengono presentati quattro esempi di cartografia celeste e terrestre creati da Pietro Ruffo, mentre nella seconda si possono ammirare tre rari esemplari provenienti dai tesori della collezione pontificia: un planisfero cinese, un rotolo astronomico indiano e cinque astrolabi cartacei cinquecenteschi. All’interno della Sala Espositiva ha luogo il vero e proprio confronto tra l’artista e il posseduto della Vaticana: lì si potranno ammirare, accostati l’uno all’altra, innumerevoli esempi di come l’essere umano abbia fatto ricorso a, e impieghi tuttora, il paradigma cartografico per rappresentare realtà che nulla hanno di geografico, come i propri sogni e le proprie utopie, i sentimenti e i movimenti interiori, prospettive teologiche e critiche sociali. La mostra giunge al suo culmine con una installazione site specific concepita da Ruffo all’interno della scenografica sala Barberini col suo mobilio seicentesco originale.  dettagli

mostra palazzocorsini labibliotecadidante

07/10/2021 - 16/01/2022

La “Biblioteca” di Dante

DocumentariaLa biblioteca di Dante che documenterà le possibili letture del poeta, attraverso le citazioni presenti nelle sue opere, e raccoglierà nella prestigiosa sede della biblioteca accademica una serie di antichi manoscritti che contengono le opere degli autori classici e della cultura cristiana letti da Dante nel periodo della sua formazione e dell’attività poetica. Altre sezioni della mostra saranno dedicate alla tradizione romanza, ai trattati medievali, alla filosofia di tradizione aristotelica e scolastica ed alla scienza. In occasione dell’apertura della mostra l’Accademia dei Lincei organizzerà il convegno internazionale La biblioteca di Dante, dove saranno approfonditi i temi proposti in mostra.  dettagli

mostra museopigorini lacittadolente

29/09/2021 - 30/12/2021

Ne la città dolente. Viaggio nel mondo dei morti.

DocumentariaCon la Divina Commedia, Dante ci parla dell’umanità intera e del significato profondo della vita e della morte: racconta personaggi, storie e miti, stimola riflessioni morali, rappresenta filosofie e religioni. La mostra “Ne la città dolente. Viaggio nel mondo dei morti” raccoglie l’universalità del Sommo Poeta per estenderla ulteriormente nel tempo e nello spazio, proponendo una narrazione polifonica di come le diverse società e culture umane hanno concepito e si sono rapportate con il mondo dei morti. Il visitatore seguirà Dante attraverso l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso in un viaggio scandito dai versi della Commedia, a cui è affidato il ruolo di introdurre temi, contenuti e oggetti del Museo, in un gioco di rimandi, suggestioni e contrapposizioni.  dettagli

mostra bibliotecanazionalecentrale dante900

25/03/2021 - 31/12/2021

Dante e il ’900: parole, immagini, letture. Al via il progetto della Biblioteca nazionale centrale di Roma nel museo Spazi900

DocumentariaIl progetto vuole indagare il rapporto di poeti e scrittori del Novecento con Dante a partire dagli autori esposti nel museo Spazi900 della Biblioteca, da Gabriele d’Annunzio a Eugenio Montale, da Pier Paolo Pasolini a Giorgio Caproni, attraverso edizioni e documenti originali presenti nelle collezioni dell’Istituto. Affiancheranno poeti e scrittori anche gli artisti del Novecento che hanno illustrato la Divina Commedia. Il viaggio di presenze, ritorni, riusi di Dante nel Novecento, che prende avvio in modo virtuale, diverrà reale attraverso una sezione espositiva permanente allestita all’interno del museo Spazi900, nella sala dedicata a Pier Paolo Pasolini. La sezione verrà rinnovata periodicamente nelle tematiche e nei materiali esposti. Sarà inoltre arricchita dalle letture della Commedia eseguite da Vittorio Sermonti, rese fruibili tramite una postazione multimediale, insieme anche all’esposizione di testi di Dante utilizzati dallo stesso Sermonti per il suo lavoro. La Biblioteca ha infatti di recente acquisito per donazione parte dell’archivio e della biblioteca personale di Vittorio Sermonti, dichiarati di notevole interesse storico.  dettagli

Biblioteca Nazionale Centrale Biblioteca Nazionale Centrale

mostra arnp viteimi

fino al 30/11/2021

Vite IMI - Percorsi Dal Fronte di Guerra ai Lager Tedeschi - Mostra Permanente

DocumentariaLa vicenda dei 650mila IMI-Internati Militari Italiani, dopo un lungo e oscuro periodo di silenzio, quanto mai controverso e difficile per Italia e Germania, è stata oggetto di interesse nel 2008 da parte dei governi dei due Paesi, che nominarono una specifica Commissione di storici con lo scopo di “occuparsi del passato di guerra italo-tedesco e in particolare del destino degli internati militari italiani deportati in Germania”. Nel Rapporto conclusivo della Commissione, pubblicato nel 2012, si sottolineava, tra l’altro, la necessità di istituire a Berlino e a Roma un Luogo della Memoria per gli IMI e promuovere uno stretto gemellaggio fra i due centri.  dettagli

mostra bibliotecanazionalecentrale graziadeledda

01/01/2021 - 31/12/2021

Sotto il cedro del Libano. Grazia Deledda a Roma - Mostra Permanente

DocumentariaLa mostra intende celebrare in particolare il periodo romano di Grazia Deledda. La scrittrice, si trasferisce a Roma nel 1900 e proprio nella capitale si svolge la grande stagione letteraria: da Elias Portolu del 1903 a Canne al vento del 1913 e La madre del 1920, dalle novelle al teatro. Frequenta così il mondo culturale romano di primo Novecento: Angelo De Gubernatis, Giovanni Cena e l’ambiente della rivista «Nuova Antologia», dove escono a puntate molti dei suoi romanzi, gli artisti esordienti. Stringe rapporti con Sibilla Aleramo, Marino Moretti, Federigo Tozzi. La stessa Roma, i luoghi a lei più cari, trapelano tra le pagine come nelle novelle La Roma nostra e Viali di Roma. Inoltre nella capitale muore ottanta anni fa.
Quale massimo riconoscimento del suo percorso letterario, l’Accademia svedese le assegna il premio Nobel per la Letteratura dell’anno 1926 «per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale, e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano».  dettagli

Biblioteca Nazionale Centrale Biblioteca Nazionale Centrale

Archeologia

Musei Capitolini

mostra museicapitolini thetorloniamarbles

14/10/2020 - 08/01/2022

THE TORLONIA MARBLES COLLECTING MASTERPIECES

Evento Evento

Palazzo Altemps

mostra palazzoaltemps collezionepalazzo

fino al 30/11/2021

Collezione del palazzo

Museo Nazionale Romano Museo Nazionale Romano