ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Fotografia

Emanuele Cavalli fotografo: gli anni di Anticoli Corrado (1935-46)

Civico Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Anticoli Corrado dal 12/03/2022   al 26/06/2022

Con una selezione di ben 60 scatti, il percorso della mostra si articola attraverso i temi più frequentati da Cavalli durante la permanenza ad Anticoli Corrado: le nature morte, le scene di vita quotidiana nel paese, i ritratti di figure di artisti e intellettuali che frequentavano il borgo. Lì, infatti, il pittore era a stretto contatto con alcune influenti personalità della cultura del tempo, quali, tra gli altri, Giuseppe Capogrossi, Luigi e Fausto Pirandello, Elsa Morante, di ognuno dei quali eseguì un intenso ritratto fotografico. L’esposizione è poi arricchita da un gruppo di opere che documentano la memoria storica del paese: gli scorci del borgo e le fotografie delle feste più caratteristiche, dalle gare di spaghetti all’albero della cuccagna, passando per le immagini di processioni e ai ritratti di personaggi anticolani. Completano il percorso le nature morte di tono surreale, quasi dei teatrini che Cavalli compone e allestisce a partire da materiali di risulta, vicini ad esempi futuristi, sui quali probabilmente influì l’amicizia con Vinicio Paladini, anche lui presente ad Anticoli nella seconda metà degli anni Trenta. Chiude il percorso una serie di fotografie scattate presso la finestra dello studio della “Gliva murata”, da cui, come emerso recentemente in occasioni di studi condotti per la mostra al Museo Laboratorio di Arte contemporanea, lo stesso Giuseppe Cavalli ha realizzato alcune vedute, testimonianza di un vero e proprio laboratorio creativo condiviso tra i due fratelli.   dettagli

Mostre Fotografi

mostra maxxi corpiinrivolta

17/05/2022 - 19/06/2022

Videogallery Klonaris - Thomadaki Corpi in rivolta

La prima retrospettiva in Italia dedicata al duo artistico Maria Klonaris e Katerina Thomadaki, con una selezione di opere, dagli anni Settanta a oggi, che restituisce l’essenza della loro ricerca. La porosità dei confini tra i corpi, generi, arti, media; la reinterpretazione dell’immagine cinematografica come spazio di relazione; l’immagine in movimento come campo di resistenza politica, dispositivo per costruire una soggettività libera e radicale. Teoriche, cineaste e artiste visive, Klonaris/Thomadaki, coppia nell’arte e nella vita, uniscono linguaggi diversi, dal teatro, al cinema fino alla performance dando vita al Cinéma Corporel, dove in un filmarsi a due scardinano il rapporto patriarcale della tradizione cinematografica ritornando ad essere soggetti liberi, diversi e paritari, che guardano e sono guardati al tempo stesso.  dettagli

mostra archiviostoricosniaviscosa italoinsolera

11/05/2022 - 11/06/2022

Italo Insolera - Una storia che parla al presente

Italo Insolera - Una storia che parla al presente Ciclo di incontri, proiezioni, riflessioni e una mostra per i dieci anni dalla morte del grande urbanista 11.05.2022 ? 11.06.2022 Archivio Storico SNIA Viscosa, Parco delle Energie Via Prenestina, 175, Roma, RM, Italia Informazioni Italo Insolera, torinese di nascita (1929-2012), urbanista, architetto, storico e studioso delle città, è stato sedotto da Roma, dove ha studiato, vissuto e lavorato intensamente come progettista di piani regolatori, edilizia pubblica, restauri e mostre. Docente per lunghi anni a Venezia e Ginevra, portano la sua firma, tra gli altri: la Biblioteca nazionale di Torino, il pionieristico Progetto Pilota per la Dorsale umbra, il Piano per il Centro storico di Palermo, il Parco che tuttora tutela le pinete costiere della Maremma livornese, esempi di un’urbanistica dettata dagli interessi collettivi. Il libro Roma moderna, il suo capolavoro uscito la prima volta nel 1962, è un saggio ineguagliato sulla storia urbana della Capitale per la denuncia del peso della rendita e degli appetiti fondiari che, con poche eccezioni, hanno governato l’espansione dell’Urbe e la devastazione dell’Agro.  dettagli

mostra wspphotography nomadelfia

14/05/2022 - 14/06/2022

Nomadelfia. Un’oasi di fraternità - Enrico Genovesi

“Nomadelfia. Un’oasi di fraternità”. Sarà presente l’autore, il fotografo Enrico Genovesi. Dai termini greci nomos e adelphia, che significa: “Dove la fraternità è legge”, Nomadelfia è un popolo comunitario, più che una comunità, ed è situato vicino alla città di Grosseto in Toscana (Italia). Un piccolo popolo con una sua Costituzione che si basa sul Vangelo. Fondata nel 1948 nell’ex campo di concentramento di Fossoli da don Zeno Saltini, il suo scopo: dare un papà e una mamma ai bambini abbandonati. Attualmente conta circa 300 persone, 50 famiglie suddivise in 11 gruppi, di cui quasi la metà bambini e ragazzi, parte pulsante della comunità. Nomadelfia ha una sua storia, una sua cultura, una sua legge, un suo linguaggio, un suo costume di vita, una sua tradizione. È una popolazione con tutte le componenti: uomini, donne, sacerdoti, famiglie, figli. Per lo Stato è un’associazione civile organizzata sotto forma di cooperativa di lavoro, per la Chiesa è una parrocchia e un’associazione privata tra fedeli. Tutti i beni sono in comune, non circolano soldi, non ci sono negozi ma soltanto magazzini. I generi alimentari vengono distribuiti ai “Gruppi Familiari” in proporzione al numero delle persone e secondo le necessità dei singoli. Nello spirito dei consigli evangelici la popolazione di Nomadelfia conduce una vita caratterizzata da “sobrietà” cioè secondo le vere esigenze umane.  dettagli

mostra actainternational massimilianocamellini

11/05/2021 - 31/05/2022

LA STANZA DI MISS T.V. - Massimiliano Camellini

Al primo piano dell’antica palazzina veneziana, in un angolo di Campo Santo Stefano nel sestiere di San Marco, c’è una stanza a sé. Poco più di otto metri quadrati a cui è affidato il racconto di un’altra storia. La camera di Miss T.V. (Miss T.V.’s room) è un luogo intimo in cui Massimiliano Camellini negozia la dominante emotiva dello stupore con la lucidità di uno sguardo consapevole del ruolo documentario affidato al mezzo fotografico. Per Margherita (detta Titti) Vitalba il suo papà disegnò e fece realizzare gli arredi della camera da letto, proprio come fosse la cabina di una nave. La cura dei dettagli, su cui Camellini indugia nel puntare l’obiettivo, è quella carezza amorevole di un padre verso l’amata figlia. Il sapore retrò diventa, allora, un dispositivo della memoria che cerca e trova connessioni tra il passato e il presente. Se il bianco e nero delle immagini fotografiche assorbe le cromie del tessuto floreale e dei porta lampada, fa tuttavia emergere altri particolari come la brillantezza dei vecchi interruttori elettrici di porcellana. Anche lo specchio riflette l’ipotesi di futuro catturata dall’hic et nunc, lasciando sempre ampio margine all’immaginazione.  dettagli

mostra anticolicorrado raimondoluciani

07/05/2022 - 03/06/2022

In dialogo con Cavalli: fotografie di Raimondo Luciani

Il Civico Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Anticoli Corrado è lieto di annunciare l’avvio di una serie di focus sulla fotografia contemporanea in relazione al territorio, che avranno luogo in concomitanza con la mostra Emanuele Cavalli fotografo: gli anni di Anticoli Corrado (1935-46). La rassegna parte con una selezione di fotografie dei primi anni ’90 di Raimondo Luciani. Tutte scattate ad Anticoli Corrado e stampate da digitalizzazioni di negativi, le fotografie di Luciani si concentrano su ritratti e scene di vita quotidiana. Gli scatti, in bianco e nero, si snodano in mostra attraverso confronti tematici: istantanee con bambini accostate ad anziani, in una riflessione sul tempo; personalità dell’arte e del cinema (tra gli altri, Eric Hebborn e Enzo Meniconi) posti in dialogo con popolani in costume o al lavoro, a sottolineare l’intreccio tra cultura moderna e folclore nel borgo della Valle dell’Aniene.  dettagli

mostra maxxi gianniberengogardin

04/05/2022 - 18/09/2022

Gianni Berengo GardinL’occhio come mestiere

L’uomo e il suo spazio sociale nella natura concreta e analogica del maestro della fotografia di reportage e indagine sociale. Il racconto si snoda lungo un percorso di oltre 150 fotografie, tra le più celebri, le meno conosciute, fino a quelle inedite: un patrimonio visivo unico, dal dopoguerra a oggi, caratterizzato dalla coerenza nelle scelte linguistiche e da un approccio “artigianale” alla pratica fotografica. Dalla Venezia delle prime immagini alla Milano dell’industria, degli intellettuali, delle lotte operaie; dai luoghi del lavoro (i reportage realizzati per Alfa Romeo, Fiat, Pirelli, e soprattutto Olivetti) a quelli della vita quotidiana; dagli ospedali psichiatrici (con Morire di classe del 1968), all’universo degli zingari; dai tanti piccoli borghi rurali alle grandi città; dall’Aquila colpita dal terremoto al MAXXI in costruzione fotografato nel 2009. Attraverso un percorso fluido e non cronologico, la mostra offre una riflessione sui caratteri peculiari della ricerca di Berengo Gardin: la centralità dell’uomo e della sua collocazione nello spazio sociale; la natura concretamente ma anche poeticamente analogica della sua “vera” fotografia (non tagliata, non manipolata); la potenza e la specificità del suo modo di costruire la sequenza narrativa, che non lascia spazio a semplici descrizioni dello spazio ma costruisce naturalmente storie.  dettagli

mostra gnam chiarabertazzi

05/05/2022 - 09/09/2022

Chiara Bettazzi. Surplace

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea inaugura la mostra Surplace, a cura di Saretto Cincinelli, che presenta per la prima volta sotto forma di unica e inedita installazione le opere fotografiche più recenti di Chiara Bettazzi. Lo spostamento del punto di vista segna alla radice tutto il progetto espositivo. Se le foto del ciclo Still Life si relazionano a un’idea di natura morta, quelle di A tutti gli effetti svelano la provvisorietà di un set in attesa di essere inquadrato. Nel ciclo Aste, le fotografie si trasformano in vaghi trofei “surrealisti”, sospesi nel nulla e decontestualizzati, lontani ormai dall’idea del genere pittorico di partenza, mentre Equilibri precari. Elevazioni reintroduce la presenza dell’artista, mettendo in luce l’elemento performativo insito in ogni natura morta, dove gli oggetti sono accuratamente predisposti dall’artista secondo precise regole compositive. L’ars combinatoria di Bettazzi si materializza in una nuova e sempre provvisoria tipologia di natura morta che di volta in volta lambisce il genere, rimando con esso ma senza mai veramente incarnarlo. Il genere pittorico di riferimento non giunge mai a vuotarsi ma si mantiene aperto a nuove possibilità mentre viene rivelato il processo all’origine di ogni scatto, cosa che rende le opere installazioni bidimensionali.  dettagli

mostra palazzodelleesposizioni tanahoban

30/04/2022 - 04/09/2022

GUARDARE È UN GIOCO. I LIBRI FOTOGRAFICI DI TANA HOBAN

«I miei libri parlano di cose quotidiane così ordinarie che si tende a trascurarle (...) Cerco di riscoprire queste cose e condividerle con i bambini. Ma c'è di più in ogni immagine di quanto riveli un primo sguardo. Cerco sempre di inserire qualcosa di nuovo, qualcosa da raggiungere». Tana Hoban Tana Hoban, artista americana nota in tutto il mondo per aver prodotto oltre 50 libri fotografici per l’infanzia e considerata una pioniera di questo genere, diventato oggi sempre più di interesse per l’educazione visiva del pubblico più giovane. Una mostra laboratorio a 15 anni dalla sua scomparsa, un omaggio alla prima artista che ha realizzato una così ampia produzione di libri fotografici per l’infanzia, caratterizzati dal linguaggio unico e immediato. Il progetto di allestimento comprende una selezione di opere fotografiche e l’intera produzione di libri realizzati tra il 1970 e il 2007 provenienti dal Fondo de Les Trois Ourses, conservati presso CNAP e alcune immagini provenienti dall’archivio di The de Grummond Collection (University of Southern Mississippi).  dettagli

mostra gallerialombardi mareomnis

27/04/2022 - 30/06/2022

Mare Omnis di Francesco Zizola

La mostra Mare Omnis di Francesco Zizola, visitabile fino al 30 giugno 2022, presenta una raccolta di 22 fotografie di grande formato che sembrano raffigurare delle costellazioni lontanissime, ma che in realtà sono tonnare, ossia reti da pesca inserite nel grande mare Mediterraneo fotografate di notte da un drone: reti che i tonnarotti – coloro che si occupano della mattanza – installano per catturare i tonni nella loro migrazione verso la costa. Le immagini sono state tutte realizzate nel mare del Sulcis, nella Sardegna sud occidentale, presso la Tonnara di Portoscuso, che in quelle acque opera da secoli. Nelle fotografie i punti bianchi sono boe e i fili argentati sono le cime che assicurano le parti galleggianti ai fondali. La mostra Mare Omnis documenta in maniera antropologica la vita vissuta in mare attraverso forme di pesca ancora manuali, locali, sostenibili, secondo tradizioni centenarie, indagando il rapporto dell’uomo con la natura e della sua influenza sul mare declinato attraverso un linguaggio visivo articolato e complesso.  dettagli

mostra auditoriumparcodellamusica gasmannilcentenario

09/04/2022 - 29/06/2022

VITTORIO GASSMAN - IL CENTENARIO

Celebrare il centenario di Vittorio Gassman attraverso una grande mostra, la prima che a lui sia mai stata dedicata, significa rendere omaggio a un protagonista dello spettacolo e della cultura, un gigante del Novecento profondamente radicato nell’immaginario collettivo, uno dei personaggi italiani più amati dal pubblico. L’esposizione è a cura di Alessandro Nicosia, Diletta d’Andrea Gassmann e Alessandro Gassmann ed è prodotta da C.O.R. Creare Organizzare Realizzare e promossa dagli eredi Gassman e dalla Fondazione Musica per Roma, con l’apporto determinante dell’Archivio Luce e di Cinecittà. Il racconto di Gassman attraverso la mostra si dipana in quattro sezioni espositive: IL TEATRO, IL CINEMA, LA TELEVISIONE, LA POESIA E LA SCRITTURA. Oltre 1.000 metri quadri espositivi per raccontare questo grande artista partendo dai momenti più importanti della sua vita privata - attraverso foto inedite e numerosissimi oggetti – per proseguire con il teatro dove vengono presentate diverse importanti pie?ce a fare da guida nella sua immensa attività teatrale.  dettagli

mostra officinefotografiche allasinistradicristo

01/04/2022 - 22/04/2022

Alla sinistra di Cristo

Nell’area già economicamente depressa della baia di Guanabara, porto naturale di Rio de Janeiro, lo sviluppo industriale si sta accaparrando il territorio a discapito della pesca tradizionale, lasciando solo il 12% dell’intera area alle comunità degli 8.000 pescatori artigianali. Le limitazioni nell’uso degli spazi di mare sono dovute, in parte, alle attività della Marina militare e alle rotte marittime congestionate, ma ancor di più alle restrizioni sempre maggiori imposte dalle compagnie petrolifere. La Petrobras, Compagnia di Stato del petrolio, e altri colossi del settore hanno colonizzato la baia sopra e sotto la superficie dell’acqua, costruendo una grande quantità di impianti e piattaforme offshore e installando sul fondo marino una fitta rete di oleodotti e gasdotti. Oltre a possibili contaminazioni da parte dell’industria petrolifera, stimate a 0,3 tonnellate di metalli pesanti come piombo, zinco e mercurio fuoriusciti ogni giorno, la baia è anche minacciata dall’inquinamento urbano.  dettagli

mostra archivioluce garrubbaonline

25/11/2021 - 31/12/2022

Garrubba, online le foto del viaggio in Cina nel 1959

Nel 1959 il fotografo Caio Mario Garrubba ottiene il visto per la Cina in occasione del decimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare CineseIn quel viaggio di circa quaranta giorni - da fine settembre a metà novembre 1959 - Garrubba scatterà 4198 foto, divise in 125 rullini. Sono le foto della serie “Cina” ora digitalizzate e catalogate dall’Archivio Storico Luce e pubblicate online su archivioluce.com. Garrubba arriva a Pechino pochi giorni prima dell’inizio dei festeggiamenti del decimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese che si celebrerà con una grande manifestazione a piazza Tienanmen il 1 ottobre 1959, con una grande parata militare, cortei di operai e contadini, studenti e atleti, e una folla enorme di 700.000 persone.  dettagli

mostra museotrastevere neeev

20/01/2022 - 22/05/2022

NEEEV. Non è esotico, è vitale. Fotografie di Begoña Zubero

Una selezione di diciotto fotografie di grande formato di Begoña Zubero. La selezione fa parte di un progetto realizzato da Begoña Zubero durante la sua residenza di due mesi presso la Moving Artist Foundation in Iraq, che cerca di mettere in relazione artisti che operano in zone di conflitto con quelli dei Paesi Baschi e racconta la città di Mosul nel momento della ricostruzione, dopo la terribile offensiva che ha portato alla sconfitta dello Stato Islamico.  dettagli

mostra maxxi ugoferranti

18/11/2021 - 25/09/2022

Galleria Ugo Ferranti Roma 1974 - 1985

Un momento ricco di protagonisti e fermenti, in cui la spinta al rinnovamento politico e sociale e le nuove aperture culturali si intrecciavano strettamente con le vicende dell’arte. Per la prima volta il MAXXI dedica un focus all’archivio di una galleria, concesso in comodato d’uso al MAXXI per volontà di Maurizio Faraoni. Lettere, manoscritti, fotografie, inviti, manifesti e pubblicazioni restituiscono i vari aspetti del lavoro di Ugo Ferranti: gli scambi con artisti e critici nonché la tessitura di rapporti professionali e di amicizia con gallerie italiane e internazionali che dureranno negli anni. La galleria aperta da Massimo d’Alessandro nel 1974 si afferma subito come luogo di riferimento per l’arte concettuale europea e statunitense. Dai documenti esposti emerge il dialogo delle opere con lo spazio espositivo, nato proprio dalle riflessioni della metà degli anni Settanta intorno all’architettura radicale, all’arte minimalista e ambientale. Il focus presenta momenti e figure centrali dell’epoca tra i quali: Richard Nonas, Niele Toroni, Richard Tuttle, Mario Schifano, Christo, Marcia Hafif, Giulio Paolini, André Cadere, Maurizio Mochetti, Domenico Bianchi, Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Daniel Buren, Cy Twombly, Sol LeWitt, Jannis Kounellis  dettagli

mostra maxxi sebastiaosalgado

01/10/2021 - 21/08/2022

Sebastião Salgado Amazônia

Per sei anni Sebastião Salgado ha viaggiato nell’Amazzonia brasiliana, fotografando la foresta, i fiumi, le montagne e le persone che vi abitano. La mostra, in anteprima in Italia, con più di 200 opere ci immerge nell’universo della foresta mettendo insieme le impressionanti fotografie di Salgado con i suoni concreti della foresta. Il fruscio degli alberi, le grida degli animali, il canto degli uccelli o il fragore delle acque che scendono dalla cima delle montagne, raccolti in loco, compongono un paesaggio sonoro, creato da Jean-Michel Jarre. La mostra mette in evidenza la fragilità di questo ecosistema, mostrando che nelle aree protette dove vivono le comunità indiane, guardiani ancestrali, la foresta non ha subito quasi alcun danno e ci invita a vedere, ascoltare e a riflettere sulla situazione ecologica e la relazione che gli uomini hanno oggi con essa.  dettagli

mostra ilmuseodellouvre giuseppecassetti

Giuseppe Casetti Splendori e Miserie dell’arredamento

297 fotografie dello schermo scattate da Giuseppe Casetti nel corso dei collegamenti da casa di esperti, giornalisti, virologi, direttori d’orchestra, regine… che hanno popolato la televisione durante il #lockdown per il #covid19  dettagli

Mostre Fotografiche

Teatro Del Lido (Ostia)

mostra teatrolido oltreilring

20/05/2022 - 19/06/2022

Oltre il ring

Casa Del Cinema

mostra casadelcinema cinemainvesstigation

15/05/2022 - 29/06/2022

THE CINEMA INVESTIGATION

Museo di Roma In Trastevere

mostra museotrastevere anniinteressanti

13/05/2022 - 16/10/2022

ANNI INTERESSANTI Momenti di vita italiana. 1960-1975

Museo Laboratorio di Arte Contemporanea

mostra mlac lasapienzafotografata

14/05/2022 - 14/06/2022

2022: La Sapienza Fotografata

RossoCinabro

mostra rossocinabro betweemus

09/05/2022 - 31/05/2022

Between Us

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

mostra galleriaromacapitale pharmakon

29/04/2022 - 05/06/2022

PHARMAKON. Episodio 1

Palazzo delle Esposizioni

mostra palazzoesposizioni worldpressphoto2022

28/04/2022 - 12/06/2022

WORLD PRESS PHOTO EXHIBITION 2022

Villa Capo di Bove

mostra capobove giuliolelardi

09/04/2022 - 09/10/2022

Still Appia. Fotografie di Giulio Ielardi e scenari del cambiamento

Itinerari accompagnati alla mostra Itinerari accompagnati alla mostra

Museo delle Mura

mostra museodellemura gaiaterra

22/04/2022 - 22/05/2022

Ghê Gaia Terra Riflessioni sul rapporto tra uomo e ambiente

Museo di Roma In Trastevere

mostra museotrastevere lacollezionefotografica

Le fotografie di Mario Carbone ed Emilio Gentilini

#ilmuseoincasa - Scatti dal museo#ilmuseoincasa - Scatti dal museo di Roma in Trastevere

Libreria Galleria il Museo del Louvre

mostra galleriamuseolouvre roma50

07/05/2019 - 30/11/2022

ROMA50. Istantanee di un decennio. 200 immagini mai viste dall’archivio del quotidiano Paese Sera