ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra Galleria Triphe_Ludus Matematico
mostra Galleria Triphe_Ludus Matematico
mostra Galleria Triphe_Ludus Matematico
mostra Galleria Triphe_Ludus Matematico

“LUDUS” MATEMATICO - Marco Angelini

arte contempranea

Galleria Triphè   dal 15/10/2021 al 20/12/2021

La lametta, il semplice oggetto di uso comune che lega la gestualità quotidiana di uomini e donne, è utilizzata da Marco Angelini come strumento base del suo linguaggio, della sua ricerca artistica. Il piccolo oggetto viene assemblato in forme aperte, chiuse e semiaperte secondo serialità che riportano alla memoria dell’osservatore i circuiti stampati di schede elettroniche: il massimo della razionalità umana nel sintetizzare operazioni complesse. Le connessioni che l’artista propone non sono, pertanto, circoscrivibili al semplice “ludus” matematico; sono, in nuce, un passo, una ipotesi di lavoro che può volgere verso quella che Giulio Carlo Argan definiva:” una esplicita, rigorosa ed avanzata analisi strutturalistica ed Operazionistica, un iter già programmato su una metodologia di tipo logico matematico.’’ Una ricerca estetico-operazionale, quella di Angelini, destinata ad essere da semplice, lineare sempre più complessa e che si stende con forza su fondi di macchie che spesso ci riportano a Rorschach. Sono macchie, infatti, che stimolano l’osservatore, che fanno pensare a continenti contrastati, alla deriva, alla ricerca di un ordine che possa irretirli. Qui agisce l’artista sovrapponendo al ‘’contrasto’’ un processo di razionalità; è la razionalità della specie umana che elabora, costruisce, struttura e fa storia!     dettagli    

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra francescaantonini sabrinacasadei

25/11/2021 - 26/01/2022Arte contemporanea

Sabrina Casadei Tessere l'invisibile

Come in un tessuto, dove trama e ordito insistono ostinatamente nella loro ripetizione e variazione modulare per raggiungere un’unità più ambiziosa, così l’esposizione, in maniera più universale, insiste sulla reiterazione di alcuni moduli estetici. Presenti, questi ultimi, nella natura delle cose. Deflagrazioni cromatiche dalle forme astratte – ora paesaggi aerei, ora macro organici, ora germinazioni vegetali – che Casadei realizza e gestisce sapientemente. Cristallizzazioni morfologiche dall’aspetto “liquido” che ci invitano a misurarci con la complessità del mondo e le sue inafferrabili qualità semiotiche. Una mostra che, oltre al layerpittorico, appare letteralmente “cucita” insieme grazie all’uso di stoffe e reti che Casadei sovrappone e somma visualmente tra loro. Filtri che, invece di allontanare, invitano paradossalmente l’osservatore a entrare nelle tele più da vicino. Si scoprono così piccoli dettagli figurativi persi in fluttuanti campiture di colore, altrimenti apprezzabili come puramente astratte. Un misterioso equilibrio governa lavori sospesi tra iperrealismo e assenza di figurazione, per i quali l’indeterminatezza del punto di vista diviene la reale e imprescindibile costante.
  dettagli

mostra gagosian futurepresent

20/11/2021 - 05/02/2022Arte contemporanea

Sterling Ruby FUTURE PRESENT

Gagosian è lieta di annunciare FUTURE PRESENT, una mostra di nuove sculture e collage di Sterling Ruby in cui l’artista riflette sul tema dell’inquinamento ambientale. Alla sua prima mostra presso la galleria di Roma, Ruby ha già esposto nel 2013 in città al Museo d’Arte Contemporanea Roma (MACRO) e alla Fondazione Memmo. Visitare il Foro Romano una tarda primavera di diversi anni fa rimane una delle mie esperienze più importanti. I papaveri rossi in piena fioritura, la vita che attraversa le rovine. Viviamo in uno stato di costante distruzione e divenire, girandoci intorno continuiamo a reinventare il passato come se fosse presente. —Sterling Ruby Attraverso una produzione che comprende scultura, ceramica, pittura, disegno, collage, video e tessuti, Ruby dialoga con la storia dell’arte, il potere istituzionale e la sua stessa autobiografia. Contrapponendo linee pulite e oggetti riconoscibili a forme grezze e misteriose, l’artista demolisce l’estetica convenzionale analizzando la struttura sociale contemporanea. La pratica scultorea di Ruby si ispira anche alle tradizioni artigianali del cucito e della lavorazione del legno, così come alla vita domestica e alla cultura hot rod che ha informato la sua infanzia vissuta in una fattoria nel sud-est della Pennsylvania. Vivendo e lavorando a Los Angeles, l’artista attinge ai paesaggi fisici e concettuali della città, esplorando la potenzialità degli atti vandalici, quali i graffiti, di generare un nuovo sublime pittorico.
  dettagli

mostra annamarra pantarei

18/11/2021 - 16/12/2021Arte contemporanea

PANTA REI VITTORIA GERARDI, MARIA LAET LUCAS SIMÕES, RODRIGO TORRES

Galleria Anna Marra è lieta di presentare la mostra collettiva Panta Rei. Vittoria Gerardi, Maria Laet, Lucas Simões e Rodrigo Torres sono stati invitati a esplorare l'idea di forma dell'opera tra memoria e percezione del reale, esaltandone gli aspetti di instabilità e cambiamento. Il reale spesso è uno strato profondo e sottostante, talvolta represso nella nostra esistenza. Nei lavori esposti il processo di costruzione e decostruzione formale si confronta con lo spazio e il tempo concessi all'inatteso; un inatteso che nasce sia dal rapporto fisico con l'opera durante la sua realizzazione sia dall'apertura a uno scambio "sensibile" con il soggetto del lavoro che spesso afferisce a immagini archetipiche. Sguardo e gesto modificano le traiettorie nella ricerca della forma. Un'esperienza generativa è allo stesso tempo fisica e psichica. Nel processo di creazione delle opere si avverte, senza soluzione di continuità, uno slittamento fra psichico e fisico, talvolta carico di sensualità. Anche il tempo portato nell'opera assume una dimensione fisica, corporea, a volte performativa, nella temporalità dilatata dell'azione.
  dettagli

mostra thegalleryapart marianaferratto

16/11/2021 - 21/01/2022Arte contemporanea

Inciampi - Mariana Ferratto

Il tema dell’inciampo e di cosa può derivare da un evento fortuito ha costituito oggetto di analisi in molte branche della creatività e dell’ingegno umani, dalla psicoanalisi alla letteratura, all’arte. L’inciampo come possibilità offerta per riflettere, ripensare, ricordare, fermare per un attimo il tempo e scegliere nuove direzioni. Non a caso proprio un artista, Gunter Demnig, ha posato nel 1992 la prima pietra di inciampo per ricordare le vittime del genocidio nazista, a cui ne sono seguite migliaia in tutta Europa a testimonianza della potenza generatrice di un incontro casuale. Mariana Ferratto dà però al tema dell’inciampo una interpretazione diversa e personale, non come conseguenza di un atteggiamento distratto o flaneuristico in grado di provocare incontri inattesi, bensì come individuazione e ricerca di eventi e comportamenti nella vita e nelle storie degli altri capaci di modificare il senso e la pratica di tradizioni e prassi. E gli altri per l’artista sono soprattutto le persone che tali tradizioni e abitudini le hanno portate con sé lontano dai loro luoghi d’origine, gli emigrati che tramandano racconti, ricette, tecniche di produzione e tanto altro per serbarne il ricordo e continuare a sentirsi a casa, ma che inevitabilmente finiscono per modificare e a volte stravolgere ciò che a loro preziosamente ricorda la madrepatria.
  dettagli

mostra lorcanoneill giannipoliti

16/11/2021 - 20/01/2022Arte contemporanea

GIANNI POLITI - The Last Stand

GIANNI POLITI 1986 Born in Rome Lives and works in Rome. Gianni Politi's new exhibition at the gallery includes monumental paintings made during long lockdown hours in his studio in Rome. The exhibition title, The Last Stand, refers to a similarly named grand history painting by William Barnes Wollen (1857-1936) which depicts a scene from the first Anglo-Afghan War of 1841 where a small group of British soldiers were decimated in the snow after their retreat from Kabul. This cautionary tale of expansionist and deadly hubris influenced Politi's efforts in these latest works to express the causality of all human activity.
  dettagli

mostra galleriafidia armadilly

12/11/2021 - 06/12/2021Arte contemporanea

Armadilly Loves me, loves me not…

Nella contemporaneità di Armadilly il rapporto con in proprio corpo davanti a uno specchio e dinanzi lo sguardo degli altri, si complica in relazione alla vetrina fotografica dei social network. Instagram e la sua gallery ,in particolar modo, costituiscono quel biglietto da visita che la società impone. Sono dinamiche sociali perfettamente descritte con marcata ironia ed estrema efficacia negli arazzi di Armadilly; l’artista, infatti, non si rivolge alla tradizionale tela ma si esprime attraverso una pittura – per così dire – intessuta sulla tela. Le sue vignette ricamate danno vita ad un singolare connubio tra il linguaggio pop, arricchito di un gusto kitsch e contenuti social associati alla cultura trash.
  dettagli

mostra galleriamarchetti romasegreta

11/11/2021 - 17/12/2021Arte contemporanea

Roma Segreta

La Galleria Marchetti di Roma (Via Margutta 8) ospiterà la mostra ROMA SEGRETA – Figure di artisti dagli anni ’30 agli anni ’70 (a cura di S. Pegoraro) che resterà allestita fino al 17 dicembre 2021. In esposizione alcune delle opere pittoriche più interessanti realizzate tra i primi anni ‘30 e gli anni ’70 – da 21 artisti operativi a Roma dal decennio che precede la seconda guerra mondiale agli anni del vivace clima artistico e culturale del dopoguerra: Manfredo Acerbo, Ugo Attardi, Giovanni Checchi, Pericle Fazzini, Gilberto Filibeck, Franco Gentilini, Mino Maccari, Sante Monachesi, Marcello Muccini, Giovanni Omiccioli , Carlo Quaglia , Antonietta Raphaël, Amedeo Ruggiero , Manlio Sarra, Antonio Scordia, Carlo Socrate, Giovanni Stradone, Orfeo Tamburi, Antonio Vangelli, Armiro Yaria, Alberto Ziveri .
  dettagli

mostra palazzovelli dopotutto

11/11/2021 - 23/11/2021Arte contemporanea

Dopo Tutto

“Dopo tutto” presenta un corpus di opere costituito da disegni e dipinti. A un primo sguardo si tratta di opere molto diverse tra loro, quasi estranee. Da una parte i disegni, totalmente liberi, astratti. Dall’altra i dipinti, visioni figurative di un universo in cui si perde il confine tra reale ed immaginato. Ma questo distacco è solo apparente, di forma più che di sostanza, perché, proprio come nota il curatore, tutti i lavori di Emanuele Parmegiani sono indistricabilmente legati da un fil rouge, presente tanto nei disegni, quanto nei dipinti, il segno.
  dettagli

mostra lafondazione tacitadean

30/10/2021 - 26/02/2022Arte contemporanea

Tacita Dean - Sigh, Sigh, Sigh

La Fondazione Nicola Del Roscio presenta da sabato 30 ottobre 2021 a sabato 26 febbraio 2022, presso gli spazi di via Crispi 18 la personale dell’artista inglese Tacita Dean, Sigh, Sigh, Sigh che riunisce una serie di lavori - la maggior parte dei quali mai esposti prima in Italia - in omaggio a Cy Twombly (1928–2011).
  dettagli

mostra lanuovapesa goya

20/10/2021 - 24/12/2021Arte contemporanea

GOYA - Gli affreschi della cupola di San Antonio de la Florida - Roberto Pietrosanti

Sono CODICI, ovvero sistemi di segni che si combinano secondo criteri prestabiliti. Tavole di ridotte dimensioni ideate in modo sequenziato e seriale, recinti tonali ritmati da assonanze e divergenze, arazzi minimi in cui la materia ineffabile della luce prende corpo nel filo restituito alla sua primaria natura, alla sua linearità. Si coglie il rigore di tanti altri lavori dell’artista, che qui contiene e riduce il proprio vocabolario in uno spazio definito e misurato, composto secondo regole austere. Pietrosanti mette alla prova l’invenzione sovrapponendosi allo sguardo di maestri del passato, ripercorrendo i loro itinerari, insinuandosi nelle scelte creative, appropriandosi del loro idioma per convertirlo in nuove soluzioni. Opera fine di traduttore, munito del dizionario dei filati. Da Velázquez a Bacon, da De Chirico a Beato Angelico, con i bagliori di ruggine di Scipione e gli acquatici frammenti di Monet, scorrendo gli ori di Pinturicchio, le superfici smaltate di Antonello da Messina, i pigmenti stridenti degli espressionisti: quasi che una pura astrazione cromatica permetta di cogliere infine la quintessenza autoriale, doviziosamente filtrata attraverso le complicate curve di un alambicco.
  dettagli

mostra visionarea paoloventura

07/10/2021 - 20/01/2022Arte contemporanea

PAOLO VENTURA - Autobiografica (con Ex voto)

Tra poesia e vita, come il progetto presentato in esclusiva e anteprima assoluta a Visionarea: un flusso narrante che trova le proprie radici private nel libro AUTOBIOGRAFIA DI UN IMPOSTORE (Johan & Levi), dove la vita dell’artista (narrata da Laura Leonelli) incarna un meccanismo calviniano di microepica del quotidiano a ritroso. In 21 opere uniche e d’impatto, scopriamo parenti vicini e lontani, luoghi aderenti e inerenti, situazioni di vita milanese e vacanze estive, doveri familiari e diritti adolescenziali, ricordi scivolosi ma vividi di una mente che attraversa il passato con una lente che ipnotizza la memoria, rendendola una cartolina dal futuro con le radici nel ventre del Novecento. Da Ex Voto arrivano le altre 11 opere. Poche volte è stata narrata la guerra con tanta coscienza del dolore: perché qui non vediamo le azioni ma le conseguenze negli occhi, la ricaduta negli sguardi, come se ogni soldato si chiedesse dove inizia e finisce la banalità del male.
  dettagli

mostra monitor nicolasamori

01/10/2021 - 26/11/2021Arte contemporanea

NICOLA SAMORì - ROMA

Questa è la mia prima mostra che prende le ferie dal museo e presenta forme che non hanno radici nelle pinacoteche. Così Nicola Samorì (Forlì 1977), ci introduce al percorso espositivo della sua nuova personale nella sede Monitor di Roma. Roma (manuale della mollezza e la tecnica dell’eclisse) rivela al pubblico la presenza nelle immagini di Samorì di un codice genetico indipendente dal filone a cui è stata ricondotta più frequentemente la sua produzione da un decennio a questa parte, ossia quello che affonda le sue radici nel repertorio dei maestri del passato. Un corpus di opere inedite che possono a primo acchito creare spaesamento, ma che in realtà vedono potenziati aspetti già in nuce in altri lavori più recenti.
  dettagli

mostra nerogallery eredi

02/10/2021 - 27/11/2021Arte contemporanea

Eredi - Gerlanda di Francia e Selena Leardini

La mostra bi-personale di Gerlanda Di Francia e Selena Leardini dal titolo “Eredi”, indaga il tema del Tempo, in un concetto che va oltre la temporalità ma si avvicina più alla memoria e al ricordo. Accostando le opere di due sensibilità, Selena e Gerlanda che sono complementari, cogliamo il paradosso del tempo che è già nostalgia, ricordo di quello che noi conosciamo come splendore del perso. Cura e custodia è l’appello sognante che proviene dalle opere di Gerlanda, mentre Selena sussurra il confine tra l’esistenza e l’abisso dell’oblio. Le artiste con forme, accenni, vampate e tepori, vanno così componendo una testimonianza vivissima. Un invito ad una connessione del cuore senza superflue intenzioni. Dedicata agli Eredi a cui toccherà cogliere i frutti di azioni ed emozioni contrastanti, di sguardi e coscienze divergenti, di scelte di salvezza e distruzione, che distinguono l’epoca opaca in cui viviamo. Gli eredi siamo noi essere umani a cui è dato il compito di vivere nel presente e del ricordare. I protagonisti sono animali e bambini i veri custodi di purezza e verità.
  dettagli

mostra nomasfoundation romacittaaperta

01/01/2021 - 31/12/2021Arte contemporanea

Roma Città Aperta

Roma citta? aperta will take place from January 2021 to December 2021. roma citta? aperta wants to bring the public closer to the arts, also involving local associations and actively including Roman municipalities, encouraging exchanges and debates required for the transformation of the city. Usually private places, the studios of the artists open up to be spaces for sharing and participating where the public can discover how artistic research is born and takes shape.
  dettagli Roma Città Aperta Roma Città Aperta

mostra artforumcapena emotion

10/05/2021 - 08/10/2022Arte contemporanea

[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art nella Collezione Würth

Finalmente l’Art Forum Würth Capena riapre le sue porte al pubblico e presenta una nuova mostra dal titolo “[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art nella Collezione Würth”. Un progetto espositivo coinvolgente che, attraverso oltre 30 opere di 24 artisti, approfondisce uno dei filoni alternativi più interessanti della produzione artistica del XX secolo. L’apertura al pubblico dell’Art Forum Würth Capena è soggetta alle disposizioni governative per il contenimento della pandemia. La prenotazione è obbligatoria e l’ingresso sarà contingentato nel rispetto della normativa per il contenimento del Covid-19. È obbligatorio l'utilizzo della mascherina per tutta la durata della visita e il mantenimento della distanza interpersonale.
  dettagli

Canova22 25/11/2021 - 11/12/2021

mostra canova22 comunionecolfuoco

Comunione Col Fuoco

IN-APERTURA Ripartiamo a novembre con due fantastici eventi: PERSONAE di Paola Falini dal 18 al 21 novembre 2021 COMUNIONE COL FUOCO Il segno della poesia Versi di Luciana Frezza Opere grafiche di Maria Pina Bentivenga, Elisabetta Diamanti, Natalia Lombardo dal 25 novembre all'11 dicembre 2021
  dettagli

Von Buren Contemporary 21/11/2021 - 08/12/2021

mostra vonburencontemporary nothinggonnachangemyworld

nothing's gonna change my world - LUCIANELLA CAFAGNA CLAIRE PIREDDA

Il lavoro di queste due artiste è incentrato sui temi dell'infanzia e della prima adolescenza, espressi da Cafagna su tela e da Piredda attraverso le sue figure in terracotta. Entrambe hanno uno sguardo acuto e sensibile nel cogliere quella fase critica dello sviluppo che vede il bambino entrare nella prima età adulta, quella condizione esistenziale piena di assoluti e contraddizioni che caratterizza questo delicato rito di passaggio. Il titolo della mostra nothing’s gonna change my world (niente cambierà il mio mondo) - l'iconico ritornello di Across the Universe dei Beatles - è perfetto per il ‘momento significativo’ che Cafagna e Piredda stanno esplorando. Le loro giovani creature sono allo stesso tempo figure di incertezza, figure di gioia, figure di conflitto e figure di sensualità in erba – intrappolate tra la loro nuova autocoscienza e un senso di perdita del loro stato precedente.
  dettagli

Canova22 18/11/2021 - 25/11/2021

mostra canova22 paolafalini

Paola Falini - Personae

PERSONAE è il viaggio che unisce il fuori di noi, con il dentro di noi. L’allestimento, site specific, si sviluppa negli spazi dell’Antica Fornace del Canova, una galleria d’arte suggestiva e ricca di storia. L’ingresso alla mostra è il luogo dell’accoglienza, dove predisporci al racconto, che inizia dentro un corridoio stretto, popolato dalle fotografie di Carmelo Daniele: la cronaca di una moltitudine di visi stretti uno all’altro, con tante immagini in poco spazio, per rendere concreta la metafora del nostro vivere quotidiano, riempito e confuso, che impedisce di guardarci dentro. Lo shock della pandemia ha sospeso le nostre vite lasciando emergere l’inquietudine di un io sconosciuto; per andare avanti siamo stati costretti a cambiare direzione ed a salire di livello, fino a conquistarci lo spazio vuoto, dove poter accogliere l’energia della trasformazione.
  dettagli

Galleria Tricromia 15/11/2021 - 30/11/2021

mostra tricromia bacili

BACILIERI E OGGI - Paolo Bacilieri

A Paolo Bacilieri piace indagare. Lo fa da sempre con i disegni, come quando scrive i suoi fumetti, ad esempio Barokko: investigatore privato e protagonista di un cinico hard boiled urbano, ambientato nella Roma metropolitana. O quando disegna sceneggiature altrui, come ad esempio quella di Vincenzo Filosa per Bob 84, un noir a fumetti ambientato in Italia, che richiama alla memoria i polizieschi anni Ottanta e i manga d’autore. Bacilieri sa che la realtà, se la guardiamo attentamente, può raccontarci molto. E non sa cosa si perde chi ha fretta, chi ha gli occhi abbassati, chi pensa ad altro. Il Bacilieri della fine degli anni Ottanta e quello di oggi hanno lo stesso sguardo, sempre attento, curioso, attivo, penetrante. Barokko era stato creato nel 1988 per “A Suivre”, la prestigiosa rivista francese di Casterman, dove trovavano spazio alcuni dei maestri assoluti dell’avventura a fumetti. Le pagine sono davvero un piccolo mondo zeppo di informazioni. I personaggi hanno il volto segnato dal loro passato, e ogni segno ha qualcosa da dire, gli ambienti sono pieni di oggetti che Paolo ci invita a riconoscere, per attivare circuiti di memoria, reminiscenze empatiche. E poi gli esterni: pubblicità, cartelli, lampioni, nebbie, panchine, architetture.
  dettagli

Galleria D'Arte F. Russo 13/11/2021 - 04/12/2021

mostra galleriarusso pierogilardi

Piero Gilardi

Piero Gilardi nasce a Torino nel 1942, dove vive e lavora. Nel 1963, realizza la sua prima mostra personale Macchine per il futuro. Due anni più tardi realizza le prime opere in poliuretano espanso, i Tappeti-natura che espone a Parigi, Bruxelles, Colonia, Amburgo, Amsterdam e New York. A partire dal 1968 interrompe la produzione di opere per partecipare all’elaborazione delle nuove tendenze artistiche della fine degli anni ’60: Arte Povera, Land Art, Antiform Art. Collabora alla realizzazione delle due prime rassegne internazionali delle nuove tendenze allo Stedelijk Museum di Amsterdam e alla Kunsthalle di Berna.
  dettagli Fondazione Piero Gilardi Fondazione Piero Gilardi

Galleria La Nuvola 12/11/2021 - 27/11/2021

mostra gallerialanuvola ritrattifiscali

Ritratti Fiscali e Artphabet

Non ancora ventenne Daniele Cima inizia a dedicarsi all’art direction e al graphic design diventando, in breve tempo, un artista specializzato nella creatività grafica e pubblicitaria italiana. Si contraddistingue per la capacità di far coesistere il rigore con la sperimentazione visiva e per la sua marcata sensibilità verso l’estetica della comunicazione, premiata e riconosciuta in Italia e in Europa. Dopo il primo approccio datato 1990, l'artista ha costantemente intensificato la sua produzione, attraverso la realizzazione di una serie di progetti che mantengono una struttura esecutiva, caratteristica della sua formazione nell’ambito delle arti applicate.
  dettagli

Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea 12/11/2021 - 28/11/2021

mostra edarcom ferrante

Mario Ferrante - Sorpreso in flagranza di sogni

“Sorpreso in flagranza di sogni”, personale del Maestro Mario Ferrante. In tale occasione l’artista presenterà in anteprima al pubblico della galleria il suo libro “Diario di un ritrattista”, edito da Gruppo Albatros Il Filo. La presentazione ufficiale avverrà invece giovedì 2 dicembre presso la Sala di Apollo di Castel Sant’Angelo. In questa prima opera letteraria, Ferrante ripercorre le vicissitudini e i luoghi che hanno ispirato i suoi dipinti, pieni della poesia e del fascino delle suggestive atmosfere del Brasile, terra della sua infanzia. Nelle oltre 30 opere selezionate per la mostra, lo spettatore avrà la possibilità di riscoprire l’evoluzione stilistica di Ferrante degli ultimi venti anni. Il suo linguaggio dapprima vicino a una figurazione più realista, si contamina progressivamente con una personale informalità della rappresentazione, realizzata mediante l’utilizzo delle spatole, ideali per trasmettere dinamicità alla composizione.
  dettagli

Sala 1 05/11/2021 - 04/12/2021

mostra sala1 lapitturatrice

La Pitturatrice e il Pitturatore

La Pitturatrice e il Pitturatore dei gemelli Auro&Celso Ceccobelli. Auro e Celso sono partiti dal riutilizzo di utensili, arnesi, manufatti e materiali provenienti da autorimesse, officine meccaniche, modificandoli e riadattandoli per creare “l’opera installativa” che da il nome alla mostra. Non è un’installazione fine a se stessa, ma affinché la magia dell’arte abbia luogo è necessario che il fruitore interagisca con l’opera, un evidente omaggio alla ricerca artistica di Jean Tinguely. Una volta che La Pitturatrice e il Pitturatore avranno dato vita alla propria creazione, l’opera entrerà in possesso gratuitamente della persona che l’ha azionata. Un colorato ringraziamento a Flaminia e Beatrice Bulla, per il sostegno tecnico nell’offerta della carta, che proseguendo la tradizione di famiglia presso la storica Litografia Bulla, oggi sostengono i giovani artisti nei loro progetti legati alla grafica d’arte! Sarà disponibile un catalogo digitale edito da Sala 1 edizioni, con testo critico di Rino Cardone.
  dettagli

T293 29/10/2021 - 03/12/2021

mostra t293 michelle

Also on View: Michelle Uckotter – Stairwells Ephemera Etcetera

Also on View: Michelle Uckotter – Stairwells Ephemera Etcetera 29 October - 3 December, 2021 T293 Rome Talk to me like I’m a child, please. I’m sick of choosing. I’m sick of falling. I want to hit the floor. But, please god let me keep my brains about me. I was berated last time for soiling the crossword . I was never any good at crossword, it’s too organic, and made by some man. I want a godly game that flows from one fixed step to the next. When Winning or finishing is uninteresting we get to enjoy the way it feels to be locked In while the game plays itself out. Every decision is made no where to fall out; rules feel like studs behind a wall. My dream is to build a game made completely of studs and supports and rules and fixed outcomes. No shopping. Just playing.
  dettagli

Studio Stefania Miscetti 21/10/2021 - 08/01/2022

mostra studiostefaniamiscetti dorismaninger

DORIS MANINGER per un’antologia provvisoria di desideri elevati

STUDIO STEFANIA MISCETTI is delighted to present per un’antologia provvisoria di desideri elevati (for a provisional anthology of elevated desires), a solo exhibition by Doris Maninger curated by Veronica He and Pia Lauro. The show features 38 hot-air balloons made from recycled materials, found objects and natural elements, with each balloon dedicated to a wish. The project came about in the spring of 2020, as a response to the isolation imposed by the pandemic, when the artist asked friends, family and colleagues to make a wish that could be given a shape, while allowing each individual free reign over their thoughts and aspirations.
  dettagli

Rosso 27 23/10/2021 - 23/12/2021

mostra rosso27 artmakes

Art makes you travel again

Rosso20sette arte contemporanea presenta la mostra Art makes you travel again, a cura di Edoardo Marcenaro: in mostra oltre 30 opere realizzate su mappe, cartine geografiche, carte d'imbarco e mappamondi da 12 street artist : Dina Saadi, Polar Bear, Laika, Daniel Eime, Alessandra Carloni, Marco Rèa, Luogo Comune, About Ponny, Nicola Alessandrini, Emmeu, Ligama, Daniele Tozzi. Dopo più di un anno e mezzo di “fermo” i sondaggi hanno dimostrato che la voglia di tornare a viaggiare è più forte di quella di trovare il vero amore. [...] Pensando che (forse) anche gli street artist avevano qualche limitazione a lavorare in giro per il mondo, è iniziata la collezione di atlanti, cartine geografiche e mappamondi, su cui poter continuare a viaggiare durante i momenti di pausa tra le varie riunioni, incontri, caffè e aperitivi online [...] Una follia? Non lo so, ma così è nata l’idea di Art makes you travel again: il lavoro su mappe, cartine geografiche e carte d’imbarco di dodici artisti nella mostra di Rosso20Sette Arte Contemporanea (Edoardo Marcenaro)
  dettagli

Galleria d’Arte Faber 23/10/2021 - 04/12/2021

mostra galleriafaber vulnerabile

GIULIA SPERNAZZA - VULNERABILE

Accogliere le nostre imperfezioni trasformando le debolezze in punti di forza. Rendersi vulnerabili. Superare le paure accettando il rischio di essere feriti nell'esporsi senza corazze. Lasciare che le emozioni ci attraversino e trapelino, mostrarsi per ciò che si è, connettersi con gli altri. Partendo dalla difficile osservazione delle parti buie celate nell'intimo, si assiste al loro progressivo scioglimento nel tentativo di intercettare la purezza che è in noi, al di là della forma e dell’ impermanenza. In tal senso la mostra si apre con la serie Nodi/Snodi, sviluppata nell’ultimo anno e influenzata inevitabilmente dalla complessa situazione che in parte stiamo ancora vivendo. Il nodo come simbolo di ciò che non è stato risolto e che nel periodo di solitudine trascorso è emerso dalla sensibilità dell'artista. Le prime opere appaiono proprio per questo statiche, sospese nel tempo e nello spazio, soggette alla forza di gravità in modo drammatico. Proseguendo si assiste a un lento districamento, ogni singolo lavoro è al tempo stesso l’istantanea di una condizione interiore e la testimonianza di un processo in divenire. Si tende a una crescente leggerezza, a una materia sempre più trasparente, quasi impercettibile al fine di trascenderla.
  dettagli

Fondazione Pastificio Cerere 22/09/2021 - 18/12/2021

mostra pastificiocerere perunprossimoreale

ANTONIO DELLA GUARDIA: PER UN PROSSIMO REALE

Per un Prossimo Reale nasce dall’incontro con gli studi di William Horatio Bates (1860-1931), medico statunitense noto per aver elaborato un metodo di rieducazione della vista senza l’uso di occhiali. Se il metodo Bates è stato oggetto di feroci critiche da parte della comunità scientifica, che ne ha confutato l’effettiva validità terapeutica, la sua forte carica immaginifica lo ha trasformato in un oggetto di culto per studiosi non ortodossi della percezione. Questo metodo, quasi un detrito della ricerca scientifica del XX secolo, rappresenta per l’artista un repertorio di possibili pratiche performative, che egli preleva e trasfigura con libertà, cristallizzandole poi all’interno di dispositivi scultorei e installativi che dispone con precisione dentro lo spazio. Nell’incontro con il visitatore ciascuno di questi dispositivi si trasforma in uno strumento progettato per stimolare processi sopiti, tanto dello sguardo quanto dell’immaginazione. Ne risulta un ambiente, una libera palestra per l’immaginazione, che il pubblico è invitato a esperire in solitudine e con lentezza. Attraverso questo luogo dalla funzionalità paradossale Antonio Della Guardia tenta per un istante di dirottare le nostre energie cognitive, indicando la pausa e l’evasione quali tecniche culturali di sopravvivenza.
  dettagli

RossoCinabro 20/09/2021 - 11/10/2021

mostra rossocinabro freetoimagine

Free to imagine, free to choose

Opere incredibili, dipinti, foto, sculture che puoi utilizzare per qualsiasi progetto e spazio. Queste opere sono state selezionate per te e provengono da tutto il mondo. Sono tante le novità con l’inizio di una nuova stagione dell’arte a Roma. L'evento offre una ottima opportunità per investire in arte internazionale. I visitatori possono trovare una ottima selezione di dipinti, fotografie d'arte, sculture, video, in materiali e stili diversi. Questa mostra offre una grande opportunità per investire nell'arte internazionale ed è una vetrina dell'artista affermato e dei giovani talenti. I visitatori possono aspettarsi una varietà di dipinti, disegni, arte fotografica, arte urbana, video e sculture in diversi stili.
  dettagli