ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra incinque naturalia
mostra incinque naturalia
mostra incinque naturalia
mostra incinque naturalia

Naturalia - Anna Corcione

arte contempranea

Incinque Open Art   dal 07/05/21 al 15/05/21

La galleria Incinque Open Art Monti è lieta di ripartire con la personale dell’artista Anna Corcione partenopea, ma fiorentina d’adozione. L’idea della mostra è nata durante l’incontro del luglio 2020 per Vita d’Artista. Monica Cecchini co-curatrice della mostra insieme allo scrittore e giornalista Jonathan Giustini, è entrata in sintonia con la ricerca dell’artista che si fonda sul rapporto tra arte e ambiente, una ricerca spontanea nata durante i suoi viaggi. L’arte di Corcione ha una funzione sociale, si interroga sulla sostenibilità ambientale e sull’ecologia ma anche sulla matrice identitaria dei luoghi; lei stessa dice di avere “la necessità di portare via qualcosa che appartiene alla “radice” profonda del territorio visitato, qualcosa di vivo e che rappresenta un luogo immaginario”.     dettagli

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra artforumcapena emotion

10/05/2021 - 08/10/2022Arte contemporanea

[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art nella Collezione Würth

Finalmente l’Art Forum Würth Capena riapre le sue porte al pubblico e presenta una nuova mostra dal titolo “[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art nella Collezione Würth”. Un progetto espositivo coinvolgente che, attraverso oltre 30 opere di 24 artisti, approfondisce uno dei filoni alternativi più interessanti della produzione artistica del XX secolo. L’apertura al pubblico dell’Art Forum Würth Capena è soggetta alle disposizioni governative per il contenimento della pandemia. La prenotazione è obbligatoria e l’ingresso sarà contingentato nel rispetto della normativa per il contenimento del Covid-19. È obbligatorio l'utilizzo della mascherina per tutta la durata della visita e il mantenimento della distanza interpersonale.
  dettagli

mostra t293 treyabdella

08/05/2021 - 11/06/2021Arte contemporanea

Trey Abdella In the Neighborhood

T293 è lieta di annunciare In The Neighborhood, la seconda mostra personale in galleria dell’artista Trey Abdella. In mostra saranno esposte una nuova serie di dipinti di grande formato. In The Neighborhood è concepita dall’artista come un viaggio attraverso la sua infanzia e le esperienze di maturità. Le opere ritraggono situazioni banali, ma non per questo meno memorabili, che Abdella ha vissuto crescendo nei sobborghi del West Virginia. Lavorare troppo per pagare l’affitto, registrare un film dentro al cinema, essere schiacciati durante un concerto o leggere Playboy a scuola sono fatti semplici ma che hanno inevitabilmente un impatto sulla crescita di un adolescente e nei suoi ricordi. Traendo ispirazione da eventi della vita ordinaria, i dipinti in qualche modo risultano facilmente riconoscibili, tanto che lo spettatore sente una certa familiarità con essi. Abdella stuzzica la nostra sensibilità facendoci prima provare compassione per i personaggi dei suoi dipinti, per poi in un secondo momento mandare in frantumi il finale. La narrativa autobiografica è alternata da un immaginario fantastico, a volte mostruoso, che l’artista rappresenta sulla tela.
  dettagli Evento Evento Trey Abdella Trey Abdella

mostra pastificiocerere losingcontrol

06/05/2021 - 30/07/2021Arte contemporanea

GIULIO BENSASSON: LOSING CONTROL

La Fondazione Pastificio Cerere presenta LOSING CONTROL, la prima personale di Giulio Bensasson a cura di Francesca Ceccherini, che si estende lungo gli spazi del silos e il sotterraneo del mulino. Il progetto si compone di due installazioni site specific – Losing Control #1 e Losing Control #2 – esito di una ricerca dedicata al tema della perdita del controllo e dei fenomeni che questa origina. Losing Control #1, realizzata nel sotterraneo Spazio Molini – in cui originariamente veniva prodotta la semola – interroga la perdita di controllo che si manifesta nel quotidiano dei luoghi in cui viviamo, restituita attraverso un percorso percettivo dedicato alle forme ossessive di cancellazione: l’idea del “pulire, detergere, coprire” come eliminazione del memento mori, ossia di ciò che simbolicamente ci ricorda l’inevitabile fine della vita.
  dettagli Evento Evento Video Video

mostra muefartgallery mutatonomine

06/05/2021 - 15/05/2021Arte contemporanea

Luisa Valeriani - Mutato Nomine. (Nella favola si parla di te)

Con ironia e divertito distacco, in un dialogo serrato con i gloriosi ed intramontabili personaggi della mitologica greca, Luisa Valeriani rielabora il racconto delle loro gesta in chiave moderna – ultrapop, diremmo – preservandone il fascino e la seduzione primitiva. “Ora come allora, gli uomini si servono dei miti per sconfiggere i limiti culturali e sociali che non riescono a trascendere – afferma l’autrice – ma è proprio questa volontà di superamento a consentire loro di crescere e migliorarsi. Di sperare”. “Qui allora – come scrive Francesco Giulio Farachi nella prefazione del catalogo approntato per la rassegna – le figure mitologiche della Valeriani scendono dal fasto delle loro cromie, dall’idealità sublime delle forme e della rappresentazione e concedono le loro vesti per un selfie, o inviano i loro doni e i loro messaggi per corriere espresso e consegna a domicilio”. Le opere “Mutato nomine” propone dunque opere nelle quali mito, archeologia, illustrazione e nuove tecnologie trovano una felice convivenza all’interno del tratto intenso ed evocativo della promettente pittrice romana, che scherza e si diverte con le storie tragiche e drammatiche di Icaro, delle Sirene, di Dioniso ed Arianna, di Medusa, di Pandora e delle Moire.
  dettagli

mostra medina danilabonito

03/05/2021 - 13/05/2021Arte contemporanea

Energie e Memorie di Danila Bonito

Energie e Memorie di Danila Bonito a cura di Federica Acierno C’è chi tiene diari di viaggio traboccanti di cartoline, biglietti, foto, appunti ai margini di un foglio strappato, chi viaggia e conserva la memoria dell’esperienza vissuta segretamente, nella mente, sperando resista all’azione del tempo. C’è chi, invece, come Danila Bonito, accumula pietre, preziose e non, e piccoli manufatti per farne la traccia materiale del proprio vagabondare. Sono le sue felicità, apparentemente marginali e trascurabili, che sfilano via il velo impolverato del tempo. La vita e le esperienze vissute, dall’altra parte del mondo o estremamente vicino, non sono fatte solo di cose grandi. Ci sono tracce minime, sensazioni assuefatte, sorrisi colti di sfuggita ma che restano impressi. E sono talmente numerosi da non riuscire a costringerli nella memoria, a renderli finiti ed enumerabili: sfuggono e si rischia di smarrirli per sempre. Eppure, Danila Bonito scongiura il rischio della perdita imbrigliando la sua esperienza personale in avori e coralli, giade, cammei e pietre policrome. Con gusto spiccatamente personale definisce la superficie frastagliata di tavoli e rosoni, cornici di specchi ed elementi di decoro parietali o pavimentali.
  dettagli

mostra gallerialorcanoneill domenicobianchi

16/12/2020 - 26/06/2021Arte contemporanea

DOMENICO BIANCHI - NEW WORKS

Bianchi (b. 1955, Rome) makes abstract works using wax, paint and precious metals, producing compositions which are influenced by music and cosmology and which reflect his quest for light, harmony and transparency.?
  dettagli

mostra macmaja sineddoche

29/04/2021 - 12/06/2021Arte contemporanea

Angela Maria Piga - Sinèddoche

"A vederlo così attaccato all'animale, che andava a mano a mano mutando e crescendo, mentre l'uomo, senza mutare contegno, pareva assottigliarsi e svuotarsi di tutto il suo fiato, sembrava di assistere a una strana metamorfosi, dove l'uomo si versasse, a poco a poco, nella bestia." Le parole di Carlo Levi (1902-1975), tratte da "Cristo si è fermato a Eboli", si prestano bene all'introduzione dell'interregno antropomorfo in cui si collocano le venticinque inedite sculture (ceramica e terracotta) di Piga. Nella leggenda buddista, il coniglio viene premiato per la sua generosità dalla divinità induista ?akra, che disegna la sua sagoma sulla luna per ricordarlo a tutti, mentre nella versione cinese è la dea lunare Chang'è che lo trasporta sulla luna, dove Yuètù pesta l'elisir di lunga vita. Ancora oggi in Estremo Oriente il coniglio lunare viene intravisto e osservato sulla superficie del satellite per il fenomeno di pareidolia al plenilunio. La mostra è accompagnata da "Sinèddoche", una raccolta di poesie che Angela Maria Piga definisce "sonore", dove la parola esprime un proprio ritmo coreografico mentale e musicale al contempo. La stessa prospettiva di "incompiutezza" ha spinto l'artista ad invertire i ruoli e intervistare lei stessa il critico Ludovico Pratesi, in una originale "intravista" inserita nella pubblicazione.
  dettagli

mostra z2o verticaleterra

23/04/2021 - 05/06/2021Arte contemporanea

Verticale Terra

Verticale terra è una mostra di Fabrizio Prevedello e Michele Tocca, non una doppia personale, ma un dialogo tra due poetiche lungo il filo di un unico racconto, che coinvolge le tre sale della galleria e fa incontrare i linguaggi dei due artisti – la scultura nel caso di Prevedello, la pittura nel caso di Tocca – sulla base di prospettive e movimenti dello sguardo tracciati dalle loro opere, e alcune, pur vaghe, ricorrenze tematiche. Il lavoro di Prevedello si sviluppa attraverso alcuni materiali d’elezione – differenti tipi di marmo, ma anche ardesia, onice e gesso – ritrovati e prelevati nel paesaggio, in particolare quello delle Alpi Apuane, dove l’artista ha scelto di vivere che è da sempre fonte di sollecitazioni per il suo lavoro. I lavori di Tocca sembrano invece nascere da visioni minime e ordinarie, di cose incontrate nel corso di passeggiate o all’interno dello spazio domestico, in zone marginali, e di cui ogni dipinto è un ritratto, la traduzione di un ‘qui e ora’ della cosa che si basa su processo di registrazione del dato visivo e atmosferico dal vivo.
  dettagli

mostra whitenoise quellochenonricordidiventi

22/04/2021 - 22/05/2021Arte contemporanea

Quello che non ricordi, diventi

Quello che non ricordi, diventi doppia personale di Luca Grimaldi (Roma, 1985) e Fabio Ranzolin (Vicenza, 1993) si costruisce attorno al sentimento di nostalgia per questo ricordo che non si è ancora potuto formare eppure pronto a dare vita ad un’estetica potente quanto anacronistica, capace di dominare trasversalmente sulle età di un’intera generazione. Gli artisti del resto ne rappresentano i due estremi, collocandosi il primo fra quelli che hanno vissuto in pieno l’epoca e l’altro fra le schiere di chi la può solo vagamente rievocare. Lo spettro di questo momento è rappresentato da quegli spazi che trent’anni fa sono stati l’incarnazione proprio di quello spirito di eterna allegria che tutti vogliono conservare; nei ricordi ovviamente non c’è spazio per nessuna ombra che possa oscurare l’interminabile grande festa che oggi sembrano essere stati gli anni ’90. Le discoteche, i club e la loro popolazione euforica ritornano a perseguitarci; sono al contempo immagini di un passato sbiadito e rappresentazioni del presente più immediato che dopo un iniziale momento di divertito stupore si rivelano come lo specchio di questa impossibilità di andare avanti.
  dettagli Evento Evento

mostra exelettrofonica rio

17/04/2021 - 30/06/2021Arte contemporanea

Davide D’Elia - RIO -

Dopo la rispettosa chiusura causa emergenza Covid-19, Ex Elettrofonica è lieta di riaprire i battenti sabato 17 aprile 2021 con Ri0, una personale di Davide D’Elia, a cura di Elisa Del Prete, che risponde a suo modo alla condizione eccezionale che stiamo vivendo attraverso un racconto metaforico sulla soglia. Ri0 di Davide D’Elia è una mostra che fin dal titolo invita a immergersi in un’esperienza fluida: il rio è un piccolo corso d’acqua che sta a metà tra natura e artificio, tenacia e controllo. Da sopra a sotto, da fuori a dentro, da freddo a caldo, l’artista ci guida in un viaggio nella percezione lungo il liminale equilibrio tra organico e inorganico, indagine fondante tutta la sua ricerca artistica. Del tutto inedite, ad eccezione della serie Estati che funge da anello con la produzione precedente dell’artista, le nuove opere di D’Elia inaugurano una ricerca in cui oggetti acquatici diventano protagonisti. Tutta la mostra nasce infatti dalla stretta collaborazione con l’azienda Allu.Fer Tempesta che realizza accessori per yacht. È qui, presso la sede dello stabilimento di Sezze, che l’artista ha attinto per agganciare il suo immaginario ad oggetti reali. Ormai dismessi, ma peculiari per la loro destinazione nautica, si tratta per lo più di serramenti che, “rinvigoriti” in preziose sculture, contemplano in se stessi la poetica del passaggio.
  dettagli

mostra gildalavia async

17/04/2021 - 12/06/2021Arte contemporanea

Async - Pamela Diamante

La Galleria Gilda Lavia di Roma ha il piacere di ospitare “async”, mostra personale dell’artista Pamela Diamante. Il titolo della mostra prende il nome dalla grande installazione principale che si pone come un rispecchiamento del quotidiano in cui vi è una riflessione sull’asincronia del rapporto tra l’uomo come “evento” fugace del tempo e la natura, che si manifesta nell’eterno ritorno di un theatrum mundi. “async” è un’opera multimediale in cui emerge la forte attitudine dell’artista ad ibridare i vari linguaggi utilizzati, partendo dalla ricerca scultorea in cui la forma diviene spazio e luce; modulazioni energetiche creano immagini in movimento e suoni, questi ultimi sperimentati in collaborazione con il compositore Marco Malasomma.
  dettagli evento evento

mostra galleriarichterfineart mifrullaintestaunisola

13/04/2021 - 18/05/2021Arte contemporanea

Mi frulla in testa un'isola

In questa occasione l’artista mette in mostra delle opere di grande formato, 190 x 150 cm, formato con cui Grechi si confronta dal 2015. I lavori pittorici segnano i passaggi della ricerca dell’artista dal 2019 ad oggi riguardo il segno, la stratificazione e l’essenziale. Afferma Luca Grechi: “Da molti anni lavoro sulla sottrazione, mi rende felice percepire un segno blu inizialmente puro, alterato e modificato in relazione all’alchimia della materia, per poi decidere se farlo riemergere, in una nuova alterazione ancora, questo gioco infinito mi porta spesso, (ad oggi meno) a realizzare moltissime velature e campiture sulla superficie, fino ad ottenere quell’equilibrio incompreso, ma efficacie o indispensabile per non impazzire”. Il percorso mostra è accompagnato da un testo di Marco Deserto dal titolo “Chi più di una stella sta…là”. Un dialogo surreale tra i due artisti in cui si descrive uno scenario futuribile, spaziando dalla politica, alle arti e la scienza.
  dettagli

mostra galleriarusso giacomoballa

15/04/2021 - 21/05/2021Arte contemporanea

Giacomo Balla. Dal primo autoritratto alle Ultime rose

È Giacomo Balla, punto cardinale dell’arte del ‘900, il protagonista della mostra visibile da giovedì 15 aprile presso la Galleria Russo di Roma. Curata da Fabio Benzi, “Giacomo Balla. Dal primo Autoritratto alle Ultime rose” offrirà al pubblico degli studiosi e degli appassionati l’occasione di ripercorrere l’intera carriera dell’artista attraverso una sorprendente galleria di studi preparatori – talvolta inediti - punteggiata da alcune importanti opere definitive. A questi materiali, per lo più direttamente provenienti da Casa Balla e sinora rimasti presso gli eredi, la mostra affida il compito di condurre il visitatore al cuore degli intricati percorsi creativi del grande caposcuola, affiancando incunaboli giovanili, illuminanti bozzetti di capolavori noti e ultime opere. È – scrive Fabio Benzi nell’introduzione in catalogo – “Come entrare nello studio dell’artista e aprire decine di cassetti scoprendo la genesi di capolavori e opere di studio, penetrando nei segreti nascosti dei dipinti a volte più celebri, a volte più privati, ma sempre partecipando di un furor creativo indiscutibile e prepotente, che ci mostra fasi finali e iniziali di un percorso unitario, di un rovello instancabile”.
  dettagli

mostra dorothycircus pecaekoh

10/04/2021 - 29/05/2021Arte contemporanea

Peca & Koh Kisung

La Dorothy Circus Gallery di Roma è orgogliosa di presentare la doppia mostra personale '' Dei e Mezcal '' di Peca e '' Yuri '' di Koh Kisung, inaugurata il 10 aprile 2021, in via Dei Pettinari 76, 00186 , Roma. In tempi così difficili, la galleria è orgogliosa di ospitare due artisti la cui ricerca è profondamente legata ai temi della spiritualità, della connessione umana con la natura e l'universo. Questo è rappresentato attraverso una profonda sinfonia con l'equilibrio del pianeta e il lato emotivo dell'umanità. . Ora più che mai, è fondamentale per noi sviluppare e guarire la parte più spirituale delle nostre anime, con particolare attenzione al rapporto tra umanità e natura che ci circonda. Siamo entusiasti di condividere questo messaggio di pace e serenità attraverso le due nuove serie di opere d'arte di Peca e Koh Kisung.
  dettagli

mostra t293 craneseekingcomforts

07/04/2021 - 15/05/2021Arte contemporanea

Oscar yi Hou – Crane seeking comforts

T293 è lieta di presentare Crane Seeking Comforts, la prima mostra personale di Oscar yi Hou in Italia. In mostra saranno esposti otto dipinti ad olio su carta biancastra. La pratica simbolista di Oscar yi Hou (b. 1998) ibrida l’iconografia occidentale e orientale. Nato e cresciuto a Liverpool, Inghilterra, da immigrati cantonesi, il lavoro di yi Hou è fortemente influenzato dalla sua formazione diasporica. Attraverso le sue opere l’artista gioca con l’estraneità della sua origine ‘straniera’ – il mitico Oriente – stabilendo una dichiarazione di ‘alterità’. Il formato verticale di questa serie di opere, che ricorda le pergamene orientali, insieme all’uso tecnico del pennello nero a secco, indica il suo profondo interesse per l’iconografia dell’Asia Orientale. Allo stesso tempo, è ugualmente affascinato dai simboli nordamericani come la stella dello sceriffo, i cappelli da cowboy e i graffiti urbani newyorkesi. Combinando armoniosamente questi due mondi visivi e culturali, yi Hou evoca un seducente dialogo visuale autobiografico tra Oriente e Occidente.
  dettagli

mostra fondazionebaruchello aquelpaese

dal 12/03/2021Arte contemporanea

A quel paese, Rogelio López Cuenca

Prima retrospettiva in Italia dell’artista Rogelio López Cuenca, l’esposizione si articola in tre sedi: un nucleo significativo di lavori sarà esposto negli spazi dell’Accademia di Spagna, le due opere HOME SWEPT HOLE e No/W/Here saranno installate nella Fondazione Baruchello e altri lavori saranno visibili nello spazio pubblico della Città di Roma. A quel paese si compone di pitture, installazioni, video, testi editoriali che illustrano alcune delle problematiche fondamentali e ricorrenti nella ricerca di López Cuenca, quali il viaggio, le politiche migratorie, la memoria storica, la speculazione urbana e la spettacolarizzazione della cultura in funzione del turismo, nel tentativo di sovvertire l’ordine costituito e aprire gli occhi sul “capitalismo delle immagini”. Il leitmotiv che lega tutte le opere, nonostante l’uso da parte dell’artista di tecniche e materiali sempre diversi, è l’indagine sul linguaggio, sulla parola, sulla sua tradizione e traduzione. Prima di tutto poeta e secondariamente artista, López Cuenca gioca sui doppi sensi, sulla fonetica, sullo scarto di senso che permette la parola scritta e verbale. Si spiega così anche il titolo, A quel paese, che nella sua voluta ambiguità semantica diventa esortazione, imprecazione, invito ed è esemplare di quel “campo poetico espanso” che caratterizza il lavoro di López Cuenca.
  dettagli

mostra ada bennibosetto

dal 06/03/2021Arte contemporanea

Benni Bosetto, 00 0 00

Mostra personale dell'Artista Benni Bosetto. Ricorda,uomo,che polvere sei e polvere ritornerai, G.3,19.Il21/06/1907 Hilma AfKlint scrive nella ventiseiesima pagina dei suoi appunti il simbolo 00000, per definire un nuovo concetto di origine, non tracciata per confortare ma in grado di ripetersi, caoticamente e pericolosamente.
  dettagli

mostra galleriacontinua ornaghiprestinari

19/02/2021 - 11/06/2021Arte contemporanea

ORNAGHI & PRESTINARI

Galleria Continua è felice di presentare la mostra personale di Ornaghi & Prestinari nei suoi spazi espositivi di Roma: '' Toccante ''! Auguriamo a tutti una bella domenica con l'arte! Alcuni dei rappresentanti più degni di nota di una giovane generazione di artisti italiani, Valentina Ornaghi e Claudio Prestinari hanno iniziato a lavorare insieme nel 2009 con il desiderio di sviluppare ciascuno dei suoi progetti attraverso il dialogo e la condivisione. Questa mostra presenta un gruppo di opere precedentemente invisibili, realizzate soprattutto per questa occasione, che riflettono sul tema dell''' incontro ''. L ' approccio multidisciplinare che Ornaghi & Prestinari hanno perfezionato durante la loro formazione nonché l'interesse per design, architettura e storia dell'arte sono diventati parte della loro ricerca. Il lavoro degli artisti esplora la dimensione domestica, fragile e intima delle cose. La pratica di Ornaghi & Prestinari si muove tra concetto e azione con una particolare attenzione ai materiali e alla loro manipolazione. Delicatezza, cura, tempo, leggerezza e ironia sono i temi ricorrenti delle loro opere.
  dettagli

mostra fondazionegiuliani camerabianca

29/10/2021 - 30/06/2021Arte contemporanea

La camera bianca

Fondazione Giuliani è molto lieta di presentare la personale di Elisa Montessori, ‘La camera bianca’. Ripercorrendo vari decenni dell’attività dell’artista, la mostra intende dare risalto a una serie di opere su carta, molte delle quali raramente esposte in passato, disegni in grafite peculiari della produzione di Montessori, e un’inedita configurazione dei lavori in cellofan ideata appositamente per la mostra. Opacità e trasparenza, luce e ombra, astrazione e figurazione: le dualità proliferano nella mostra. Percorrendo una stanza dopo l’altra, l’osservatore è condotto attraverso gli spazi della Fondazione lungo un percorso visivo che si trasforma, passando da una densa materialità a una dematerializzazione formale. Nel corso della sua prolifera produzione e sperimentazione, l’artista è rimasta fieramente indipendente dalle specifiche categorizzazioni del suo lavoro, respingendo qualsiasi semplicistica distinzione tra astrazione e figurazione.
  dettagli

mostra nomasfoundation romacittaaperta

01/01/2021 - 31/12/2021Arte contemporanea

Roma Città Aperta

Roma citta? aperta will take place from January 2021 to December 2021. roma citta? aperta wants to bring the public closer to the arts, also involving local associations and actively including Roman municipalities, encouraging exchanges and debates required for the transformation of the city. Usually private places, the studios of the artists open up to be spaces for sharing and participating where the public can discover how artistic research is born and takes shape.
  dettagli Roma Città Aperta Roma Città Aperta

mostra micro ilborestachenontiaspetti

07/01/2021 - 30/11/2021Arte contemporanea

IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI

Lo spazio Micro Arti Visive di Roma è orgogliosa di annunciare l’imminente inizio dell’ambizioso progetto espositivo IL BORESTA CHE NON TI ASPETTI. Sei episodi che ripercorreranno nell’arco di sei mesi (dal 7 gennaio 2021 al 31 giugno 2021) la vicenda artistica “dell’outsider tra gli outsider”, come lo stesso Pino Boresta ironicamente si autodefinisce. Sei mostre che daranno conto di un itinerario artistico perlomeno insolito e decisamente fuori dagli schemi del sistema dell’arte, attraverso mostre, incontri, sorprese e approfondimenti dedicati a quello che si può senz’altro definire come il precursore della Sticker Art, che da più di trent’anni ha invaso con le sue smorfie i muri delle nostre città. Difficile confinare il lavoro di Boresta in un genere ben preciso, avendo spaziato senza soluzione di continuità e con feroce ironia dalla pittura alla fotografia, dall’arte pubblica alla performance. Spinto da un reale bisogno di contaminarsi con linguaggi differenti e spesso inconsueti, Boresta ha accumulato negli anni una quantità di opere e materiali a dir poco sorprendente.
  dettagli

Sala 1 07/05/2021 - 31/07/2021

mostra sala1 bronzini

Bronzini - Opere/Performance del duo artistico LU+PA, Pietro Ruffo e il GB Group

Il progetto Bronzini, ideato e curato dal GB Group (fondato da Giordano Boetti Raganelli, Leonardo Gualco e Alessandro Giacobbe) in collaborazione con Sala 1, nasce per dare un ‘nuovo’ fine alla produzione artistica, che sarà in grado di espandere la sua influenza non solo nel tessuto culturale e sociale, ma anche all’interno di altri campi dell’esistenza umana, come l’economia e la politica. La monetizzazione dell’opera d’arte nell’epoca contemporanea, e tutto quello che comporta, può essere usata come un medium artistico, ed è quello che i protagonisti di questa esibizione faranno. Gli artisti hanno sempre avuto un superpotere: la possibilità di emettere l’autentica delle proprie opere. Tramite una firma questi attribuiscono ad un qualsiasi oggetto un valore economico e culturale. L’iniziativa è motivata dall’esistenza di alcune monete la cui circolazione danneggia il tessuto economico nazionale: come 1 e 2 centesimi. Tali monete sono causa di ingenti perdite economiche ogni anno, in quanto il costo di produzione, in alcuni paesi europei, supera il valore delle stesse. Inoltre la maggior parte di esse non vengono mai effettivamente usate, e questo arreca un ulteriore perdita economica allo Stato. Il progetto Bronzini intende quindi “trasformare” questo spreco nella creazione di opere d’arte, che avranno come materiale di produzione artistica esclusivamente i centesimi.
  dettagli Evento Evento

Canova22 08/05/2021 - 29/05/2021

mostra canova22 ninanana

N I N A N A N A una stanza per Casanova - Giuseppe Salvatori

Riaprono gli spazi dell’arte e della condivisione. Nella rotondità segreta dell’Antica Fornace di Antonio Canova si può “aprire”, come una scatola cinese, un gioco di emozioni visive, letterarie e musicali: un grande dipinto a tempera su tavola di Giuseppe Salvatori, quasi una gondola che si culla con una Canzon veneziana, scivolando nell’ambiguità seduttiva di Giacomo Casanova verso Nana, la dama alla quale è dedicata la lirica settecentesca. Volti che si percepiscono nell’opera esposta, seguendo una illusione in bianco e nero. Come una mappa sentimentale il testo di Emanuele Trevi, una lettera a Giuseppe Salvatori, ci aiuta a trovare un percorso unico attraverso la visione, la parola e il suono, qui nella musica originale di Roberto Caravella eseguita da Simonpietro Cussino. In realtà Giuseppe Salvatori, che nella sua opera segue spesso un filo letterario, ha scoperto la corrispondenza con la Canzon soltanto dopo aver realizzato il suo lavoro, come racconta Trevi. Il canto de “I sette capitali”, vizi racchiusi in un testo curioso in lingua veneziana che il famoso seduttore libertino Casanova ritrae nella veste di una donna molto particolare, Nana. Questa dedica audace, cantilena messa anche in musica (da Michele Brocca), definisce il desiderio per una figura femminile di cui ne disegna le sembianze e ne vezzeggia la straordinarietà.
  dettagli Canova22 Canova22

Galleria Il Collezionista 08/05/2021 - 20/05/2021

mostra galleriailcollezionista paesaggimonocromatici

Kinga Lapot-Dzierwa - Paesaggi Monocromatici

Una mostra molto particolare, grazie ai quadri dell’artista polacca, nei quali sono impressi in modo personale vissuti e pensieri creativi che vengono espressi in forma astratto-informale. Alla galleria "Il Collezionista" nuovo Vernissage alle ore 17. In esposizione personale le belle opere dell'artista polacca Kinga Lapot-Dzierwa. At the art gallery "Il Collezionista" new Vernissage at 5 pm. On personal exhibition the beautiful artworks of the polish artist Kinga Lapot-Dzierwa.
  dettagli

Galleria Mario Iannelli 05/05/2021 - 16/06/2021

mostra galleriamarioiannelli baldodiodato

Baldo Diodato: Works from the performance

La Galleria Mario Iannelli ha il piacere di presentare “Works from the performance” la mostra di Baldo Diodato che espone le opere create dalla performance “Frottage Multicolore” ed i calchi in alluminio realizzati nella parte esterna della galleria, entrambe eseguite in occasione dell’inaugurazione della mostra collettiva “Cast”. La mostra è introdotta da un testo di Mario Iannelli. E’ stato emozionante aver dato luogo alla realizzazione della perfomance “Frottage Multicolore” di Baldo Diodato che conosco da quando ho iniziato a lavorare a Roma e con cui ho avuto adesso l’opportunità di condividere la ricerca della galleria sviluppatasi a Berlino e averlo fatto nel tempo attuale dando vita ad un momento di concreta condivisione e prossimità che è stato sentito intensamente dai partecipanti.
  dettagli

Monitor 24/04/2021 - 04/06/2021

mostra monitor aiterzi

Lucia Cantò - Ai terzi

Parole estratte dagli scritti dell’artista Lucia Cantò (Pescara, 1995) che ci introducono alla sua mostra di debutto a Monitor e che sono rielaborazione linguistica e matrice della serie di opere site specific realizzate per la mostra Ai terzi. A questi terzi, è rivolto il moto di accoglienza da parte di una collettività di opere scultoree, composta da doppi. Nelle coppie di sculture e installazioni perfettamente combacianti, sono racchiuse le relazione di forza dei primi approcci, la tensione delle parti, il momento iniziale della scelta. Non è la relazione di coppia quella che si vuole mettere in risalto in questo contesto, bensì, le relazioni che cercano di convivere all’interno di una collettività, i simboli e le implicazioni di tipo emotivo e sociale che ne derivano. La ricerca artistica di Lucia Cantò è sorretta da un impianto intimo ma prorompente, e articolato in una intensa narrazione in cui scrittura e scultura si nutrono e sorreggono vicendevolmente. L’intimità della scrittura si fonde con il pensare e l’immaginare tridimensionale della scultura, che è metro di misura dell’artista rispetto a sé stessa e all’arte. La mostra è accompagnata da un testo critico a cura di Cecilia Canziani, storica dell’arte e curatrice indipendente.
  dettagli Evento Evento

Galleria Vittoria 21/04/2021 - 

mostra galleriavittoria safari

SAFARI

Safari, realizzata in occasione della giornata della Terra che si celebra il 22 aprile e curata da Tiziano M. Todi, mette in luce il problema dell’estinzione delle specie animali a causa del cambiamento climatico, attraverso un’esposizione che vede coinvolti 8 artisti: Stefania Catenacci, Duminda, Micaela Giuseppone, Flaviana Pesce, Daniela Poduti Riganelli, Maria Teresa Protetti?, Fabio Santoro e Renata Solimini. In un sistema equilibrato, il fenomeno naturale dell’estinzione di una specie e? un evento ecologico molto lento, la scomparsa di una specie, infatti, viene poi compensata dalla comparsa di un’altra. Negli ultimi 150 anni pero?, l’equilibrio e? stato stravolto, molte specie sono scomparse e altre rischiano l’estinzione a causa delle pressioni dell’uomo sull’ecosistema, annullando di fatto la naturalezza del fenomeno stesso.
  dettagli

Kou Gallery 21/04/2021 - 22/05/21

mostra kougallery closingtime

Closing Time - Hannu Palosuo

Mostra personale dell’artista finlandese Hannu Palosuo, curata da Massimo Scaringella. Sarà presentato, per la prima volta in occasione della mostra, l’ultimo ciclo di lavori dell’artista, costituito da nove opere realizzate durante il periodo di lockdown. L’esposizione prende il titolo dal nome del brano di Leonard Cohen, che ha accompagnato negli ultimi mesi la ricerca artistica di Hannu Palosuo. Le opere in mostra, di formato medio-grande, sono realizzate interamente ad olio utilizzando come supporti la stoffa da parati damascata e i sacchi da caffè brasiliani. Nella scelta dei materiali, così come nella rappresentazione dei soggetti ritratti, Palosuo indaga il tema della memoria e dello scorrere del tempo, contenuti fondamentali della sua produzione creativa.
  dettagli Evento Kou Gallery

Erica Ravenna Arte Contemporanea 21/04/2021 - 10/07/2021

mostra ericaravenna uomoearte

L'Uomo E L'Arte

La galleria riapre oggi con la mostra L’Uomo e l’Arte. Ancora una volta si sottolinea l’importanza della relazione con la storia come elemento fondante dei vari linguaggi dell’arte visiva. Una selezione di opere di Jannis Kounellis, Gino Marotta, Mario Schifano e Giulio Paolini, nelle quali il riferimento alla storia dell’arte remota e più recente è apertamente enunciato, si specchia in un inedito raffronto con le dirette ed originali fonti d’ispirazione: LucasCranach il Vecchio, Giorgio De Chirico e Jean-Auguste-Dominique Ingres. Un dialogo a più voci che disvela la storia delle immagini e si interroga sulle rappresentazioni collettive che intersecano la memoria e la cultura di un popolo. Dal mondo classico fino ai primi del Novecento, saranno esposti i frutti di una ricerca di quella che l’iconologo Aby Warburg avrebbe definito l’eterna “sopravvivenza dell’antico”.
  dettagli

1/9unosunove 09/04/2021 - 22/05/2021

mostra unosunove danshawtown

Dan Shaw-Town - Making, Doing & Happening

A distanza di dieci anni dalla sua prima mostra a Roma, Dan Shaw-Town (Huddersfield, UK, 1983) torna da 1/9unosunove per la sua terza personale, presentando in anteprima una serie di opere su tela che sanciscono l’inizio di una nuova fase di ricerca per l’artista inglese che dal 2008 vive e lavora a New York. Stabilitosi dapprima a Brooklyn, Shaw-Town si è da poco trasferito a Long Island, seguendo l’esempio storico di artisti come Jackson Pollock e Lee Krasner. L’allontanamento dalla città ha influito sulla realizzazione di questi lavori inediti, in cui, dopo molte sperimentazioni su carta e alluminio, per la prima volta nella sua carriera, Shaw-Town lavora su tela. La scelta di questo materiale, molto più malleabile dei precedenti, gli permette di riavvicinarsi alla pittura, anche se l’artista non si è mai definito un pittore nel senso classico del termine. I principali riferimenti che si possono ritrovare nella sua ricerca sono, infatti, tutti legati a un’idea materico-scultorea (Antoni Tàpies, Alberto Burri, Eva Hesse, J.B. Blunk, Peter Voulkos), se non addirittura ambientale (Richard Serra, Jannis Kounellis), del fare artistico, a cui si aggiungono diversi richiami al post-concettuale (Christopher Wool, Bruce Conner).
  dettagli

Galleria d'Arte Marchetti 15/04/2021 - 17/06/2021

mostra galleriamarchetti giulioturcato

GIULIO TURCATO – Colori mai visti

Colori mai visti, realizzata in collaborazione con L’Archivio Giulio Turcato. In esposizione 25 dipinti, a delineare un percorso attraverso tutta la parabola creativa dell’artista – nato nel 1912 a Mantova e scomparso a Roma nel 1995 – fra i più significativi interpreti dell’astrazione europea: dalla figurazione stilizzante dei Comizi, delle Rovine di Varsavia, delle “Venezie”, all’astrazione “informale” dei Reticoli e dei Desertici, alla geniale creazione delle Superfici lunari, alla giocosa “cartografia” di Itinerari e Arcipelaghi, al sontuoso e sensuale luminismo dei Cangianti. Aprirà il percorso l’opera cronologicamente più precoce presente nell’Archivio Turcato: l’inedito dipinto bifronte del 1928-30, su un lato del quale un giovanissimo Giulio Turcato dipinge un Interno, e sull’altro un Porto. A concludere il percorso, l’ultima opera pittorica di grandi dimensioni di Turcato: Dune, del 1992, la cui straordinaria qualità e raffinatezza testimonia della forza creativa conservata dall’artista fino ai suoi ultimi anni . Prima di questa, la galleria Marchetti aveva dedicato a Turcato personali nel 2008 e nel 2011, e un omaggio in occasione del centenario della nascita nel 2012, all’interno della mostra A partire da Forma 1 – Percorsi nell’astrattismo . Catalogo in galleria (Grafiche Turato Edizioni, Padova).
  dettagli

RossoCinabro 12/04/2021 - 12/05/2021

mostra rossocinabro inspiredbynature

Inspired by Nature

In un mondo sempre più oberato da questioni urgenti di grande importanza e sfide immense, ci rivolgiamo alla natura per trovare conforto e pace. Questa mostra riunisce artisti che spinti da un senso di urgenza guardano alla natura non solo come fonte di ispirazione ma anche come guida e sostegno. I loro processi di ispirazione, creando connessioni significative, sono risposte ottimistiche in questo momento in cui gli esseri umani devono lottare con le complessità e le condizioni del nostro pianeta. La mostra diventa anche un viaggio tra realtà e finzione, tra Natura e rappresentazione, in cui sembrerà talvolta difficile distinguere ciò che è reale da ciò che è realistico e in cui foreste, marine, campagne e prati dipinti saranno l'emblema di quel verde che da anni cerchiamo di recuperare, per rinsaldare un rapporto tra uomo e Natura che, fortissimo nei tempi antichi, sempre più si sta perdendo nel vivere attuale.
  dettagli

28 Piazza di Pietra 12/03/2021 - 

mostra 28piazzadipietra andreacapanna

Opening Look out by Andrea Capanna

Dal 12 marzo Andrea Capanna torna a 28 Piazza di Pietra per proporre un’anteprima del suo nuovo progetto artistico. Con LOOK OUT sono in mostra sei opere che, nel riaffermare compiutamente la tradizionale cifra stilistica dell’Autore, rappresentano la testimonianza visiva di un messaggio profondamente attuale. I “muri” di Capanna, le sue tecniche di stratificazione su base lignea offrono la base “materiale”ad una visione impalpabile ma intensa delle prospettive del nostro pianeta. I paesaggi di Capanna ci invitano a uscire dal chiuso dei nostri egoismi e delle tante paure di questi tempi bui. Senza parole ci gridano: LOOK OUT, guarda fuori con attenzione (e rispetto) per la natura che ci circonda.
  dettagli Opening Look 28 Piazza di Pietra

Galleria Mucciaccia  - 

mostra mucciaccia collection

Collection

La Galleria Mucciaccia propone un percorso che attraversa tutto il Novecento fino ai giorni nostri. Una selezione di più di 20 opere fondamentali per la storia dell’arte a livello italiano e internazionale. Alcuni tra gli artisti in mostra: Carla Accardi, Roberto Bernardi, Massimo Campigli, Giorgio De Chirico, Piero Dorazio, Massimo Giannoni, Llewellyn Xavier, Cristiano Pintaldi, Piero Pizzi Cannella, Oliviero Rainaldi.
  dettagli Galleria Mucciaccia Galleria Mucciaccia

La Nuova Pesa 18/02/2021 - 

mostra lanuovapesa dilada

DI LÀ DA - Andrea Aquilanti

Proemi, la mostra collettiva appena conclusasi a La Nuova Pesa ha introdotto, costituendone il prologo, la rassegna Realia che giovedì 18 febbraio prende avvio con una personale affidata ad Andrea Aquilanti, cui seguiranno quelle degli altri artisti coinvolti, precisamente Gianni Dessì, Roberto Pietrosanti, Giuseppe Salvatori, Federica Luzzi, Alberto Garutti. Il titolo della mostra, DI LÀ DA, intende affermare che, pur in un’apparente assenza di movimento, e in una scena differita rispetto a quella occupata dall’osservatore, qualcosa accade e si manifesta a livello di visione. Proprio come nell’ Infinito leopardiano si offre la condizione immaginifica della prefigurazione, del vedere di là da. Ma non solo questo. Attraverso l’impiego di video proiezioni l’artista ci introduce in uno spazio labirintico e debordante dove sincronicamente abitano l’interno e l’esterno, lo spazio presente e il successivo quasi a sottolineare il primato dell’immagine nelle molteplici possibilità della narrazione, dal momento che “il vedere viene prima delle parole: il bambino guarda e riconosce prima di essere in grado di parlare” (John Berger, Questione di sguardi).
  dettagli

Basement Roma 18/02/2021 - 18/05/2021

mostra basement incorporea

INCORPOREA Kate Cooper - Hannah Levy - Ebecho Muslimova - Berenice Olmedo

INCORPOREA is a year-long choral exhibition conceived by CURA. and set up as to develop and transform itself over time, and aimed at investigating the body in all its folds and meanings: The body in its presence and absence, the social body, the body as a revolutionary space, of antagonism and freedom,expressionandresearch,self-definition and power, identity and gender. Going across different generations and media, starting from new artistic expressions and going back towards the historical avant-gardes, INCORPOREA will investigate the practices that have uncovered, transformed and re-imagined the body and the speculations it has inspired. Moving around the boundaries, meanings and shapes of the body, the exhibition intends to introduce a new corpus of works every month in a sort of endless movement, a constant flow of addition and subtraction, with the aim of exploring an urgent and significant theme, articulating the elements that define it beyond preconceived categories, in today’s ever-shifting scenario.
  dettagli Evvento Evvento

Galleria Triphè 02/02/2021 - 

mostra galleriatriphe frammenticollezione

Frammenti di una collezione

La galleria Triphè riprende la sua programmazione con una serie di opere appartenenti alla serie "frammenti di una collezione" Gli orari 10-13/ 16-18 (possono variare) Per info contattare il 3661128107
  dettagli

Sinopia  - 

mostra galleriasinopia 1

GALLERIA D'ARTE SINOPIA

Nel cuore di Roma, lo spazio espositivo della Galleria Sinopia invita lo spettatore-visitatore a sperimentare in prima persona l’esaltazione reciproca del bello e del funzionale, proponendo associazioni creative e sperimentali tra l’eleganza dell’arredamento antiquario e la forza visiva dell’oggetto d’arte contemporaneo. La Galleria antiquaria, presente a Roma fin dal 1988, ha intrapreso negli anni recenti un percorso di riscoperta della produzione artistico-artigianale contemporanea, proponendo alla propria clientela una accurata selezione di quadri, sculture, fotografie, oggetti d’arte e d’arredo di artisti nazionali ed internazionali e ricercati abbinamenti tra epoche e culture diverse. La Galleria dedica inoltre una sezione ai “Makers” per creare un punto d’incontro tra arte – design – artigianato. I “Makers” creano un design artistico, non di produzione industriale ma in edizione limitata. Il principio dell’acquisto è quello dell’opera d’arte: i materiali sono preziosi, si avverte il lavoro dell’artista, sotto le superfici si può sentire il movimento, la forza, l’abilità che lo guida.
  dettagli

Chiaroscuro Gallery 26/11/2020 - 

mostra chiaroscuro chiaroscuroatelier

Chiaroscuro Atelier

Chiaroscuro Atelier apre il laboratorio artigianale di tessuti, filati gioielleria, ceramiche, fotografia. Creazioni di Gabi Damianakis, Ilaria Falco, Miss cheri, Alberto Guerri, Laszlo Jezek, Giorgia Monni
  dettagli

Anna Marra Arte Contemporanea 11/11/2020 - 30/01/2021

mostra galleriaannamarra arallelsandperipheries

ARALLELS AND PERIPHERIES: Fractal and Fragments

Galleria Anna Marra è lieta di presentare PARALLELS AND PERIPHERIES: Fractals and Fragments a cura di Larry Ossei-Mensah. La mostra è il quarto appuntamento di una serie - il primo al di fuori degli Stati Uniti - che indaga pratiche artistiche indotte da idee, narrazioni, miti e materiali, e presenta le opere di sei artisti afroamericani che vivono e lavorano negli Stati Uniti: le sculture di Kim Dacres e Kennedy Yanko, i dipinti, le opere su carta e i collage fotografici di David Shrobe, Kenturah Davis, Nate Lewis e Basil Kincaid. PARALLELS AND PERIPHERIES: Fractals and Fragments utilizza il concetto matematico dei frattali per esplorare in profondità ciò che si vede sopra e sotto la superficie. L'uso di questo quadro concettuale evidenzia la complessità e le sfumature presenti nella storia condivisa dell'estetica nera e della comunità della Diaspora. Inoltre, mostra che sebbene questi artisti possano avere esperienze in qualche modo simili a prima vista, a un esame più attento, possiedono voci e prospettive che sono immensamente varie e comprendono una molteplicità di differenze.
  dettagli