ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra Pastificio Cerere Luca Galofaro
mostra Pastificio Cerere Luca Galofaro
mostra Pastificio Cerere Luca Galofaro

Cielo Incluso

arte contempranea

Complesso Monumentale Palazzo Chigi-Albani Soriano nel Cimino (Viterbo) dal 23/07/2022 al 28/08/2022

Presso gli spazi (giardini pensili e palazzo) di Palazzo Chigi-Albani di Soriano nel Cimino la mostra Cielo incluso con le opere di Maria Grazia Tata e le fotografie di Salvatore Di Vilio, accompagnata dal testo e dalla consulenza storico-antropologica del ricercatore indipendente Massimiliano Palmesano e con la collaborazione del Comune di Soriano del Cimino e di Raffaella Lupi della Galleria Sinopia Eventi di Roma.     dettagli

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra-von

01/08/2022 - 31/08/2022Arte contemporanea

ALESSIO DELI

Lo stile scultoreo dell’artista ha profonde radici nella tradizione classica ma allo stesso tempo guarda il contemporaneo. Questa dualità, inizialmente basata sul recupero di materiali abbandonati e di riciclo, adesso si basa su un recupero della memoria e delle identità storiche legate alla tradizione plastica italiana. Le sue ultime opere, le Korai, sono state presentate per la prima volta al pubblico nel Palazzo Valentini di Roma nel 2019.
Nel mese di agosto sarà aperta nei giorni di Venerdì e Sabato dalle 18:00 alle 21:00
  dettagli

mostra valentinabonomo caterinasilva

30/06/2022 - 30/09/2022Arte contemporanea

CATERINA SILVA "IL PIÙ CRUDELE DEI MESI"

Caterina Silva (Roma, 1983) torna al portico d’Ottavia per la sua seconda personale con un nuovo ciclo di opere. L’artista usa la pittura per sondare le parti oscure della mente, quello che non e? possibile altrimenti spiegare a parole ma che esiste e diventa materia, poi oggetto e presenza reale; immagini aperte, disponibili all’interpretazione dell’osservatore, conseguenza di un processo di de-costruzione delle sue stesse sovrastrutture interne. Il piu? crudele dei mesi e? il titolo di questa mostra, tratto dall’incipit di quell’immenso poema che e? The Waste Land di T. S. Eliot. Caterina Silva in questi dipinti ci trasmette la suggestione di un nuovo inizio, simile a quel momento magico e potente che e? il risveglio della natura in primavera. Le esplosioni di luce e colore che ci abbagliano in questi quadri suggeriscono lo sfolgorio e l’esuberanza della rinascita naturale e incarnano al tempo stesso una nuova fase della ricerca pittorica dell’artista. Come scrive il poeta, il risveglio porta con se? la malinconia dei ricordi, “mixing memories and desire”, e l’inevitabile pensiero della morte. Cosi? pur nella loro gioiosa leggerezza e luminosita?, le frequenze dei dipinti esposti risuonano dell’inquietudine subliminale, dell’artista ma non solo, nei riguardi di questo tempo disorientante e ci inducono a riflettere sul senso di disgregazione di un mondo, naturale ma anche politico e storico, la cui comprensione sembra sfuggirci sempre piu? di mano.
  dettagli

mostra gagosian patstair

21/06/2022 - 31/08/2022Arte contemporanea

PAT STEIR Paintings, Part II

Per tutta l'estate, Gagosian Roma presenta un nuovo allestimento dell'opera di Pat Steir, concepito in collaborazione con l'artista, con una suite di maestosi dipinti verticali in dialogo con lavori recenti appartenenti ad altre serie pittoriche. La provocazione di Newman – un riferimento alla controversa opera teatrale di Edward Albee Chi ha paura di Virginia Woolf?, in cui si criticavano il falso ottimismo e la fiducia miope della società moderna – ha sollevato interrogativi profondi sul passato e sul futuro della pittura; una risposta ai gesti iconoclasti di Aleksandr Rodchenko e Piet Mondrian e al clima di sobrio minimalismo instauratosi in America, che include le ultime opere funeree di Mark Rothko e Ad Reinhardt e i dipinti neri di Frank Stella. Successivamente, nel corso del tempo, pittori come Brice Marden, Philip Taaffe, Kerry James Marshall e altri, sono stati spinti a rispondere a Newman in modi fortemente personali con opere che riaffermano la vitalità del loro linguaggio. Steir aggiunge il proprio audace contributo a questo discorso sulla pittura con la suite di tre dipinti dalle stesse dimensioni esposta a Roma Red Pour, Yellow Pour e Blue Pour (tutti del 2022).
  dettagli

mostra artgap retroritratti

18/06/2022 - 23/09/2022Arte contemporanea

RETRORITRATTI-Bruno Melappioni

Ritrattista e pittore di nudo, Bruno Melappioni gioca con entrambi i generi. A cosa serve fermare il volto e il busto di un uomo o una donna se non per affermarne lo status, il prestigio, il carattere, o i moti interiori? Ma se a comparire sulla tela sono solo nuche, capelli, e – più di rado – profili accennati, si può ancora parlare di ritratto? Lo stesso vale per il corpo. Braccia, mani, spalle. Poco ancora. In questo continuo vedo-non vedo le terga divengono metafora della superficie bianca su cui l’artista inscrive le proprie #ossessioni; dell’atto generatore dell’artefice. E – nelle parole dell’autore – della messa al mondo di sé: la schiena, spiega Bruno, è la parte di noi che non si conosce. E raffigurarla aiuta a scoprire il proprio lato oscuro, il non vissuto. Come scultore di persone, mi interessa portarle a comprendere chi sono. Ad essere rappresentati/e: amici, amiche, frequentatori dello studio; modelle professioniste, ma ancora della cerchia di conoscenze. Nessuno/a interpretando un ruolo, piuttosto mettendo in gioco spontaneamente la singolare confidenza col fisico, la nudità, lo sguardo dell’altro. D'altronde, per Melappioni, chi si trova a posare, è sempre protagonista, non oggetto.
  dettagli

mostra indipendenza lawlervaersllev

09/06/2022 - 30/09/2022Arte contemporanea

Louise Lawler / Fredrik Vaerslev

Indipendenza Roma è orgogliosa di presentare Louise Lawler / Fredrik Værslev, due artisti in una mostra costruita direttamente sui nostri spazi unici, per esplorare la tensione tra opera d'arte e contesto architettonico circostante e stimolare domande di gusto, valore, funzione e decorazione. Le opere di Louise Lawler rivelano i meccanismi attraverso i quali l'arte viene prodotta, riprodotta, consumata e venduta per interrogarsi su come comprendiamo i problemi di paternità, connoisseurship e significato. La mostra presenta esempi delle serie Tracings (2013-oggi) e Adjusted to fit (2010-oggi), che sono state tagliate e dimensionate sulle pareti di Indipendenza. Profondamente coinvolto nel rapporto tra pittura, architettura e ambienti sia urbani che suburbani, la pratica seriale di Fredrik Værslev riflette sulle convenzioni, gli stili e i limiti della pittura astratta. Per questa mostra, Værslev ha creato una nuova serie di dipinti site-responsive (2021-22), che sono stati dimensionati per corrispondere alle misure della porta e sono stati formati dalla tavolozza, dai materiali, dalla trama e dalle immagini che caratterizzano gli spazi di Indipendenza.
  dettagli

mostra artforumcapena emotion

10/05/2021 - 08/10/2022Arte contemporanea

[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art nella Collezione Würth

Finalmente l’Art Forum Würth Capena riapre le sue porte al pubblico e presenta una nuova mostra dal titolo “[E]MOTION. Op Art, Arte Cinetica e Light Art nella Collezione Würth”. Un progetto espositivo coinvolgente che, attraverso oltre 30 opere di 24 artisti, approfondisce uno dei filoni alternativi più interessanti della produzione artistica del XX secolo. L’apertura al pubblico dell’Art Forum Würth Capena è soggetta alle disposizioni governative per il contenimento della pandemia. La prenotazione è obbligatoria e l’ingresso sarà contingentato nel rispetto della normativa per il contenimento del Covid-19. È obbligatorio l'utilizzo della mascherina per tutta la durata della visita e il mantenimento della distanza interpersonale.
  dettagli

Galleria del Laocoonte 08/06/2022 - 31/10/2022

mostra gallerialaocoonte gabinettodisegni

Fabrizio Clerici, Surrealismo e Pittura Fantastica in Italia

A Roma da giovedì 9 giugno al 31 ottobre 2022 Monica Cardarelli, titolare della Galleria del Laocoonte, e Marco Fabio Apolloni, erede e responsabile della galleria antiquaria W. Apolloni promuovono uno straordinario omaggio all’arte di Fabrizio Clerici, artista di grande importanza ammirato al di qua e al di là dell’Atlantico, di cui nel 2023 è prossimo il trentesimo anniversario dalla morte. L’arte di Clerici espressa nei suoi ottant’anni di esistenza e la sua personalità hanno suscitato l’entusiasmo di grandi scrittori, tanto italiani quanto stranieri quali Mario Praz, Leonardo Sciascia, Alberto Savinio, Dino Buzzati, Vincenzo Consolo – che in abito settecentesco ne fece uno dei protagonisti del suo romanzo “Retablo”- ed ancora Jean Cocteau, Julien Green, Marcel Brion, Dominique Fernandez, tanto per nominare i maggiori. Clerici, autentico spirito aristocratico e schivo e artista veramente originale, si è sempre tenuto lontano dalla gazzarra carnevalesca delle neo-avanguardie, e non poteva non essere avversato dagli ignoranti critici del contemporaneo, quanto amato, invece, dai più colti storici dell’arte d’Italia – Giuliano Briganti, Federico Zeri, Vittorio Sgarbi – ai cui occhi raffinati non potevano sfuggire le affettuose e intelligenti assonanze con la cultura figurativa del passato. La mostra si articola in cinque distinte location per celebrare un artista di grande importanza non solo per Roma, che ha saputo celebrare e glorificare da par suo, ma anche e soprattutto per la maniera elegantissima con cui è riuscito a intrecciare la propria italianità nell’ordito del gran gusto cosmopolita dall’immediato dopoguerra in poi.
  dettagli