ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra Spazio Mecenate Marco Appicciafuoco
mostra Spazio Mecenate Marco Appicciafuoco
mostra Spazio Mecenate Marco Appicciafuoco
mostra Spazio Mecenate Marco Appicciafuoco

Materia Live - Marco Appicciafuoco

arte contempranea

Spazio Mecenate dal 30/05/2024 al 30/06/2024

Marco Appicciafuoco è un artista complesso, concepisce l'arte come un modo d'essere più che d'apparire, attento alle tematiche ambientali. Artista completo, padroneggia diverse tecniche, trasformando la ceramica in scultura e design, e fondendo spesso disegno, pittura e scultura, fonte d’ispirazione sempre la sua terra d'origine, l'Abruzzo. La mostra "Materia Live" offre un viaggio emozionante in un percorso di rinascita, attraverso la luce e la materia, con strutture complesse multimateriale, che nascondono simbolicamente la compenetrazione tra la storia dell’uomo (Argilla), l’alterità (Riflessi), la spiritualità (la luce) portando la speranza l’arcobaleno). Circa 22 le opere in mostra che spaziano dalle stampe su alluminio, alla penna pilot nera su carta quadrettata, dal semire, engobbio bianco, vetro, led, al gres, smalti, acrilici, acciaio fused glass, fino acciaio reflex, plastica crystall e vetro, in un mix & match di materiali di indiscusso impatto visivo ed artistico, che caratterizza il gesto artistico di Appicciafuoco.   dettagli

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra BasileContemporary RobertaMorsetti

13/06/2024 - 13/07/2024Arte contemporanea

6_24 - di Roberta Morzetti

All’interno della galleria romana verranno esposte 15 opere scultoree che chiamano alla mente forme umane, simboli e immagini, le quali rappresentano un ponte metaforico tra l’io vissuto più profondo e la forza evocativa di una bellezza che non mira ad avere compiacimento, ma a stimolare riflessioni e suggestioni, amplificate da costanti riferimenti mitologici. Roberta Morzetti indaga sul vissuto dell’essere umano, dando vita ad un’esposizione che si presenta come un vero e proprio percorso di consapevolezza alla scoperta della propria bellezza interiore: da qui il titolo “6_24”, con il numero sei che indica l’essere più profondo, da scovare dentro di noi e con il quale connettersi. Esiste uno stretto rapporto tra l’artista e “l’essere” inteso come capacità percettiva del nostro corpo, la cui pelle rappresenta il confine tra il dentro e il fuori: è la pelle a ricevere frequenze e vibrazioni e a comunicare sensazioni che si trasformano in emozioni. Il profondo rapporto con l’interiorità che spinge l’artista a scavare nella propria anima nasconde un importante messaggio contro la superficialità e la ricerca ossessiva della perfezione esteriore, che alimentano la vanità e la fame di consenso, ostacoli alla vera libertà.  
  dettagli

mostra MoCA Camerun

12/06/2024 - 22/06/2024Arte contemporanea

Andrea Barzini - Camerun

Camerun, è una mostra che racconta l’incontro tra un europeo e l’Africa. Questi due mondi che si uniscono danno vita ad un mix tra suggestione e racconto, con l’Africa che diventa il teatro di una narrazione affascinante e spirituale attraverso l’utilizzo di una palette cromatica minimale. Come già successo in passato, anche questa volta Barzini ha intrapreso un viaggio improvvisato, lasciandosi sorprendere dal destino.I lavori esposti sono frutto di osservazioni dirette di paesaggi e momenti della vita quotidiana, di luoghi misteriosi e lontani dai valori e dai ritmi occidentali, ma enormemente ammalianti e comunicativi. Sulla mostra l’artista spiega: “L’Africa con i suoi enigmi è un deposito del nostro immaginario più profondo, un grande sogno contaminato fatto dagli orrori del colonialismo, la potenza della natura, le bidonville, la violenza che esplode senza preavviso, la magia. Raccontarla è stata una sfida seducente e infernale.”  
  dettagli Andrea Barzini Andrea Barzini

mostra GalleriaGallerati FlaviaBigi

11/06/2024 - 10/09/2024Arte contemporanea

Come As You Are - Flavia Bigi

Come As You Are è un cammino lungo le stagioni dell’infanzia e delle relazioni, in un sovrapporsi di sguardi familiari, di paradigmi immaginali che filtrano il tempo della rimemorazione. Disegni acquerellati su carta e limpide sculture divengono inafferrabili e labili presenze di una intima affettuosità, tornando alla coscienza per epifania improvvisa, come scorci di realtà e atmosfere vissute o come miraggi della mente e desideri scalfiti, che riannodano i frammenti di legami perduti e compongono un frasario relazionale. L’artista conduce l’osservatore nel territorio di una evocazione visiva, in istanti di un altrove privo di paesaggio, in solchi lessicali delineati nell’opalescenza materica, che si evidenziano come richiami di un’esistenza sottratta al tempo, come risonanze di una storia personale e collettiva, velata dalla nostalgia.  
  dettagli Flavia Bigi Flavia Bigi

mostra ArteBorgo SilvioNatali

06/06/2024 - 30/07/2024Arte contemporanea

La Casa del Poeta

Creazioni pittoriche come mezzo incisivo di forme idilliache tra cui l’opera che dà il titolo alla mostra. Silvio Natali trasforma eventi, storie, emozioni in esperienze espressive straordinarie, opere attraverso le quali l’autore manifesta l’attimo effimero in cui fissa nei pensieri situazioni e immagini che diventano visive espressioni poetiche. Una mostra, dunque, che racchiude in sintesi il suo percorso artistico orientato ad una correlazione tra rappresentazione e poesia in cui l’artista affronta anche tematiche vicine ad ognuno di noi, come ad esempio ben rappresentato nelle opere Scena muta e In Ansiosa attesa.  
  dettagli

mostra T293 YetALwaysBlooming

05/06/2024 - 14/09/2024Arte contemporanea

Yet Always Blooming, Effie Wanyi Li

La mostra "Yet Always Blooming" esplora le interconnessioni tra stati mentali, sensazioni corporee e ambiente esterno, documentando la ricerca di Effie Wanyi Li (Cina, 1995) condotta attraverso sottili percezioni corporee ed esperienze emotive. Nella sua pratica pittorica, Effie Wanyi Li si sforza di percepire sottili sensazioni corporee ed esperienze emotive, traducendole in uno spazio visivo. Vi entra sotto forma di coscienza, facendo emergere diverse condizioni spaziali e diversi paesaggi vissuti da diverse distanze e prospettive. A seconda dell'intensità delle esperienze emotive, la prospettiva della sua pittura cambia continuamente. Quando le emozioni sono particolarmente intense, le risposte del corpo vengono facilmente innescate, avvicinando la sua prospettiva di osservazione al nucleo interiore.  
  dettagli Effie Wanyi Li Effie Wanyi Li

mostra RossoCinabro TakeALook

03/06/2024 - 15/07/2024Arte contemporanea

Take a Look

Take a Look offre un'occasione unica per scoprire nuovi talenti e apprezzare la diversità della produzione artistica contemporanea. La mostra invita il pubblico a "dare un'occhiata" al mondo che ci circonda attraverso la lente degli artisti, stimolando la riflessione e il dialogo. Cristina Madini afferma: "Take a Look è una mostra che celebra la creatività e l'innovazione nell'arte contemporanea. Gli artisti in mostra ci offrono una visione unica del mondo, invitandoci a guardare oltre le apparenze e a riflettere su questioni importanti del nostro tempo."  
  dettagli

mostra MacMaja Fosca

30/05/2024 - 20/07/2024Arte contemporanea

Fosca - Cara Luna

La fascinazione di Fosca per gli astri, del resto, non si traduce nella semplice illustrazione di fenomeni astronomici o di figure astrologiche tradizionali, piuttosto la volta celeste diviene per l’artista un fondale sul quale proiettare speranze, ricordi, paure, sogni e desideri. Le costellazioni create da Fosca, infatti, contengono un riflesso autobiografico e perciò si possono considerare anche come psicografie dei suoi stati d’animo. Le sue originali personificazioni dei corpi celesti sono immagini simboliche che alludono, con delicatezza e ironia, a esperienze vissute. Al tempo stesso, però, le stelle introducono in una dimensione alternativa alla realtà.  
  dettagli Fosca Fosca

mostra Magazzino FrancescaLeone

29/05/2024 - 27/07/2024Arte contemporanea

La Piazza - Francesca Leone

Il titolo fa riferimento a un luogo centrale nell’urbanistica di borghi e città. Sin dai tempi delle agorà greche, la piazza è uno spazio attorno al quale si sviluppa e organizza la vita sociale e politica delle comunità. Un luogo creato dall’uomo e per l’uomo, la cui forza centripeta si riflette negli arredi che spesso lo occupano. Monumenti equestri, fontane e obelischi celebrano gesta e imprese di un’umanità che si è garantita benessere e libertà attraverso il controllo e l’oppressione.  
  dettagli Francesca Leone Francesca Leone

mostra GildaLavia StorieIncompiute

28/05/2024 - 29/09/2024Arte contemporanea

Storie incompiute - Marina Paris

L’esposizione si focalizza sul tema dell’incompiuto e attraverso una serie di scatti inediti rende omaggio all’architettura di Luigi Moretti (1907-1973), la cui capacità progettuale e intellettuale era volta ad immaginare la struttura come forma, tramite l’analisi delle relazioni spaziali. Un’installazione ambientale tra coni di luci e fenditure di ombre, ritmata da un sottofondo sonoro progettato dalla stessa artista, conduce il visitatore alla scoperta di spazi irreali ma vivi, composizioni architettoniche che potrebbero essere state ma non lo sono, luoghi che non sono luoghi. Interessata da sempre all’architettura Marina Paris interpreta attraverso il mezzo fotografico la costruzione di uno spazio come modulabile e modificabile, luogo di accadimenti e di sedimentazione del tempo tra uomo e ambiente, metafisica dell’orizzonte intesa come dimensione antropologica per indagare l’esistenza umana.  
  dettagli Marina Paris Marina Paris

mostra FondazioneNicolaDelRoscio UnVeiled

24/05/2024 - 05/07/2024Arte contemporanea

Devendra Banhart. Total Pink Cosmos in Square White Cloud

Devendra Banhart apre il programma di performance della seconda edizione di Un/veiled, sabato 25 maggio, esibendosi dal vivo presso la Fondazione in un concerto acustico che accompagna in un viaggio lungo il suo vasto repertorio musicale, che include anche alcuni pezzi dal suo ultimo album, Flying Wig (2023). Il link di Eventbrite per la prenotazione sarà disponibile a partire dal 16 Maggio.  
  dettagli Devendra Banhart Devendra Banhart

mostra TornabuoniArte Mambor

24/05/2024 - 29/09/2024Arte contemporanea

Mambor

La mostra, attraverso una trentina di opere, si propone di presentare il percorso artistico e la pratica di Renato Mambor, “l’artista ‘concettuale’, il più emotivamente raffreddato, entro la cosiddetta Scuola di Piazza del Popolo” (M. G. Messina), evidenziandone i passaggi sostanziali e la coerenza poetica e formale sempre mantenuta dai primi esiti alle ultime produzioni. Pur nella pluralità dei linguaggi utilizzati e nella poliedricità dei suoi intenti, il lavoro di Renato Mambor continuativamente parla di osservazione, linguaggio, comunicabilità e relazione con l’altro.  
  dettagli

mostra FrancescaAntonini ComeUnGiardino

23/05/2024 - 23/06/2024Arte contemporanea

Come in un giardino

L’uomo ha sempre vissuto in ambienti naturali e soltanto in tempi più recenti se ne è distaccato, scindendo un legame longevo ed ancestrale. Ciò che lo lega alle piante è che sono state la sua prima dimora. Partendo da un’attenta riflessione sulla natura, il cui ruolo, nella società contemporanea, è sempre più marginale, la mostra vuole generare visioni nuove sui rapporti intricati che si sono instaurati nel tempo fra lei e gli uomini, per arrivare ad una riconciliazione delle parti. Le opere esposte esplorano, con linguaggi artistici e sensibilità differenti, il mondo naturale non solo come soggetto estetico, ma lo considerano anche spunto per avanzare una riflessione critica sul nostro rapporto con l’ambiente circostante. Nel suo complesso, la mostra offre al visitatore un'esperienza riflessiva. Vuole essere un invito a ripensare la relazione dell’uomo con il “verde”, per cogliere le potenzialità che esso ha da offrire. Le piante, infatti, sono una miniera inesplorata di possibilità e d’innovazione per l’uomo: con la loro complessità propongono modelli innovativi per le relazioni sociali e per i modelli organizzativi, cui prendere ispirazione.  
  dettagli

mostra RichterFineArt ESeNonRidiNonTiSento

21/05/2024 - 09/09/2024Arte contemporanea

Giulio Catelli, Andrea Grotto, Gianluca di Pasquale - e Se Non Gridi Non Ti Sento, Ridi?

Il titolo della mostra è tratto da un verso del poeta Beppe Salvia (Potenza, 1954 – Roma, 1985), autore di una scrittura trasparente, immediata, ricca di ossimori e solito usare rime brevissime talora filiformi, caratterizzate da una intensa scansione ritmica e dinamica. Tendente a riflettere sulla vanità della vita, intrisa di inquietudini e pudore, i versi di Salvia sono sinonimo di una poesia genuina, ruvida e scabra come un libero corso di sentimenti. A unire le produzioni degli artisti non v’è l’esigenza di definire una tematica particolare, bensì, rispettando le reciproche disparità, alla pari del verso di Salvia, sono uniti da un sentimento a volte gioioso e in altre circostanze malinconico, sintomo comune di una profonda riflessione. Così, le opere in mostra sono unificate dall’essenziale e sintetico verso di Salvia - “e se non gridi non ti sento, ridi?” - a intendere un dialogo interlocutorio immaginario con l’altro, giocato su elementi visivi irrelati e isolati, ricordi di sensazioni che nutrono il pensiero.  
  dettagli

mostra Materia JoachimLenz

18/05/2024 - 12/07/2024Arte contemporanea

Joachim Lenz - The benefit of doubt

L'immaginario del lavoro di Lenz, infatti, appare inconsueto e straniante. Ci troviamo di fronte a oggetti quotidiani e familiari, spesso umanizzati, che compiono azioni anomale. Bucce di banana che sprofondano nell'abisso, sigarette abbandonate che si consumano, cumuli di mani, un singolo piede nudo disteso, tronchi che cadono e un ceppo d'albero umanoide che fuma una sigaretta. Queste sono le figure che abitano gli spazi del quadro, inerti e introverse, ma anche annoiate e strafottenti.  
  dettagli Joachim Lenz Joachim Lenz

mostra TheGalleryApart AlessandroScarabello

09/05/2024 - 27/07/2024Arte contemporanea

Restless Picture - Alessandro Scarabello

Con la serie Restless Picture, Alessandro Scarabello interroga nuovamente il medium pittorico mettendo in risalto lo stato di trasformazione perpetuo che caratterizza la sua attuale attitudine e dunque la sua ultima produzione di opere. Nel titolo della mostra, è chiaro il riferimento ad un processo osmotico di genesi e disfacimento dell’immagine dipinta. Tra configurazione e riconfigurazione, il tentativo da parte dell’artista è continuare semplicemente a tenerla in vita, quasi come un voler ribadire che la pittura non abbia nulla da promettere eccetto la ragione di esistere nel suo farsi. Queste opere sono senza riposo, “restless”, rese appunto per mezzo di tentativi ripetuti che ricercano la figura e il simbolo nel processo stesso del dipingere. In virtù di questo, ciò che rimane sulla tela può imparare la propria forma e farla esistere nello spazio d’azione fino al proprio eventuale collasso, al di là di qualsiasi compiacimento estetico.  
  dettagli Alessandro Scarabello Alessandro Scarabello

mostra Gagosian OscarMurillo

14/04/2024 - 07/09/2024Arte contemporanea

Oscar Murillo - Marks And Whispers

In Marks and Whispers ogni opera si connota come un segno, richiamando stati di fragilità, disperazione, vulnerabilità e precarietà. Fissati a pareti indipendenti, i dipinti attivano il fulcro ovale della galleria con complesse linee visive, le loro superfici pittoriche stratificate con tinte scarlatte alludono all'angoscia che sottende un mondo privilegiato. Questi riferimenti rispecchiano il processo dialettico della pittura di Murillo che spesso coinvolge l’intuitivo e denso stratificarsi della pittura e la successiva cicatrizzazione della tela. In Marks and Whispers questo intenso trasferimento di energia emerge progressivamente in primo piano nel passaggio da un’opera all'altra.  
  dettagli

mostra Artforumcapena Namibia

24/10/2022 - 29/06/2024Arte contemporanea

Namibia

La mostra presenta oltre 80 opere di 33 artisti contemporanei che vivono e lavorano in Namibia, delineando una scena artistica fertile e creativa, espressione di una nazione nascente, profondamente segnata dall’indipendenza raggiunta solo nel 1990. Il sottotitolo della mostra, Arte di una giovane generazione, non fa riferimento esclusivamente ad un gruppo di giovani artisti – nati poco prima dell’indipendenza che condividono una affiliazione storica, sociale e politica – ma comprende anche artisti attivi già prima del 1990, che hanno vissuto sotto l'occupazione sudafricana e l’apartheid e che ora sono liberi di esplorare i profondi cambiamenti in atto grazie alla ricerca di nuove tematiche e modalità espressive. La nuova generazione riunisce quindi tutti gli artisti contemporanei, giovani e meno giovani, che assieme contribuiscono ad instaurare un nuovo status quo, ricorrendo alle tematiche dell’identità culturale e personale, ma anche della coscienza sociale.  
  dettagli

Sala 121/06/2024 - 20/09/2024

mostra Sala1 RingoOfDakar

Sym-ballein - Ringo of Dakar e l'alchimia delle forme

La ricerca estetica di Ringo è ispirata a diverse matrici culturali, sia africane che europee ed asiatiche. La caratteristica principale della sua arte, raffinata e coltissima, consiste nel tentativo di riconciliare due anime eternamente in conflitto, da un lato la rappresentazione della realtà secondo una vena poetica pittorica narrativa, dall’altro l’attenzione alla materia intesa nel suo assetto non descrittivo, puramente simbolico, legato all’energia del gesto, che diventa ricco di un nonsense quasi primigenio, originario. A questo dualismo corrisponde un’idea dell’arte e del fare arte, assolutamente libera ed anticonvenzionale, che può contenere e combinare immagini e riferimenti spesso distanti tra loro, voci e suoni diversi, ma infine comuni a tutto il genere umano.

L’artista usa con estrema libertà media e tecniche diverse. Cosi la performance ed i video coesistono con le ceramiche, la fotografia reinventa sé stessa con i video-life, objet trouvé, come i crani di animali recuperati nel deserto africano. I teschi, presenti per la prima volta in questa personale, insieme alle barche che a volte ricordano dei sarcofagi, ci parlano di vite esonerate dalla vita e della necessità di restituire la dignità del lutto ai dispersi ai dimenticati. Il quesito che le opere ci sollecitano è una riflessione su quali vite siano importanti e perciò viventi e quali non lo siano o lo siano solo poiché funzionali al sistema geopolitico esistente.  
dettagli

Medina Roma21/06/2024 - 04/07/2024

mostra GalleriaMedina SandraTiberti

L’Arte di Sandra Tiberti

La serie degli affreschi sicuramente riflette una scelta che, al giorno d’oggi, non può che essere definita eccezionale, essendo appunto l’affresco una tecnica pittorica oramai in disuso, ma che in questo contesto appare sicuramente significativa e affascinante. Gli affreschi, inoltre, rappresentano una perfetta sintesi dei suoi studi: l’utilizzo di vari materiali esecutivi, quali il cemento, la calce, la sabbia, la polvere di marmo, e il rapporto tra pittura e inserti a rilievo, esplicano chiaramente la volontà dell’artista di creare un connubio tra architettura e arte figurativa.  
dettagli

Medina Roma21/06/2024 - 04/07/2024

mostra GalleriaMedina LilloSauto

Lillo Sauto soloexhibit “Nel Sogno”

Lillo Sauto è un pittore astrattista siciliano, nato a Butera nel 1978. Dopo gli studi universitari a Firenze, decide di trasferirsi e risiedere stabilmente a Roma. La formazione tecnica non riuscirà a distoglierlo dalla sua innata passione per l’arte che inizia a sperimentare da autodidatta, dedicandosi al disegno e successivamente alla pittura. Da sempre affascinato ed ispirato dalle figure e dai cerchi spiraleggianti di Gustav Klimt e dall’ardore e l’inquietudine interiore, che guidavano la mano di Vincent Van Gogh sulla tela, ha creato una propria originale cifra stilistica. Non è divenuto un epigono dei suoi grandi predecessori ma ha seguito il consiglio di Paul Cézanne e cioè: “Qualunque sia il vostro maestro preferito, non deve essere per voi che un orientamento. Altrimenti sarete solo un imitatore”.  
dettagli

6° Senso Art Gallery20/06/2024 - 31/07/2024

mostra 6senso Tamburro

Antonio Tamburro - Nuove Opere

Sesto Senso Art Gallery rimarrà aperta per tutto il mese di giugno e luglio. Saranno esposte le nuove opere di Antonio Tamburro tra cui i dipinti su tavola e le grafiche. Da settembre avremo un nuovo calendario espositivo. Antonio Tamburro è nato nel 1948 a Isernia. Frequentò l'Accademia di Belle Arti di Napoli. Si trasferisce a Roma nel 1968 e completa gli studi presso l'Accademia di Belle Arti. A Roma Tamburro inizia ad esporre le sue opere in diverse gallerie prestigiose, riscuotendo un buon successo di pubblico e critica. Ritornò nella sua città natale, nel 1969, dove dipinse un ciclo di affreschi nella Chiesa di San Felice. Tra il 1970 e il 1973 Tamburro frequenta gli ambienti culturali di Roma e Milano, stringendo amicizia con Orfeo Tamburi, Domenico Purificato, Giorgio De Chirico, Fausto Pirandello. La sua prima mostra personale è del 1972 presso il Municipio di Perugia. In questi dipinti c'è il richiamo alle origini, con una colorazione forte e quasi violenta di stampo espressionista. Nel 1974 espone a Milano alla Galleria "La Porta".  
dettagli

Galleria Vittoria19/06/2024 - 06/07/2024

mostra GalleriaVittoria NinoPirrone

Nel Vento Della Pittura - Nino Perrone

L'esposizione, curata da Lorenzo Canova, che ne ha scritto anche il testo critico, presenta 10 opere di Nino Perrone e sarà corredata da un catalogo, appositamente pubblicato edito da Officine Vittoria.Nino Perrone, artista di grande sensibilità e talento, ci invita a esplorare un universo di colori e forme che si librano nello spazio. Come afferma l'artista stesso: "Osservare, guardare, immaginare ... la natura richiama la mia attenzione in ogni dove, in ogni forma, nelle miriadi di combinazioni di colori che si offrono alla mia vista come un inatteso spettacolo. Dopo lunghi anni di figurativo e di studi sulle tecniche, ho sentito la necessità di valorizzare il particolare, le sensazioni, le emozioni."  
dettagli Nino Perrone Nino Perrone

Galleria d'Arte F. Russo14/06/2024 - 31/07/2024

mostra GalleriaRusso ArtistRoom

Stanze d'artista

Stanze d'artista è un approfondimento dedicato ad alcuni degli artisti contemporanei che trattiamo in Galleria e che hanno scandito il nostro percorso espositivo. Manuel Felisi, Tommaso Ottieri e Giorgio Tentolini: le loro opere in esposizione esclusiva negli spazi della Galleria Russo per un limitato periodo di tempo.  
dettagli Evento Evento

Galleria La Nuvola14/06/2024 - 24/06/2024

mostra GalleriaLaNuvola MetamorfosiMarmoree

Metamorfosi Marmoree

Dal travertino romano, al marmo bianco o arabescato di Carrara, la produzione scultorea di Pfingst prevede una crasi innovativa tra storicità, conferita dall’antichità del supporto adoperato, e contemporaneità, affidata alla potenza dell’astrazione. Si tratta di conformazioni pure, carnose o filiformi, lontane da qualsiasi soggettività o figurazione, se non per evocazioni suggerite dal titolo», approfondisce Alice Falsaperla nel testo critico dedicato.  
dettagli Reinhard Pfingst Reinhard Pfingst

LA__LINEA12/06/2024 - 26/06/2024

mostra LaLinea NessunDorma

Nessun dorma

LA__LINEA artecontemporanea inaugura, in occasione del centenario della scomparsa del Maestro Giacomo Puccini (1924-2024), negli spazi dell’associazione culturale, una mostra collettiva dal titolo Nessun dorma. Gli artisti presenti in mostra sono stati invitati a riflettere e a omaggiare la vita e la musica del compositore, attraverso varie tecniche (disegno, collage, xilografia, puntasecca, tecniche miste su carta o cartone) e stili diversi: chi si è ispirato alla sua musica, chi ha preso spunto da fotografie che nel tempo lo hanno ritratto, chi si è rivolto in particolare alla storia delle sue grandi Opere e chi ha trasposto la sua musica in composizioni figurative, astratte o concettuali.  
dettagli Evento Evento

Richard Saltoun08/06/2024 - 26/07/2024

mostra RichaardSaltoun OneLiners

Romany Eveleigh - One Liners Curated

Richard Saltoun Gallery presenta One Liners, personale dedicata all’ artista minimalista Romany EVELEIGH (1934 - 2020). La mostra è curata dalla storica dell'arte Flavia Frigeri e celebra l'opera dell'artista, romana d'adozione, nel momento della sua partecipazione alla Biennale di Venezia di quest'anno. Nata a Londra, Eveleigh si trasferì a Roma nel 1963 e vi rimase fino alla morte. Ha esposto solo due volte a Roma, ma negli anni Settanta è diventata una figura centrale nella cerchia di scrittori e poeti, tra cui Giorgio Agamben e Patrizia Cavalli. Questa è la sua prima retrospettiva a Roma dopo quasi vent'anni.  
dettagli

Sinopia06/06/2024 - 06/07/2024

mostra GalleriaSinopia LucieLenormand

Lucie Lenormand - Trittico Nebulose

La Galleria Sinopia prosegue l’indagine sul legame tra natura, arte e design presentando Lucie Lenormand, artista che da sempre esplora l’antica arte dell’ebanisteria e dell'intarsio della paglia, unendo il valore dell’eccellenza manufatturiera all’estetica contemporanea. Il lavoro dell'artista trae ispirazione da fenomeni naturali, rocce, pianeti, minerali, oceani e stagioni.
Lucie Lenormand presenta un trittico di opere inedite realizzate per la Galleria Sinopia, un viaggio nel fascinoso fenomeno delle nebuolse, magici e armoniosi agglomerati nell’universo, che nella loro grandezza si intrecciano a noi, alla nostra materia interiore, rendendoci inseparabili dalla natura stessa.  
dettagli Lucie Lenormand Lucie Lenormand

EX ELETTROFONICA08/05/2024 - 05/07/2024

mostra ExElettrofonica ElenaMazzi

Elena Mazzi - Swim /die /swim

In questa esposizione, l’artista presenta un percorso site-specific che esplora il rapporto tra l’uomo e l’ambiente, dove ricorre lo scenario acquatico sia naturale sia in forma artificiale. Le opere in mostra sono unite da un tema centrale: lo scheletro, che funge da elemento portante e struttura di supporto, permeando sia la ricerca artistica di Mazzi che la sua esperienza personale. Dai recuperi delle vertebre dei cetacei allo studio delle spugne marine nel mare, fino all’esplorazione architettonica delle planimetrie delle piscine come luogo di riabilitazione e riflessione sulla percezione del corpo umano. Disegni, fotografie, oggetti scultorei e installazioni prendono vita da questa ispirazione, combinando forme astratte e antropomorfe in una nuova configurazione espositiva che riflette il percorso artistico di Mazzi negli ultimi anni. Corpi animali abbandonati nel paesaggio si alternano a figure invisibili, creando un dialogo evocativo con le strutture scheletriche di cetacei e spugne, e trasmettendo storie di pratiche di cura legate all’acqua.  
dettagli Elena Mazzi Elena Mazzi

Galleria Eugenia Delfini08/05/2024 - 28/06/2024

mostra GalleriaEugeniaDelfini PierPaoloPerilli

Che sia una bugia ma bella - Pier Paolo Perilli

Galleria Eugenia Delfini è felice di presentare "che sia una bugia, ma bella", prima mostra personale dell'artista e poeta Pier Paolo Perilli (1974, Roma) in galleria. Perilli è un pittore autodidatta, dice di aver iniziato a dipingere perché credeva che fosse la cosa migliore che potesse fare per se stesso. Il fatto che le sue opere siano piaciute anche ai vicini gli ha dato la sicurezza necessaria per continuare a lavorare e il motivo per alzarsi ogni mattina. Se la pittura è al centro della sua pratica, la scrittura di brevi testi, liriche e poemi lo è altrettanto. Questi hanno preso la forma di canzoni quando era il frontman del gruppo Hardcore Redemption negli anni Novanta, o più di recente di illustrazioni, fumetti e video.  
dettagli Pier Paolo Perilli Pier Paolo Perilli

1/9unosunove07/05/2024 - 31/08/2024

mostra Unosunove UltimoInvitato

L’Ultimo Invitato

Doppia personale di Luca Grimaldi e Giulio Bensasson – Curata da Giulia Tornesello. L’esposizione è lo spaccato di una società senza tempo, una celebrazione in pompa magna del nulla. Si è immersi in un’Arcadia dei vinti in cui la natura è ostentata e la fede è riposta ormai altrove, dove il contemporaneo disilluso erige altari votivi a quel che rimane e festeggia come può. Nelle opere inedite esposte in mostra un decorativismo volutamente eccessivo e grottesco incornicia un’icona, sacralizzandola. Il quotidiano da cui arbitrariamente o inconsciamente allontaniamo lo sguardo viene posto al centro dell’opera acquisendo nuovo significato e forzando lo spettatore al confronto.  
dettagli

Tim Van Laere Gallery04/05/2024 - 06/07/2024

mostra TimVanLaereGallery RinusVanDeVelde

Rinus Van De Velde - i Am Done Singing About The Past

Mostra personale di Rinus Van De Velde.  
dettagli Rinus Van De Velde Rinus Van De Velde

Galleria Lorcan O'Neill05/04/2024 - 24/06/2024

mostra LorcanONeill FragmentsBodies

Fragmented Bodies

Galleria Lorcan O'Neill presents "Fragmented Bodies", a group exhibition featuring new works by Celia Hempton, Wardell Milan, and Paul Mpagi Sepuya.  
dettagli

Erica Ravenna Arte Contemporanea12/03/2024 - 15/07/2024

mostra EricaRavenna UnaMacchina

Vincenzo Agnetti - Tomaso Binga | Una macchina è una macchina

Erano gli anni della sperimentazione, dell’avvento di materiali extra-artistici e di più aggiornate tecnologie, che hanno ispirato e influenzato la ricerca nell’ambito dei nuovi linguaggi dell’arte. Tra i vari supporti meccanici e tecnologici, la macchina da scrivere ha costituito uno degli strumenti che numerosi artisti, nei decenni ’60 e ‘70, hanno utilizzato per la realizzazione delle loro opere. Il noto saggio The Art of Typewriting a cura di Ruth e Marvin Sackner, ne traccia una rassegna all’interno della quale figura Tomaso Binga – artista legata alla galleria stabilmente da lungo tempo - con i suoi Dattilocodici realizzati con un’Olivetti lettera32. Da un errore di battitura di due tasti contemporaneamente, è generato un segno che a sua volta, attraverso la scelta compositiva dell’artista, darà luogo a un criptico codice linguistico e a originali immagini.  
dettagli