ROMArtguide.it NOTIZIE FLASH : Eventi, Mostre al via, Mostre al termine

Solo per un giorno
Giovedì 15

15/04/2021   Caffè Fotografici a Palazzo Merulana

Palazzo Merulana

ore 11:00 - Il sesto appuntamento con Caffè fotografici affronta un tema caro a molti. Partendo dalla nostalgia e le suggestioni per i concerti e tutti gli spettacoli di musica dal vivo Maria Cristina valeri, Alex Mezzenga e Gilberto Maltinti ospitano il fotografo Danilo D’Auria. Protagonista della call Life in the time of Coronavirus con il bellissimo progetto IO RESTO A CASA esposto nella collettiva #smileathome alla Galleria Bresciani Visual Art. D’Auria racconta il rapporto con la fotografia e la musica e della difficoltà, poi diventata capacità creativa, di gestire i momenti imprevedibili degli spettacoli dal vivo. Caffè Fotografici è la nuova rubrica in collaborazione con Palazzo Merulana dedicata alla fotografia da seguire tutti i giovedì fino alla fine di maggio sulla pagina di Roma Fotografia e Palazzo Merulana. Evento trasmesso sulla pagina facebook di @romafotografiaeventi e @palazzomerulana  dettagli

15/04/2021   aMICi online - I curatori dei musei sempre a fianco del pubblico Appuntamenti online sulla piattaforma Google Suite

Musei Capitolini

ore 17:30 - La più grande pianta di Roma (Forma Urbis severiana) Continuano online sulla piattaforma Google Suite i tradizionali appuntamenti dedicati ai possessori della Mic Card, e non solo. Un’introduzione alla pianta di marmo incisa intorno all'inizio del III secolo d.C. sotto Settimio Severo: dalla scoperta allo studio delle centinaia di frammenti marmorei,sia piccole schegge che lastre con interi quartieri, case, portici, templi e botteghe. Uno sguardo unico su Roma antica ed uno dei più rari documenti che l'antichità abbia restituito. A cura di Francesca De Caprariis. Continuano online sulla piattaforma Google Suite i tradizionali appuntamenti dedicati ai possessori della Mic Card, e non solo. Brevi incontri con i curatori dei musei, il mercoledì e il giovedì pomeriggio, per approfondire insieme la conoscenza di opere e temi delle raccolte dei Musei Civici. Per partecipare è necessario prenotarsi chiamando lo 060608. Si accede alla piattaforma con il link che sarà inviato tramite e-mail. Numero partecipanti: 50  dettagli

15/04/2021   Io dico Io – Online Series

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

ore 18:00 - Politiche dello sguardo. Ospite: Ilaria Antonella De Pascalis, Professoressa Associata Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, Roma Tre. Caporedattrice Imago. Studi di cinema e media Artiste: Gea Casolaro, Federica Di Carlo, Linda Fregni Nagler Modera: Lara Conte, curatrice della mostra La Galleria Nazionale presenta Io dico Io – Online Series il programma online dedicato alla mostra Io dico Io – I say I. Ognuno dei sei incontri approfondisce i temi e gli ambiti di ricerca della mostra, attraverso una tavola rotonda tra artiste, curatrici e ospiti invitate – docenti, esperte e attiviste – che si occupano della tematica. Tutti gli eventi saranno trasmessi in live streaming sulla pagina Facebook della Galleria Nazionale e saranno poi disponibili sull’account Spotify del museo.  dettagli

15/04/2021   Talk

MAXXI

ore 18:00 - Giulia Cenciin conversazione con Andrea Bajani. Accompagnati da figure trasversali a cavallo tra arte, letteratura e cinema, gli artisti raccontano le loro opere a partire dal processo creativo fino all’esposizione in mostra. L’opera in mostra lento-violento è una riflessione sulle tensioni che dominano il mondo e sul rapporto dell’essere umano con i propri simili e con la natura. Una tematica ricorrente sia nel lavoro diGiulia Cenci che nella ricerca del poeta Andrea Bajani, autore del libro Dimora naturale, in cui emerge il conflitto planetario che esiste tra le diverse specie in natura e l’invisibile violenza del capitalismo. In particolare, il nucleo scultoreo che compone l’opera assomiglia a una prigione verticale, realizzata con materiali di recupero, e dominata alla sommità da una possente figura, simbolo del potere. L’ultima parte del lavoro restituisce però un’immagine di calma apparente: un grande oggetto volante sovrastata da un animale con cappellino, che porta a passeggio un altro tenuto a guinzaglio. L’armonia e l’equilibrio compositivo che caratterizzano le scene discordano con il messaggio che evocano le varie figure, protagoniste e vittime nello stesso tempo di una guerra invisibile di categorie, gerarchie e generi.  dettagli
Venerdì 16

16/04/2021   GUARDARE CON NUOVI OCCHI

Palazzo delle Esposizioni

ore 18:00 - Migrare in un mondo che cambia. Guardare con nuovi occhi è una proposta elaborata da Earth Gardeners e Messaggerie Sarde indirizzata ai lettori di tutta Italia. Il contatto con scienziati ed esperti che affiancano alle loro ricerche la divulgazione scientifica e il coinvolgimento delle librerie indipendenti, possono rappresentare un’alleanza efficace nella promozione di questo genere di letture per contribuire a spingere il grande pubblico a praticare argomenti di natura scientifica.  dettagli

16/04/2021   Santa Cecilia Digital Season

Accademia Nazionale di Santa Cecilia

ore 20:30 - Belcanto Gala Un omaggio al melodramma di Bellini e Donizetti in live streaming su RaiPlay in diretta su Rai Radio 3 Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia direttore Antonio Pappano soprano, Lisette Oropesa tenore, Xabier Anduaga arie, cori e duetti da Lucia di Lammermoor, Don Pasquale, La fille du régiment, La Sonnambula, L’elisir d’amore, La fille du régiment, Lucrezia Borgia, I Puritiani. L'Accademia di Santa Cecilia in attesa della riapertura dei luoghi della cultura propone una programmazione di concerti on-demand.  dettagli
Sabato 17

17/04/2021   Fotografare la Natura

Museo Orto Botanico

ore 09:30 - Fotografare i fiori/1. Ciclo di incontri all'aperto "Fotografare la natura" all'Orto Botanico. Dieci appuntamenti adatti a tutti, principianti e non, per imparare finalmente a riprendere al meglio fiori, alberi e le altre piante che fanno dell'Orto botanico una straordinaria oasi verde nel cuore di Roma. Ciascun incontro avrà luogo il sabato mattina dalle ore 9.30 alle 12.30 e sarà condotto da Giulio Ielardi, tra i più noti fotografi naturalisti italiani. Numero chiuso, rispetto del distanziamento e mascherina obbligatoria.  dettagli

 
Pronti al via
mostra galleriarichterfineart mifrullaintestaunisola

Mi frulla in testa un'isola   13/04/2021 - 18/05/2021

Galleria Richter Fine Art

In questa occasione l’artista mette in mostra delle opere di grande formato, 190 x 150 cm, formato con cui Grechi si confronta dal 2015. I lavori pittorici segnano i passaggi della ricerca dell’artista dal 2019 ad oggi riguardo il segno, la stratificazione e l’essenziale. Afferma Luca Grechi: “Da molti anni lavoro sulla sottrazione, mi rende felice percepire un segno blu inizialmente puro, alterato e modificato in relazione all’alchimia della materia, per poi decidere se farlo riemergere, in una nuova alterazione ancora, questo gioco infinito mi porta spesso, (ad oggi meno) a realizzare moltissime velature e campiture sulla superficie, fino ad ottenere quell’equilibrio incompreso, ma efficacie o indispensabile per non impazzire”. Il percorso mostra è accompagnato da un testo di Marco Deserto dal titolo “Chi più di una stella sta…là”. Un dialogo surreale tra i due artisti in cui si descrive uno scenario futuribile, spaziando dalla politica, alle arti e la scienza.  dettagli
mostra galleriarusso giacomoballa

Giacomo Balla. Dal primo autoritratto alle Ultime rose   15/04/2021 - 21/05/2021

Galleria D'Arte F. Russo

È Giacomo Balla, punto cardinale dell’arte del ‘900, il protagonista della mostra visibile da giovedì 15 aprile presso la Galleria Russo di Roma. Curata da Fabio Benzi, “Giacomo Balla. Dal primo Autoritratto alle Ultime rose” offrirà al pubblico degli studiosi e degli appassionati l’occasione di ripercorrere l’intera carriera dell’artista attraverso una sorprendente galleria di studi preparatori – talvolta inediti - punteggiata da alcune importanti opere definitive. A questi materiali, per lo più direttamente provenienti da Casa Balla e sinora rimasti presso gli eredi, la mostra affida il compito di condurre il visitatore al cuore degli intricati percorsi creativi del grande caposcuola, affiancando incunaboli giovanili, illuminanti bozzetti di capolavori noti e ultime opere. È – scrive Fabio Benzi nell’introduzione in catalogo – “Come entrare nello studio dell’artista e aprire decine di cassetti scoprendo la genesi di capolavori e opere di studio, penetrando nei segreti nascosti dei dipinti a volte più celebri, a volte più privati, ma sempre partecipando di un furor creativo indiscutibile e prepotente, che ci mostra fasi finali e iniziali di un percorso unitario, di un rovello instancabile”.  dettagli
mostra francescaantonini nuvolealte

Monica Carocci - NUVOLE ALTE   15/04/2021 -

Francesca Antonini Arte Contemporanea

A quattro anni dalla prima mostra in galleria, Francesca Antonini Arte Contemporanea presenta un nuovo progetto di Monica Carocci (Roma, 1966), introdotto da un testo di Cristiana Perrella. Le limitazioni degli ultimi mesi hanno portato l'artista a ripensare l'approccio al mezzo fotografico e a riflettere con precisione sulla responsabilità di 'come' e 'cosa' fotografare. Monica Carocci, in un procedimento di rilettura del proprio metodo, ha individuato quale parte della realtà mostrare, da quale prospettiva e con quale intonazione, e ha realizzato il nucleo di opere che costituiscono il cuore della personale. Approdando per la prima volta al digitale, con una fotocamera a infrarossi che reagisce con sensibilità alle variazioni di luce e temperatura, traducendole in cromie antinaturalistiche, l'artista si è rivolta inizialmente al proprio interno domestico - dove ha fotografato alcuni fiori recisi oppure colti nelle aiuole della città - poi ai parchi di Torino. Con un cambio di prospettiva repentino, Carocci inverte i ruoli di terra e cielo, acqua e nuvole, consegnando a chi osserva una nuova visione della natura, della città e degli spazi abitativi.  dettagli
mostra rhinocerosgallery dante

DANTE   15/04/2021 - 15/07/2021

Rhinoceros Gallery

In occasione delle celebrazioni dantesche indette a settecento anni dalla morte del Sommo Poeta, gli spazi di rhinoceros galleryin via dei Cerchi 19 si aprono per ospitare un’originale rivisitazione della Divina Commediache nasce dall’intreccio del progetto fotografico EverAfterdi Claudia Rogge e DANTE. In a private dream of Raffaele Curie della presentazione dell’iniziativa La parola di Dante fresca di giornata dell’Accademia della Crusca. Una partitura espositiva complessa, sfaccettata e avvincente che vede confluire insieme stimoli multiformi e percorsi di ricerca differenti, amalgamati in un unico e articolato ensemble che si va a incastonare nelle architetture progettateda Jean Nouvel.  dettagli
mostra contemporarycluster leonardocrudi

Leonardo Crudi: Cinepugno   15/04/2021 -

Contemporary Cluster

La mostra si configura come evento conclusivo di Cinema, progetto di street art dedicato ai film underground italiani degli anni ’60 e ‘70, che Crudi ha realizzato sui muri di Roma nel corso degli ultimi anni. A partire dalla fine del 2017, egli ha affisso in giro per la capitale manifesti disegnati e dipinti a mano dedicati principalmente ai quei film per i quali non sono mai state realizzate locandine promozionali, in quanto rimasti fuori dal grande circuito della distribuzione. Crudi si è quindi impegnato a dare “un volto” a pellicole di nicchia, conosciute solo dagli intenditori, che rischiano di finire nel dimenticatoio. I suoi manifesti affissi in strada fungono da cinepugni che colpiscono con colori accesi e ardite composizioni geometriche i passanti con lo scopo di spingerli a guardare i film rappresentati. Con i suoi poster egli porta avanti una “propaganda artistica” volta a suscitare la riscoperta di opere, personaggi e storie rimasti ai margini della grande narrazione culturale ufficiale.  dettagli
mostra galleriamarchetti giulioturcato

GIULIO TURCATO – Colori mai visti   15/04/2021 - 17/06/2021

Galleria d'Arte Marchetti

Colori mai visti, realizzata in collaborazione con L’Archivio Giulio Turcato. In esposizione 25 dipinti, a delineare un percorso attraverso tutta la parabola creativa dell’artista – nato nel 1912 a Mantova e scomparso a Roma nel 1995 – fra i più significativi interpreti dell’astrazione europea: dalla figurazione stilizzante dei Comizi, delle Rovine di Varsavia, delle “Venezie”, all’astrazione “informale” dei Reticoli e dei Desertici, alla geniale creazione delle Superfici lunari, alla giocosa “cartografia” di Itinerari e Arcipelaghi, al sontuoso e sensuale luminismo dei Cangianti. Aprirà il percorso l’opera cronologicamente più precoce presente nell’Archivio Turcato: l’inedito dipinto bifronte del 1928-30, su un lato del quale un giovanissimo Giulio Turcato dipinge un Interno, e sull’altro un Porto. A concludere il percorso, l’ultima opera pittorica di grandi dimensioni di Turcato: Dune, del 1992, la cui straordinaria qualità e raffinatezza testimonia della forza creativa conservata dall’artista fino ai suoi ultimi anni . Prima di questa, la galleria Marchetti aveva dedicato a Turcato personali nel 2008 e nel 2011, e un omaggio in occasione del centenario della nascita nel 2012, all’interno della mostra A partire da Forma 1 – Percorsi nell’astrattismo . Catalogo in galleria (Grafiche Turato Edizioni, Padova).  dettagli
mostra medina adultsonly

ADULTS ONLY – il POP di Tommaso Sacco   16/04/2021 - 29/04/2021

Medina Roma

ADULTS ONLY – il POP di Tommaso Sacco: Le mutande abbassate, i gomiti poggiati sulle ginocchia, la testa china sullo schermo dello smartphone, in solitudine. Non è un ritratto ufficiale e pochi accetterebbero di vedersi così raffigurati, eppure tutti potremmo esserlo, allo stesso modo. La vita è un lungo susseguirsi di gesti quotidiani ‘impresentabili’; piccoli e grandi rituali che costituiscono il telaio su cui si reggono le nostre esistenze. Dalle funzioni fisiologiche agli interventi estetici, dalle tossicodipendenze alle fantasie sessuali: ciascuno di noi nasconde un mondo sommerso, che si impegna a riparare come può dal perbenismo. Le mie opere raccontano questo isolamento apparente. Riproducono, potenzialmente all’infinito, il paradosso di un atto che si compie da soli, in piena riservatezza, ma che tutti ‘espletiamo’ allo stesso modo.  dettagli
mostra exelettrofonica rio

Davide D’Elia - RIO -   17/04/2021 - 30/06/2021

EX ELETTROFONICA

Dopo la rispettosa chiusura causa emergenza Covid-19, Ex Elettrofonica è lieta di riaprire i battenti sabato 17 aprile 2021 con Ri0, una personale di Davide D’Elia, a cura di Elisa Del Prete, che risponde a suo modo alla condizione eccezionale che stiamo vivendo attraverso un racconto metaforico sulla soglia. Ri0 di Davide D’Elia è una mostra che fin dal titolo invita a immergersi in un’esperienza fluida: il rio è un piccolo corso d’acqua che sta a metà tra natura e artificio, tenacia e controllo. Da sopra a sotto, da fuori a dentro, da freddo a caldo, l’artista ci guida in un viaggio nella percezione lungo il liminale equilibrio tra organico e inorganico, indagine fondante tutta la sua ricerca artistica. Del tutto inedite, ad eccezione della serie Estati che funge da anello con la produzione precedente dell’artista, le nuove opere di D’Elia inaugurano una ricerca in cui oggetti acquatici diventano protagonisti. Tutta la mostra nasce infatti dalla stretta collaborazione con l’azienda Allu.Fer Tempesta che realizza accessori per yacht. È qui, presso la sede dello stabilimento di Sezze, che l’artista ha attinto per agganciare il suo immaginario ad oggetti reali. Ormai dismessi, ma peculiari per la loro destinazione nautica, si tratta per lo più di serramenti che, “rinvigoriti” in preziose sculture, contemplano in se stessi la poetica del passaggio.  dettagli
mostra gildalavia async

Async - Pamela Diamante   17/04/2021 - 12/06/2021

Galleria Gilda Lavia

La Galleria Gilda Lavia di Roma ha il piacere di ospitare “async”, mostra personale dell’artista Pamela Diamante. Il titolo della mostra prende il nome dalla grande installazione principale che si pone come un rispecchiamento del quotidiano in cui vi è una riflessione sull’asincronia del rapporto tra l’uomo come “evento” fugace del tempo e la natura, che si manifesta nell’eterno ritorno di un theatrum mundi. “async” è un’opera multimediale in cui emerge la forte attitudine dell’artista ad ibridare i vari linguaggi utilizzati, partendo dalla ricerca scultorea in cui la forma diviene spazio e luce; modulazioni energetiche creano immagini in movimento e suoni, questi ultimi sperimentati in collaborazione con il compositore Marco Malasomma.  dettagli
mostra ericaravenna uomoearte

L'Uomo E L'Arte   21/04/2021 - 10/07/2021

Erica Ravenna Arte Contemporanea

La galleria riapre oggi con la mostra L’Uomo e l’Arte. Ancora una volta si sottolinea l’importanza della relazione con la storia come elemento fondante dei vari linguaggi dell’arte visiva. Una selezione di opere di Jannis Kounellis, Gino Marotta, Mario Schifano e Giulio Paolini, nelle quali il riferimento alla storia dell’arte remota e più recente è apertamente enunciato, si specchia in un inedito raffronto con le dirette ed originali fonti d’ispirazione: LucasCranach il Vecchio, Giorgio De Chirico e Jean-Auguste-Dominique Ingres. Un dialogo a più voci che disvela la storia delle immagini e si interroga sulle rappresentazioni collettive che intersecano la memoria e la cultura di un popolo. Dal mondo classico fino ai primi del Novecento, saranno esposti i frutti di una ricerca di quella che l’iconologo Aby Warburg avrebbe definito l’eterna “sopravvivenza dell’antico”.  dettagli
mostra moca openartmarketaprile2021

OpenARTmarket   22/04/2021 - 29/04/2021

Mo.Ca.

Openartmarket. Un' esposizione-mercato in cui l’opera e l’artista, rispettivamente prodotto e produttore d’arte, escono dalla logica dell’eccezionalità e del collezionismo d’élite, per diventare un mezzo di comunicazione sociale ed estetico a costi accessibile a tutti. Si proporranno, infatti, opere d’arte in una fascia di prezzo che va da 49 a 999 euro. Dare all’arte la capacità di aprire nuovi spazi di dialogo e far sì che l’arte contemporanea sia sempre meno un discorso per pochi, con meno timore reverenziale e più voglia di partecipazione: è questa è la mission di OpenARTmarket. Di fronte alla prospettiva di cambiamenti in cui si intrecciano nuove forme di committenza e un collezionismo in grado di esercitare la sua influenza sul sistema dell’arte a livello globale, diventa ancora più importante e più stimolante per gli artisti riuscire a raggiungere nuovi spettatori.  dettagli

 
Ultimi giorni per :