ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Istituti stranieri

Mostre d'arte nelle Accademie e negli Istituti stranieri a Roma

Cultura internazionale a Roma

Questa pagina è interamente dedicata alle attività, mostre, eventi svolte dalle accademie straniere a Roma nel campo dell'arte.
Desideriamo ringraziare: Accademia Belgica, Accademia Britannica, Accademia d’Egitto, Accademia d’Ungheria in Roma, Accademia di Danimarca, Accademia di Francia – Villa Medici, Accademia di Romania, Accademia Polacca, Accademia Tedesca - Villa Massimo, Ambasciata del Messico, Ambasciata di Israele, American Academy in Rome, Bibliotheca Hertziana – Max-Planck-Institut, British Council, Casa Argentina, Centro Culturale Brasile Italia, Circolo Scandinavo, Accademia di Spagna, Forum Austriaco di Cultura, Goethe-Institut, Institutum Romanum Finlandiae, Istituto Bulgaro di Cultura a Roma, Istituto Cervantes, Istituto Culturale Ceco, Istituto di Cultura e Lingua Russa, Istituto di Norvegia in Roma, Istituto Giapponese di Cultura, Istituto Italo-Latino Americano - IILA, Istituto Polacco di Roma, Istituto Slovacco a Roma, Istituto Storico austriaco, Istituto Svedese di Studi Classici, Istituto Svizzero di Roma, Reale Istituto Neerlandese a Roma, per le informazioni che ci comunicano costantemente.

Centro Russo Di Scienza e Cultura mostra istitutorusso ambientarti

04/06/2021 - 17/06/2021Arte contemporanea

AMBIENTARTI

L'Associazione culturale Art Space e la Casa Russa a Roma presentano la mostra collettiva «AMBIENTARTI». L'arte è strettamente legata alla natura, i primi colori provengono dai pigmenti naturali, usati ancora oggi da diversi artisti. Immaginate se la natura, che ora condivide con noi tutti i suoi doni, smettesse di farlo a causa dell'insufficienza delle risorse. Il progetto espositivo avrà come tema principale l'ambiente, in particolare la problematica del riscaldamento globale: questione molto discussa e sentita negli ultimi decenni a cui si dovrebbe riservare maggiore attenzione. Gli artisti coinvolti nella mostra si occuperanno della questione del global warming che sempre di più manifesta i suoi effetti sulle temperature e sul clima del mondo intero. L'obiettivo che questa mostra si pone è quello di sensibilizzare il maggior numero di persone sul tema del riscaldamento globale, invitando attraverso l'arte ad una riflessione profonda sull'importanza dell'ambiente e sui comportamenti che l'uomo può adottare per salvaguardarlo.  dettagli

Accademia d'Ungheria in Roma mostra accademia ungheria non abbiate paura

28/05/2021 - 10/09/2021Arte contemporanea

Non abbiate paura!

"Il titolo della presente mostra, organizzata in collaborazione con l’Accademia Ungherese dell’Arte e programmata presso l’Accademia d’Ungheria in Roma, viene preso in prestito da Papa Giovanni Paolo II, che a sua volta si è avvalso delle parole di Gesù. La mostra intende aprire le porte al pubblico italiano interessato al Congresso Eucaristico Internazionale programmato per l’autunno 2021 a Budapest.  dettagli


mostra accademiaungheria poesieinimmagini

21/05/2021 - 10/09/2021Arte contemporanea

Poesie in immagini - illustrazioni per libri per l'infanzia

“Poesie in immagini- illustrazioni per libri per l’infanzia”. Interverranno: Sarolta Szulyovszky (illustratrice) e Veronika Palkovics (artista grafica). Al vernissage seguirà la consegna dei premi per i due concorsi VERSKÉPEK (disegno e recita poesie) indetti per bambini/ragazzi ungheresi. La presente mostra si propone di fornire un quadro completo della moltitudine di illustrazioni ungheresi contemporanee per libri per l’infanzia, con particolare riguardo alle illustrazioni per versi. Emese Révész, storica dell’arte nonché curatrice dell’esposizione, difatti nella selezione delle opere da esporre ha voluto porre l’accento sulle illustrazioni per poesie per bambini, motivando tale sua scelta col fatto che nel caso delle illustrazioni per versi, l’artista può lavorare con molta più libertà e ha molte più opzioni per creare mondi immaginari autonomi rispetto ai testi in prosa.  dettagli

Accademia di Francia - Villa Medici mostra villamedici mirceacantor

20/05/2021 - 19/09/2021Arte contemporanea

Mircea Cantor Art Club #32

Prendendo spunto da un repertorio iconografico e iconologico universale, rappresentato da immagini e gesti semplici, appartenenti alla quotidianità, Mircea Cantor riflette sulle componenti storiche e culturali che plasmano la realtà e sulle varie sfumature semantiche che l’articolano. Tale procedimento di osservazione trae spesso origine dall’esperienza individuale dell’artista, avvenuta al principio in Romania sotto il regime comunista poi in Francia, e si esplicita attraverso molte forme linguistiche alcune delle quali rappresentate a Roma in occasione del suo esordio individuale a Villa Medici. Si tratta di diversi lavori, alcuni dei quali concepiti per l’occasione, e distribuiti in vari ambienti sparsi nei giardini dell’Accademia, instaurando un sottile dialogo tra contemporaneità e patrimonio.  dettagli

Instituto Cervantes mostra istitutocervantes goyafisionomista

29/04/2021 - 19/09/2021Arte moderna

Goya fisonomista

La mostra Goya fisonomista analizza i rapporti dei volti di Goya con i trattati di fisiognomica dell'epoca. Queste teorie aggiornano i parallelismi tra esseri umani e animali popolari già nel XVI secolo e che favorirono la moda di studiare l'animalità del volto umano e delle sue espressioni. La caratteristica essenziale dei volti creati da Goya è la brutalità, poiché le emozioni sono mostrate nella loro forma più pura. Quella lucidità, che Goya raggiunge con l'intuizione del suo genio, è composta da tre tipi di fisionomie: l'animale, la patologica e la degradata. Ecco perché è rivelatore confrontare le stampe di Goya con i trattati dell'epoca. Nel periodo di formazione e di attività del pittore aragonese, le opere sulla fisionomia raggiunsero una straordinaria diffusione sociale in tutti i ceti sociali. Nonostante la scarsa credibilità scientifica di questa pseudo-scienza che è stata parte della conoscenza popolare, segue delle regole che, successivamente, hanno agito come codici iconografici utilizzati in tutta la Storia dell'Arte.  dettagli

Istituto Giapponese di Cultura mostra istitutogiapponese variazioneeautonomia

07/05/2021 - 18/06/2021Arte contemporanea

VARIAZIONE E AUTONOMIA

Le stampe dei pittori giapponesi contemporanei a cura di Kyoji Takizawa, Machida City Museum of Graphic Arts in presenza, senza prenotazione Giappone, anni ’70: gli artisti scoprono la gamma delle possibilità espressive della stampa e se ne servono per ampliare il potenziale comunicativo dell’arte contemporanea. Qualcuno varia sul tema, qualcuno fa da sé, altri fanno tutte e due le cose. VARIAZIONE E AUTONOMIA presenta 42 opere di 10 grandi dell’arte contemporanea che hanno fatto tendenza e ora impongono la riflessione sulla genesi della stampa giapponese di oggi. In mostra: Murai Masanari, Onosato Toshinobu, Tabuchi Yasukazu, Kusama Yayoi, Nakanishi Natsuyuki, Nakazato Hitoshi, Murakami Tomoharu, Hikosaka Naoyoshi, Hori Kosai e Tatsuno Toeko.  dettagli

Istituto Svizzero mostra istitutosvizzero maithuperret

05/05/2021 - 31/07/2021Arte contemporanea

Mai-Thu Perret

L’Istituto Svizzero presenta una nuova opera semi-permanente all’ingresso di Villa Maraini. L’opera consiste in un’installazione neon dell’artista svizzera Mai-Thu Perret (n. 1976, Ginevra). Il lavoro illumina l’edificio ed è visibile ai passanti di via Ludovisi. Untitled (2021) consiste in nove mani realizzate con tubi di neon giallo e allestite in modo tale da sembrare scalino il muro di mattoni all’ingresso di Villa Maraini, o forse ne fuggano. L’aforisma di Franz Kafka “una gabbia andò in cerca di un uccello”, risalente al 1917, è importante per Mai-Thu Perret nello sviluppo dei lavori a neon. La questione dell’equilibrio tra gabbia e uccello, la contraddizione tra libertà e perdita della stessa in favore della protezione. La pratica artistica di Mai-Thu è basata su una profonda ricerca e riferimenti della storia culturale, testi letterari, narrazioni femministe, estetica dell’avanguardia e tradizione artigianale. Il neon Untitled deriva anche dalla ricerca sulla mano, sulle mani, che Mai-Thu sta conducendo da qualche tempo. L’artista è interessata alla mano come motivo pittorico originario – se pensiamo ai dipinti nelle caverne dell’età della pietra non mostrano solo animali o scene di caccia, ma anche impronte o negativi di mani che, secondo le evidenze antropologiche, sono state originate da donne.  dettagli

Real Academia de España mostra accademiadispagna aquelpaese

12/03/2021 - 15/06/2021Arte contemporanea

“A quel paese” – Rogelio López Cuenca

A QUEL PAESE è la prima mostra antologica di Rogelio López Cuenca (Malaga, 1959) in Italia. Artista tra i più significativi della sua generazione, López Cuenca porta avanti da quasi quattro decenni una ricerca di grande spessore critico che si esplicita nella dimensione politica e poetica della sua pratica artistica. In mostra sono esposte una quindicina di opere dai primi anni Novanta ad oggi, tra cui alcune grandi installazioni che affrontano i temi ricorrenti nel suo lavoro: le politiche migratorie, la memoria storica, la spettacolarizzazione della cultura, la riconversione turistica delle città contemporanee, la critica coloniale ed istituzionale. Come si evince dall’enigmatico titolo di questa mostra, l’attenzione alle potenzialità semantiche del linguaggio e del suo uso è la strategia critica che incarna i modi di fare non convenzionali di López Cuenca, poeta ancora prima che artista visivo, nel proposito di risignificare e ripensare la realtà, oltre la finzione imposta dal discorso dominante.
La mostra si sviluppa negli spazi del complesso monumentale della Academia de España, in un percorso che oltre alle consuete sale espositive affacciate sul chiostro occupa spazi eccezionalmente aperti al pubblico, come la terrazza-giardino e il co-working, prosegue alla vicina Fondazione Baruchello e si infiltra nello spazio pubblico della città.  dettagli

Istituto Svizzero mostra istitutosvizzero hannahvilliger

26/03/2021 - 27/06/2021Arte contemporanea

Hannah Villiger

L’Istituto Svizzero presenta Works/Sculptural, la prima grande mostra personale dell’artista svizzera Hannah Villiger (1951-97) in Italia. Hannah Villiger è diventata celebre negli anni Ottanta, in particolare grazie alle fotografie di grande formato del suo stesso corpo. Organizzate nei cosiddetti ‘blocchi’ composti da diverse immagini, i lavori mostrano vedute in primo piano o talvolta parti del corpo frammentate o astratte. L’artista, che si è sempre considerata una scultrice anziché una fotografa, è stata residente all’Istituto Svizzero dal novembre 1974 all’estate 1976. Gli ‘anni romani’ sono stati decisivi per la sua biografia artistica: nel suo studio e nel giardino di Villa Maraini, Hannah Villiger ha sviluppato semplici oggetti ispirati dai materiali dell’Arte Povera, ma con il tempo si è dedicata sempre più consapevolmente alla fotografia, intesa come un metodo scultoreo. A Roma, per esempio, ha creato una precoce serie di scatti in bianco e nero con foglie di palma in fiamme.  dettagli

Accademia di Danimarca mostra accademiadanimarca virtualexhibition

Arte contemporanea

Virtual Exhibition

Esposizione In streaming delle opere degli artisti che hanno trascorso una residenza presso gli spazi dell'Accademia di Danimarca.  dettagli

Real Academia de España mostra realaccademiaspagna riattivandovideografie

Arte contemporanea

Riattivando Videografie

Online da poche ore la mostra virtuale di “Riattivando Videografie” fruibile gratuitamente sulla piattaforma online http://www.reactivandovideografias.com/. L’AECID (Agencia Española de Cooperación Internacional para el Desarrollo), in collaborazione con la Real Academia de España en Roma e la Red de Centros Culturales de España en el exterior, presenta il progetto “Riattivando Videografie”, online da giovedì 26 novembre, un percorso espositivo virtuale con i lavori audiovisivi di 65 artisti e 2 collettivi provenienti da 17 paesi per un totale di 64 opere video, realizzato grazie alla collaborazione di 18 centri culturali in connessione con la Real Academia di Spagna e 23 curatori. Il progetto si svilupperà nel 2021 con una serie di tavole rotonde e residenze presso la Real Academia di Spagna a Roma fino alla realizzazione della mostra nel 2022 a Roma, che completerà la mostra virtuale.  dettagli

Accademia D’Egitto mostra accademiaegitto tutankhamon

Arte antica

Mostra Di Tutankhamon

All’interno del Museo Egizio troverai riproduzioni uniche e non replicabili del corredo appartenente alla Tomba di Tutankhamon.  dettagli

IILA organizzazione internazionale italo-latino Americana mostra iila desdemiventana

Istit. Straniero

Desde Mi Ventana - Image Slam Covid-19

Desde mi ventana. Image slam COVID-19 è il nuovo progetto lanciato dalla Segreteria Culturale destinato a bambini (dai 5 agli 11 anni) e ragazzi latinoamericani (dai 12 ai 17 anni). Questo bando ha l’obiettivo di produrre un paesaggio collettivo, fatto di immagini, che i giovani latinoamericani stanno costruendo in questi interminabili mesi di clausura e distanziamento sociale, grazie alle loro riflessioni, fantasie ed emozioni: una testimonianza plurale e multimediale della vita vissuta durante il COVID 19, in America Latina, attraverso lo sguardo dei più giovani. Vogliamo invitare i nostri giovani artisti a inviarci un disegno (Categoria Bimbi) o una foto (Categoria Ragazzi), che condivideremo sulla pagina web e i canali social dell’IILA. Le immagini che riceveranno più “Mi piace” faranno parte di un grande collage che sarà pubblicato online. Clicca qui per conoscere le modalità di partecipazione. Scadenza: 30 giugno.  dettagli

Esposizione Virtuale Esposizione Virtuale iila iila

Academia Belgica mostra academiabelgica adrienlucca

20/09/2018 - 30/11/2021Arte contemporanea

Adrien Lucca. Dentelles de Lumière - allégorie de la recherche

Si tratta di un’installazione in situ permanente, geometrica e non figurativa, dispiegata su cinque grandi finestre situate all’esterno della biblioteca dell’Academia Belgica, di fronte alla parete ovest dell’Accademia d’Egitto a Roma, a cura di Adrien Gary Lucca.
“Dentelles de Lumière – allégorie de la recherche” è il risultato di una ricerca sulla luce naturale, il vetro e la matematica condotta durante cinque mesi di residenza presso l’Academia Belgica.  dettagli

Adrien Gary Lucca Adrien Gary Lucca Dentelles de lumière - allégorie de la recherche YouTube