ROMArtguide.it
Musei Vaticani

Il Museo appartiene al gruppo museale che include: 

foto museo
        
  • INDIRIZZO:
    V.le Vaticano
  • TELEFONI/FAX:
    Informazioni: 06 69884676 - 06 69883145
  • ORARI:
    Ingresso: 8:30 - 18:00 (ultimo ingresso ore 16:00)
    Domenica chiuso (esclusa l'ultima Domenica del mese in cui è aperto gratuitamente, ingresso: 8:30 - 12:30; chiusura: 14:00).
    Giorni di chiusura: gennaio 1, 6 - febbraio, 11 - marzo 19 - Pasqua e Pasquetta - maggio 1 - giugno 29 (SS. Pietro e Paolo) - agosto 15 - Dicembre 8, 25, 26.
  • SITO:
    http://mv.vatican.va/2_IT/pages/MV_Home.h...
  • EMAIL:

mappa topografica MAPPA TOPOGRAFICA


pianta museo PIANTA MUSEO


biglietti museo BIGLIETTI


visite guidate VISITE


stampa pagina  STAMPA

I Musei Vaticani custodiscono una delle raccolte d’arte più grandi del mondo: vi sono esposte le opere d’arte collezionate dai papi nell’arco di secoli.
Il nucleo più antico della collezione dei Musei Vaticani risale all’epoca di Giulio II (1503-1513) e si compone di una raccolta di sculture.
La prima opera che iniziò la collezione dei pontefici è una scultura di Laocoonte: essa fu rinvenuta nel 1506 nei pressi della Basilica di S. Maria Maggiore e fu acquistata da papa Giulio II su consiglio di Giuliano da Sangallo e Michelangelo Buonarroti, mandati sul posto per esaminare la nuova scoperta.
Un mese dopo l’opera era esposta al pubblico in Vaticano.
Col tempo e con il succedersi dei papi, la collezione fu arricchita e si diede vita a nuovi musei in cui poter esporre e conservare le prestigiose opere.
Di seguito si offre una breve descrizione del percorso espositivo attuale.

Museo Gregoriano Egizio – Fondato nel 1839 da Papa Gregorio XVI e ideato da padre Ungarelli, uno dei primi egittologi italiani, raccoglie antichità egizie acquistate dai papi o ritrovate nei dintorni di Roma, presumibilmente trasportate dall’Egitto in epoca romana.
Tra le opere esposte vi sono steli, statue, bassorilievi, bronzi e terracotte, sarcofagi, mummie e oggetti del culto funerario, documenti cuneiformi.
Museo Chiaramonti - Allestito all’inizio del secolo XIX per volere di papa Pio VII e per mano di Antonio Canova, conserva sculture di età romana datate tra il V secolo a.C. e il III secolo d.C.
Galleria Lapidaria – Raccoglie più di tremila pezzi, tra epigrafi e monumenti, recanti iscrizioni su diversi argomenti.
Braccio Nuovo – Inaugurato nel 1822, fu realizzato da Raffaele Stern e terminato da Pasquale Belli. All’interno di nicchie sono collocate le sculture trafugate da Napoleone e restituite dalla Francia al papa nel 1817.
Cortile della Pigna – Prende il nome dalla gigantesca pigna bronzea collocata al centro del nicchione e realizzata nel I o II secolo d.C., un tempo utilizzata come fontana nel rione Pigna di Roma.
Al centro del cortile è esposta la Sfera, opera in bronzo del 1990 di Arnaldo Pomodoro.
Museo Pio Clementino - Raccoglie straordinari esempi di scultura antica, quali il gruppo del Laocoonte, l'Apollo del Belvedere, l'Apollo Sauroktonos e la Venere Cnidia.
Inoltre, vi si possono ammirare i due sarcofagi in porfido di Costanza e di Sant’Elena, figlia e madre di Costantino.
Museo Gregoriano Etrusco – Aperto da papa Gregorio XVI nel 1837, contiene i reperti riportati alla luce durante gli scavi effettuati dal Governo Pontificio nell'Etruria meridionale nella prima metà dell’Ottocento. Tra gli oggetti esposti vi sono bronzi, terracotte, sarcofagi, steli e statuette, altorilievi e bassorilievi, gioielli, urne cinerarie e una ricca raccolta di vasi greci, italioti ed etruschi.
Sala della Biga – Ospita la scultura in marmo di una biga del I secolo d.C. proveniente dalla chiesa di San Marco.
Gallerie Superiori - La Galleria dei Candelabri raccoglie reperti archeologici di epoca romana.
Nella Galleria degli Arazzi sono esposti arazzi fiamminghi del XVI secolo e arazzi romani del XVII. Arazzi di diversa provenienza e datazione sono collocati anche nella Galleria di San Pio V. Nella Galleria delle Carte Geografiche si possono osservare 40 carte topografiche raffiguranti le regioni italiane e i possedimenti della Chiesa, eseguite tra il 1580 e il 1583.
Sala Sobieski e Sala dell’Immacolata – Devono le loro denominazioni rispettivamente alla tela di Jan Matejko dal titolo Sobieski libera Vienna e agli affreschi di Francesco Podesti sull’Immacolata Concezione di Maria, che ne decorano gli interni.
Stanze e loggia di Raffaello – sono gli ambienti che un tempo costituivano l’appartamento privato del papa, da Giulio II della Rovere a Gregorio XIII.
Le quattro stanze (Sala di Costantino, Stanza d’Eliodoro, Stanza della Segnatura e Stanza dell’Incendio di Borgo) sono coperte da volte a crociera.
Furono decorate con affreschi di Raffaello e di suoi aiutanti tra il 1508 e il 1524. Nella loggia sono raffigurate storie bibliche tratte dall’Antico Testamento.
Sala dei Chiaroscuri – Anche detta Sala dei Palafrenieri, era il luogo in cui si teneva il concistoro segreto sotto il pontificato di Leone X.
La decorazione cinquecentesca venne realizzata su disegno di Raffaello con figure a chiaroscuro di apostoli e santi.
Cappella Niccolina – Prende il nome da papa Niccolò V Parentucelli e fa parte dell’ala più antica del Palazzo Pontificio, all’interno della Torre di Innocenzo III. Coperta da una volta a crociera, la cappella fu decorata con affreschi che raffigurano le storie di Santo Stefano e di San Lorenzo, opere realizzate da Beato Angelico e Benozzo Gozzoli tra il 1447 e il 1451.
Appartamento Borgia – Ospita una parte della collezione d’Arte Religiosa Moderna e porta il nome di Rodrigo de Borja y Doms, papa Alessandro VI (1492-1503). L’appartamento è decorato con affreschi del Pinturicchio.
Collezione d'Arte Religiosa Moderna  - È esposta lungo un percorso che si snoda attraverso gli appartamenti di Innocenzo III, Sisto V, Alessandro VI Borgia, fino alla Cappella Sistina. La collezione si compone di opere di Van Gogh, Gauguin, Boccioni, Balla, De Chirico e molti altri artisti attivi tra il XIX e il XX secolo.
Cappella Sistina – Sita nell’angolo sud-ovest del nucleo medievale del Palazzo Pontificio, venne fatta ristrutturare tra il 1477 e il 1480 da Sisto V, a cui deve il nome. Le pareti laterali e d’ingresso sono affrescate con storie di Cristo e Mosè, la volta illustra la storia dell’umanità prima della venuta di Cristo attraverso l’opera di Michelangelo, al quale si deve anche la realizzazione del Giudizio Universale che decora l’intera parete di fondo della cappella.
Museo della Biblioteca Apostolica Vaticana – Raccoglie testimonianze di arte sacra, tra cui reliquie, icone, ma anche piatti, vasi, argenteria e vetreria di epoca romana provenienti dagli scavi di Pompeo e dalle catacombe.
Il museo si articola in diverse sale finemente affrescate e arredate con arazzi, globi e vecchi armadi che custodivano un tempo la raccolta della biblioteca.
Pinacoteca – Conserva dipinti e arazzi dall’XI al XIX secolo. Le opere provengono da varie scuole pittoriche e vari artisti, tra i quali Giotto, Beato Angelico, Perugino, Pinturicchio, Tiziano, Paolo Veronese, Ludovico Carracci, Caravaggio, Guido Reni, Guercino.
Sono da segnalare i modelli in argilla usati dal Bernini per le sculture della Cappella del Sacramento e per la Cattedra di San Pietro e dieci arazzi eseguiti a Bruxelles su disegni di Raffaello.
Museo Gregoriano Profano – Custodisce la collezione costituita da Gregorio XVI nel Palazzo del Laterano.
Fu aperto al pubblico in seguito al traferimento delle opere in Vaticano nel 1970. La collezione si compone dei materiali provenienti da scavi e ritrovamenti effettuati nello Stato Pontificio: sculture originali greche, rielaborazioni d’età imperiale romana, sculture romane di varie epoche.
Museo Pio Cristiano – Fondato nel 1854, ospita le raccolte di materiali antichi cristiani provenienti dalle catacombe romane e numerosi sarcofagi databili tra il III e il V sec. d.C.
Museo Missionario Etnologico – Istituito nel 1926 da papa Pio XI in Laterano e poi trasferito in Vaticano, documenta le varie forme di religione nei paesi extraeuropei.

mappa museo

  1. Portone di bronzo
  2. Arco delle campane
  3. Porta S. Pietro
  4. Torrione di Niccolo V
  5. Palazzo di Sisto V
  6. Palazzo di Gregorio XIII
  7. Palazzo medievale
  8. Torre Borgia
  9. Cappella Sistina
  10. Corridoio del Ligorio
  11. Biblioteca Apostolica Vaticana
  12. Cortile del Belvedere
  13. Braccio Nuovo
  14. Torre dei Venti
  15. Corridoio del Bramante
  16. Nicchione della Cortile della Pigna
  1. Fontana della Galera
  2. Palazzetto del Belvedere
  3. Museo Pio Clementino
  4. Atrio dei 4 cancelli
  5. Pinacoteca Vaticana
  6. Musei Gregoriano Profano, Pio Cristiano, Missionario Etnologico
  7. Padiglione delle Carrozze
  8. Chiesa di S.Anna dei Palafrenieri
  9. Tipografia Vaticana
  10. Laboratorio di restauro degli arazzi
  11. Chiesa di S.Pellegrino
  12. L'Osservatore Romano
  13. Fontana del SS. Sacramento
  14. Casina di Pio IV
  15. Pontifica Accademia delle Scienze
  16. Fontana dell'Aquilone
  1. Radio Vaticana
  2. Grotta di Lourdes
  3. Torre S.Giovanni
  4. Collegio Etiopico
  5. Palazzo del Governatorato
  6. Studio del Mosaico
  7. Chiesa di S.Stefano degli Abissini
  8. Palazzo del Tribunale
  9. Palazzo del'Arciprete
  10. Palazzo S.Carlo
  11. Domus Sanctae Marthae
  12. Sagrestia di S.Pietro
  13. Collegio Teutonico
  14. Aula Udienze Pontifice
  15. Palazzo del Sant'Uffizio
  16. Chiesa di S.Salvatore in Terrione

su^

INGRESSObiglietti ingresso

Orari museo
  • Ingresso: 8:30 - 18:00 (ultimo ingresso ore 16:00)
  • Domenica chiuso (esclusa l'ultima Domenica del mese in cui è aperto gratuitamente, ingresso: 8:30 - 12:30; chiusura: 14:00).
  • Giorni di chiusura: gennaio 1, 6 - febbraio, 11 - marzo 19 - Pasqua e Pasquetta - maggio 1 - giugno 29 (SS. Pietro e Paolo) - agosto 15 - Dicembre 8, 25, 26.

TRASPORTITrasporti

AutobusBus
  • 180 (festivo), 247, 492, 907
MetroMetro
  • linea A, fermata Cipro Musei Vaticani
Prezzo biglietti
  • Int € 16,00 - Rid € 8,00 - Speciale scuole € 4,00
  • Ridotto: dai 7 ai 18 anni e studenti fino a 26 anni;
  • Gratuito: fino ai 6 anni, la prima Domenica del mese e nella giornata mondiale del turismo ( 27 Settembre )
Telefono museo
   Contatti museoFaxE-mail
  • 06 69884947
  • fax: 06 69881573
Note

- Il biglietto include l' ingresso al Museo Storico Vaticano entro 5 gg. dalla data di emissione;
- Tutti i venerdì di ottobre i Musei Vaticani aprono le loro porte dopo il tramonto, dalle 19:00 alle 23:00 (ultimo ingresso alle ore 21:30).
- Occasionalmente si svolgono mostre e presentazioni

su^

Info VISITE GUIDATE visite guidate

Prezzi visite guidate
  • Giardini 18€
  • Giardini e Cappella Sistna 33,50€
  • Musei e Cappella Sistina 29,50€
  • 100€ costo guida + biglietto Int 14€ - Rid 4€ (speciale gruppi scolastici)

Info ATTIVITÀ DIDATTICHE Attività didattiche

Prezzi attività didatticheOrari attività didattiche

La rinnovata proposta didattica affianca la nuova attività di laboratorio didattico alle consuete Visite Didattiche, ampliando così l'offerta con due tipologie di visite: Visite Didattiche con Laboratorio e Visite Didattiche Animate.
I Musei Vaticani rendono i loro spazi e il loro patrimonio fruibili anche ai Visitatori Sordi e Non Vedenti/Ipovedenti proponendo un programma di visite guidate progettato ad hoc, basato su itinerari multisensoriali e sulla Lingua dei Segni Italiana (LIS).

Orari visite guidate
  • Giardini: Mar - Gio - Sab h 11:00, Necessaria prenotazione;
  • Giardini e Cappella Sistina: Necessaria prenotazione;
  • Musei e Cappella Siatina: Lun - Dom h 10:30 - 12:00 - 14:00, Necessaria prenotazione
Telefono museo
   Contatti museoFaxE-mail
  • Vite individuali 06 69884676
  • Visite di gruppo 06 69883145
  • Ufficio Attività Didattiche e Visite Speciali per gruppi scolastici italiani: 06 69884947- fax 06 69881573
  • visitedidattiche.musei@scv.va
  • Per le visite guidate in altre lingue per i gruppi scolastici di altre nazioni contattare l’Ufficio Visite Guidate dei Musei Vaticani 06 69883145 - fax 0669885100
  • visiteguidate.musei@scv.va
Telefono museo
   Contatti museoFaxE-mail
  • 06 69884947
  • fax: 06 69881573
Note

Visita guidata in italiano solo il Sabato;
Si organizzano le seguenti visite guidate:
- Visite singoli: Musei Vaticani e Cappella Sistina; Giardini Vaticani; Musei Vaticani e Basilica di San Pietro; Musei Vaticani e Basilica di San Pietro - Arte & Fede.
- Visite gruppi: Musei Vaticani e Cappella Sistina; Giardini Vaticani; Musei Vaticani e Basilica di San Pietro; Museo Storico Vaticano.
- Visite speciali: Musei Vaticani Nascosti; Ville Pontificie di Castel Gandolfo.
Visite guidate a cura delle associazioni culturali:
_ Amici di Roma
_ Eos Cultura
_ Info.roma.it
_ Passeggiate Romane
_ Roma e Lazio per te
_ Roma Sparita
_ Sotterranei di Roma
_ Se.Cit. Associazione Culturale
_ Storia Viva Viaggi

su^